Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sorvegliare un iPhone

di

Quando vai a casa degli amici, lasci spesso il tuo iPhone incustodito e temi che qualcuno “armeggi” con il tuo amato “melafonino” senza permesso? Ogni volta che esci dalla tua routine quotidiana e frequenti posti nuovi, temi di poter smarrire il tuo prezioso smartphone e di non poterlo più recuperare? Tranquillo, non sei il solo ad avere questo tipo di cattive abitudini e paranoie. L’importante è cautelarsi nel modo giusto.

Cosa intendo con “cautelarsi”? Per esempio installare sul tuo iPhone delle app in grado di prevenire (o rendere meno traumatico) l’eventuale smarrimento del telefono, cogliere in flagrante gli amici impiccioni e controllare meglio quello che accade nei paraggi del device. Probabilmente non risolverai tutti i tuoi problemi, ma prova a mettere in pratica i consigli su come sorvegliare un iPhone che sto per darti e vivrai in maniera un po’ più serena il tuo rapporto con lo smartphone di casa Apple.

Cominciamo questa guida su come sorvegliare un iPhone da Lookout, un’applicazione gratuita che protegge il “melafonino” da furti e smarrimenti consentendo al proprietario dello smartphone di rintracciare il dispositivo a distanza (su una mappa di Google Maps) ed interagire con chi dovesse ritrovare il telefono inviando dei messaggi a quest’ultimo o facendo emettere al device dei suoni d’allarme.

Per utilizzare Lookout, non devi far altro che installare la app sul tuo iPhone e seguire il processo di configurazione di quest’ultima per creare un account gratuito sul sito lookout.com. A procedura ultimata, potrai collegarti al sito Internet di Lookout e monitorare in ogni momento la posizione geografica del tuo “melafonino” eseguendo l’accesso al servizio (c’è il pulsante per il Log In in alto a destra) e selezionando la voce Find my device dalla barra laterale di sinistra.

Nella pagina che si apre, potrai visualizzare la posizione geografica del tuo smartphone su una mappa di Google Maps avendo inoltre la possibilità di inviare un messaggio (message) verso quest’ultimo, fargli emettere un suono di allarme (scream) e chiamarlo direttamente dal PC (call). Da sottolineare che Lookout in assenza di carica nella batteria del telefono memorizza l’ultima posizione geografica del device e permette di rilevare quest’ultima dal pannello Web del servizio.

Un’altra maniera per sorvegliare un iPhone, specie quando si ha la cattiva abitudine di lasciarlo spesso incustodito, potrebbe essere installare una app come Front Cam Alert Spy che scatta una foto (con la fotocamera frontale del telefono) a coloro che tentano di utilizzare il “melafonino” sbloccandolo dalla modalità di stand-by.

Il funzionamento di quest’applicazione è semplice quanto efficace. Una volta avviata e fatta entrare in azione, spostando lo switch principale su ON, basta mettere l’iPhone in stand-by (premendo il tasto Power) e all’accensione successiva del terminale Front Cam Alert Spy provvede a scattare automaticamente una foto a chi in quel momento ha azionato l’iPhone.

Tutte le foto scattate dalla app, possono essere visualizzate in qualsiasi momento accedendo alla schermata principale di quest’ultima (facendo un doppio tap sullo schermo) e selezionando la voce Saved Photos dal menu. Chiaramente non si tratta di uno strumento super-avanzato ma può essere utile per “pizzicare” qualche amico un po’ troppo impiccione che vuole usare il tuo “melafonino” senza permesso. Costa 0,89 euro.

Un’applicazione che potrebbe tornare utile a coloro che lasciano spesso il proprio iPhone incustodito è anche Top Secret Audio Recorder, che come suggerisce il nome permette di effettuare delle registrazioni audio di nascosto mentre il telefono mostra una schermata nera o ha il display spento. Per usarla, basta lanciare la app e fare un singolo tap sullo schermo.

Effettuando uno swipe verso sinistra o destra, è possibile cambiare l’immagine da visualizzare sul display dell’iPhone mentre vengono effettuate le registrazioni, mentre accedendo alle impostazioni di Top Secret Audio Recorder, pigiando sull’icona dell’ingranaggio e selezionando la voce Schedule recordings dal menu è possibile programmare delle registrazioni automatiche a tempo (che richiedono il telefono acceso e la app in esecuzione, però).

A registrazione ultimata, per riascoltare quanto “captato” dall’iPhone non devi far altro che recarsi nelle impostazioni di Top Secret Audio Recorder e selezionare la voce Listen to audio dal menù che si apre. Troverai l’elenco di tutte le registrazioni audio realizzate dall’applicazione pronte per essere riprodotte direttamente sul “melafonino”.