Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mettere la password alla Galleria

di

È sempre la solita storia: non puoi lasciare un attimo incustodito il telefono, che chi passa da quelle parti ne approfitta per dare un’occhiata alla tua Galleria. Oppure vuoi lasciar usare lo smartphone a tuo figlio senza correre il rischio che cancelli le foto al mare? In questi casi sarebbe ideale impostare un codice di sblocco per l’applicazione, per tenere a bada i ficcanaso. Nulla di impossibile. Anzi, seguendo questo tutorial scoprirai facilmente come mettere la password alla Galleria.

Ci sono diversi metodi che puoi prendere in considerazione per bloccare l’accesso alle foto sul tuo smartphone. Innanzitutto, puoi fare affidamento su diverse funzioni predefinite incluse nel tuo telefono e, nel caso non bastassero, anche ad alcune applicazioni esterne, utili per bloccare le app che si desidera mantenere private.

Ti mostrerò come farlo sia su smartphone animati dal sistema operativo Android, sia sugli iPhone di casa Apple. Allora, che ne pensi? Sei pronto per cominciare? Benissimo. Tutto quello che devi fare è sederti comodo, prendere il tuo smartphone e dedicare qualche minuto alla lettura di questo tutorial. Buon divertimento!

Indice

Come mettere la password alla Galleria su Android

Se possiedi uno smartphone con sistema operativo Android e vuoi sapere come mettere la password alla Galleria, continua a leggere: ti mostrerò, per prima cosa, come si può impostare un codice attraverso alcune funzioni predefinite del sistema operativo; dopodiché ti proporrò delle soluzioni di alternative realizzate da terze parti.

Funzione predefinita

Android

Per quanto riguarda le funzioni predefinite, alcuni dispositivi Android offrono una funzione di blocco delle applicazioni con codice, riconoscimento del viso o dell’impronta. Ti mostro subito come fare, prendendo ad esempio uno smartphone Huawei P40 con EMUI 10 (ad ogni modo, i passaggi da compiere sono simili anche sui device di altre marche).

Per iniziare, fai tap sull’icona delle Impostazioni (quella a forma di ingranaggio che trovi in Home screen o nel drawer), dunque premi sulla voce Sicurezza e vai su Blocco App.

Esegui, dunque, l’accesso tramite PIN o riconoscimento di volto/impronta (se non hai impostato nessuno di questi metodi di sblocco, potrai farlo al momento). Una volta ottenuto l’accesso alla schermata di Blocco App, ti troverai davanti alla lista delle applicazioni installate sul tuo smartphone.

Scorri, dunque, fino a trovare l’applicazione della Galleria e sposta su ON la relativa levetta. In questo modo avrai protetto l’accesso all’app Galleria con PIN o sistema di sblocco biometrico, e potrai fare lo stesso anche con tutte le altre app (es. Google Foto).

Ti segnalo che il blocco imposto in questo modo alle app si annulla dopo il primo sblocco effettuato con successo: finché non spegnerai lo schermo dello smartphone, infatti, l’app risulterà sbloccata. Per far richiedere nuovamente lo sblocco dell’app tramite PIN o volto/impronta dovrai spegnere lo schermo del telefono.

In caso di ripensamenti, qualora volessi eliminare il blocco all’app Galleria, torna in Impostazioni > Sicurezza > Blocco app, autenticati e sposta su OFF la levetta relativa alla Galleria (o comunque alle app che intendi sbloccare).

Norton App Lock

NortonPasscode

Come già detto, non tutti i dispositivi Android offrono l’opzione di Blocco App: nel caso il tuo ne fosse sprovvisto, puoi ricorrere all’uso di applicazioni di terze parti che consentono di bloccare l’accesso alle altre app con un PIN personalizzato.

Mi raccomando, poiché si tratta di applicazioni che necessitano di permessi di privacy avanzati per poter funzionare, scaricale solo da fonti fidate (il Play Store) e scarica unicamente soluzioni che siano prodotte da software house di comprovata affidabilità e con commenti positivi da parte degli utenti.

Tra le app di questo tipo, c’è Norton App Lock, prodotta dalla famosissima software house dedita allo sviluppo dell’omonimo antivirus. È gratis e consente di bloccare qualsiasi app tramite una sequenza di sblocco personale o una password a quattro cifre. La puoi scaricare dal Play Store collegandoti al link che ti ho appena fornito direttamente dal tuo device (o cercandola manualmente nello store) e premendo sul relativo pulsante Installa.

A download terminato, apri l’app e segui le indicazioni su schermo, per consentirle tutti i permessi di cui necessita per funzionare correttamente. Ricorda che il processo di configurazione iniziale potrebbe variare leggermente da dispositivo a dispositivo, ma non preoccuparti: il processo sarà guidato dall’applicazione e, una volta all’interno della stessa, non ci saranno differenze evidenti.

In ogni caso, quello che dovrai fare sarà premere su Accetta le condizioni d’uso e successivamente il pulsante Ok all’avviso di Concedere l’autorizzazione all’app per la visualizzazione in primo piano. Dopodiché, seleziona il pulsante Concedi autorizzazione, dunque torna all’app.

Tocca, ora, il pulsante Configurazione, come indicato dalla schermata, quindi premi sul pulsante Servizi Installati all’interno della pagina Accessibilità. Seleziona, infine, il Servizio Norton App Lock e attivalo, premendo Ok sull’avviso ricevuto. Conclusa la parte di configurazione, ritorna nuovamente all’applicazione.

Una volta terminato il processo di configurazione iniziale, potrai disegnare una sequenza di sblocco, oppure, premendo in alto a destra sul pulsante Passa a Passcode, inserire un codice numerico a quattro cifre (scelta consigliata). Seleziona, dunque, l’opzione che preferisci e confermala nella pagina successiva. Dopodiché, scegli un account Google fra quelli presenti sul dispositivo per recuperare il codice in caso di smarrimento e premi sul pulsante Continua.

Bene: sei finalmente entrato all’interno della schermata principale di Norton App Lock, nella quale potrai decidere quali applicazioni bloccare. Noterai le applicazioni da bloccare consigliate da Norton App Lock, tra cui Galleria: fai dunque tap sul lucchetto grigio aperto che si trova vicino all’icona della Galleria, finché non diventa di colore verde e chiuso.

Puoi ora uscire dall’applicazione e fare tap sulla Galleria, per controllare che sia attivo il codice impostato. Nel caso volessi cambiare PIN, oppure volessi eliminare il blocco all’app Galleria, torna in Norton App Lock, inserisci il codice o la sequenza di sblocco e premi il pulsante del lucchetto verde, attivato il precedenza.

Nel caso volessi disinstallare l’app, dovrai inserire nuovamente il codice di blocco impostato per quest’ultima, dopodiché verranno automaticamente sbloccate anche le applicazioni che avevi bloccato utilizzandola.

Come mettere la password alla Galleria su iPhone

Gli iPhone hanno un sistema operativo (iOS) più “chiuso” rispetto a quello di Android, quindi non ci sono app di terze parti che consentono di bloccare l’accesso alle altre app con un PIN; tuttavia ci sono delle funzioni predefinite che permettono di ottenere un risultato simile e delle app esterne che consentono di creare una cassaforte protetta da PIN, al loro interno, in cui custodire le foto. Per tutti i dettagli, continua a leggere.

Funzione predefinita

TempoUtilizzoFoto

Gli smartphone di casa Apple offrono la possibilità di impostare un codice di sblocco per le applicazioni dopo che queste vengono utilizzate per un certo periodo di tempo. Questa caratteristica è presente nella schermata Tempo di utilizzo, che consente ai possessori di iPhone di monitorare i minuti in cui è rimasta aperta ogni singola applicazione sul telefono nell’arco della giornata o della settimana. Vediamo, dunque, come sfruttare questa funzione per mettere la password alla Galleria.

È bene chiarire fin da subito che non si tratta di un processo irreversibile e che necessita dell’uso dell’applicazione della Galleria per almeno un minuto al giorno: il blocco con codice di un’app, infatti, avviene solo dopo che è passato il tempo di utilizzo massimo stabilito nel menu “Tempo di utilizzo” (che è di minimo 1 minuto). Se prima non si usa l’app per questo lasso di tempo, il blocco con PIN non avviene.

Ciò detto, accedi alla schermata Tempo di utilizzo andando nel menu Impostazioni del tuo iPhone (l’icona dell’ingranaggio che si trova in Home screen) e scorrendo in basso. L’opzione è contrassegnata da un’icona a forma di clessidra. Una volta raggiunta la schermata di tuo interesse, se non hai mai attivato la funzione, dovrai premere sul pulsante Attiva “Tempo di Utilizzo”.

Ti verranno spiegate le caratteristiche della funzione, che viene usata per ricevere resoconti settimanali (o giornalieri) con le informazioni relative al tempo che passi davanti lo schermo. L’opzione che ti servirà sarà quella denominata Pausa di utilizzo e limitazioni di utilizzo delle app, di cui ti parlerò fra poco. Nel frattempo, premi il pulsante Continua, e rispondi alla domanda che ti sarà posta nella schermata successiva. Ti verrà chiesto se l’iPhone è tuo o è destinato all’uso di un minore, per avere alcune informazioni aggiuntive sui tempi di utilizzo. Scegli l’opzione che preferisci per accedere alla schermata principale.

A questo punto, per impostare un codice di sblocco, scorri fino a trovare l’opzione Utilizza codice “Tempo di utilizzo”. Questa funzione verrà usata per attivare una password al termine del periodo di utilizzo giornaliero delle applicazioni da bloccare (nel tuo caso Foto, cioè la Galleria), in modo da tenerla bloccata dall’utilizzo di altri utenti. Fai tap sul pulsante e imposta un codice di quattro cifre. Confermalo e poi fai l’accesso con il tuo ID Apple, per recuperarlo in caso te ne dovessi dimenticare.

Per impostare una limitazione all’uso delle applicazioni (nel tuo caso Foto), fai tap sul pulsante Limitazioni app e, successivamente, su Aggiungi limitazione di utilizzo. All’interno della nuova schermata proposta, scegli l’applicazione per la quale impostare un blocco al termine di un determinato periodo di utilizzo.

Per trovare l’applicazione Foto, premi sul menu Creatività, e seleziona l’applicazione denominata Foto, dopodiché premi il pulsante Avanti collocato in alto a destra. Ti troverai davanti una schermata che ti consente di scegliere un timer di utilizzo per Foto: scegli 1 minuto per ogni giorno della settimana e premi sul pulsante Aggiungi (in alto a destra).

In questo modo, avrai attivato il blocco dell’applicazione Foto dopo 1 minuto di utilizzo giornaliero, ma non è finita qui. Fatto questo, apri l’applicazione Foto e tienila aperta per 1 minuto, per bloccarla la prima volta attraverso la password appena scelta. Ricordati di ripetere questa procedura ogni giorno, in quanto il timer di utilizzo giornaliero viene resettato a mezzanotte (inoltre, di tanto in tanto, nel corso della giornata, l’accesso potrebbe essere consentito per un altro minuto).

Una volta bloccata l’app, per richiedere l’accesso a quest’ultima, avviala e premi sul pulsante Inserisci il codice per “Tempo di utilizzo”, conosciuto solo da te. Nel caso volessi entrare nell’app Foto, potrai scegliere se approvare l’accesso per 15 minuti, un’ora o tutto il giorno, al termine dei quali andrà nuovamente inserito il codice. Hai appena protetto, seppur temporaneamente, le tue foto da occhi indiscreti.

In caso di ripensamenti, potrai tornare nel menu Tempo di utilizzo e disattivare del tutto la funzione o rimuovere semplicemente l’app Foto dalla lista delle app bloccate.

Private Photo Vault

PrivatePhotoImporta

Nel caso avessi intenzione di utilizzare una password per le tue foto su iPhone, indipendentemente dalla loro presenza nella galleria Foto predefinita, ti consiglio di utilizzare un’applicazione presente sull’App Store, chiamata Private Photo Vault.

Si tratta di un’applicazione che consente di importare le foto presenti in Galleria e di proteggerle con un codice di sblocco di quattro cifre. L’applicazione è ad uso gratuito, ma ne esiste una versione a pagamento dal costo di 5,49 euro, che consente di creare album illimitati, eliminare gli annunci pubblicitari, abilitare il trasferimento delle foto via wireless e via SMS e un supporto video completo. Puoi valutare di acquistarla se ti troverai particolarmente bene con quella free.

Per scaricare Private Photo Vault, visita il link che ti ho fornito prima direttamente dal tuo iPhone (oppure cerca manualmente l’applicazione in App Store), premi sul pulsante Ottieni e, se richiesto, verifica la tua identità tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

Appena aperta, l’applicazione si presenta illustrando le sue funzioni: dopo aver fatto tap sul pulsante Inizia, ti verrà data l’opportunità di inserire la tua password personale di quattro cifre. Impostata la password, potrai scegliere se immettere un indirizzo e-mail di backup (per recuperare il codice, nel caso dovessi dimenticarlo). Se vuoi farlo, premi il pulsante Creare nell’avviso apparso su schermo, altrimenti premi il tasto Annulla.

Fatto questo, fai tap per due volte sul tasto Avanti e Acconsenti ai termini e alle condizioni d’uso dell’applicazione. Una volta fatto il primo accesso, potrai importare le foto nel menu Importa situato in basso. Raggiunta la schermata di importazione, nella versione gratuita, potrai scegliere se importare le immagini dall’Archivio fotografico o direttamente scattando dalla Fotocamera. La funzione a pagamento offre, inoltre, la Sincronizzazione Wireless.

Ti verrà offerta l’opportunità di abilitare la sincronizzazione con gli Album presenti su iTunes, facendo tap sulla relativa opzione e premendo il pulsante che compare al centro della pagina. Per ora, però, ti mostrerò come si importano le foto dalla Galleria: fai, dunque, tap sul pulsante Archivio fotografico, poi su quello Album Principale e seleziona singolarmente le foto che hai intenzione di importare, passandoci sopra con il dito.

Puoi controllare le foto che stai importando tramite la funzione Mostra elementi selezionati, posta in basso, con la quale hai l’opportunità di deselezionare quelle che non vuoi importare. Puoi visualizzare anche tutti gli album presenti sul tuo iPhone, selezionando l’opzione Album nello strumento di selezione posto in alto e al centro.

Una volta scelte le foto da proteggere con la password, fai tap sul pulsante Aggiungi, posto in alto a destra. Dopodiché premi Elimina se hai intenzione di spostare nell’album Eliminati di recente dell’applicazione Foto le immagini che hai importato, ma fai attenzione, nel caso disinstallassi l’applicazione Private Photo Vault prima di aver ripristinato le foto su iPhone, rischierai di perdere tutte le immagini importate! Viceversa, se vuoi far sparire completamente le foto in questione dall’app Foto e dalla tua Libreria di iCloud, ricordati di cancellare le foto anche dall’album Eliminati di recente.

In ogni caso, se vuoi eliminarle, consenti l’accesso a tutte le foto, facendo tap sul pulsante indicato, ovvero Allow Access to All Photos, dunque su quello Consenti l’accesso a tutte le foto. Infine, premi il tasto Elimina nell’avviso ricevuto. In questo modo le foto che hai intenzione di proteggere con la password saranno salvate all’interno dell’applicazione, nella cartella Album Principale. Con il tasto (+) collocato in alto a destra, inoltre, potrai creare altri album con nomi personalizzati, nei quali mettere le tue foto.

Terminata la configurazione di Private Photo Vault, ad ogni apertura dell’applicazione, verrà chiesto il codice personale a quattro cifre immesso in precedenza. Nel caso volessi modificarlo, fai tap sul pulsante Impostazioni, che ha l’icona a forma di ingranaggi, posto in basso a destra, e poi vai sulla voce Impostazioni Passcode. Potrai cambiare il codice di accesso e, inoltre, potrai abilitare lo sblocco con Face ID, qualora il tuo iPhone lo permettesse. Per farlo fai tap sul pulsante Face ID, e poi su quello Ok per confermare.

Per riportare le immagini nell’applicazione Foto di iPhone, entra nell’album che ti interessa e premi sul pulsante Modifica (in alto a destra). Premi, quindi, il pulsante Tutto, per selezionare tutte le foto, oppure selezionale singolarmente passandoci sopra con il dito.

Dunque, premi il pulsante Esportare e poi quello Camera Roll. In questo modo potrai ripristinare le tue foto nella Galleria principale di iPhone. Ricorda di mettere in atto questo procedimento nel caso avessi intenzione di disinstallare Private Photo Vault.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.