Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sbloccare iPhone 6

di

Vorresti effettuare il jailbreak sul tuo iPhone 6 ma non sai bene come procedere e se vale effettivamente la pena farlo oppure no? Dopo aver digitato un codice di sblocco errato per più volte, il tuo iPhone 6 risulta "disabilitato" e non sai come sbloccarlo? Non preoccuparti: se vuoi, ci sono qui io a fornirti una risposta a questi e altri dubbi riguardanti il tuo "melafonino".

Che tu abbia intenzione di eseguire il jailbreak per installare app non ufficiali e personalizzare a fondo il tuo iPhone o voglia sapere come sbloccare iPhone 6 dopo aver digitato un codice di sblocco errato per troppe volte, continua a leggere: nelle prossime righe cercherò di darti tutte le informazioni di cui potresti aver bisogno e, ovviamente, le indicazioni necessarie a uscire dall’impasse in cui ti trovi in questo momento.

Coraggio allora: prenditi cinque minuti di tempo libero, individua la sezione del tutorial più adatta alle tue necessità e cerca di mettere in pratica i miei suggerimenti. Io ti auguro una buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come sbloccare iPhone 6 con il jailbreak

Cominciamo dalla procedura relativa al jailbreak di iPhone 6, dai suoi pro e contro e dai passaggi che bisogna compiere per ottenerlo.

Pro e contro del jailbreak

iPhone

Cominciamo sottolineando una cosa importante: fare il jailbreak non significa installare app "piratate" sul proprio device. Si tratta di una procedura molto più "nobile", che consente di acquisire i diritti da amministratore su iOS e quindi di effettuare tante operazioni che, normalmente, il sistema operativo di casa Apple non permetterebbe di fare.

Eseguendolo è possibile, ad esempio, installare applicazioni da fonti esterne all’App Store (anche se in realtà per questa procedura non è essenziale il jailbreak, basta un app store alternativo da "iniettare" sul telefono tramite computer, come vedremo anche più avanti), si può personalizzare a fondo l’aspetto della Home Screen, si possono modificare dei parametri di sistema nascosti e molto altro ancora.

Non è tutto rose e fiori però. Prima di metterti all’opera prenditi un paio di minuti e leggi attentamente le avvertenze che trovi di seguito. Valuta con attenzione tutti i pro e, soprattutto, tutti i contro del jailbreak e decidi solo allora se sbloccare iPhone 6 o meno seguendo questa procedura.

  • Il jailbreak e la garanzia – il jailbreak non è illegale, ma Apple non lo ama. Per questo cerca sempre di "turare" le vulnerabilità di iOS che lo rendono possibile e non copre con la sua garanzia i dispositivi sbloccati. Questo significa che dopo il jailbreak bisogna rinunciare per sempre alla garanzia Apple? Assolutamente no. Se prima di portare l’iPhone in assistenza riesci a ripristinarlo in modalità DFU e quindi a rimuovere il jailbreak, non ci saranno problemi. Apple accetterà di ripararlo coprendo normalmente le spese dell’intervento. Per maggiori info su come togliere il jailbreak consulta la guida che ho realizzato sull’argomento.
  • Le versioni di iOS compatibili con il jailbreak – come appena detto, Apple fa di tutto per "sistemare" le vulnerabilità di iOS che permettono l’effettuazione del jailbreak. Questo significa che non tutte le versioni di iOS si possono sbloccare e che dopo aver effettuato il jailbreak non è possibile aggiornare il sistema operativo, o meglio, è possibile aggiornarlo (il jailbreak di cui ti parlerò a breve promette compatibilità anche con le future versioni del sistema operativo) ma il rischio di perdere tutti gli effetti dello sblocco (Cydia, tweak, personalizzazioni ecc.) è abbastanza alto. Se invece si passa a una versione più recente di iOS per la quale è già disponibile il jailbreak, si può aggiornare il dispositivo e ripetere la procedura di sblocco per ottenere nuovamente Cydia, tweak ecc.
  • Stabilità del sistema – il jailbreak permette di modificare a fondo le impostazioni di iOS e questa è un’arma a doppio taglio, perché da un lato ci permette di sfruttare appieno tutte le potenzialità dei nostri device ma dall’altra ci permette di "devastarli", rendendoli lenti, instabili e aumentando il rischio di imbattersi in virus per iPhone.
  • Applicazioni non funzionanti – alcune applicazioni, come quelle per i video on-demand e le pay TV (es. Sky Go), riconoscono il jailbreak e smettono di funzionare per evitare violazioni ai sistemi di protezione dei loro contenuti.

Cosa fare prima del jailbreak

Backup

Se sei ancora qui significa che hai accettato tutti i "rischi" del jailbreak e sei pronto a sbloccare il tuo iPhone 6. Però non è ancora giunto il momento di passare all’azione.

Prima di effettuare il jailbreak è buona norma fare un backup di tutti i dati presenti sul dispositivo e assicurarsi di avere tutto l’occorrente per affrontare correttamente la procedura.

Se non sai come eseguire il backup dell’iPhone, segui la mia guida dedicata al tema. Puoi scegliere di salvare i dati sia sul cloud, sfruttando i backup di iCloud, che offline, tramite iTunes o Finder sul computer.

Qui di seguito trovi, invece, indicati i requisiti necessari a eseguire il jailbreak su iPhone 6 (e anche modelli successivi) usando unc0ver, uno dei più potenti e versatili tool per sbloccare iPhone mai rilasciati.

  • Una versione di iOS pari o successiva alla 11. Se non hai ancora aggiornato iOS a una versione compatibile, provvedi subito seguendo le indicazioni presenti nella mia guida dedicata all’argomento.
  • Un PC con Windows 10 o un Mac. Ti servirà per installare AltServer, un programma gratuito che permette di installare AltStore sull’iPhone. Si tratta dell’app store non ufficiale di cui ti parlavo prima e che userai per installare l’app di unc0ver, necessaria per eseguire concretamente il jailbreak sul dispositivo.
  • iTunes e iCloud. Se usi Windows, devi installare le versioni "classiche" di iTunes e del client di iCloud prelevandole dal sito Internet di Apple (quelle disponibili sul Microsoft Store potrebbero dare problemi). Se usi un Mac, invece, non devi installare nulla, in quanto è tutto già integrato nel sistema operativo.
  • Un ID Apple. Per eseguire il jailbreak, dovrai inserire le credenziali di un ID Apple in AltServer. Se temi per la tua privacy, puoi creare un ID Apple da destinare allo scopo.
  • unc0ver 5. è l’app che esegue il jailbreak su iOS 11 e successivi. Tecnicamente, funziona fino a iOS 13.5 e ne viene promessa la compatibilità anche con le versioni successive del sistema operativo Apple, ad ogni modo questo non ti interessa in quanto iPhone 6 si ferma a iOS 12.x. Altra cosa importante da sottolineare è che unc0ver promette maggiore sicurezza rispetto ai jailbreak precedenti, in quanto dovrebbe mantenere la "sandbox" di iOS ed evitare alle app di accedere ai dati di altre applicazioni. Questo però non può essere verificato al 100%, in quanto il software non è open source.

Come fare jailbreak iPhone 6

Come sbloccare iPhone 6

Finalmente è arrivato il momento di sbloccare iPhone 6 tramite jailbreak! La procedura da seguire è un po’ lunga, ma non difficile da portare a termine. Ecco tutti gli step che devi mettere in pratica (dopo esserti accertato di avere tutto l’occorrente per procedere).

  • Installare AltServer – è il programma per computer che permette di installare l’app store alternativo AltStore sull’iPhone. Per ottenerlo, collegati al sito Internet di AltServer e clicca sul pulsante Windows oppure sul pulsante macOS, a seconda del sistema operativo installato sul tuo computer (ti ricordo che necessita di Windows 10). A download completato, se utilizzi Windows, estrai l’archivio zip appena scaricato in una cartella di tua scelta, esegui il file msi estratto e clicca su Next (per tre volte consecutive), e Close, per concludere il setup. Se utilizzi un Mac, invece, estrai semplicemente AltServer nella cartella Applicazioni di macOS (al primo avvio, esegui il software facendo clic destro su di esso e scegliendo l’opzione Apri per due volte consecutive).

Installazione AltServer

  • Installare AltStore su iPhone – collega l’iPhone al computer e avvia AltServer cercandolo nel menu Start (Windows) o nel Launchpad (macOS). Dopodiché e, se usi Windows, rispondi in maniera affermativa all’avviso di Windows Defender Firewall, scegli di verificare automaticamente la disponibilità di aggiornamenti, clicca sull’icona di AltServer che compare nell’area di notifica (accanto all’orologio di Windows) e seleziona le voci Install AltStore > [nome del tuo iPhone] dal menu che si apre. Digita, infine, i dati del tuo ID Apple nella finestra che ti viene proposta, premi su Install e attendi che AltStore venga installato sull’iPhone. Se usi un Mac, invece, clicca sull’icona di AltServer presente nella barra dei menu (in alto a destra), seleziona la voce Install Mail Plug-in dal menu che si apre, rispondi Install Plug-in all’avviso che compare, digita la password di amministrazione del Mac e premi su OK per due volte consecutive; apri quindi Mail, recati nel menu Mail > Preferenze (in alto a sinistra), seleziona la scheda Generali nella finestra che si apre, premi sul pulsante Gestisci plugin, spunta la casella AltPlugin.mailbundle e premi sul pulsante Applica e riavvia e-mail. Per concludere, clicca nuovamente sull’icona di AltServer presente nella barra dei menu, seleziona le voci Install AltStore > [nome del tuo iPhone] dal menu che si apre, digita i dati dell’ID Apple che vuoi usare e attendi l’installazione di AltStore sull’iPhone.

AltServer Windows

  • Installare l’app di unc0ver su iPhone – ora devi installare l’app del jailbreak su iPhone, tramite AltStore. Per procedere in tal senso, devi prima consentire l’esecuzione di AltStore su iOS. Recati, quindi, nel menu Generali > Gestione dispositivo > [tuo ID Apple] e fai tap prima sulla voce Autorizza [tuo ID Apple] e poi sul pulsante Autorizza. A questo punto, apri Safari, collegati al sito unc0ver.dev, premi sul pulsante Open in AltStore, autorizza l’apertura di AltStore, consenti la ricezione di notifiche e attendi che la barra di caricamento posizionata in alto raggiunga il 100%, per installare l’app di unc0ver. Esegui quindi l’accesso con il tuo ID Apple e premi sul pulsante Got It per tornare alla schermata principale di AltStore.

Installazione unc0ver

  • Eseguire il jailbreak – adesso puoi eseguire il jailbreak vero e proprio di iPhone 6. Prima di procedere, però, ti consiglio di mettere l’iPhone in modalità aereo, disattivare il ‌codice di sblocco (tramite il menu Impostazioni > Touch ID e codice). Fatto questo, apri l’app unc0ver presente in home screen, attendi 15 secondi e premi sul pulsante Jailbreak. Se compaiono degli errori, ignorali e premi nuovamente su Jailbreak. Quando si conclude la prima parte della procedura di sblocco, premi su OK e attendi che il telefono si riavvii. Per concludere, avvia nuovamente unc0ver, attendi 15 secondi, premi nuovamente Jailbreak e attendi il termine della procedura di jailbreak. Anche in questo caso, se compaiono degli errori, ignorali e premi nuovamente su Jailbreak fin quando non viene portato tutto a termine.

unc0ver

Missione compiuta! Adesso dovresti poter "giocherellare" con Cydia e i suoi tweak. Qualora non lo sapessi, Cydia è lo store alternativo di iOS utilizzabile solo sui terminali jailbroken. Contiene una serie di applicazioni e una serie di tweak (cioè di software che vanno a modificare il comportamento e l’aspetto di iOS) che possono essere scaricati gratis o a pagamento. Per utilizzarlo, pigia sull’icona della scatola su fondo marrone che trovi nella home screen di iOS.

Tieni presente che se spegni completamente l’iPhone, dovrai attivare nuovamente Cydia e i suoi tweak aprendo l’app unc0ver e premendo sul pulsante Jailbreak. Ti segnalo, inoltre, che se hai usato un ID Apple standard e non un ID Apple per sviluppatori (quello necessario a pubblicare le app su App Store e che costa 99$/anno) per installare AltStore, le app che hai installato in quest’ultimo scadranno ogni 7 giorni. Il software dovrebbe provare a rinnovarle in automatico (se il telefono è collegato a un computer su cui viene eseguito AltServer o è connesso alla medesima rete Wi-Fi e hai abilitato la sincronizzazione Wi-Fi in iTunes/Finder), ma probabilmente dovrai reinstallare unc0ver ogni settimana.

Per maggiori informazioni sull’intera procedura di jailbreak, ti invito a leggere il mio tutorial su come effettuare il jailbreak dell’iPhone, in cui trovi spiegato tutto in dettaglio.

Come sbloccare iPhone 6 disabilitato

iPhone disabilitato

Hai immesso ripetutamente un codice di sblocco errato sul tuo iPhone e ora il dispositivo risulta inutilizzabile e sul suo display campeggia la scritta iPhone è disabilitato? In questo caso, temo tu debba ripristinare il dispositivo riportandolo allo stato di fabbrica.

La disabilitazione di iPhone, infatti, è una misura di sicurezza che impedisce l’uso del telefono se si immette per troppe volte un codice di sblocco errato (presumendo che qualcuno stia tentando di forzarlo). Dopo 5 tentativi sbagliati, l’iPhone viene disattivato per 1 minuto; dopo 7 tentativi per 5 minuti; dopo 8 tentativi per 15 minuti; dopo 9 tentativi per 60 minuti, mentre dopo 10 tentativi si disabilita in maniera permanente (o addirittura cancella automaticamente tutti i dati che contiene, se impostato in tal modo).

Quando la disabilitazione è permanente, per ripristinare il telefono bisogna metterlo in modalità di recupero (ad es. tenendo premuti il tasto laterale destro e uno dei tasti volume, scorrendo la levetta di spegnimento, collegando l’iPhone al computer e mantenendo premuto il tasto laterale destro, nel caso degli iPhone più recenti). In seguito, bisogna ripristinare iPhone tramite computer.

In alternativa, si può provare a ripristinare il dispositivo da remoto, tramite la funzione antifurto Dov’è/Trova il mio iPhone. Per la procedura dettagliata, puoi consultare il mio tutorial su come sbloccare iPhone disabilitato, in cui trovi spiegato tutto con dovizia di particolari.

Come sbloccare iPhone 6 bloccato

iPhone

Ti è stato dato un iPhone 6 usato con ancora impostato l’ID Apple del precedente proprietario e non riesci a configurare il telefono come nuovo, in quanto ti viene chiesto di immettere la password dell’account esistente?

Mi spiace ma, per ovvie ragioni di sicurezza, non è possibile sbloccare iPhone 6 senza codice dell’ID Apple esistente. Anche ripristinando il telefono via computer, infatti, ti verrebbe chiesto di inserire la password dell’ID Apple ad esso associato: senza, non potrai servirtene e configurarlo come un nuovo dispositivo.

L’unica soluzione che hai dalla tua, dunque, è quella di contattare il proprietario precedente e farti dire la password esatta. Se hai acquistato l’iPhone in questione e non riesci a ottenere la password di sblocco, richiedi immediatamente il rimborso e/o denuncia il tentativo di truffa che hai subìto.

Come sbloccare iPhone 6 senza tasto Home

AssistiveTouch

Il tasto Home del tuo iPhone 6 si è rotto o, più semplicemente, il Touch ID non funziona bene e, dunque, vorresti sapere come sbloccare iPhone 6 senza tasto Home? In questo caso, puoi semplicemente accendere il telefono tramite tasto di accensione e digitare il codice di sblocco sullo schermo.

Dopodiché puoi disabilitare/ripristinare il Touch ID recandoti nel menu Impostazioni > Touch ID e codice di iOS o, se il tasto Home è completamente rotto, puoi sopperire momentaneamente alla sua mancanza attivando quello virtuale nel menu Impostazioni > Generali > Accessibilità > AssistiveTouch. Trovi spiegato tutto nel mio tutorial su come spegnere iPhone senza tasto.

Ad ogni modo, ti consiglio di rivolgerti all’assistenza Apple e portare il tuo smartphone a riparare.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.