Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Black Friday 2017
Scopri le migliori offerte della settimana dell'Amazon Black Friday 2017. Vedi le offerte Amazon

Come effettuare il jailbreak dell’iPhone

di

Ti piacerebbe eseguire applicazioni non ufficiali sul tuo iPhone ed avere una maggiore libertà per configurare le impostazioni del telefono? Se effettui il jailbreak, puoi. Lo so, ha un nome “strano”, ma in realtà il jailbreak non è altro che una procedura (legale anche se osteggiata fortemente da Apple) attraverso la quale si può sbloccare iPhone consentendo il download e l’esecuzione di applicazioni non ufficiali sullo smartphone.

Per eseguirlo basta usare un programma gratuito chiamato Absinthe che non richiede conoscenze particolari per essere adoperato. Purtroppo però bisogna faticare un po’ nelle fasi precedenti e successive allo sblocco. Che ne dici se ti spiego tutto in dettaglio e ti illustro passo dopo passo come effettuare il jailbreak dell’iPhone. Vedrai, il gioco vale la candela ma prima di iniziare assicurati che il tuo “melafonino” sia aggiornato alla versione 5.1.1 di iOS (in caso contrario, aggiornalo seguendo la mia guida su come aggiornare iPhone).

Purtroppo devo cominciare questa guida su come effettuare il jailbreak dell’iPhone con una notizia non troppo buona: per sbloccare l’iPhone hai bisogno di resettare quest’ultimo e riportarlo alle impostazioni di fabbrica. È una cosa abbastanza seccante ma stai tranquillo perché al termine della procedura verranno ripristinati tutti i tuoi dati e le tue applicazioni. Avrai il tuo “melafonino” così com’è ora, ma jailbreakkato.

Il primo passo che devi compiere è quello di effettuare un bel backup del contenuto del tuo iPhone, in modo da poterlo ripristinare al termine della procedura. Collega quindi il telefono al computer, avvia iTunes (se non si è già avviato da solo), seleziona con il tasto destro del mouse il nome del dispositivo dalla barra laterale di sinistra (es. iPhone di Salvatore Aranzulla) e fai click sulla voce Backup nel menu che compare per avviare la copia del contenuto dello smartphone sul computer. L’operazione dovrebbe durare 10-15 minuti in tutto.

A procedura ultimata, riporta il tuo iPhone alle impostazioni di fabbrica selezionando il nome del dispositivo dalla barra laterale di sinistra (questa volta con il tasto sinistro del mouse) e cliccando prima sul pulsante Ripristina per due volte consecutive e poi su Successivo e Accetto. Durante questo processo, verrà scaricata una copia di iOS (il sistema operativo di iPhone) grande circa 800 MB. Questo significa che devi avere una connessione veloce e un po’ di pazienza affinché tutto vada a buon fine.

La procedura sarà ultimata quando comparirà sullo schermo il messaggio Le impostazioni predefinite di iPhone sono state ripristinate e si sta riavviando e il nome del telefono comparirà nuovamente nella barra laterale di iTunes. Lo smartphone richiederà l’effettuazione della procedura per attivare iPhone ma non dovrebbe essere necessaria ai fini del jailbreak, quindi puoi saltarla e passare direttamente allo step successivo.

Adesso, collegati al sito Internet Cydiablog, scorri la pagina quasi in fondo e scarica il programma per effettuare il jailbreak dell’iPhone sul tuo computer cliccando prima sulla voce Absinthe v2.0.4 (Win) se usi Windows o Absinthe v2.0.4 (Mac) se usi un Mac e poi su qui.

Se usi Windows, a download completato apri l’archivio appena scaricato (absinthe-win-2.0.4.zip), estraine il contenuto in una cartella qualsiasi ed avvia il programma absinthe-win-2.0.4.exe per estrarre i file di Absinthe sul PC. Durante l’operazione, verrà visualizzata una finestra del prompt dei comandi. Ad estrazione ultimata, apri la cartella  absinthe-win-2.0.4 ed avvia il programma absinthe.exe. Se usi un Mac, apri il file appena scaricato (absinthe-mac-2.0.4.dmg) e, nella finestra che si apre, avvia il programma Absinthe. Dopodiché procedi come segue indipendentemente dal sistema operativo utilizzato.

Chiudi iTunes, assicurati che l’iPhone sia collegato correttamente al computer e fai click sul pulsante Jailbreak di Absinthe per avviare la procedura di jailbreak. Al termine dell’operazione (dovrebbe durare meno di cinque minuti), l’iPhone si riavvierà e nella finestra di Absinthe comparirà il messaggio Done, enjoy! Mi raccomando, non usare né computer né iPhone prima che finisca il procedimento. Rischieresti di danneggiare il tuo telefono.

Una volta completata la procedura per effettuare il jailbreak dell’iPhone, non ti rimane che ripristinare i dati e le app che avevi originariamente sul telefono. Avvia dunque iTunes, seleziona il nome del tuo iPhone dalla barra laterale del programma, imposta la voce iPhone di [tuo nome] – [data e ora in cui hai eseguito il backup] dal menu a tendina Ripristina backup di e clicca sul pulsante Continua per avviare il ripristino dei dati sullo smartphone. L’operazione durerà diversi minuti.

Come risultato finale, otterrai un iPhone con tutti i tuoi dati, tutte le tue app ed un’icona in più, quella di Cydia, lo store alternativo attraverso il quale scaricare ed acquistare applicazioni non ufficiali che ti permetteranno di ottenere il meglio dal tuo “melafonino”.

In caso di problemi o di mancata riuscita del jailbreak, prova ad eseguire la procedura daccapo, ripristinando nuovamente l’iPhone. Ma mi raccomando, ricorda che si tratta sempre di una procedura delicata e che una cattiva esecuzione della stessa potrebbe portare ad un danneggiamento del telefono. Io non mi assumo alcuna responsabilità a riguardo.