Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come liberare spazio su Google Drive

di

Da tempo utilizzi Google Drive sia per sincronizzare i tuoi documenti tra vari dispositivi che per creare delle copie di sicurezza di alcune cartelle del tuo computer. Ultimamente, però, hai evitato di effettuare ulteriori caricamenti poiché ti sei accorto che lo spazio d’archiviazione a tua disposizione sta per terminare.

Se le cose stanno effettivamente così e, adesso, ti stai chiedendo come liberare spazio su Google Drive, lasciati dire che oggi è proprio il tuo giorno fortunato. Nei prossimi paragrafi, infatti, troverai alcune indicazioni utili per fare “pulizia” su Drive e ottenere ulteriore spazio per archiviare i tuoi file.

Se sei d’accordo e non vedi l’ora di saperne di più, non dilunghiamoci oltre e vediamo come procedere. Mettiti comodo, ritagliati cinque minuti di tempo libero e dedicati alla lettura delle prossime righe. Ti assicuro che seguendo le indicazioni che sto per darti e provando a metterle in pratica, riuscirai a liberare spazio su Google Drive senza riscontrare alcun tipo di problema. Buona lettura!

Indice

Informazioni preliminari

Google Drive

Prima di entrare nel vivo di questo tutorial e spiegarti come liberare spazio su Google Drive, potrebbe esserti utile sapere quali sono i file che occupano lo spazio d’archiviazione sul celebre servizio di cloud storage di Google e quelli che, invece, non lo occupano.

Tutti i file (es. PDF, immagini, video) che hai personalmente caricato su Google Drive e che sono disponibili nella sezione Il mio Drive occupano lo spazio d’archiviazione a tua disposizione. Non lo occupano, invece, quei file di cui non sei il proprietario (es. file pubblici o che sono stati condivisi con te) ma che potresti aver aggiunto in cartelle da te create.

Tra gli elementi che non occupano spazio ci sono anche i file creati con le applicazioni Web gratuite messe a disposizione da Google, come Documenti, Fogli, Presentazioni, Google Moduli e Google Sites, e tutti i file disponibili nella sezione Condivisi con me di Google Drive: questi ultimi occupano spazio solo nel Drive del proprietario del file.

Tieni presente, però, che nello spazio utilizzato su Google Drive sono conteggiati anche eventuali foto e video che hai caricato su Google Foto in qualità originale (non occupano spazio i file archiviati in Alta qualità, cioè ridotti a 16MP per le foto e 1080p per i video) e tutti i messaggi e gli allegati di Gmail, compresi gli elementi presenti nelle cartelle Spam e Cestino.

Infine, ti segnalo che tra gli elementi che potrebbero occupare spazio su Google Drive ci sono anche i dati nascosti delle app collegate a Google Drive (es. Disegni Google, Google Sites, Google Earth), i file che hai spostato nel Cestino ma che non hai eliminato definitivamente ed eventuali file del tuo computer che hai sincronizzato con Google Drive tramite il software Backup e sincronizzazione. Tutto chiaro fin qui? Bene, allora passiamo all’azione.

Come liberare spazio su Google Drive da computer

Come liberare spazio su Google Drive da computer

Dopo la doverosa premessa iniziale, sei pronto per liberare spazio su Google Drive. Per prima cosa, ti consiglio di verificare lo spazio d’archiviazione a tua disposizione e, soprattutto, controllare quali sono gli elementi che ne occupano di più.

Per procedere, collegati dunque alla pagina principale di Google Drive, clicca sul pulsante Vai su Google Drive e, se ancora non lo hai fatto, accedi con il tuo account Google. Nella schermata Scegli un account, seleziona l’account di tuo interesse (o scegli l’opzione Utilizza un altro account, per accedere con un account Google diverso da quelli elencati), inseriscine la password nel campo apposito e premi sul pulsante Avanti, per accedere a Drive.

Nella nuova pagina aperta, in basso a sinistra, in prossimità della voce Archiviazione, puoi visualizzare lo spazio utilizzato e quello totale a tua disposizione (Google offre uno spazio d’archiviazione gratuito di 15 GB). Per visualizzare tutti gli elementi che occupano spazio ordinati per dimensione (dal file che occupa più spazio a quello che ne occupa meno), fai clic sull’opzione Archiviazione.

Per avere una panoramica completa dei servizi (Google Drive, Gmail e Google Foto) che occupano maggiore spazio, clicca invece sull’opzione Acquista spazio d’archiviazione e, nella nuova pagina aperta, individua la sezione Spazio di archiviazione utilizzato. In questa schermata puoi visualizzare lo spazio totale occupato dai file caricati su Google Drive, della tua casella di posta elettronica su Gmail e delle foto e dei video archiviati su Google Foto.

Spazio occupato su Google Drive

Per iniziare a fare spazio su Google Drive, non devi far altro che individuare i file che intendi cancellare e spostarli nel Cestino. Per farlo, fai clic destro sull’elemento di tuo interesse e seleziona l’opzione Rimuovi dal menu che si apre. In alternativa, seleziona gli elementi che desideri cancellare e premi sull’icona del Cestino comparsa in alto. Prima di cancellare un file, se desideri salvarne una copia sul tuo computer, puoi selezionare l’opzione Scarica. Per avere maggiori informazioni in merito, ti lascio alla mia guida su come recuperare file da Google Drive.

A questo punto, seleziona l’opzione Cestino nella barra laterale a sinistra, fai clic su ciascun elemento che intendi cancellare definitivamente e premi sulla voce Elimina definitivamente dal menu che si apre. Per velocizzare l’operazione, puoi anche selezionare più file contemporaneamente, cliccare sull’icona del Cestino, in alto a destra, e premere sul pulsante Elimina definitivamente. In alternativa, per cancellare tutti i file presenti nel Cestino, clicca sulla voce Cestino e seleziona l’opzione Svuota Cestino per due volte consecutive.

Ti segnalo che puoi eliminare i file di tuo interesse anche tramite Backup e sincronizzazione, il software per Windows e macOS che consente di caricare e sincronizzare file su Google Drive direttamente dal proprio computer.

Se hai scaricato il programma in questione e hai un PC Windows, avvia Esplora File (l’icona a forma di cartella gialla collocata nella barra delle applicazioni) e clicca sulla voce Google Drive presente nel pannello di sinistra. Se, invece, hai un Mac, avvia il Finder premendo sulla sua icona (il volto sorridente) presente nella barra Dock e clicca sulla voce Google Drive collocata nella barra laterale a sinistra.

A questo punto, individua i file che intendi cancellare e trascinali nel Cestino del tuo computer. In alternativa, fai clic destro sui file in questione e seleziona l’opzione Elimina/Sposta nel Cestino dal menu che si apre.

Eliminare file da Google Drive da Mac

Tramite Backup e sincronizzazione puoi verificare anche eventuali cartelle del computer che sono attualmente sincronizzate con Google Drive e che, di conseguenza, occupano lo spazio d’archiviazione a tua disposizione. Se hai un PC Windows, fai clic sull’icona della freccia rivolta verso l’alto collocata nella barra delle applicazioni, in prossimità dell’orologio, e premi sull’icona della nuvoletta, mentre se hai un Mac clicca sull’icona della nuvoletta collocata nella barra dei menu.

Adesso, nella finestrella che si è aperta, premi sull’icona dei tre puntini, clicca sull’opzione Preferenze del menu contestuale e, nella nuova schermata visualizzata, seleziona la scheda Il mio [nome computer]. A questo punto, puoi verificare quali sono le cartelle del tuo computer attualmente sincronizzate con Google Drive e il relativo spazio occupato. Per interrompere la sincronizzazione, togli il segno di spunta accanto alle cartelle che intendi rimuovere e clicca sul pulsante OK.

I file sincronizzati in precedenza, però, rimarranno disponibili su Google Drive. Per cancellarli definitivamente e liberare spazio, accedi nuovamente alla schermata principale di Google Drive, seleziona le opzioni Computer e Il mio [nome computer] nella barra laterale a sinistra, seleziona i file che intendi cancellare e premi sull’icona del Cestino, in alto a destra. Infine, ricordati di eliminare i file in questione anche dal Cestino, così come ti ho indicato nelle righe precedenti.

Eliminare file da Google Drive

Come accennato nelle righe iniziali di questa guida, anche i dati nascosti delle app collegate a Google Drive potrebbero occupare spazio d’archiviazione. Per verificarlo, clicca sull’icona della rotella d’ingranaggio, in alto a destra, e seleziona l’opzione Impostazioni dal menu che si apre.

Nella nuova schermata visualizzata, scegli poi la voce Gestisci applicazioni e individua eventuali applicazioni che occupano spazio con dati nascosti (sono indicate le dimensioni dei dati in questione nella descrizione dell’app). Premi, quindi, sul pulsante Opzioni relativo all’app che occupa spazio e seleziona l’opzione Elimina dati nascosti dell’applicazione dal menu che si apre.

Eliminare dati nascosti app Google Drive

Dopo aver eliminato i file di tuo interesse su Google Drive, svuotato il Cestino del tuo account, interrotto eventuali sincronizzazioni di cartelle del tuo computer e aver rimosso i dati nascosti delle applicazioni collegate a Drive, non ti rimane altro che fare “pulizia” anche su Gmail e Google Foto, per liberare ulteriore spazio su Google Drive.

Per procedere, collegati quindi alla pagina principale di Gmail, inserisci la stringa has:attachment larger:10M nel campo Cerca nella posta e clicca sull’icona della lente d’ingrandimento, per visualizzare i messaggi di posta elettronica di dimensioni pari o maggiori a 10 MB (puoi cambiare la dimensioni a tuo piacimento, sostituendo “10M” con il valore di tuo interesse).

A questo punto, assicurati che i messaggi in questioni non siano più utili, apponi il segno di spunta accanto a quelli che intendi cancellare e clicca sull’icona del Cestino, per spostare le email in questione nel Cestino di Gmail. Adesso, seleziona le opzioni Altro e Cestino nella barra laterale a sinistra, seleziona l’opzione Svuota il Cestino adesso e premi sul pulsante OK, per eliminare definitivamente tutti i messaggi precedentemente cancellati.

Per fare ulteriore spazio su Google Drive, seleziona anche l’opzione Spam dalla barra laterale a sinistra, scegli la voce Elimina tutti i messaggi spam adesso e clicca sul pulsante OK, per svuotare anche la cartella in questione e cancellare definitivamente i messaggi contenuti al suo interno.

Eliminare spam Gmail

Adesso, per fare spazio anche su Google Foto, collegati alla pagina principale del servizio, seleziona i video e/o le foto che intendi eliminare, fai clic sull’icona del Cestino, in alto a destra, e seleziona l’opzione OK, per spostare i file selezionanti nel Cestino di Google Foto.

A questo punto, seleziona l’opzione Cestino dalla barra laterale a sinistra e, nella nuova schermata visualizzata, premi sulla voce Svuota Cestino per due volte consecutive, in modo da eliminare definitivamente tutti i file contenuti al suo interno e fare spazio su Google Drive.

Come accennato nelle righe iniziali di questa guida, le foto e i video caricati selezionando l’opzione Alta qualità (che consente di caricare file con ottima qualità visiva e dimensioni del file ridotte) non occupano spazio su Google Drive. Puoi selezionare questa opzione sia in fase di caricamento di un nuovo file che dalle impostazioni di Google Foto.

In quest’ultimo caso, premi sull’icona della rotella d’ingranaggio, in alto a destra, individua la sezione Dimensioni di caricamento per foto e video, apponi il segno di spunta accanto all’opzione Alta qualità e il gioco è fatto.

Come liberare spazio su Google Drive da smartphone e tablet

Google Drive su smartphone

Per liberare spazio su Google Drive da smartphone e tablet, avvia l’app ufficiale di Drive per dispositivi Android o iPhone/iPad, fai tap sul pulsante ☰, in alto a sinistra, e seleziona l’opzione Spazio/Spazio d’archiviazione dal menu che si apre, per visualizzare lo spazio d’archiviazione utilizzato dai singoli servizi (Drive, Gmail e Google Foto).

A questo punto, seleziona l’opzione File (l’icona della cartella) nel menu in basso e, nella nuova schermata visualizzata, seleziona la scheda Il mio Drive. Premi, poi, sull’opzione Nome e scegli l’opzione Spazio d’archiviazione in uso, per scoprire quali file occupano più spazio su Google Drive.

Se intendi cancellare gli elementi in questione, fai tap sull’icona dei tre puntini relativa al file da eliminare e premi sulla voce Rimuovi dal menu che si apre. Per eliminare più file contemporaneamente, fai invece un tap prolungato su un singolo file, apponi il segno di spunta accanto a tutti gli elementi che intendi cancellare, premi sull’icona dei tre puntini, in alto a destra, e seleziona l’opzione Rimuovi dal menu che ti viene proposto.

Fatto ciò, premi sul pulsante ☰, scegli la voce Cestino dal menu visualizzato, fai tap sull’icona dei tre puntini relativa al file da eliminare definitivamente e seleziona l’opzione Elimina definitivamente dal menu che compare. Su iPhone/iPad, invece, premi sull’icona dei tre puntini, in alto a destra, e fai tap sull’opzione Svuota Cestino, per cancellare definitivamente tutti i file cancellati in precedenza e liberare spazio su Google Drive.

Eliminare file su Drive su iPhone

Anche da smartphone e tablet puoi visualizzare eventuali cartelle e file sincronizzate da computer tramite il software Backup e Sincronizzazione e, se lo desideri, cancellare gli elementi che non ti interessano più.

Per procedere in tal senso, accedi alla sezione File, seleziona la scheda Computer e premi sulla voce Il mio [nome computer], per visualizzare eventuali cartelle condivise. Adesso, individua le cartelle o i file che intendi eliminare, premi sulla relativa icona dei tre puntini e fai tap sulla voce Rimuovi per due volte consecutive. Fatto ciò, accedi alla sezione Cestino e ripeti l’operazione appena indicata per cancellare i file definitivamente e fare spazio su Drive.

Se, invece, vuoi liberare spazio su Gmail, tutto quello che puoi fare è eliminare i messaggi non più utili e svuotare la cartella Spam. Avvia dunque l’app di Gmail per dispositivi Android o iPhone/iPad, fai un tap prolungato su un singolo messaggio di posta elettronica, apponi il segno di spunta accanto a quelli che intendi eliminare e premi sull’icona del Cestino, in alto a destra.

Fatto ciò, premi sul pulsante ☰, seleziona l’opzione Cestino dal menu che si apre e, nella nuova schermata visualizzata, premi sulle voci Svuota Cestino adesso e Svuota, per cancellare definitivamente i messaggi precedentemente cancellati. Per svuotare la cartella Spam, invece, premi sul pulsante ☰, seleziona l’opzione Spam dal menu che ti viene proposto e fai tap sulla voce Svuota Spam adesso.

Liberare spazio su Gmail

Infine, se la tua intenzione è liberare spazio su Google Foto, quello che ti consiglio di fare è disattivare la sincronizzazione delle foto o lasciarla attiva, selezionando però l’opzione Alta qualità, che consente di sincronizzare le foto e i video del proprio dispositivo in versione ottimizzata (max 16MP per le foto e 1080p per i video) senza occupare spazio su Google Drive.

Per farlo, avvia l’app di Google Foto per dispositivi Android o iPhone/iPad, premi sul pulsante ☰, in alto a sinistra, seleziona l’opzione Impostazioni dal menu che si apre e premi sulla voce Backup e sincronizzazione. Per disattivare completamente la sincronizzazione, sposta invece la levetta collocata accanto all’opzione Backup e sincronizzazione da ON a OFF.

Se vuoi modificare le impostazioni relative alle dimensioni di caricamento di file e video lasciando attiva la sincronizzazione, premi sulla voce Dimensioni caricamento e seleziona l’opzione Alta qualità (spazio di archiviazione gratuito illimitato).

Come aumentare spazio su Google Drive

Come aumentare spazio su Google Drive

Se hai seguito per filo e per segno le indicazioni che ti ho fornito nei paragrafi precedenti ma, nonostante ciò, lo spazio a tua disposizione su Google Drive è ancora insufficiente, sarai contento di sapere che puoi acquistare ulteriore spazio in qualsiasi momento, attivando un abbonamento Google One.

Per farlo da computer, collegati alla pagina principale di Google Drive, seleziona l’opzione Acquista spazio d’archiviazione e, nella nuova pagina aperta, seleziona il piano Google One più adatto alle tue esigenze tra 100 GB (1,99 euro/mese o 19,99 euro/anno), 200 GB (2,99 euro/mese o 29,99 euro/anno) e 2 TB (9,99 euro/mese o 99,99 euro/anno).

Fatta la tua scelta, clicca sul pulsante Accetto e, se al tuo account Google non è ancora associato un metodo di pagamento valido, seleziona l’opzione che preferisci tra Aggiungi una carta di credito o debito, Aggiungi my paysafecard e Aggiungi PayPal. A questo punto, inserisci i dati del metodo di pagamento scelto e clicca sul pulsante Abbonati, per attivare l’abbonamento a Google One.

Se preferisci procedere da smartphone e tablet, devi sapere che Google One è disponibile anche sotto forma di applicazione, ma solo per dispositivi Android. Su iPhone e iPad puoi procedere tramite browser (es. Safari) seguendo le indicazioni che ti ho fornito per attivare un abbonamento Google One da computer o utilizzare l’app di Google Drive.

Dopo aver avviato l’app in questione, fai tap sul pulsante Inizia, seleziona l’opzione Diventa membro e scegli il piano Google One che preferisci (100 GB, 200 GB e 2 TB). Premi, poi, sul pulsante Accetto, seleziona il metodo di pagamento che preferisci, inseriscine i dati nei campi appositi e fai tap sul pulsante Abbonati, per attivare Google One e aumentare lo spazio d’archiviazione su Google Drive.

Ti segnalo che, in caso di ripensamenti, potrai tornare al piano gratuito di Google Drive in qualsiasi momento disattivando il rinnovo automatico di Google One. Per farlo, collegati alla pagina principale di Google One o avvia l’app per dispositivi Android, seleziona l’opzione Impostazioni e premi sulla voce Cancella abbonamento per due volte consecutive, per disattivare il rinnovo automatico di Google One e, alla data di scadenza dell’abbonamento in questione, tornare al piano gratuito. Per approfondire l’argomento, ti lascio alla mia guida su come funziona Google One.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.