Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per pulire il PC

di

Con il passare del tempo, la quantità di file "spazzatura" presenti sul tuo computer è aumentata a dismisura e ora non hai più nemmeno lo spazio per installare un nuovo programma? Il tuo PC è diventato estremamente lento e, data la comparsa di numerosi errori, temi che possa essere vittima di qualche malware? Beh, allora non ci sono dubbi: hai bisogno di fare un po’ di sana manutenzione con dei programmi per pulire il PC.

Quali programmi? Dedicami qualche minuto del tuo tempo e te lo dirò. Qui di seguito, infatti, trovi indicati tutti quelli che, a mio modesto parare, rappresentano i migliori software adibiti alla pulizia del computer e grazie ai quali potrai finalmente liberare il sistema da tutti quei "fardelli" che vanno a rallentarne inesorabilmente l’utilizzo e a "ingolfare" il disco.

Di programmi per pulire il PC ce ne sono davvero per tutti i gusti, sia gratuiti che a pagamento, e ti sorprenderai nello scoprire che molti di essi sono inclusi già "di serie" nel sistema operativo che utilizzi. Difatti, sia per preservare la velocità del sistema che per evitare consumo di spazio inutile sul disco, è bene seguire la regola del less is more: di meno è di più, quindi meno programmi esterni si installano e meglio è. Ora però basta chiacchiere e passiamo all’azione.

Indice

Programmi per pulire il PC da file inutili

Programmi per pulire il PC

Cominciamo questa disamina dedicata ai programmi per pulire il PC da alcune soluzioni per liberare spazio sul disco. Come più volte sottolineato su questo blog, liberare spazio sul disco, contrariamente a quanto si potrebbe credere, non aumenta automaticamente la velocità del sistema; anzi, a dire il vero lo fa solo in circostanze particolari (es. quando il sistema ha poca RAM a disposizione e, dunque, è costretto a usare il disco per ospitare alcuni dati temporanei; quindi più spazio ha a disposizione e più riesce a mantenere il sistema reattivo, entro i limiti del possibile).

Detto questo, avere spazio libero sul disco permette ai programmi in uso di avere più cache (quindi di poter richiamare velocemente più dati di uso comune) e consente di lavorare senza particolari patemi d’animo, quindi al bando le ciance e vediamo come fare.

Solo una piccola precisazione prima di iniziare: come noterai, non ti proporrò software di ottimizzazione all-in-one, di quelli che permettono di velocizzare il PC con un clic. Il motivo è semplice: spesso fanno più danni che altro. Stesso discorso vale per i pulitori del registro e per i programmi per aggiornare i driver. Oggigiorno sono pressoché inutili e, ribadisco, finiscono spesso col fare danni anziché migliorare le performance del sistema: stanne alla larga, a meno che tu non sappia BENISSIMO dove stai andando a mettere le mani e cosa in realtà il programma sta andando a modificare/cancellare.

Impostazioni di archiviazione (Windows 10)

Impostazioni archiviazione

Se vai alla ricerca di programmi per pulire il PC gratis per Windows 10, non posso che consigliarti Impostazioni di archiviazione: l’utility predefinita di Windows 10 che permette di analizzare lo spazio occupato su tutte le unità del computer e analizzare/cancellare con facilità i file superflui, suddividendoli in categorie.

Per avvalertene, cerca Impostazioni di archiviazione nella barra di ricerca di Cortana (nella barra delle applicazioni) e clicca sul primo risultato restituito. Nella finestra che si apre, se necessario, sposta su Attivato la levetta che si trova in alto e dai un’occhiata ai grafici che trovi al centro: sotto il nome dell’unità principale (es. Disco locale (C:)) dovrebbe esserci una barra che ne indica spazio disponibile e usato e, in basso, la lista completa delle tipologie di dati ospitati su quest’ultima (es. App e funzionalità, File temporanei ecc.) e la quantità di spazio occupato da ciascuna di esse.

Per visualizzare tutte le categorie di dati, fai clic sulla voce Mostra altre categorie (in basso). In alternativa, se vuoi visualizzare i dati di altri dischi connessi al PC, clicca sulla voce Visualizza l’utilizzo dello spazio di archiviazione su altre unità.

Per passare alla cancellazione dei file superflui, non ti resta che cliccare sulla voce Configura Sensore memoria o eseguilo ora (in alto), spunta la casella Elimina i file temporanei non usati dalle app, scegli se cancellare anche i file presenti nel Cestino (scelta consigliata) e quelli presenti nella cartella dei Download (non consigliato, lì ti consiglio di fare una cernita manuale) mediante gli appositi menu a tendina e premi sul pulsante Pulisci ora, in fondo alla schermata, per avviare la pulizia del disco.

Impostazioni archiviazione

Successivamente, torna nella finestra principale di Impostazioni di archiviazione, vai su File temporanei, spunta tutte le caselle disponibili (o lasciane qualcuna disattivata, se sei sicuro che determinati file temporanei presenti sul PC ti servano ancora) e clicca sul pulsante Rimuovi file, per avviare anche la cancellazione di eventuali file temporanei residui sul PC.

Per quanto riguarda i programmi presenti sul PC, puoi liberarti facilmente di quelli che non usi più selezionando la voce App e funzionalità dalla schermata principale di Impostazioni di archiviazione, quindi cliccando sui loro nomi, premendo sul pulsante Disinstalla per due volte consecutive e seguendo le indicazioni a schermo (che variano da programma a programma).

Per maggiori dettagli, puoi leggere il mio tutorial su come disinstallare i programmi. Se invece hai dubbi sull’identità di un programma, puoi fare una ricerca su Google.

Pulizia Disco

Pulizia disco

Se utilizzi una versione di Windows precedente alla 10 (male! Dovresti aggiornare a Windows 10 per godere di massime prestazioni e sicurezza) o vuoi un "secondo parere" rispetto a Impostazioni di archiviazione, puoi provare Pulizia del disco: la storica utility per la cancellazione dei file temporanei presente in Windows.

Per avvalertene, cercala nel menu Start e seleziona il primo risultato restituito. Nella finestra che si apre, metti quindi il segno di spunta accanto alle voci relative ai dati che vuoi cancellare e clicca sul pulsante OK, per avviarne l’eliminazione.

Se vuoi cancellare anche alcuni file di sistema (es. i file degli aggiornamenti di Windows), clicca sul pulsante Pulizia file di sistema e seleziona le caselle relative ai dati che vuoi eliminare. Mi raccomando, cancella solo i file che sei sicuro non ti servano (es. cancellando i file degli aggiornamenti potresti essere costretto a riscaricare i dati di update non ancora installati sul PC).

WinDirStat

Come ripulire il PC

Un altro strumento che potrebbe tornarti utile è WinDirStat. Si tratta di un software di natura open source che consente di individuare i file più "pesanti" andando ad analizzare il disco del computer e mostrandone poi una rappresentazione grafica in modo che l’utente possa individuare facilmente quali sono gli elementi che occupano più spazio, ed eventualmente rimuoverli.

Il software è disponibile gratuitamente: per effettuarne il download, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul link presente nel riquadro collocato in cima alla pagina (Download WinDirStat [versione] from [nome sito]). Se necessario, nella pagina successiva, clicca sul nome dell’installer o sul pulsante di download.

A scaricamento completato, apri il file .exe appena ottenuto e clicca sul pulsante , dopodiché metti il segno di spunta sulla voce l accept the terms in the License Agreement e concludi il setup, cliccando prima su Next per due volte consecutive e poi su Install, Next e Close.

Ora, per usare il software, non ti resta che selezionare l’unità o la cartella da analizzare e cliccare sul pulsante OK. Attendi, dunque, la fine della scansione e ti ritroverai, nel giro di pochi secondi, con un elenco di cartelle con accanto indicata la quantità di spazio occupata su disco.

Le cartelle sono disposte in base allo spazio occupato: dalla più "pesante" alla più "leggera" con , in basso, un grafico che permette di identificare, in base a una legenda di colori, quali tipologie di dati occupano più spazio sul disco (o nella cartella selezionata).

Non ti resta, dunque, che analizzare il tutto e procedere eventualmente alla cancellazione dei file che ritieni superflui.

CCleaner

CCleaner

CCleaner può essere etichettato come software all-in-one per la pulizia del PC, ma è uno dei pochi che tende a non esagerare e a non fare troppi danni. Ciononostante, prima di rivolgerti a quest’ultimo, ti consiglio vivamente di provare le soluzioni che ti ho elencato in precedenza e a fare un bel backup del PC. Insomma: usalo solo nei casi che ritieni proprio disperati e se le soluzioni precedenti non hanno restituito risultati per te apprezzabili.

CCleaner permette di pulire il PC cancellando dal disco tutti i file temporanei, i residui della navigazione in Rete e pulendo il registro di sistema (funzione che, però, ti consiglio di non utilizzare, a meno che tu non sappia molto bene dove stai andando a mettere le mani). Il programma permette anche di configurare i programmi che vanno eseguiti all’avvio di Windows, trovare i file doppioni e altro ancora.

È disponibile sia in una versione gratuita (che basta e avanza per le tue esigenze) che in alcune a pagamento che includono alcune funzionalità extra per l’aggiornamento dei programmi e la cancellazione automatica dei file temporanei. Per effettuare il download, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul pulsante Scarica relativo alla versione Free.

Successivamente, apri il file .exe scaricato, clicca su , seleziona l’italiano dal menu a tendina per la scelta della lingua (in alto a destra) e premi su Installa. Dopodiché rifiuta l’installazione del browser di CCleaner e premi su Avvia CCleaner, per concludere il setup.

Una volta avviato CCleaner, chiudi la finestra di presentazione del programma, recati nella scheda Pulizia avanzata (di lato), spunta gli elementi che desideri cancellare dal disco (se non sai dove mettere le mani, lascia attiva le impostazioni predefinite) e premi su Analizza, per visualizzare la lista di file da cancellare, e poi su Avvia pulizia, per cancellarli.

Ti consiglio poi di andare in Opzioni > Pulizia intelligente e di disattivare le caselle Avvisami se ci sono file superflui da eliminare e Attiva Pulizia Intelligente per disattivare il controllo del sistema in tempo reale: consuma, secondo me inutilmente, risorse che potrebbero essere occupate per altro.

Altre funzioni, come la ricerca dei file doppioni e la gestione dei plugin dei browser, le trovi nella scheda Strumenti: per saperne di più, leggi la mia guida dedicata a CCleaner.

Programmi per pulire il PC da malware

Malware

Adesso passiamo ad altri programmi per pulire il PC gratis, altrettanto importanti (anzi forse anche più) di quelli menzionati in precedenza: mi riferisco a quelli che consentono di debellare i malware eventualmente presenti sul computer. Fanne buon uso.

Windows Defender

Windows Defender

Ancora una volta, una delle migliori soluzioni alle quali puoi rivolgerti è quella che trovi integrata nel sistema operativo. Se utilizzi Windows 10, puoi infatti contare su Windows Defender: un ottimo antivirus, leggero ed efficace, che riesce a individuare e debellare tutte le principali minacce informatiche tra virus e malware. Essendo integrato nel sistema, non rallenta il PC e nei test comparativi ottiene sempre ottimi risultati.

Per assicurarti che sia attivo, cerca Sicurezza di Windows nella barra di ricerca presente sulla barra delle applicazioni e scegli il primo risultato restituito. Dopodiché, se vedi un messaggio che ti chiede di attivare la Protezione da virus e minacce, accetta.

Fatto questo, per avviare un’analisi completa del sistema, clicca sulla voce Protezione da virus e minacce appena menzionata e vai prima su Opzioni di analisi e poi su Analisi completa; infine clicca su Avvia analisi e attendi l’esito dell’operazione (accettando dei rimuovere eventuali minacce rilevate).

Se utilizzi una versione di Windows precedente alla 10 (male, già te l’ho detto! Dovresti aggiornare a Windows 10 per godere di massime prestazioni e sicurezza) puoi affidarti ad antivirus leggeri ed efficaci prodotti da terze parti, come Bitdefender Free: te ne ho parlato dettagliatamente in un mio tutorial dedicato.

Malwarebytes Anti-Malware

Malwarebytes

Oltre all’antivirus, ti consiglio di avere sul PC anche un buon antimalware, da usare come "secondo parere" per individuare eventuali minacce tralasciate da quest’ultimo. Per essere più preciso, ti consiglio di usare un antimalware che non preveda un modulo di scansione in tempo reale, in modo da non occupare inutilmente risorse di sistema ed evitare di "pestare i piedi" all’antivirus (che invece deve essere sempre attivo e aggiornato).

Uno dei migliori antimalware gratuiti disponibili attualmente su piazza è Malwarebytes Anti-Malware che è disponibile sia in versione gratuita, senza protezione in tempo reale che in versione Premium (da 39,99 euro/anno) con protezione in tempo reale. Per ottenere la versione free (più che sufficiente per i tuoi scopi), collegati al sito ufficiale del programma e clicca prima sul pulsante Download gratuito e poi su Accept e Scarica subito.

A download completato, avvia il file .exe ottenuto e clicca su , Computer personale e Installa, per concludere il setup. Dopodiché avvia il programma ed esegui una scansione del sistema, cliccando sul pulsante Scansione.

Per disattivare la protezione in tempo reale (attiva come trial per i primi giorni di utilizzo anche nella versione gratuita del programma), disattiva le caselle che trovi nella finestra principale e rispondi agli avvisi che compaiono sullo schermo. Per approfondimenti, ti rimando al mio tutorial dedicato a Malwarebytes.

Programmi per pulire il Mac

Mac

Utilizzi un Mac? Beh, come ti sarai reso conto da solo, anche il tuo computer, a dispetto di quanto fa credere il marketing, ha bisogno di manutenzione per funzionare al meglio.

Poiché in questo tutorial mi sono dedicato ai PC Windows, ti invito dunque a leggere la mia guida tematica su come pulire il Mac in cui, invece, mi sono concentrato su macOS e tutti gli strumenti (anche in questo caso perlopiù integrati) che è possibile sfruttare a tal scopo: usali e la tua esperienza di lavoro e svago quotidiana ne trarrà sicuramente giovamento!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.