Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come liberare spazio su Gmail

di

Conversazioni importanti, spam, promozioni, email di lavoro: all’interno della tua casella Gmail c’è veramente di tutto, tanto che lo spazio ha cominciato a esaurirsi e a causare qualche problema. L’idea di eliminare una per una le email e, di conseguenza, di dover scegliere quali cancellare, però, non ti entusiasma e vorresti trovare qualche metodo più veloce per fare pulizia.

Le cose stanno proprio così, vero? Allora non preoccuparti, si tratta di un problema comune. Lo spazio su Gmail, all’inizio, può sembrare molto ma raggiungere il suo limite non è poi così difficile, soprattutto se si utilizza il piano gratuito offerto dal servizio. La risoluzione del problema, però, è altrettanto semplice.

All’interno del tutorial di oggi, infatti, ti mostrerò come liberare spazio su Gmail in poche mosse, senza fatica e soprattutto in maniera veloce. Al riguardo, devi sapere che ci sono diversi metodi per raggiungere questo obiettivo, tutti illustrati nelle prossime righe. Come dici? Vuoi subito metterti all’opera? Allora bando alle ciance e rimbocchiamoci le maniche, c’è una casella email da pulire!

Indice

Informazioni preliminari

Info preliminari su Gmail

Gmail, come saprai, è un ottimo servizio di posta elettronica che funziona direttamente dal browser e che consente di archiviare le proprie email fino a un massimo di 15 GB. Questo spazio di archiviazione fa capo a Google One, il servizio di cloud storage di Google che si può usare per conservare, condividere e sincronizzare i propri dati.

Per farti capire meglio quello di cui stiamo parlando, Google One è quello che usi per i tuoi documenti su Google Drive, per salvare/sincronizzare i dati delle app per Android (es. i backup di WhatsApp), per salvare foto/video su Google Foto (nel caso in cui avessi deciso di archiviare i file in qualità originale; l’archiviazione in formato compresso non va invece a erodere lo spazio di Google Drive) e altro ancora.

Le email, le foto e i documenti archiviati in Gmail vanno dunque a confluire all’interno dei 15 GB messi a disposizione dal piano gratuito di Google One, facendo sì che lo spazio si esaurisca prima del dovuto. Se, all’interno della tua casella Gmail, non ci sono poi così tanti messaggi, il problema potrebbe risiedere proprio in un altro dei servizi o delle app che usi con Google One.

Nel caso in cui non volessi cancellare i vari file che popolano il tuo spazio su Google One, puoi decidere semplicemente di acquistare un piano di storage più capiente, come Google One 100 GB (1,99 euro al mese o 19,99 euro all’anno), Google One 200 GB (2,99 euro al mese o 29,99 euro all’anno) o Google One 2 TB (9,99 euro al mese o 99,99 euro all’anno). Altrimenti, per risolvere i tuoi problemi di spazio senza mettere mano al portafogli, puoi seguire i consigli che ti sto per fornire.

Come liberare spazio su Gmail

Liberare spazio Gmail

Dopo le dovute premesse iniziali, è arrivato il momento di procedere con l’effettiva pulizia dello spazio presente su Gmail. Per eseguire quest’operazione, puoi agire direttamente dalla tua casella email (utilizzando delle stringhe di codice da inserire all’interno della barra di ricerca, oppure le cartelle) oppure puoi agire da Google One.

Agendo direttamente da Gmail, si possono effettuare ricerche filtrate in base alla data, alla grandezza degli allegati o ad altri fattori. Agendo da Google One, invece, è possibile gestire l’intero spazio di archiviazione di Gmail, Google Drive, Google Foto ecc. Qualunque metodo tu decida di utilizzare, trovi tutto spiegato nel dettaglio nei prossimi paragrafi.

Elementi eliminati

Elementi eliminati

Il primo passo che ti consiglio di compiere per fare spazio nella casella di Gmail consiste nell’andare ad agire su tutti quegli elementi che sono stati spostati nel Cestino ma non risultano ancora cancellati. Per farlo, puoi utilizzare diversi metodi.

Il primo, e il più semplice, è accedere alla tua casella di posta, scorrere tra le categorie presenti nel menu a sinistra e rimuovere manualmente le email all’interno delle cartelle Spam e Cestino, premendo sulle voci Elimina tutti i messaggi spam adesso/Svuota il Cestino adesso.

In alternativa, per controllare anche i file eliminati presenti in Google One e per avere una pulizia dello spazio di archiviazione più completa, collegati alla pagina principale di Google One e, se necessario, accedi al tuo account: per fare ciò, premi sul pulsante Accedi, seleziona il tuo account tra quelli presenti in elenco, inserisci la Password nell’apposito spazio e premi, infine, sul tasto Avanti.

A questo punto, clicca sull’icona Spazio (quella contrassegnata da una nuvola, nel menu a sinistra). Se, invece, il tuo account Google risulta già connesso, fai clic direttamente sulla suddetta icona. Nella nuova pagina che si è aperta, cerca poi il riquadro denominato Riprenditi il tuo spazio e premi il link Libera spazio per l’account. Così facendo, verrai reindirizzato in una nuova pagina, all’interno del pannello Gestione Archiviazione, tramite la quale potrai gestire interamente il tuo spazio di archiviazione.

Scorrendo la pagina verso il basso, infatti, potrai trovare la sezione Elementi eliminati e, ancora sotto, l’elenco di tutti gli elementi eliminati dai vari servizi di Google. A questo punto, clicca sulla voce Rivedi e libera [quantitativo spazio] relativa al servizio nel quale vuoi fare pulizia, selezionali uno per uno o fai clic sulla voce Elimina tutto, per eliminarli in blocco.

Tieni conto, però, che una volta eseguita questa operazione non potrai recuperarli dal Cestino, dato che si tratta di un’eliminazione definitiva.

Elementi grandi

Eliminare elementi grandi

Anche le email che contengono allegati pesanti gravano sullo spazio di archiviazione disponibile. Un buon modo per pulire la propria casella di Gmail, infatti, consiste nell’eliminare questi messaggi (se non servono più, ovviamente). Farlo è piuttosto semplice e, anche in questo caso, è possibile agire sia direttamente dalla casella email che da Google One.

Nel primo caso, accedi a Gmail e, nell’apposita barra di ricerca posta in alto, digita le parole has:attachment. In questo modo verranno filtrate e visualizzate tutte le email che contengono un allegato.

Con i tasti rapidi, posti al di sotto alla barra di ricerca, inoltre, puoi filtrare le tue email in maniera ancora più mirata, decidendo di visualizzare quelle che contengono come allegato un PDF, un Documento, un’Immagine, una Presentazione o utilizzare come filtro la data o il mittente.

Un’ulteriore funzione consiste nella Ricerca avanzata, che puoi trovare dopo i tasti di accesso rapido, come ultima opzione: una volta cliccato sull’omonima voce, si aprirà un riquadri nel quale inserire, ad esempio, delle parole chiave da ricercare all’interno delle email.

Per velocizzare ulteriormente l’operazione, puoi usare le stringhe larger:1M, per cercare email con allegati di dimensioni maggiori di 1 MB (potendo inserire, naturalmente, anche altre grandezze) oppure before:2020/01/01, per trovare tutte le email precedenti alla data indicata. Una volta individuati i messaggi da eliminare, selezionali (spuntando le relative caselle) e premi sull’icona del Cestino, per spostarli nel Cestino (che poi dovrai svuotare, come visto anche in precedenza)

Se preferisci agire da Google One, accedi alla pagina principale del servizio, raggiungi il pannello Gestione Archiviazione e scorri la pagina verso il basso, fino alla voce Elementi Grandi. Al di sotto, potrai trovare, suddivisi per servizio, tutti gli elementi di grandi dimensioni che possono essere cancellati per recuperare spazio.

Clicca, quindi, sulla voce Rivedi e libera [quantitativo spazio] e procedi con la rimozione di Allegati grandi di Gmail, File grandi in Google Drive e Foto e video grandi in Google Foto. Facile, vero?

Altri elementi

Eliminare altri elementi

Ci sono ulteriori elementi che possono essere eliminati da Gmail e che, spesso, sfuggono alle attività di pulizia di routine. Ad esempio, puoi controllare la sezione Categorie della tua casella Gmail (accessibile tramite il menu a sinistra) e analizzare le categorie Social, Aggiornamenti, Forum e Promozioni per scoprire se, al loro interno, ci sono email non desiderate da cancellare.

Per eliminare i messaggi in questione, premi sul nome della categoria da ripulire, spunta le caselle di tutte le email che desideri eliminare e clicca sul pulsante Elimina (il cestino). In alternativa, clicca l’icona Seleziona (il quadrato) e scegli, dal menu che si è aperto, la voce Tutti, dopodiché premi sulla voce Seleziona tutte le [numero] conversazioni presenti in [Categoria], per eliminare tutte le email presenti.

L’ultimo elemento che occupa spazio è costituito dai video non supportati presenti su Google Foto. Si tratta, in poche parole, di video che il sistema di archiviazione non riesce a riprodurre: per eliminarli, puoi recarti su Google One e, al fondo della pagina relativa al pannello Gestione Archiviazione, cercare la voce Altri elementi. Premi, dunque, sulla voce Rivedi e libera [quantitativo spazio] e procedi con la rimozione dei video non visualizzabili.

Come liberare spazio su Gmail per Android

Eliminare cache app Gmail

Utilizzi un dispositivo Android con integrati i servizi di Google e ti stai chiedendo come liberare spazio su Gmail? Beh, puoi seguire tutti i suggerimenti che ti ho dato in precedenza, ma in aggiunta puoi anche liberare spazio sulla memoria del dispositivo, andando a svuotare la cache dell’app di Gmail.

Si tratta, in pratica, dell’eliminazione di un insieme di file temporanei che occupano spazio in memoria e che vengono usati per velocizzare l’accesso a determinate informazioni. Per procedere con l’eliminazione dei file di cache di Gmail, prendi il tuo smartphone (o tablet) e fai tap sull’icona Impostazioni presente nella Home screen o nel drawer del dispositivo.

In seguito, premi sulla voce App (se necessario, per due volte di seguito) e, nella nuova schermata che si è aperta, pigia sull’icona di Gmail. A questo punto, fai tap sull’opzione Memoria e, nella nuova schermata apertasi, premi il pulsante Cancella cache.

In questo modo, la cache verrà eliminata e verrà recuperato dello spazio sulla memoria del tuo smartphone o tablet.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.