Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

File MKV

di

Per essere precisi, hai due soluzioni a tua disposizione: installare dei codec esterni per Windows Media Player (se usi Windows) o QuickTime (se usi macOS) oppure ricorrere a dei media player all-in-one che integrano già al loro interno tutto quello che ti serve per riprodurre qualsiasi tipo di video senza problemi. Lo stesso dicasi anche per i dispositivi mobili con Android e iOS, i quali possono contare anch’essi su una vasta gamma di media player capaci di riprodurre i file MKV.

Se vuoi saperne di più, prenditi pure cinque minuti di tempo libero e scopri, insieme a me, come gestire senza intoppi i file in formato MKV: che tu voglia riprodurli, convertirli o comprimerli di seguito troverai le soluzioni che fanno al caso tuo. Sei pronto ad affrontare l’argomento? Sì? Grandioso. Mettiamo, allora, le chiacchiere da parte e iniziamo subito a darci da fare!

Indice

File MKV: cosa sono

File MKV

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti a illustrare cosa occorre fare per poter riprodurre senza problemi i file MKV, mi sembra doveroso spiegarti, per bene, di che cosa stiamo parlando. Nel caso in cui non ne fossi a conoscenza, i file MKV, ovverosia i file in formato Matroska, corrispondono prevalentemente a contenuti video nei quali, però, è possibile trovare anche tracce audio oltre che sottotitolicapitoli.

Frutto di un progetto annunciato nell’ormai lontano 2002, si tratta, essenzialmente, di un formato “contenitore”, concepito in via primaria per la flessibilità e la diffusione. L’obiettivo, infatti, è quello di permettere la visualizzazione dei contenuti su tutte le piattaforme software e di agevolare lo streaming via Internet.

I file MKV, inoltre, risultano compatibili con un ampio numero di tracce native. Per la precisione, all’interno di un file MKV è possibile trovare video di tipo MPEG-2 e 4, WMV, RealVideo, Flash, Theora, VP8, VP9, H.264 e H.265; audio di tipo MP2, MP3, PCM, AAC, WMA, Vorbis, AC3, RealAudio, DTS e FLAC; e sottotitoli di tipo VobSub, PGS, OGG Writ, WebVTT, ASS, SSA, USF e SRT.

Come aprire file MKV

Tutto chiaro finora? Bene, allora direi che possiamo scoprire, insieme, come riprodurre i file MKV sulle varie piattaforme.

File MKV su PC

K-Lite Codec Pack

Come ti dicevo in apertura del post, se per riprodurre i tuoi file multimediali sei solito servirti di Windows Media Player, il player multimediale installato "di serie" nei sistemi operativi Windows (eccetto le edizioni "N"), puoi raggiungere il tuo scopo installando degli appositi codec.

Per la precisione, mi riferisco a K-Lite Codec Pack: si tratta di un pacchetto di codec totalmente gratuito e compatibile con tutti i sistemi operativi Windows, in grado di leggere e decodificare praticamente qualsiasi formato esistente, MKV incluso.

Per poterne effettuare l’installazione sul tuo computer, recati sul sito Internet di K-Lite Codec Pack e clicca sul collegamento Download Basic che trovi in alto. Nella nuova pagina che si apre, clicca poi sulla voce Mirror 1. Nel caso in cui il download non dovesse partire, seleziona il collegamento Mirror 2.

A scaricamento ultimato, apri il file .exe ottenuto e clicca sul pulsante nella finestra che compare sul desktop. In seguito, premi sui pulsanti Next (per quattro volte consecutive), Install e Finish.

Ad installazione ultimata, avvia Windows Media Player richiamandolo dal menu Start. Se non riesci a trovarlo, leggi la mia guida su come scaricare Windows Media Player per risolvere.

Successivamente, trascina nella finestra di WMP il file MKV che desideri riprodurre, seleziona la voce Video posta nella barra laterale di sinistra e fai doppio clic sul filmato appena aggiunto alla libreria, per poterlo guardare.

File MKV su Mac

Perian

Stai usando un Mac e vuoi aprire i tuoi file MKV con QuickTime Player, il player video predefinito di macOS? Si può fare, ma con qualche possibile intoppo. Infatti Perian, il pacchetto di codec di cui hai bisogno per aprire i file MKV con QuickTime Player, non viene sviluppato da diverso tempo e, sebbene si possa installare sulle versioni più recenti di macOS, non svolge sempre bene il suo lavoro.

Detto ciò, visto che tentar non nuove, ecco come procedere per scaricare Perian: recati sul sito Internet del progetto e fai clic sul collegamento Download Perian 1.2.3 Now! che trovi nella parte destra della pagina.

A scaricamento ultimato, apri il pacchetto .dmg ottenuto e fai doppio clic sull’icona di Perian.prefPane nella finestra che si apre. In seguito, premi sul pulsante Installa nella schermata di Preferenze di Sistema che vedi comparire.

Successivamente, avvia Quick Time Player richiamandolo tramite il Launchpad, mediante Spotlight, Siri o dalla cartella Applicazioni. Una volta fatto ciò, clicca sul menu File (in alto a sinistra), seleziona la voce Apri file da quest’ultimo e seleziona il file MKV da riprodurre.

File MKV con VLC

VLC Mac

In alternativa all’installazione dei codec, per poter aprire senza problemi i file in formato MKV sul tuo computer puoi a dei media player in grado di “digerire” senza problemi la tipologia di file in questione, come nel caso di quelli che ti ho segnalato nella mia guida sui programmi per vedere video. Tra i vari disponibili, però, io ti suggerisco di sfruttare l’ottimo VLC.

Qualora non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un media player gratuito e open source, il quale permette di guardare video di qualsiasi tipo – in maniera molto fluida anche su hardware non recentissimi – senza necessitare di codec esterni. È disponibile per Windows, macOS e Linux ed è molto semplice da usare.

Per scaricarlo sul tuo computer, recati sul sito Internet del programma e clicca sul pulsante Scarica VLC. Successivamente, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e fai clic sul pulsante , nella finestra che vedi comparire sul desktop. In seguito, premi sul bottone Avanti per tre volte di fila e, per concludere, su quello Chiudi.

Se stai usando un Mac, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto, sposta l’icona di VLC nella cartella Applicazioni, fai clic destro su di essa e scegli la voce Apri dal menu contestuale. A questo punto, fai clic sul pulsante Apri, in modo tale da avviare il programma andando ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso le applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo alla prima esecuzione).

Ora che, a prescindere dal sistema operativo impiegato, visualizzi la finestra di VLC sullo schermo, trascinaci sopra il file MKV di tuo interesse e attendi che la riproduzione parta in automatico. In alternativa, apri il file facendo clic sul menu File (in alto a sinistra), scegliendo la voce Apri file e poi selezionando il file di tuo interesse.

Se vuoi fare in modo che tutti i video in formato MKV si aprano automaticamente in VLC, selezionane uno qualsiasi con il tasto destro del mouse e, se stai usando Windows, clicca sulla voce Proprietà presente nel menu che compare. Nella finestra che si apre, clicca quindi sul pulsante Cambia e seleziona VLC dall’elenco delle applicazioni disponibili. Se stai usando macOS, clicca sulla voce Ottieni informazioni annessa al menu contestuale e seleziona VLC dal menu a tendina Apri con (espandi questa sezione della finestra delle proprietà se non vedi alcun menu a tendina).

Per ulteriori approfondimenti riguardo il funzionamento di VLC, puoi fare riferimento alla mia guida dedicata in maniera specifica a questo famoso software.

File MKV su Android

VLC Android

Vuoi riprodurre i file MKV sul tuo smartphone o tablet Android? Non c’è problema, la cosa è fattibile anche in tal caso. In che modo? Semplice, anzi di più: usando sempre VLC. Ebbene sì! Il famoso media player per computer è fruibile anche sotto forma di app per dispositivi mobili e presenta praticamente le medesime caratteristiche della sua variante desktop.

Per cui, per potertene servire su Android, devi in primo luogo effettuarne il download e l’installazione collegandoti alla relativa sezione del Play Store e premendo sul pulsante Installa. Successivamente, fai tap sul bottone Apri per avviare l’app oppure seleziona la sua icona presente nel drawer (la schermata di Android in cui trovi raggruppate tutte le applicazioni installate sul dispositivo).

A questo punto, premi sul pulsante con le tre linee in orizzontale situato in alto a sinistra, fai tap sulla voce Cartelle nel menu che compare e seleziona il file MKV che vuoi riprodurre.

In alternativa a come ti ho appena indicato, puoi aprire un dato file MKV con VLC usando un gestore di file o qualsiasi altra app, selezionando l’elemento di tuo interesse, poi l’icona per la condivisione e facendo tap sull’icona di VLC nel menu che ti viene mostrato.

Se il funzionamento di VLC su Android non ti soddisfa e cerchi quindi un’altra applicazione che ti consenta di riprodurre i tuoi file MKV in mobilità, ti suggerisco di leggere la mia rassegna dedicata ai migliori player per Android, tramite cui ho provveduto a indicarti diverse soluzioni alternative.

File MKV su iPhone e iPad

VLC iPhone

Utilizzi un iPhone oppure un iPad? Anche in tal caso, puoi avvalerti di VLC per riprodurre i file MKV presenti sul tuo dispositivo. Per effettuarne il download, visita la relativa sezione dell’App Store, premi sul bottone Ottieni/Installa e, successivamente, autorizza lo scaricamento tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

A download avvenuto, apri il gestore di file che usi di solito su iOS o comunque l’app all’interno della quale è salvato il video MKV da riprodurre, seleziona quest’ultimo, fai tap sull’icona per la condivisione e seleziona l’icona di VLC dal menu che compare per poterlo riprodurre. Più facile di così?

Qualora poi l’uso di VLC non dovesse soddisfarti, per riprodurre i tuoi file MKV da iPhone e iPad puoi rivolgerti anche ad altre applicazioni adibite allo scopo. Quali? Beh, ad esempio quelle che ho provveduto a indicarti nel mio articolo dedicato alle app per video.

File MKV in MP4: come convertirli

Vorresti capire se esiste un sistema per trasformare i tuoi file MKV in video in formato MP4? Ma certo che sì, ci mancherebbe altro. Puoi riuscirci sia da computer che da smartphone e tablet, ti basta usare gli strumenti giusti e il gioco è fatto. Mi chiedi quali sono? Prosegui nella lettura e lo scoprirai.

HandBrake (Windows/macOS/Linux)

HandBrake

Se stai usando Windows o macOS e cerchi un software per la conversione dei tuoi file MKV (ma non solo), il miglior suggerimento che posso darti è senza ombra di dubbio quello di rivolgerti ad HandBrake: si tratta di un programma totalmente gratuito e di natura open source che permette di convertire vari tipi di file in formato MP4 (oltre che MKV) ottimizzandoli per la visione su computer, iPhone, iPad, terminali Android e altri dispositivi. È molto rinomato anche per la sua capacità di “rippare” i DVD.

Per effettuarne il download sul tuo computer, recati sul sito Internet del programma e, se stai usando Windows, clicca sul collegamento Download (64 bit) presente sotto l’icona con la bandierina di Windows, in modo tale da avviare lo scaricamento del software.

A download ultimato, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra compare sul desktop, clicca sui pulsanti e Next. Successivamente, premi i bottoni I Agree, Install e Finish, per concludere il setup. Richiama poi il programma cliccando sul relativo collegamento che è stato aggiunto al desktop oppure tramite quello annesso al menu Start.

Se stai usando macOS, per scaricare il programma, dopo esserti recato sul sito Internet di HandBrake, clicca sul collegamento Download (Intel 64bit) che si trova sotto l’icona con il Finder.

Completato il download, apri il pacchetto .dmg ottenuto e trascina l’icona di HandBrake nella cartella Applicazioni di macOS, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Apri dal menu contestuale. In seguito, fai clic sul pulsante Apri, così da aprire l’applicazione andando ad aggirare le limitazioni che Apple impone nei confronti delle applicazioni provenienti da sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo alla prima esecuzione).

Ora che visualizzi la finestra del software sullo schermo, trascinaci sopra il file MKV che vuoi convertire in MP4, seleziona la scheda Summary che si trova al centro della finestra e scegli MP4 dal menu a tendina Format. Sempre mediante la parte centrale della finestra, puoi altresì regolare le impostazioni relative all’audio, ai sottotitoli, ai codec ecc.

Per concludere, fai clic sul pulsante Browse collocato in basso, indica la posizione sul tuo computer in cui vuoi salvare il filmato convertito e premi sul bottone Start Encode/Start che si trova in alto a sinistra, in modo tale da dare il via alla procedura di conversione.

Media Converter (Android)

Media Converter

Se, invece, vuoi convertire i file MKV in formato MP4 dal tuo smartphone o tablet Android, il miglior suggerimento che posso darti è quello di usare l’app Media Converter, che è gratuita ed è anche abbastanza intuitiva. Consente di convertire praticamente file video in qualsiasi formato e di impostare il bitrate, la risoluzione e la frequenza di campionamento audio del file di output.

Per effettuarne il download sul tuo dispositivo, visita la relativa sezione del Play Store e fai tap sul pulsante Installa. Successivamente, avvia l’app premendo sul bottone Apri comparso sullo schermo, oppure selezionando la relativa icona che è stata appena aggiunta al drawer (la schermata di Android in cui risultano raggruppate tutte le app).

Ora che visualizzi la schermata principale di Media Converter, seleziona la posizione sul tuo dispositivo in cui risulta salvato il file che vuoi convertire, premi sul pulsante Converto to mp4 e attendi che la procedura di conversione venga portata a termine. Per impostazione predefinita, il file finale verrà salvato nella stessa posizione di quello d’origine.

Se poi prima di avviare la conversione desideri personalizzarne i parametri, premi sul pulsante Expert mode, seleziona un profilo MP4 dal menu a tendina Output Profile e apporta eventuali altre personalizzazioni relative alla durata, alla qualità, all’audio ecc. tramite le opzioni disponibili. Per concludere premi sul pulsante Convert.

Il Convertitore Video (iOS)

Il Convertitore Video

Se quello che stai usando è un dispositivo iOS, per convertire i tuoi video MKV in MP4 puoi rivolgerti all’app Il Convertitore Video: si tratta di una soluzione gratuita e facile da usare grazie alla quale è possibile convertire tutti i principali formati di file video nel giro di pochi tap. L’unica cosa di cui occorre tener conto è che non tutti i formati di output sono a costo zero, MP4 incluso. Per aggirare tale limitazione, bisogna sbloccare il pass apposito tramite acquisti in-app (al costo di 4,49 euro).

Per effettuarne il download sul tuo dispositivo, accedi alla relativa sezione presente su App Store e premi sul pulsante Ottieni/Installa. Autorizza poi il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. A scaricamento ultimato, avvia l’app premendo sul pulsante Apri oppure selezionando la relativa icona che è stata aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’applicazione, seleziona la posizione o l’app in cui risulta salvato il file MKV di tuo interesse, scegli l’opzione MP4 Video (.mp4) dal menu a tendina A e fai tap sul bottone Converti per procedere. Per concludere, indica dove salvare il file di output.

File MKV troppo grande: come risolvere

Per completezza d’informazione, mi sembra doveroso spiegarti anche come fare per ridurre le dimensioni di un file MKV troppo grande, in modo tale da “alleggerirlo”. Per saperne di più, prosegui pure nella lettura: trovi spiegato tutto in dettaglio qui di seguito.

HandBrake (Windows/macOS/Linux)

HandBrake

Oltre che essere usato per convertire i file MKV in formato MP4, HandBrake, il software per Windows e macOS di cui ti ho parlato nel passo presente qualche riga più sù, può essere sfruttato anche per comprimere i filmati quando troppo grandi.

Come si fa? Nulla di più semplice: dopo aver scaricato e installato il programma, avvialo, trascinaci sopra il file MKV di tuo interesse, clicca sul pulsante Presets posto in alto a destra e seleziona il nome del dispositivo su cui intendi riprodurre il filmato o, in alternativa, scegli un profilo generico.

Assicurati poi che nella scheda Presets (al centro) risulti selezionata l’opzione MKV in corrispondenza del menu a tendina Format (altrimenti provvedi tu), premi sul bottone Browse posto in basso per scegliere la cartella per l’output e clicca sul pulsante Start/Start Encode che si trova in cima per procedere.

Video Compress (Android)

Video Compress

Vediamo ora come fare per ridurre le dimensioni di un file MKV agendo da Android. In tal caso, ti consiglio di usare l’app Video Compress, la quale consente di ridurre il peso dei file video selezionando personalmente la qualità finale. Supporta tutti i formati di video più diffusi ed è facilissima da usare. È gratis, ma tramite acquisti in-app (al costo di 2,90 euro) permette di sbloccare funzioni aggiuntive

Per effettuarne il download, visita la relativa sezione del Play Store e fai tap sul pulsante Installa. A installazione ultimata, premi sul pulsante Apri comparso su schermo oppure avvia l’app premendo sulla relativa icona che è stata appena aggiunta al drawer (la schermata di Android in cui sono raggruppate le icone di tutte le applicazioni).

A questo punto, seleziona il file MKV di tuo interesse, tramite il file manager interno all’app, scegli l’opzione Comprimi Video, indica il grado di compressione che preferisci tra le varie opzioni in elenco e attendi che la procedura venga portata a termine. A processo ultimato, il filmato compresso verrà salvato nella galleria del dispositivo.

In alternativa a come ti ho appena indicato, puoi regolare personalmente i parametri di compressione del video recandoti nella scheda usanza e spostando i cursori che trovi sotto le voci Risoluzione video e birate (bit per secondo) come preferisci. Per avviare la compressione, poi, premi sul pulsante Comprimi Video.

Se vuoi, prima di avviare la procedura di compressione del video, puoi altresì scegliere se rimuovere l’audio da quest’ultimo e se farlo diventare in bianco e nero, selezionando le apposite opzioni collocate in cima alla schermata.

Gestione Video Intelligente (iOS)

Gestione Video Intelligente

Se quello che stai usando è un iPhone oppure un iPad, puoi usare l’applicazione Video Compressor, la quale offre la possibilità di comprimere tutti i principali formato di file video riducendone le dimensioni sino addirittura all’80%. È facile da usare ed è gratis, ma offre acquisti in-app (al costo di 3,49 euro) per sbloccare funzioni aggiuntive.

Per servirtene, visita direttamente dal tuo dispositivo la relativa sezione dell’App Store, premi sul bottone Ottieni/Installa e autorizza il download dell’app tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. In seguito, fai tap sul pulsante Apri per avviare l’app oppure premi sulla sua icona che è stata appena aggiunta in home screen.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’applicazione, seleziona il filmato MKV che intendi comprimere dalla galleria del dispositivo oppure da iCloud, previo tap sulla voce in alto a sinistra, e indica di quanto vuoi ridurre il peso del filmato selezionando una delle opzioni disponibili dal men che compare.

Se non vuoi usare uno dei preset disponibili, seleziona la voce Compress Video Custom Settings e imposta personalmente i parametri relativi alla compressione del file andando ad agire su risoluzione, FPS e bitrate audio e video.

A prescindere dalla scelta fatta, aspetta poi che la compressione venga portata a termine, dopodiché indica la posizione in cui desideri salvare il file di output. È stato facile, vero?