Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come mostrare i file nascosti

di

Dopo aver lasciato il tuo PC nelle mani improvvide di un amico, hai scoperto che Windows non riesce più a visualizzare le cartelle e i file nascosti che avevi salvato sull’hard disk? E adesso chi lo dice a tuo fratello esperto di computer, che aveva abilitato l’opzione su tua richiesta raccomandandosi di non combinare pasticci?

Facciamo così. Visto che oggi mi sento buono, ti spiego come mostrare i file nascosti su tutte le principali versioni di Windows, così potrai sistemare da solo il problema e non far sapere nulla di quello che è accaduto a tuo fratello. Tranquillo, anche se sei un novizio del mondo del computer ci vorranno due minuti per mettere a posto la situazione.

Come dici? Non usi un PC Windows ma un Mac? Nessun problema: versante Windows a parte, qualora ne avessi bisogno, sarà mia premura indicarti come fare altrettanto anche su macOS e su Ubuntu. Inoltre ti dirò come fare anche la stessa cosa sui dispostivi mobili basati su Android (su iOS non è possibile fare nulla di ciò). Sei pronto? Sì? Grandioso. Allora non perdiamo altro tempo e iniziamo subito a metterci all’opera. Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grande in bocca a lupo per ogni cosa.

Indice

Mostrare i file nascosti su Windows

Vuoi scoprire come mostrare i file nascosti e stai usando un PC con su installato Windows? Allora attieniti alle istruzioni sul da farsi che trovi proprio qui di seguito. Nelle righe successive, infatti, trovi spiegato come compiere l’operazione in questione su Windows 10 e 8/8.x e i più datati Windows 7, Vista e XP. Ti anticipo subito che, al contrario di quel che tu possa pensare, si tratta di un’operazione piuttosto semplice da effettuare, hai la mia parola.

Windows 10

Come mostrare i file nascosti

Possiedi un PC con su installato Windows 10 e ti piacerebbe capire come fare per mostrare i file nascosti? In tal caso, apri l’Esplora File, facendo clic sull’icona della cartella gialla che si trova in basso a sinistra sulla barra delle applicazioni, e seleziona la scheda Visualizza, posta nella parte in alto della finestra che si apre sul desktop.

Fai, dunque, clic sul pulsante Mostra/nascondi posto sempre in alto e seleziona l’opzione Elementi nascosti dal menu che si apre. Una volta fatto ciò, tutti i file e le cartelle nascoste presenti sul computer risulteranno visibili. Puoi distinguere facilmente i file nascosti dagli altri in quanto le loro icone sono semi-trasparenti.

Oltre che così come ti ho appena indicato, puoi abilitare la visualizzazione dei file nascosti mettendo in pratica un’altra procedura: clicca sul pulsante File situato nella parte in alto a sinistra della finestra di Esplora File, seleziona la voce Modifica opzioni cartelle e ricerca dal menu che si apre, seleziona la scheda Visualizzazione nella finestra che vedi comparire sullo schermo e spunta l’opzione Visualizza cartelle, file e unità nascosti. Successivamente, clicca sui pulsanti Applica e OK per applicare e confermare le modifiche.

In caso di ripensamenti, puoi disattivare in qualsiasi momento la visualizzazione dei file e delle cartelle nascoste aprendo l’Esplora File, così come ti ho indicato qualche riga più su, selezionando la scheda Visualizza, poi il pulsante Mostra/Nascondi e togliendo la spunta dalla casella situata accanto alla voce Elementi nascosti nel menu che si apre.

Per completezza d’informazione, ti segnalo inoltre che cliccando sul pulsante File, selezionando la voce Mostra opzioni cartelle e ricerca e selezionando la scheda Visualizzazione è possibile trovare l’opzione Nascondi i file protetti di sistema che, se deselezionata, permette di visualizzare anche i file protetti di sistema. Ti suggerisco però di lasciarla attiva, in quanto modificare i file protetti di sistema potrebbe comportare seri malfunzionamenti di Windows!

Windows 8.x/7/Vista

Se possiedi un computer con su installato Windows 8.x, Windows 7 o Windows Vista, per poter abilitare la visualizzazione degli elementi nascosi sul computer devi procedere nel seguente modo. In primo luogo, apri una qualsiasi cartella sul tuo computer e, nella finestra che compare sul desktop, clicca sul pulsante Organizza che si trova in alto a sinistra, dopodiché seleziona la voce Opzioni cartella e ricerca dal menu che compare.

Nella finestra che adesso ti viene mostrata, recati nella scheda Visualizzazione, metti il segno di spunta accanto alla voce Visualizza cartelle, file e unità nascosti e clicca prima sul pulsante Applica e poi su quello OK, per salvare i cambiamenti e attivare la visualizzazione dei file nascosti sul tuo Windows. Ecco fatto! Potrai distinguere i file nascosti dagli altri in quanto le loro icone risulteranno essere semi-trasparenti.

Qualora dovessi avere dei ripensamenti, potrai sempre e comunque disattivare la visualizzazione degli elementi nascosti cliccando sul pulsante Organizza annesso a una qualsiasi finestra visibile dopo aver aperto una cartella, selezionando l’opzione Opzioni cartella e ricerca dal menu che compare sul desktop, selezionando la scheda Visualizzazione, rimuovendo la spunta dalla voce Visualizza cartelle, file e unità nascosti e pigiando sui pulsanti ApplicaOK.

Anche nel caso di Windows 8.x, 7 e Vista, ti faccio notare che accedendo alla scheda Visualizzazione è possibile trovare l’opzione Nascondi i file protetti di sistema che, se deselezionata, permette di visualizzare anche i file protetti di sistema, cosa che ti consiglio vivamente di evitare in quanto modificare i file protetti di sistema può comportare gravi malfunzionamenti di Windows.

Windows XP

Usi ancora l’ormai vecchissimo Windows XP? In tal caso, per visualizzare i file nascosti devi aprire una cartella qualsiasi del PC e, nella finestra che compare sul desktop, selezionare la voce Opzioni cartella dal menu Strumenti.

Nell’ulteriore finestra che ti viene mostrata, recati nella scheda Visualizzazione, metti il segno di spunta accanto alla voce Visualizza cartelle e file nascosti e clicca prima su bottone Applica e poi su quello OK, per salvare i cambiamenti e abilitare la visualizzazione dei file nascosti sul tuo Windows. I file nascosti si possono distinguere facilmente da tutti gli altri perché le loro icone sono semi-trasparenti.

Se lo vorrai, potrai nascondere nuovamente file e cartelle in Windows XP accedendo al menu Strumenti annesso alla finestra di una qualsiasi cartella, selezionando la voce Opzioni cartella, accedendo alla scheda Visualizzazione nell’ulteriore finestra che si apre e togliendo la spunta dall’opzione Visualizza cartelle e file nascosti. Per concludere, clicca sui pulsanti Applica e OK, per salvare le modifiche apportate.

Tieni presente che anche su Windows XP è possibile attivare la visualizzazione dei file protetti di sistema, rimuovendo la spunta dalla voce Nascondi i file protetti di sistema nella scheda Visualizzazione. Ti consiglio però di non modificare tale impostazione in quanto, come già precisato anche nelle righe precedenti, modificare i file di Windows può compare seri malfunzionamenti dell’OS.

Mostrare i file nascosti su macOS

Come mostrare i file nascosti

Stai usando un Mac e vorresti quindi capire come fare per mostrare i file nascosti su macOS? Non c’è problema, te lo spiego subito. Tutto quello che devi fare è aprire il Finder (l’icona del volto sorridente presente nella barra Dock) e premere la combinazione di tasti cmd+shift+.(punto). In caso di ripensamenti, puoi disattivare la visualizzazione dei file nascosti usando la medesima combinazione.

In alternativa alla combinazione di cui sopra, puoi abilitare la visualizzazione dei file nascosti su Mac impartendo degli speciali comandi da Terminale, l’applicazione presente sui computer a marchio Apple che permette di interagire con il sistema tramite un’interfaccia a riga di comando.

Per procedere, provvedi in primo luogo a richiamare il Terminale facendo clic sulla relativa icona (quella con la finestra nera e la riga di codice) che trovi nella cartella Altro del Launchpad. In alternativa, puoi accedervi anche recandoti nella cartella Applicazioni > Utility, mediante Spotlight o, ancora, tramite Siri.

Una volta visualizzata la finestra del Terminale sulla scrivania, immetti il comando defaults write com.apple.finder AppleShowAllFiles TRUE per attivare la visualizzazione dei file nascosti e schiaccia il tasto Invio sulla tastiera. Successivamente, riavvia il Finder per fare in modo che le modifiche appena apportate diventino immediatamente effettive (senza dover riavviare il computer), inserendo il comando killall Finder e schiacciando il tasto Invio sulla tastiera.

A questo punto dovresti finalmente riuscire a visualizzare tutti gli elementi nascosti sul tuo Mac. Potrai riconoscere facilmente i file e le cartelle nascoste in quanto contrassegnati da icon semi-trasparenti. E in caso di ripensamenti? Per nascondere nuovamente file e cartelle come si fa? Te lo spiego subito, è un gioco da ragazzi.

Tutto quello che devi fare è richiamare nuovamente il Terminale, così come visto insieme poc’anzi, e digitare il comando defaults write com.apple.finder AppleShowAllFiles FALSE seguito dalla pressione del tasto Invio. Provvedi poi a riavviare il Finder, in modo tale da rendere immediatamente effettive le modifiche, impartendo il comando killall Finder seguito sempre dalla pressione del tasto Invio sulla tastiera.

Mostrare i file nascosti su Ubuntu

Anche su Ubuntu è possibile mostrare i file nascosti. Per riuscirci, ti basa avviare il file manager della distro (l’icona del cassetto che si trova nella barra laterale di sinistra) e selezionare la voce Preferenze annessa al menu Modifica situato in cima.

Nella finestra che si apre, seleziona la scheda Viste, spunta la casella accanto alla dicitura Mostrare file nascosti e di backup ed è fatta. A partire da questo momento, tutti i file nascosti e quelli di backup risulteranno visibili sul tuo computer. È stato facile, vero?

Quando e se lo vorrai, potrai disattivare nuovamente la visualizzazione degli elementi nascosti aprendo il file manager, così come visto insieme poc’anzi, recandoti nel menu Modifica > Preferenze, selezionando la scheda Viste dalla finestra che si apre e rimuovendo il segno di spunta dall’opzione Mostrare file nascosti e di backup.

Mostrare i file nascosti su Android

Come mostrare i file nascosti

Come ti dicevo a inizio guida, è possibile abilitare la visualizzazione dei file nascosti anche sui dispositivi Android. Per riuscirci, basta sfruttare uno dei tanti file manager disponibili su piazza e attivare l’opzione in questione dalle relative impostazioni.

Tra le varie app adibite alla gestione di file su Android, io ti suggerisco di affidati a Files di Google, che è gratis, viene distribuita da Google (come intuibile dal nome stesso), molto diffusa e ampiamente apprezzata. Per effettuarne il download sul tuo dispositivo, collegati alla relativa sezione del Play Store e pigia sui pulsanti Installa e Accetta.

Completata la procedura d’installazione, avvia l’app facendo tap sul bottone Apri comparso nella schermata del Play Store, concedi a Files di Google i permessi per accedere ai contenuti sul dispositivo, fai tap sul pulsante con le tre linee in orizzontale in alto a sinistra e scegli la voce Impostazioni dal menu che si apre. Nella nuova schermata visualizzata, porta su ON l’interruttore accanto alla dicitura Mostra file nascosti.

A questo punto, la visualizzazione dei file nascosti risulta abilitata e puoi, dunque, accedervi tornando alla schermata principale dell’app, facendo tap sulla voce Sfoglia posta in basso e selezionando la posizione di riferimento dalla sezione Categorie o da quella Dispositivi di archiviazione.

Quando lo riterrai opportuno, potrai disattivare la visualizzazione dei file nascosti richiamando nuovamente il menu laterale previo tap sul pulsante con le tre linee in orizzontale in alto a sinistra, selezionando la voce Impostazioni dal menu che si apre e portando su OFF l’interruttore Mostra file nascosti.