Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come filtrare le chiamate

di

Sei stanco del telefonino che continua a squillare facendoti interrompere il lavoro ogni cinque minuti? O meglio, sei stanco di dover lasciare quello che stai facendo solo per rispondere a delle telefonate che si rivelano inutili e fastidiose? Scommetto proprio di sì, ecco perché oggi ho deciso di darti qualche “dritta” su come filtrare le chiamate.

Che tu ci creda o no, è possibile fare ciò sia su Android che su iPhone sfruttando delle funzioni presenti “di serie” nel sistema o, in alternativa, ricorrendo all’uso di applicazioni esterne pensate specificatamente per bloccare le chiamate provenienti da call center e altri seccatori noti. Da non dimenticare, inoltre, la possibilità di filtrare le chiamate sul telefono fisso.

Allora, sei pronto per iniziare? Sì? Bene: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di attuare le “dritte” che ti darò. Sono sicuro che, seguendo in maniera attenta e scrupolosa le mie indicazioni, non avrai problemi nel portare a termine la tua “impresa” tecnologica odierna. In bocca al lupo per tutto!

Indice

Come filtrare le chiamate su Android

come filtrare le chiamate

Se possiedi un dispositivo Android, dovresti poter filtrare le chiamate in entrata sfruttando una funzione presente su molti dispositivi su cui è installato il sistema operativo mobile di Google.

Dal momento che non sono nelle condizioni di sapere se sul tuo smartphone è inclusa tale funzione, ti invito a consultare il manuale d’uso del tuo device oppure a fare una ricerca su Internet, magari adoperando termini come “funzione filtro chiamate [marca e modello del tuo dispositivo]“.

Anche se la procedura da seguire varia in base alla marca e al modello di smartphone in proprio possesso e in base alla versione di Android installata su quest’ultimo, lascia che ti illustri per sommi capi la procedura che bisogna eseguire per riuscire a filtrare le chiamate.

Solitamente, bisogna aprire l’app Telefono (quella con l’icona della cornetta) e pigiare sul pulsante raffigurante i tre puntini, che si può trovare in alto a destra o in alto a sinistra. Dopodiché seleziona la voce Filtro molestie (o una dicitura simile) dal menu che si apre, pigia sull’icona della rotellina (che dovrebbe trovarsi nella parte superiore dello schermo), fai tap sulla voce Regole di intercettazione e sposta su ON la levetta dell’interruttore situata in corrispondenza della voce Blocca numeri sconosciuti/nascosti (o una dicitura analoga).

Dopo aver attivato il filtro in questione, quando sul tuo dispositivo arriverà una chiamata proveniente da un numero sconosciuto, questa verrà bloccata in modo automatico e riceverai una notifica relativa all’avvenuto blocco, senza che tu venga effettivamente disturbato dalla telefonata.

Come filtrare le chiamate su iPhone

come filtrare le chiamate

Ti stai chiedendo se anche su iPhone è presente una funzione in grado di filtrare le chiamate, bloccando sul nascere quelle che potrebbero disturbarti in un dato momento? La risposta è affermativa. Il celebre smartphone di Apple, infatti, integra la funzione Non disturbare che può tornare utile per filtrare e bloccare tutte le chiamate in entrata, gli SMS e le conversazioni su FaceTime.

Se desideri utilizzare la funzione in questione, apri l’app Impostazioni, facendo tap sull’icona raffigurante gli ingranaggi situata nella schermata Home, seleziona la voce Non disturbare e, nella schermata che si apre, sposta su ON la levetta dell’interruttore situata in corrispondenza della dicitura Non disturbare.

A questo punto, se vuoi attivare manualmente la modalità Non disturbare, sposta su OFF l’interruttore situato accanto alla voce Programmato. Se vuoi programmare l’attivazione automatica della modalità in questione, invece, lascia attiva l’opzione Programmato (o sposta su ON la levetta dell’interruttore posta accanto a quest’ultima, nel caso in cui l’avessi disattivata in precedenza) e fai tap sulla voce Inizio-Fine per impostare l’orario di attivazione e disattivazione della modalità in questione.

Scegli, poi, se mantenere sempre attiva questa funzionalità, facendo tap sulla voce Sempre, oppure se mantenerla attiva soltanto a schermo bloccato, facendo tap sulla voce Mentre l’iPhone è bloccato. Imposta, poi, la regola relativa al filtraggio delle chiamate, facendo tap sulla voce Consenti chiamate da e seleziona la voce Tutti i contatti. In questo modo, il filtro non interverrà sule chiamate provenienti dai tuoi contatti. Più semplice di così?

App per filtrare le chiamate

come filtrare le chiamate

Se le soluzioni integrate “di serie” sul tuo smartphone non ti hanno soddisfatto appieno, puoi sempre ricorrere ad app per filtrare chiamate realizzate da sviluppatori di terze parti. Di seguito ti elenco alcune delle migliori app adatte allo scopo: sicuramente ne troverai qualcuna adatta a te.

  • Dovrei rispondere? (Android) — si tratta di un’app che funziona tramite un database collaborativo, grazie al quale riesce a bloccare in anticipo le chiamate che provengono da numeri che gli utenti hanno segnalato come poco affidabili. A differenza di altre soluzioni simili, non richiede la condivisione del proprio numero all’interno del suo database. Maggiori info qui.
  • Truecaller (Android/iOS) — questa famosissima app permette di visualizzare l’ID delle telefonate che sono in entrata, così da sapere se si tratta di numeri provenienti da seccatori noti o meno. L’app è gratuita, ma per utilizzarla bisogna condividere il proprio numero di cellulare all’interno di un database pubblico, il che potrebbe costituire un potenziale pericolo per la propria privacy. Maggiori info qui.
  • Calls Blacklist (Android) — è una nota applicazione che consente di bloccare i numeri aggiunti dall’utente alla sua lista nera, nonché filtrare le chiamate in entrata escludendo quelle provenienti da numeri privati e non salvati nella rubrica del cellulare. E gratuita ma, acquistando la sua versione Pro, che costa 1,99 euro, è possibile rimuovere i banner pubblicitari. Maggiori info qui.

Come filtrare le chiamate sul fisso

come filtrare le chiamate

Come promesso nell’introduzione dell’articolo, voglio illustrarti anche come filtrare le chiamate sul telefono fisso. Su alcuni modelli di telefono fisso è infatti presente una funzione atta a filtrare le chiamate, bloccando quelle indesiderate.

Tieni conto, però, che non tutti i modelli di telefono fisso in commercio integrano questa funzione, che può essere attivata con una procedura che varia da dispositivo a dispositivo. Per scoprire se il tuo telefono possiede questa funzione, ti suggerisco di consultare il manuale d’uso dell’apparecchio oppure di fare una ricerca su Internet, magari adoperando termini come “funzione filtro chiamate [marca e modello del tuo telefono fisso]“.

Se il telefono in tuo possesso è sprovvisto di questa feature, può darsi che tu riesca ad attivare il filtro delle chiamate tramite qualche servizio ad hoc messo a disposizione dal tuo gestore di telefonia. Per procedere, dunque, devi contattare il customer care del tuo operatore e verificare se ci sono dei servizi utili per il filtraggio e il blocco delle chiamate provenienti da numeri privati o indesiderati (es. call center, operatori di telemarketing, etc.).

Dal momento che il servizio in questione potrebbe essere a pagamento, però, chiedi esplicitamente all’operatore che ti assisterà di indicarti tutti i costi che dovrai eventualmente sostenere in caso di attivazione di quest’ultimo, così da evitare brutte sorprese.

Nel caso in cui tu non sappia come contattare il customer care del tuo gestore di telefonia fissa, dai un’occhiata alle guide in cui spiego come parlare con un operatore TIMcome parlare con un operatore Vodafonecome parlare con operatore Fastweb e come parlare con operatore Wind, così da fugare i tuoi dubbi.

Ti invito, inoltre, a considerare la possibilità di inserire la tua numerazione al Registro Pubblico delle Opposizioni, così da rimuovere il tuo numero di telefono dagli elenchi telefonici pubblici. Così facendo dovresti (almeno in teoria) evitare di essere ricontattato da call center, operatori di telemarketing, sondaggisti e altri seccatori noti (a meno che tu non abbia dato esplicitamente l’autorizzazione ad alcuni di essi). Per maggiori informazioni sul funzionamento del Registro Pubblico delle Opposizioni, consulta la guida che ho dedicato all’argomento.