Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Programmi per musica Mac

di

Sei un appassionato di musica a tutto tondo e vorresti usare il tuo fido Mac per realizzare le tue prime composizioni? Magari cerchi anche qualche software per macOS che ti consenta di scaricare i brani musicali altrui che più ti piacciono? Se è così, sono lieto di comunicarti che sei capitato sul tutorial giusto, al momento giusto.

Nelle righe successive, infatti, trovi segnalati quelli che a parer mio rappresentano i migliori programmi per musica Mac. Ci sono soluzioni per creare composizioni musicali di vario genere partendo da zero o magari andando a editare brani esistenti, ma anche software per il download delle più recenti hit musicali, di composizioni d'altri tempi, di brani di artisti emergenti ecc. Insomma, qualsiasi sia la tua esigenza vedrai che potrai soddisfarla.

Allora? Che ne diresti di mettere le chiacchiere da parte e di passare all'azione? Sì? Grandioso! Posizionati bello comodo, prenditi qualche minuto libero solo per te e concentrati sulla lettura di quanto di seguito riportato. Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben contento e soddisfatto dei risultati ottenuti. Scommettiamo?

Indice

Programmi per creare musica Mac gratis

Se stai cercando dei programmi per creare musica Mac gratis, puoi valutare di affidarti a quelli appositamente adatti allo scopo che ho selezionato per te e che trovi di seguito segnalati. Spero vivamente siano di tuo gradimento.

GarageBand

GarageBand Programmi per creare musica Mac gratis

Il primo tra i programmi per musica Mac che voglio suggerirti di adoperare è GarageBand. Nel caso in cui non ne avessi mai sentito parlare, ti comunico che si tratta di un popolarissimo software professionale dedicato alla produzione musicale che permette di creare e mixare brani musicali al computer usando una vasta gamma di strumenti ed effetti diversi.

Anche se include funzioni estremamente avanzate, è strutturato in modo da poter essere compreso e utilizzato anche dagli utenti meno esperti che si intendono abbastanza di musica e molto meno di informatica. Si trova preinstallato su molti Mac, ma in caso contrario o comunque qualora rimosso può essere scaricato gratuitamente dalla relativa sezione del Mac App Store.

Per poterti servire di GarageBand, avvia il programma selezionando la relativa icona (quella con la chitarra) che trovi nel Launhpad di macOS, dopodiché fai clic sull'opzione Progetto vuoto presente nell'area Nuovo progetto e premi sul pulsante Scegli in basso a destra.

Successivamente, scegli la tipologia di brano da realizzare e clicca sul tasto Crea per proseguire oltre. Dalla medesima schermata, puoi altresì decidere di aprire un progetto preesistente.

Servizi quindi degli strumenti e delle funzioni annesse all'interfaccia utente di GarageBand per iniziare a comporre musica: in alto ci sono i tasti per poter gestire la riproduzione e la registrazione; a sinistra c'è la libreria per accedere a strumenti e suoni già pronti da aggiungere; al centro c'è l'area dedicata ai tracciati; in basso sono disponibili opzioni aggiuntive per la produzione musicale.

Quando avrai terminato, per salvare la tua composizione fai clic sul menu Condividi in alto a sinistra, scegli l'opzione Esporta brano su disco e segui le indicazioni mostrate sullo schermo per completare la procedura. Per ulteriori approfondimenti, ti suggerisco di consultare la mia guida specifica su come usare GarageBand.

Audacity

Audacity Programmi per creare musica facile

Se stai cercando dei programmi per registrare musica Mac, Audacity fa indiscutibilmente al caso tuo. Si tratta, infatti, di un potente software gratuito e open source per l'editing audio che ha pochissime funzioni da invidiare ai più blasonati programmi commerciali del settore.

Dispone di un'interfaccia utente molto intuitiva, attraverso la quale è possibile tagliare, dividere, unire e mixare agevolmente brani musicali in vari formati e applicare effetti speciali a questi ultimi. Consente infatti di ridurre i disturbi delle registrazioni audio, normalizzare il volume delle canzoni, applicare riverberi, effetti di sfumatura e molto altro ancora.

Per scaricare e installare Audacity sul tuo Mac, visita il relativo sito Web e poi segui le istruzioni che ti ho fornito nella mia guida dedicata.

Successivamente, avvia il software e quando visualizzi la finestra clicca sul menu File in alto a sinistra e seleziona la voce Apri per importare una traccia audio su cui iniziare a lavorare.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, ti ritroverai al cospetto dell'interfaccia di Audacity e potrai quindi cominciare a realizzare le tue composizioni musicali. L'interfaccia è strutturata nel seguente modo: in alto ci sono i principali tool utili a modificare il brano, così come opzioni relative agli effetti da applicare alla traccia audio; poco più in basso ci sono le impostazioni relative a input e output, quelle per gestire la riproduzione, i canali di registrazione e il volume; in basso ci sono i comandi per selezionare una parte specifica della canzone.

Quando terminato, clicca nuovamente sul menu File e seleziona da esso l'opzione Esporta per salvare sul tuo computer la composizione musicale appena creata. Per approfondimenti, ti consiglio la lettura della mia guida specifica su come usare Audacity.

Altri programmi per creare musica Mac gratis

Ragazzo con MacBook

Nel caso in cui stessi cercando altre soluzioni per creare musica sul tuo Mac a costo zero (o comunque che propongano dei periodi di prova gratis), puoi decidere di adoperare quelle che trovi nell'elenco sottostante. Sono tutti programmi validissimi!

  • FL Studio — è tra i migliori programmi per mixare musica Mac. È essenzialmente uno studio di registrazione virtuale piuttosto completo, attraverso il quale è possibile creare musica, remixare o editare brani esistenti, oltre che registrare MIDI adoperando gli strumenti digitali proposti. È a pagamento (con prezzi a partire da 89,00 euro), ma si può scaricare la versione di prova gratuita che funziona senza limitazione alcuna per 30 giorni. Maggiori informazioni qui.
  • LMMS — si tratta di un altro tra i programmi per produrre musica Mac più celebri al mondo. La sua interfaccia consiste in un sequencer musicale multitraccia che consente di utilizzare sia dei sintetizzatori interni, sia acquisire dei suoni esterni, i quali possono essere modulati tramite i vari effetti che si trovano nella libreria interna. È totalmente gratis.
  • Cubase – è un altro tra i programmi per creare musica Mac che merita attenzione. Si tratta, infatti, di uno storico programma che si presenta come uno studio di registrazione virtuale tramite cui poter eseguire operazioni di editing MIDI e audio. È a pagamento ed è disponibile in tre varianti (con prezzi a partire da 99,99 euro), ma is può provare gratis per 60 giorni.

Programmi per scaricare musica Mac gratis

Se, invece, ciò che stai cercando sono dei programmi per scaricare musica Mac gratis, puoi decidere di affidarti a quelli adibiti allo scopo che trovi qui sotto. Fanne buon uso, mi raccomando!

Servizi di streaming musicale

Altri software per ordinare la musica

Sebbene la cosa possa sembrare apparentemente poco attinente, quando si parla di programmi per musica Mac utili per scaricare nuovi brani è praticamente d'obbligo fare riferimento anche ai servizi di streaming musicale. Questo tipo di soluzioni, infatti, permettono di eseguire il download delle canzoni in maniera tale da poterle riprodurre sul Mac e sugli altri dispositivi supportati senza usare Internet, in maniera completamente legale e in alta qualità.

Va però precisato che il download dei brani è possibile solo per coloro che decidono di sottoscrivere un abbonamento a pagamento, ma fortunatamente i prezzi sono alla portata di tutti e vengono proposti periodi di prova gratuita senza obbligo di rinnovo, motivo per cui ho scelto di parlartene.

Se sei quindi interessato, di seguito trovi segnalati i principali servizi di questo tipo. Dagli un'occhiata!

  • Apple Music — è il servizio di streaming musicale di Apple, come intuibile dal nome stesso. Ha un database molto ricco e variegato che viene aggiornato con costanza. Comprende altresì la Libreria musicale di iCloud che consente di caricare i brani sul cloud dell'azienda e sincronizzarli su tutti i propri dispositivi. Funziona via Web e su computer tramite iTunes (su Windows e macOS 10.14 Mojave o versioni precedenti), Musica per Windows 10/11 e l'applicazione Musica (preinstallata su macOS 10.15 Catalina e versioni successive). Su smartphone e tablet è integrato nell'app Musica per iOS/iPadOS ed è disponibile sotto forma di app per Android. È inoltre compatibile con Amazon Echo. Costa 10,99 euro/mese (oppure 109 euro/anno), ma i nuovi utenti possono provare il servizio gratis per 1 mese. Per maggiori dettagli, leggi il mio post su come funziona Apple Music.
  • Spotify — è stato uno tra i primi servizi per lo streaming musicale ad affacciarsi sul mercato italiano e allo stato attuale delle cose rappresenta ancora una tra le soluzioni più apprezzate. Su Mac si può usare da player Web oppure tramite il client specifico per macOS. Su altre piattaforme, lo stesso client è fruibile anche su Windows, poi ci sono le app per Android e iOS/iPadOS e per vari altri device tra cui le console PlayStation e gli Amazon Echo. Il piano base è gratuito con spot pubblicitari e con alcune limitazioni come l'impossibilità di scaricare i brani per l'ascolto offline. Per rimuovere gli annunci e avere libero accesso a tutte le funzioni del servizio bisogna sottoscrivere il piano a pagamento che in versione utente singolo standard costa 9,99 euro/mese (oppure 99 euro/anno), il quale può essere provato a costo zero per 1 o più mesi dai nuovi iscritti. Per approfondimenti, consulta la mia guida specifica su come funziona Spotify.
  • Amazon Music — si tratta del servizio per lo streaming musicale di casa Amazon. Propone un catalogo piuttosto ricco. Funziona dal client Web e per macOS. Lo stesso client si può usare altresì su Windows. Inoltre, c'è l'app per Android e iOS/iPadOS e ovviamente non manca il supporto per Amazon Echo. C'è una versione gratuita del servizio che permette di ascoltare brani in maniera casuale e intervallati da pubblicità. Per aggirare questi limiti e per eseguire il download dei contenuti, bisogna attivare un abbonamento ad Amazon Music Unlimited, con prezzi a partire da 9,99 euro/mese o 99 euro/anno per gli utenti Amazon Prime e possibilità di prova tutto gratis. Per maggiori dettagli, leggi il mio tutorial su come funziona Amazon Music Unlimited.
  • YouTube Music — come facilmente intuibile dal nome, è il servizio per lo streaming musicale di YouTube. Di base è gratuito, ma per l'ascolto in assenza di una connessione a Internet, per la rimozione della pubblicità e per sbloccare tutte le altre funzioni aggiuntive bisogna sottoscrivere l'abbonamento a pagamento, al costo di 9,99 euro/mese. I nuovi utenti possono però provare il servizio a costo zero per 30 giorni. Su Mac e sui computer in generale è accessibile da Web, poi c'è l'app per Android e iOS/iPadOS ed è fruibile anche da vari altri dispositivi, come lo smart speaker Google Home. Per saperne di più, leggi la mia guida dedicata specificamente a come funziona YouTube Music.

Altri programmi per scaricare musica Mac gratis

cubp con note musicali

Stai cercando altre soluzioni utili per effettuare il download di brani musicali a costo zero sul tuo Mac e vorresti qualche suggerimento al riguardo? Nessun problema! Trovi vari software adatti allo scopo proprio nell'elenco sottostante.

  • qBittorrent — si tratta di un client Torrent gratuito e open source che viene considerato come uno dei migliori programmi per scaricare musica Mac, in quanto consente di reperire gli album musicali che molti artisti, soprattutto quelli emergenti che cercano visibilità, distribuiscono su Internet tramite la rete BitTorrent. Per approfondimenti, leggi la mia guida specifica su come usare qBittorrent.
  • JDownloader — è un famoso download manager gratuito e di natura open source che è noto in quanto capace di “captare” file audio, video e immagini online e di effettuarne lo scaricamento. Supporta i più diffusi siti di hosting e di video sharing. Per approfondimenti, leggi il mio tutorial su come usare JDownloader.
  • aMule — è la versione di eMule, lo storico client P2P per Windows, destinata in maniera specifica ai sistemi operativi macOS e Linux. Interfaccia e funzionamento non differiscono dalla versione “originale” per i sistemi operativi di casa Microsoft. Se vuoi saperne di più, consulta la mia guida su come impostare eMule su Mac.

Attenzione: scaricare abusivamente della musica protetta da copyright può rappresentare un reato. Io ho scritto questo tutorial a scopo puramente illustrativo, non è assolutamente mia intenzione incentivare la pirateria e, pertanto, non mi assumo alcuna responsabilità circa l'uso che verrà fatto delle informazioni presenti in esso.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.