Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare un link di un file

di

Hai realizzato un documento sul tuo PC, avresti la necessità di condividerlo pubblicamente online ma non sai in che modo riuscirci? Ti è stato chiesto di modificare il contenuto di un file e di inserire dei link al suo interno, ma non riesci a trovare un programma o un’app adatta allo scopo? Non ti preoccupare, qualunque sia la tua esigenze legata ai link e ai documenti elettronici, sono qui per aiutarti.

Nella guida di oggi, infatti, ti spiegherò come creare un link di un file sia nel senso di condividerlo pubblicamente online che in quello di inserire dei collegamenti ipertestuali al suo interno. Non preoccuparti: indipendentemente dal tipo di file e dal dispositivo che hai utilizzato per crearlo (o che intendi utilizzare ora per lavorarci), riuscirai a fare tutto in un battibaleno.

Coraggio dunque: prenditi cinque minuti di tempo libero, leggi attentamente le indicazioni che sto per darti e prova a metterle in pratica. Sono sicuro che il risultato finale saprà soddisfarti. Ti auguro una buona lettura e, soprattutto, un buon lavoro!

Indice

Come creare link per scaricare file

Usare Send Anywhere per condividere link

Se la tua necessità è quella di condividere dei documenti online, puoi affidarti a degli appositi servizi che permettono di caricare file su Internet e condividerli pubblicamente tramite semplici link, spesso senza registrazioni o necessità di installare software sul PC. Se vuoi sapere, insomma, come creare link per scaricare file, i servizi online e le app di cui ti parlerò ti permetteranno di farlo in men che non si dica.

Send Anywhere (Online/Desktop/Mobile)

Creare link a un file con Send Anywhere

In primo luogo ti consiglio di usare Send Anywhere, un servizio online che permette di condividere file creando dei link. È disponibile anche sotto forma di applicazione per computer e dispositivi mobili, tuttavia per le tue necessità basta e avanza la versione via browser.

Ti dico sin da subito che per usare tutte le funzionalità del servizio devi iscriverti ad esso, creando un profilo nuovo oppure tramite i tuoi profili Facebook o Google; per farlo ti basta cliccare sulla dicitura Sign in che trovi in alto a destra, quindi sulla voce Sign Up e compilare il modulo che ti viene proposto con indirizzo email e password; oppure, come già detto, puoi autenticarti tramite uno dei tuoi profili online.

Il funzionamento di Send Anywhere è estremamente semplice: collegati innanzitutto alla home page del servizio e clicca sull’icona + presente nel riquadro Send. A questo punto, seleziona il file del quale vuoi condividere il link (oppure trascinalo semplicemente nella finestra del browser), per far comparire un riquadro in cui ti verranno mostrati il documento che hai caricato e alcune funzionalità di cui potrai usufruire per condividerlo.

Queste funzioni sono, tutto sommato, quelle che offrono servizi e applicazioni simili: clicca su Direct per inviare il file mediante l’uso di un codice QR da scansionare, su Link per ottenere il link del file e copiarlo dove vuoi, oppure su Email per inviare il file tramite la posta elettronica.

Le opzioni base di Send Anywhere sono gratuite ma se intendi sfruttare tutto il potenziale del servizio puoi sottoscrivere un piano a pagamento: 7,99 dollari/mese per Sendy Pro e 11,99 dollari/mese per Sendy Business. I piani si differenziano per il numero di utenti che possono accedervi, per i vari servizi con cui inviare direttamente il link (ad esempio con Messenger) e per altre funzionalità che rispondono soprattutto alle esigenze di professionisti e aziende.

Smallpdf (Online/Desktop/Mobile)

Condividere un link PDF con Smallpdf online

Se invece stai cercando informazioni su come creare un link di un file PDF, sappi che il Web offre altrettante soluzioni pratiche, gratuite e complete. Smallpdf è uno di questi: permette di modificare i PDF in vari modi, unirli, convertirli da e verso altri formati e tanto altro. È disponibile anch’esso sotto forma di applicazione desktop e app per mobile, ma per la funzione che ti serve (la condivisione online di un PDF) puoi avvalerti tranquillamente della sua versione online senza installare nulla sui tuoi dispositivi.

Inizia, dunque, collegandoti alla home page di Smallpdf e clicca sul riquadro Condividi un documento, che permette di condividere un documento mediante la creazione di un link oppure inviandolo via e-mail. Nella schermata successiva, clicca sul pulsante Scegli file e seleziona il PDF di cui ti interessa ottenere il link (in alternativa, trascina il documento direttamente nella finestra del browser).

Dopo la fase di caricamento del file, si aprirà una schermata in cui puoi fare clic sull’icona di un’email (per mandare il documento via e-mail), sull’icona di un link (per condividere il link ottenuto con chi vuoi) o sul pulsante Condividi file che permette di scegliere se inviare il file tramite posta elettronica oppure copiare il link per condividerlo all’occorrenza. Per copiare velocemente il link da condividere, clicca quindi sull’icona del link e il gioco è fatto.

Puoi usare in modo gratuito Smallpdf ma non sempre: sono concesse infatti solo due operazioni al giorno; nel caso in cui avessi bisogno di farne di più, puoi acquistare il pacchetto di operazioni illimitate per 90 euro/anno o 10 euro/mese.

Servizi di cloud storage

Condividere un link con Dropbox

Se non sei convinto e cerchi ancora soluzioni per la creazione di un link con cui condividere un file, ti ricordo che è possibile farlo anche con i classici servizi di cloud storage, cioè i servizi ormai diffusissimi che permettono di conservare i dati online e sincronizzarli su tutti i propri device.

Se usi Dropbox, ad esempio, puoi condividere un file tramite il menu contestuale del tuo PC con pochissimi passaggi: seleziona il file di cui vuoi ottenere il link e fai clic con il tasto destro del mouse; si aprirà un menu in cui devi selezionare la voce Copia link. Otterrai così il link al documento da condividere con chi vorrai.

Chiaramente, puoi creare link per la condivisione dei file usando la maggior parte dei servizi di cloud storage disponibili sul mercato, quindi anche con Google Drive, OneDrive, iCloud Drive e con i tanti servizi che ti suggerisco in un mio approfondimento dettagliato su come condividere file velocemente e in vari modi. Vedrai che in tutti i casi troverai la procedura estremamente semplice!

Come creare un link in un file

Inserire un link con Microsoft Word

Adesso ti spiegherò come creare un link in un file, cioè come inserire un collegamento ipertestuale in un documento. Si tratta di una delle operazioni basilari di qualsiasi programma di videoscrittura (e non solo), quindi sono sicuro che anche se non ti senti pratico, o magari sei agli inizi con il mondo tecnologico, non avrai problemi nel raggiungere il tuo scopo.

LibreOffice (Windows/macOS/Linux)

Homepage di LibreOffice

Uno dei migliori programmi che puoi usare per inserire link in documenti, siano essi classici file di Word o PDF, è LibreOffice. Qualora non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di una suite per la produttività gratuita e open source, compatibile con tutti i principali sistemi operativi (Windows, macOS e Linux) che permette di creare e modificare file di testo, fogli di calcolo, presentazioni, database e altro ancora.

Insomma, una suite completa che rappresenta la migliore alternativa free a Microsoft Office (tra l’altro è perfettamente compatibile con tutti i file della suite Microsoft). Vediamo, dunque, come usarla per inserire link in file di Word e PDF.

Scaricare e installare LibreOffice

Installazione LibreOffice

Per scaricare LibreOffice, collegati al sito ufficiale della suite e fai clic sul pulsante Scaricate la versione x.x.x. Al termine del download, se usi Windows, avvia il file .msi ottenuto e clicca prima su e poi su Avanti per due volte consecutive, Installa e Fine, per concludere il setup.

Se usi un Mac, invece, prima di procedere con l’installazione della suite devi scaricare il pacchetto per tradurre la suite in italiano (che su Windows è incluso “di serie”): per farlo, collegati a questo link e clicca sul pulsante Interfaccia Utente tradotta.

A download completato, apri il pacchetto .dmg che contiene LibreOffice, trascina l’icona del software nella cartella Applicazioni del Mac, fai clic destro sull’icona in questione e seleziona la voce Apri dal menu contestuale: questo procedimento, che va eseguito solo al primo avvio, permette di evitare le restrizioni di Apple sui programmi di sviluppatori non certificati.

A questo punto, chiudi completamente LibreOffice premendo cmd+q sulla tastiera o cliccando sulla voce Esci nel menu LibreOffice, in alto a sinistra. Chiuso il programma, apri il pacchetto.dmg con la traduzione italiana, fai clic destro sul file LibreOffice Language Pack presente al suo interno e seleziona la voce Apri dal menu contestuale.

Clicca, poi, su Apri e Installa, seleziona la voce /Applications/LibreOffice.app dalla finestra successiva e clicca su Installa per avere l’interfaccia di LibreOffice tradotta in italiano. Se compare un avviso riguardante i permessi, clicca su Sì, identificami, immetti la password di amministrazione del Mac e premi su OK per due consecutive, per installare il Language pack correttamente.

Inserire un link in documenti di Word

Inserire un link con Writer in LibreOffice

Inserire un link con LibreOffice in un documento di Word (o qualsiasi altro documento di testo) è semplicissimo. Innanzitutto, apri il documento in LibreOffice (ti basta fare clic destro sul file e selezionare LibreOffice dal menu Apri con). Si aprirà così Writer, il software di videoscrittura incluso nella suite.

Seleziona, dunque, il testo sul quale vuoi applicare il link e clicca sull’icona della catena presente nella barra dei menu in alto. In alternativa, puoi ottenere lo stesso risultato recandoti nel menu Inserisci, in alto, e selezionando la voce Collegamento da quest’ultimo o, ancora, premendo la combinazione di tasti Ctrl+K (su Windows) o cmd+k (su macOS).

A questo punto, si aprirà una finestra in cui potrai scegliere varie voci: Internet per inserire un collegamento ipertestuale a una pagina Web, Posta per reindirizzare l’utente a un contatto e-mail, Documento per indirizzare chi legge a un altro documento esistente o a una sua parte, infine Nuovo documento per collegare un documento che ancora non hai creato.

Al momento ti interessa la voce Internet, quindi cliccaci sopra e riempi il campo URL con l’indirizzo che vuoi associare alla parola o alla frase che hai scelto. Semplice, vero?

Inserire link in PDF

Inserire URL in LibreOffice

Se ti stai chiedendo come inserire un link in un file PDF usando LibreOffice, sappi che la procedura di inserimento è la stessa; cambia invece il programma con cui sarà aperto il file.

Fai clic su Apri file e seleziona il PDF in cui ti interessa inserire il link: LibreOffice aprirà il file con l’applicazione Draw che presenta, sulla sinistra, le miniature delle pagine che compongono il PDF e sulla destra la pagina selezionata. Ora non ti resta che ripetere il procedimento che ti ho già illustrato poc’anzi per Writer.

Forse starai pensando che il file adesso è diventato editabile e che tu vuoi salvarlo comunque come un PDF dopo averlo modificato. Non ci sono problemi: ti basta fare clic sul menu File in alto a sinistra, poi sulla voce Esporta come… nel menu che si apre e, infine, su Esporta direttamente in PDF per salvarlo con in questo formato; se invece vuoi modificare qualcosa (ad esempio il layout della pagina) dovrai fare clic su Esporta nel formato PDF: si aprirà una schermata che ti permetterà di scegliere fra varie opzioni.

Considera, infine, che, una volta inserito l’indirizzo, potrai comunque modificare il collegamento ipertestuale facendo clic con il tasto destro del mouse sul testo e selezionando la voce Modifica collegamento ipertestuale; se invece intendi proprio rimuoverlo la procedura è la stessa ma dovrai cliccare sull’opzione Rimuovi collegamento.

Microsoft Word (Mobile)

Inserire un link con Microsoft Word da smartphone

Come dici? Ti piacerebbe poter inserire un link in un documento di Word (o un altro file di testo standard) usando il tuo smartphone o il tuo tablet? In questo caso puoi avvalerti proprio della versione mobile di Microsoft Word, disponibile sia per Android (sul Play Store e su store alternativi) che per iOS/iPadOS e gratis per tutti i device con dimensioni pari o inferiori ai 10.1″ (altrimenti richiede la sottoscrizione di un piano Microsoft 365, a partire da 7 euro/mese).

Una volta installata e avviata l’app sul tuo smartphone o tablet, apri il documento in cui vuoi inserire il link (o creane uno nuovo) e recati nella sezione Inserisci della toolbar di Word. Se usi uno smartphone, puoi riuscirci facendo tap sull’icona costituita da una “A” e una matita presente nella barra in alto, poi sul menu Home che compare in basso e, infine, sulla voce Inserisci; su tablet ti basta premere sulla scheda Inserisci che vedi in alto (come su PC).

A questo punto evidenzia, con un tap prolungato su di esso e poi usando i cursori che compaiono a schermo, il testo sul quale applicare il link, premi sulla voce Collegamento nella barra degli strumenti di Word, quindi premi su Inserisci collegamento, digita l’URL che vuoi associare al testo nel campo apposito e dai conferma, facendo tap su Applica.

Non ti resta, poi, che salvare il documento e il gioco è fatto. Per maggiori informazioni su come usare Word, ti invito a consultare la mia guida dedicata all’applicazione.

Xodo PDF Lettore ed Editor (Android/iOS/iPadOS)

Creare un link con Xodo PDF Reader & Editor

Se stai cercando un’app per inserire link in file PDF da smartphone e tablet, ti consiglio invece Xodo PDF Lettore ed Editor, disponibile per Android (anche su store alternativi) e iOS/iPadOS). Si tratta di un lettore PDF gratuito con funzioni di editing molto interessanti, tra cui quella che permette di inserire link nei documenti.

Per avvalertene, non devi far altro che installare e avviare l’app, aprire il file che ti interessa editare e tenere premuto su un punto del display, fin quando non vedi un menu in cui selezionare la voce Collegamento; fai tap e il sistema ti permetterà di tracciare un rettangolo attorno a un’area (una parola o una frase, a seconda della tua scelta) che sarà trasformata in link.

Tracciata l’area inserisci, nella schermata che si apre, l’URL della pagina Web a cui vuoi far rimandare il link e il gioco è fatto.

Altre soluzioni per creare link in file

Pagina di download di OnlyOffice

Se cerchi altre soluzioni per creare link in un file, permettimi di darti ulteriori consigli, tra servizi online, applicazioni desktop e app mobile.

  • ONLYOFFICE (Windows/macOS/Linux) – si tratta di una suite per la produttività che permette di scrivere testi, creare fogli di lavoro e presentazioni. La versione base è gratuita, ed è quella che ti serve per le operazioni standard, mentre le altre sono a pagamento e sono rivolte soprattutto alle aziende. Una valida alternativa a LibreOffice e al classico Office di Microsoft.
  • ApowerPDF (Windows) – è un editor PDF completo dall’interfaccia intuitiva che, tra le altre cose, consente anche di inserire link nei documenti. È disponibile anche in versioni mobili per Android e iOS/iPadOS che permettono di modificare i PDF ma, a quanto pare, non di inserire link in essi.
  • Acrobat Pro DC (Windows/macOS) – l’applicazione ufficiale per la visualizzazione e la modifica dei PDF. Ha prezzi a partire da 30,49 euro/mese con 7 giorni di prova gratis. Da non confondere con il semplice lettore di PDF Adobe Acrobat Reader, che non permette di modificare i file.
  • Foxit PDF Reader Mobile (Android/iOS/iPadOS) – app dal facile funzionamento che offre un’esperienza completa a chi intende modificare un file PDF. Le funzionalità sono tantissime: si va dalla semplice annotazione all’aggiunta di firme digitali, anche se le opzioni più avanzate, tra cui proprio l’inserimento di link, rientrano fra gli acquisti in-app.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.