Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Black Friday 2017
Scopri le migliori offerte della settimana dell'Amazon Black Friday 2017. Vedi le offerte Amazon

App per cambiare sfondo alle foto

di

Stai pensando di “svecchiare” un po’ i tuoi profili social, magari impostando come immagine del profilo una foto originale il cui sfondo è stato modificato a tuo piacimento? Ti piacerebbe eliminare elementi di “distrazione” presenti sullo sfondo dei tuoi scatti? Se hai risposto in modo affermativo ad almeno una di queste domande, hai proprio bisogno di qualche app per cambiare sfondo alle foto. Sì, hai letto bene: app! Se, infatti, fino a qualche tempo fa bisognava per forza ricorrere all’utilizzo del computer per portare a termine determinati lavori di photo editing, adesso, con l’avvento degli smartphone e dei tablet, la “musica” è cambiata. Certo, per effettuare lavori di editing fotografico di una certa qualità, bisogna ancora affidarsi a soluzioni professionali, una su tutte Adobe Photoshop; ma per cambiare lo sfondo di uno scatto bastano e avanzano le app per dispositivi portatili. Anzi, in alcuni casi sono anche più comode di quelle per PC!

Quanto costano le app per il photo editing? Beh, quasi tutte le soluzioni che sto per proporti sono gratuite al 100% e, grazie alla loro interfaccia “pulita” e intuitiva, possono essere facilmente utilizzate anche da chi, come te, non si ritiene un esperto di tecnologia. Naturalmente, non mi limiterò a elencarti le applicazioni per modificare lo sfondo dei tuoi scatti, ma ti spiegherò anche in dettaglio il loro funzionamento: in questo modo non avrai alcun problema a portare a termine la tua “impresa” odierna.

Come dici? Non vedi l’ora di provare questo genere di applicazioni sul tuo smartphone o sul tuo tablet? Allora non perdiamoci in ulteriori chiacchiere e addentriamoci subito nel clou di questo articolo! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo che ti serve per provare le app che “incontrerai” nel corso dei prossimi minuti e, al termine della lettura, decidi quali sono le soluzioni che fanno al caso tuo. Ti auguro buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Adobe Photoshop Mix (Android/iOS)

Una delle prime app per cambiare sfondo alle foto che ti consiglio di provare è Adobe Photoshop Mix, una soluzione gratuita sviluppata da Adobe, la famosa azienda statunitense che nel corso degli ultimi anni ha realizzato programmi di photo editing utilizzati da professionisti di tutto il mondo, uno su tutti Photoshop. Ti anticipo già che, grazie a Photoshop Mix, potrai lavorare su più livelli, scontornare le foto e modificarne il loro sfondo in pochi tap. Se sei curioso di scoprire come funziona quest’applicazione (che è una sorta di “versione mobile” e “depotenziata” di Adobe Photoshop per PC), scaricala sul tuo dispositivo Android o iOS e utilizzala seguendo le istruzioni che trovi riportate qui sotto.

Dopo aver scaricato Adobe Photoshop Mix sul tuo smartphone o sul tuo tablet, avvia quest’ultimo pigiando sul pulsante Apri oppure facendo tap sulla sua icona collocata nella home screen del tuo device e premi sul pulsante Iscriviti gratis per creare il tuo account Adobe. In alternativa, se preferisci, autenticati tramite il tuo account Facebook o il tuo account Google pigiando sui pulsanti Accedi con Facebook o Accedi con Google.

A login effettuato, premi sul simbolo (+) situato in basso a destra e, nel menu che compare, fai tap sull’opzione Dispositivo per scegliere una foto salvata sul tuo device, oppure pigia sull’opzione Fotocamera per scattare una nuova foto e modificarla subito dopo. In questa fase, ti consiglio di scegliere la foto che farà da sfondo al tuo scatto e non l’immagine al quale vuoi modificare lo sfondo.

Una volta che avrai scelto l’immagine che farà da sfondo alla foto che desideri modificare, pigia sul simbolo (+) per aggiungere un nuovo livello e scegli, finalmente, lo scatto al quale vuoi cambiare lo sfondo. Adesso fai tap sulla voce Sagoma e inizia a “scontornare” la seconda foto evidenziando a mano la parte dell’immagine che vuoi sovrapporre alla foto di sfondo che hai scelto poc’anzi. Mi raccomando, in questa fase cerca di essere il più preciso possibile perché il risultato finale sarà direttamente proporzionale alla precisione che impiegherai nell’eseguire questo passaggio.

Quando avrai finito di eliminare lo sfondo presente nella seconda immagine che hai scelto, premi sul segno di spunta per salvare le modifiche che hai apportato all’immagine e posizionala dove preferisci all’interno della prima immagine scelta (per intenderci, quella che fa da sfondo).

Quando sarai finalmente soddisfatto del tuo lavoro, salva le modifiche apportate all’immagine premendo sul simbolo Condividi (se usi l’app nella versione per dispositivi Android) o sul simbolo della freccia (se usi l’app nella versione per dispositivi iOS) e pigia sull’opzione Salva in galleria per salvare sul tuo device la foto che hai appena ritoccato.

AfterFocus (Android/iOS)

Vuoi eliminare alcuni elementi di “distrazione” presenti in una tua foto sfocandone lo sfondo? Beh, in questo caso ti suggerisco di provare AfterFocus, una fantastica applicazione che permette di emulare l’effetto bokeh che viene prodotto da alcune macchine fotografiche e da alcuni smartphone di recente generazione già al momento dello scatto. After Focus può essere scaricata gratuitamente su Android, mentre su iOS questa app può essere acquistata per 1,09 euro.

Dopo aver portato a termine il download di AfterFocus sul tuo device, avvia la app e, nella sua schermata iniziale, pigia sul pulsante Camera se vuoi scattare una foto in tempo reale e modificarla subito dopo o, in alternativa, premi sul pulsante Album per modificare lo sfondo di una foto già presente sul tuo dispositivo.

Non appena avrai scelto l’immagine che vuoi modificare (o dopo averne scattata una), l’app ti chiederà se vuoi utilizzare lo strumento di sfocatura automatica o quello manuale: ti consiglio di optare per la seconda soluzione premendo sul bottone Manual perché lo strumento di sfocatura automatica non è molto preciso. Adesso non devi fare altro che evidenziare in rosso l’area che non vuoi sfocare cercando di essere il più accurato possibile. Mi raccomando, cerca di avere la mano ferma perché più sarai preciso, più il risultato finale sarà soddisfacente.

Quando avrai finito di evidenziare in rosso l’area della foto che non vuoi sfocare, pigia sulla voce Next (in alto a destra) e, come per “magia”, la sfondo della tua foto verrà sfocato. Se sei soddisfatto del risultato finale, salva le modifiche apportate all’immagine pigiando sulla voce Save (in alto a destra) e fai tap sull’opzione Yes nel riquadro che compare a schermo per salvare l’immagine modificata sul tuo dispositivo.

Prisma (Android/iOS)

Se stai cercando un’app per cambiare sfondo alle foto perché vuoi rendere i tuoi scatti più divertenti e originali, Prisma potrebbe essere la soluzione più adatta a te. Questa app, gratuita al 100% e disponibile sia per Android che iOS, permette di modificare le foto applicando alcuni filtri molto divertenti che trasformano i propri scatti in vere e proprie opere d’arte. L’unico “limite” di Prisma, se possiamo definirlo così, riguarda il fatto che i filtri non possono essere scaricati e utilizzati offline e quindi, per funzionare correttamente, l’app necessita di una buona connessione a Internet.

Dopo aver scaricato Prisma sul tuo device, avvia la app e pigia sull’icona della galleria (in basso a sinistra) per modificare una foto già salvata sul dispositivo o, in alternativa, scattane una nuova pigiando sul simbolo della fotocamera situato al centro dello schermo.

A questo punto, scorri il menu situato in basso, scegli uno dei tanti filtri messi a disposizione da Prisma e attendi qualche secondo affinché questi venga applicato alla tua immagine. Dopodiché pigia sul simbolo dell’omino per applicare il filtro esclusivamente allo sfondo della tua foto e regolane l’intensità spostando il dito verso destra o verso sinistra.

Non appena sei soddisfatto del risultato finale, pigia sul bottone azzurro Condividi e, nella schermata che compare, fai tap sulla voce Save per salvare l’immagine sul tuo dispositivo.

SnapSeed (Android/iOS)

Vuoi modificare la luminosità e il contrasto dello sfondo di una tua foto? Beh, in questo caso potresti provare SnapSeed, un’applicazione gratuita sviluppata da Google che è ricca di strumenti e funzionalità interessanti. Il funzionamento di SnapSeed è molto semplice: basta scegliere la foto che si vuole modificare, selezionare uno dei tanti strumenti inclusi nell’app e utilizzarlo nel modo corretto per modificare la foto eliminandone gli eventuali difetti.

Dopo aver scaricato SnapSeed sul tuo dispositivo Android o iOS, avvia la app e, una volta giunto sulla sua schermata iniziale, tocca un punto qualsiasi della display per aprire una foto. Per cambiare lo sfondo dell’immagine che hai appena scelto, fai tap sulla voce Strumenti (in basso) e, nel riquadro che visualizzi a schermo, seleziona lo strumento Modifica selettiva, grazie al quale potrai cambiare la luminosità e il contrasto della tua foto. Dopodiché inserisci i segnaposto nei punti dell’immagine che vuoi modificare (nel tuo caso specifico lo sfondo) e pigia di volta in volta sul simbolo (+) situato in basso per aggiungerne uno nuovo.

Per modificare la luminosità o il contrasto dello sfondo della tua foto, pigia su un segnaposto (quelli contrassegnati dalla lettera L modificano la luminosità, quelli contrassegnati dalla lettera C modificano il contrasto) e scorri il dito verso destra o verso sinistra per modificare il parametro selezionato. Non appena sei soddisfatto del risultato ottenuto, pigia sul segno di spunta situato in basso a destra per salvare le modifiche apportate e salva la foto sul tuo dispositivo facendo tap sulle voci Esporta > Salva.

Altre app per cambiare sfondo alle foto

Le applicazioni per cambiare sfondo alle foto di cui ti ho parlato nei paragrafi precedenti sono, secondo il mio modesto parere, le migliori che tu possa installare sul tuo device. Tuttavia ci sono tante altre app che faresti bene a prendere in considerazione e che trovi elencate proprio qui sotto.

  • Pixlr (Android /iOS) — questa app gratuita offre tutt’una serie di strumenti di photo editing grazie ai quali è possibile modificare tutti i principali parametri dei propri scatti: luminosità, contrasto, temperatura, esposizione e via discorrendo. Grazie allo strumento del pennello, inoltre, è possibile colorare manualmente lo sfondo dei propri scatti e creare degli effetti molto divertenti. Oltre a ciò, Pixlr permette di censurare eventuali soggetti presenti sullo sfondo (es. bambini o i passanti) attraverso l’utilizzo dell’effetto pixellato incluso in questa app. Molto utile, non trovi?
  • Sfondo Sfuocato (Android) — come si può facilmente intuire dal nome di questa app, Sfondo Sfuocato permette di applicare l’effetto bokeh ai propri scatti. A differenza di quanto avviene con AfterFocus (di cui ti ho ampiamente parlato qualche riga più su), Sfondo Sfuocato permette di far ciò nel momento stesso in cui viene scattata una foto e non nella faste di post-produzione.
  • Pixelmator (iOS/macOS)  — quest’app consente di cambiare lo sfondo alle proprie foto tramite alcuni strumenti che permettono di colorarlo, sfocarlo e modificarne i principali parametri (luminosità, contrasto, esposizione, etc.). Pixelmator è disponibile in due versioni: quella per dispositivi iOS costa 5,49 euro e sfrutta magistralmente le gesture multitouch che è possibile eseguire sui dispositivi mobili di Apple, mentre quella per macOS costa 32,99 euro e offre alcune funzionalità di editing avanzate che non sono incluse nella versione mobile dell’app.
  • PhotoLayers (Android) – si tratta di un’applicazione gratuita che permette di “scontornare” facilmente il soggetto di una foto e inserirlo in un nuovo sfondo. Ti ho spiegato in dettaglio come utilizzarla nel mio tutorial su come rendere trasparente lo sfondo di un’immagine.
  • Superimpose Studio (iOS) – è un’applicazione gratuita per iOS che, proprio come PhotoLayers per Android, permette di estrapolare un soggetto da una foto e incollarlo su un nuovo sfondo. Ti ho spiegato in dettaglio come funziona nella mia guida su come rendere trasparente lo sfondo di un’immagine.
  • Adobe Photoshop (Windows/macOS) — questo programma non ha bisogno di molte presentazioni. Photoshop è il programma di photo editing più utilizzato del pianeta e, come puoi ben immaginare, include strumenti e funzionalità che permettono di modificare ogni qualsivoglia sezione della propria foto, sfondo incluso. Se lo desideri, puoi provare Photoshop in modo gratuito per un periodo di prova di 30 giorni e, al termine della trial, puoi decidere se procedere o meno alla sottoscrizione dell’abbonamento Adobe Creative Cloud che parte da 12,19 euro/mese. Se decidi di utilizzare Photoshop, ma non hai molta dimestichezza con questo programma, non esitare a leggere la guida in cui ti spiego per sommi capi come funziona Photoshop.