Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come scaricare musica gratis MP3 senza programmi

di

Ami scaricare la musica localmente sul tuo computer, in modo da poterla archiviare e riprodurre offline ed eventualmente anche trasferirla “manualmente” su smartphone, tablet o altri dispositivi? Ti piacerebbe fare tutto ciò senza spendere del denaro, senza programmi e prediligi il formato MP3? Direi allora che sei capitato sul tutorial giusto, al momento giusto. Quest’oggi, infatti, intendo spiegarti proprio come scaricare musica gratis MP3 senza programmi.

Nelle righe successive, trovi per l’appunto segnalati quelli che, a mio modesto avviso, rappresentano i migliori siti che permettono di scaricare musica da Internet senza l’ausilio di software esterni. Devi sapere che ce ne sono davvero tanti: si va dai motori di ricerca “generici” che consentono di trovare i file MP3 sparsi in giro per la Rete alle piattaforme di condivisione musicale in cui cantanti, band e DJ pubblicano i propri lavori per condividerli con il pubblico. Devi solo individuare i portali che ti sembrano più interessanti e cominciare a utilizzarli.

Allora? Che ne diresti di mettere le chiacchiere da parte e di cominciare finalmente a darci da fare? Sì? Grandioso! Posizionati bello comodo, prenditi qualche minuto libero solo per te e leggi con la massima attenzione tutto quanto riportato qui sotto. Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben felice e soddisfatto delle soluzioni scovate e, ovviamente, anche di ciò che avrai appreso. Che ne dici, scommettiamo?

Indice

Come scaricare musica MP3 gratis senza programmi su PC

Se ti interessa capire come scaricare musica MP3 gratis senza programmi su PC, le soluzioni alle quali a parer mio faresti bene ad affidarti sono quelle che trovi qui sotto. Metti a fuoco la soluzione che ritieni possa fare di più al caso tuo e comincia subito a servirtene.

Archive.org

Archive.org

La prima tra le soluzioni utili per scaricare musica gratis MP3 senza programmi a cui a parer mio faresti bene a rivolgerti è Archive.org. Qualora non ne avessi mai sentito parlare, ti informo che si tratta di un portale che ha l’ambizioso obiettivo di custodire la memoria collettiva e mettere a disposizione del pubblico contenuti culturali gratuiti e non più protetti da copyright (o comunque i cui autori hanno acconsentito alla libera distribuzione attraverso Internet), musica compresa, tra i quali rientrano registrazioni live di concerti, vecchie registrazioni radio e tantissimi altri contenuti interessanti.

Per servirti di Archive.org per il tuo scopo, visita la sezione del sito dedicata alla musica e seleziona una delle categorie che trovi al centro della pagina: Live Music Archive per le registrazioni delle esibizioni live, Radio Programs per le registrazioni radiofoniche, Community audio per brani musicali di vario genere e via discorrendo.

Nel caso in cui procedendo come ti ho appena indicato non riuscissi a reperire nulla di interessante, aiutati nell’individuazione dei contenuti tramite i filtri nella barra laterale di sinistra. Puoi anche effettuare una ricerca diretta, digitando la keyword di riferimento nel campo di testo apposito situato nella parte in alto a destra della schermata del sito.

Quando trovi un contenuto musicale che ti piace, clicca sul tuo titolo e riproducilo in anteprima tramite il browser, premendo sul pulsante Play annesso al player che compare. Se poi intendi procedere con il download, seleziona il formato MP3 che trovi nella sezione Download Options presente a destra e attendi che lo scaricamento venga completato. Tieni però presente che non tutti i file audio possono essere scaricati: alcuni di essi sono disponibili solo per lo streaming.

Jamendo

Jamendo

Un altro sito a cui ritengo tu possa rivolgerti se desideri scaricare musica gratis MP3 senza programmi è Jamendo. È un vero e proprio “faro nella nebbia” nel mondo della musica indipendente online. Ospita le opere di artisti e band di tutto il mondo che cercano un modo per far conoscere il proprio operato al maggior numero possibile di utenti. Tutti i brani disponibili sul sito si possono ascoltare e scaricare liberamente e gratuitamente e quelli distribuiti sotto licenza Creative Commons si possono anche impiegare in progetti personali.

Per usare di Jamendo, collegati alla relativa home page e premi sul tasto Accedi in alto a destra, seleziona il collegamento Registrati nel riquadro che compare e registrati sul sito con il tuo indirizzo email oppure effettua il login tramite l’account Facebook, quello Google oppure quello Apple.

Ad accesso eseguito, ti ritroverai dinanzi la pagina principale del servizio, con i contenuti musicali di maggior successo e quelli in evidenza. Se preferisci dare un’occhiata ai contenuti audio disponibili su Jamendo in base al loro genere, fai clic sul menu a tendina Tutti i generi situato in alto e seleziona un genere tra quelli elencati.

Puoi altresì decidere di ordinare i contenuti in maniera differente, scegliendo l’opzione che preferisci dal menu a tendina Il meglio di. In alternativa, puoi cercare i contenuti in maniera diretta, digitando la parola chiave di tuo interesse nel campo Cerca musica indipendente che si trova in alto.

Per consultare l’elenco completo di tutti i brani e gli album, invece, seleziona la voce Scopri che si trova nella barra laterale a sinistra, quindi la scheda #Communities e fai clic sul genere che ti interessa. In seguito, seleziona la scheda Brani per visualizzare l’elenco delle canzoni disponibili, quella Album per l’elenco degli album oppure quella Artisti per accedere alla lista dei cantanti e delle band.

Quando trovi della musica che pensi possa piacerti, riproducila in anteprima premendo sul relativo pulsante Play. Se poi è tua intenzione procedere effettivamente con il download, clicca sulla freccia che si trova accanto al titolo del contenuti audio e sul pulsante Download gratuito per usi personali qualità MP3.

Tieni presente che se hai bisogno di riutilizzare i brani nei progetti commerciali, con fini di lucro, puoi rivolgerti al servizio Jamendo Licensing che in cambio di una piccola somma di denaro permette di accedere a un ricco catalogo costituito da brani e colonne sonore.

SoundCloud

SoundCloud

SoundCloud è un sito sul quale band, artisti e DJ pubblicano le proprie creazioni per farle ascoltare al pubblico. Contiene i remix di molti brani famosi, le creazioni originali di artisti in cerca di visibilità e alcuni brani prodotti da artisti già affermati. È completamente gratuito, ma purtroppo non tutte le canzoni sono disponibili per il download. Anzi, direi che sono poche quelle che si possono scaricare rispetto al numero totale dei brani disponibili sulla piattaforma.

Premesso ciò, per servirti SoundCloud per il tuo scopo, collegati alla relativa home page e comincia a dare un’occhiata alle playlist più apprezzate del momento, facendo clic sul pulsante Explore trending playlist che si trova in basso.

In alternativa a come ti ho spiegato poc’anzi, puoi effettuare una ricerca diretta, immettendo la parola chiave di tuo interesse nel campo di testo apposito e selezionando il suggerimento pertinente.

Quando trovi qualche contenuto audio che pensi possa piacerti, fai clic sul suo titolo e riproducilo in streaming premendo sul pulsante Play annesso al player. Se poi vuoi davvero procedere con il download (se è possibile), premi sull’icona della freccia che compare sulla destra.

Unminus

Unminus

Unminus è un portale grazie al quale si può scaricare musica di qualità da usare nei propri progetti, sia a carattere personale che commerciale. Mette infatti a disposizione degli utenti numerosi file audio utili allo scopo in questione, in maniera del tutto gratuita e senza andare a violare nessun copyright.

Per servirtene, recati sulla relativa home page e da’ un’occhiata ai contenuti in evidenza proposti automaticamente scorrendo la pagina, alla ricerca di eventuali file audio che ritieni possano essere di tuo interesse.

Se facendo come ti ho appena spiegato non riesci a trovare nulla di interessante, puoi effettuare una ricerca diretta cliccando sull’icona con la lente d’ingrandimento situata in alto a destra e digitando la parola chiave di riferimento nel campo di testo che compare.

Quando trovi un file audio che ti piace, riproducilo in anteprima premendo sul relativo pulsante Play e se ti convince fai clic sulla voce Download in sua corrispondenza per poterlo scaricare.

Altre soluzioni per scaricare musica MP3 gratis senza programmi su PC

Free Music Archive

Nessuna delle soluzioni per scaricare musica gratis MP3 senza programmi che ti ho già segnalato ti ha ispirato in modo particolare e, dunque, ti piacerebbe che ti segnalassi altre soluzioni di questo tipo? Detto, fatto! Le trovi nel seguente elenco.

  • Free Music Archive — si tratta di un sito che, così come suggerisce facilmente il nome, ospita centinaia di brani che si possono scaricare liberamente da Internet poiché non più protetti da copyright o concessi gratuitamente al pubblico da parte dei rispettivi autori. Da notare, però, che per procedere con il download è necessario registrarsi.
  • NoiseTrade — è un altro portale Web dedicato ad artisti e band indipendenti e musicisti che desiderano visibilità. È gratuito ma, per effettuare il download dei brani, bisogna effettuare una rapida registrazione tramite indirizzo email o Facebook.
  • ccMixter — si tratta di un sito Internet che promuove la cultura del remix, mettendo a disposizione degli utenti contenuti musicali gratuiti appartenenti alla suddetta categoria sotto licenza Creative Commons.
  • Musopen — è un portale che fornisce musica gratis con copyright scaduto, si rivela ottimo in special modo per quel che concerne la musica classica. Permette la ricerca dei brani per compositore, esecutore, strumento o periodo.

Come scaricare musica gratis MP3 senza programmi su smartphone e tablet

Come scaricare musica gratis MP3 senza programmi

Ti stai chiedendo se esiste un modo per scaricare musica gratis MP3 senza programmi su smartphone e tablet? La risposta è affermativa. Per riuscirci, ti basta accedere ai servizi online utili allo scopo che ti ho già segnalato nei capitoli precedenti relativi ai computer direttamente dal tuo device mobile, tramite il browser che solitamente usi da quest’ultimo per visitare i tuoi siti preferiti.

Servizi per lo streaming musicale

Altri software per ordinare la musica

Sebbene in apparenza sembrino avere ben poco a che vedere con la possibilità di scaricare musica gratis MP3 senza programmi, anche i servizi per lo streaming musicale possono rappresentare un’ottima soluzione in tal senso. La maggior parte di essi, infatti, consente di scaricare le canzoni localmente, in modo da permetterne poi la riproduzione offline, nel pieno rispetto della legalità e, cosa tutt’altro che di poco conto, in alta qualità.

Va però tenuto presente il fatto che, per la quasi totalità dei servizi in questione, il download dei contenuti è riservato solo a chi decide di sottoscrivere un abbonamento a pagamento, ma fortunatamente i prezzi sono abbastanza contenuti. Ad ogni modo, io ho scelto ugualmente di parlartene in questo mio tutorial in quanto in genere sono previsti dei periodi di prova gratuita senza alcun obbligo di rinnovo.

Se la cosa ti interessa, qui sotto trovi quindi elencati quelli che, a mio avviso, costituiscono i principali servizi della categoria a cui ritengo tu faccia bene a dare almeno un’occhiata.

  • Spotify — è stato tra i primi servizi per lo streaming musicale a giungere sul mercato italiano e a oggi continua a essere una tra le soluzioni più apprezzate sul territorio nazionale e non solo. Si può usare tramite player Web, ma anche come client per Windows e macOS, come app per Android e per iOS/iPadOS e su vari altri dispositivi, tra cui le console PlayStation e gli Amazon Echo. Il piano base e gratis con spot pubblicitari e limitazioni varie, tra cui l’impossibilità di scaricare i brani per la riproduzione offline. Per aggirare tutte le limitazioni bisogna sottoscrivere il piano a pagamento che in versione utente singolo standard costa 9,99 euro/mese (oppure 119,88 euro/anno), il quale si può provare gratuitamente per 1 o più mesi dai nuovi iscritti (a seconda delle promo in corso). Per maggiori informazioni, leggi la mia guida specifica su come funziona Spotify.
  • Apple Music — dal nome lo si capisce immediatamente: è il servizio per lo streaming musicale di Apple. Può contare su su un database molto variegato e continuamente aggiornato, il quale comprende anche la Libreria musicale di iCloud, per caricare i brani sul cloud della “mela morsicata” e sincronizzarli su tutti i propri dispositivi. Funziona via Web (ancora in versione beta) e su computer tramite iTunes (su Windows e su macOS 10.14 Mojave o versioni precedenti, su cui il programma è preinstallato) e l’applicazione Musica (preinstallata su macOS 10.15 Catalina e versioni successive), mentre su smartphone e tablet il servizio è integrato nell’app Musica per iOS/iPadOS ed è disponibile sotto forma di app dedicata per Android. È compatibile anche con Amazon Echo e ovviamente con HomePod. Costa 9,99 euro/mese (oppure 99 euro/anno), ma i nuovi utenti possono provare il servizio gratis per 3 mesi. Per approfondimenti, leggi il mio post su come funziona Apple Music.
  • Amazon Music — è il servizio per lo streaming musicale di Amazon. Dispone di un catalogo con oltre 70 milioni di brani. È fruibile tramite il client Web, per Windows e per macOS, tramite l’app per Android e per iOS/iPadOS e su Amazon Echo. Costa 9,99 euro/mese (oppure 99 euro/anno per i clienti Prime), ma i nuovi utenti possono sperimentarne il funzionamento gratuitamente per 30 giorni. Inoltre, tutti gli abbonati ad Amazon Prime possono usufruire a costo zero di una versione ridotta del servizio che offre l’accesso a 2 milioni di brani. Per ulteriori dettagli, leggi la mia guida su come funziona Amazon Music Unlimited.
  • YouTube Music — come facilmente deducibile dal nome, è il servizio per lo streaming musicale di YouTube, ergo attinge al suo database. Si può usare gratis, ma per l’ascolto offline, per rimuovere la pubblicità e per accedere a tutte le altre funzioni extra bisogna sottoscrivere l’abbonamento a pagamento, al costo di 9,99 euro/mese. Ai nuovi utenti viene tuttavia offerta l’opportunità di testare gratis il servizio per 30 giorni. È accessibile da client Web e come app per Android e per iOS/iPadOS e tramite vari altri dispositivi, come lo smart speaker Google Home. Se vuoi saperne di più, consulta la mia guida specifica su come funziona YouTube Music.

Attenzione: questo tutorial è stato scritto a puro scopo illustrativo. Scaricare abusivamente da Internet dei brani protetti da diritto d’autore è un reato. Non è assolutamente mia intenzione incentivare la pirateria e, pertanto, non mi assumo alcuna responsabilità circa l’utilizzo che farai delle informazioni contenute nella guida.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.