Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come aggiungere widget

di

Guardando lo smartphone del tuo amico, ti sei accorto che sulla home screen del dispositivo sono presenti dei “riquadri” e delle icone “particolari”, tramite i quali è possibile visualizzare rapidamente informazioni di vario genere (meteo, news, Giga residui, andamento della borsa ecc.) e accedere “al volo” a specifiche funzioni delle app. Incuriosito dalla cosa, ti sei precipitato sul Web alla ricerca di maggiori dettagli al riguardo e hai scoperto che si tratta dei widget. Adesso, però, ti piacerebbe aggiungerli anche sulla schermata home del tuo cellulare, ma non sai come fare.

Come dici? Le cose stanno esattamente in questo modo e vorresti allora sapere se posso darti una mano a raggiungere il tuo scopo? Ma certo che sì, non temere! Se mi dedichi qualche minuto del tuo prezioso tempo, infatti, posso illustrarti, in modo semplice ma non per questo poco particolareggiato, come aggiungere widget sia su Android e su iOS/iPadOS. Posso assicurarti che, contrariamente a quel che tu possa pensare, si tratta di un’operazione incredibilmente semplice.

Allora? Che ci fai ancora lì impalato? Posizionati bello comodo, prendi il tuo dispositivo e comincia subito a mettere in pratica le indicazioni che trovi qui di seguito. Sono sicuro che, alla fine, potrai dirti ben contento e soddisfatto, sia di quanto appreso che di essere riuscito nel tuo intento. Scommettiamo?

Indice

Informazioni preliminari

Widget iPhone

Prima di entrare nel vivo del tutorial, andandoti a spiegare come aggiungere widget sul tuo dispositivo, mi sembra doveroso fornirti alcune informazioni preliminari al riguardo. In primo luogo, cerchiamo di capire cosa sono, esattamente, questi widget.

Disponibili sia su Android che su iOS/iPadOS (ma anche in ambito PC, volendo), si tratta di piccole applicazioni “fluttuanti”, solitamente legate ad applicazioni installate sul dispositivo, che si possono inserire nella home screen e che permettono di visualizzare alcune informazioni (es. il meteo, l’andamento della borsa, i Giga residui della propria offerta) in maniera veloce e dinamica, senza dover aprire le app a cui fanno riferimento (o qualsiasi altra app presente sul device).

Oltre a questo, i widget possono essere usati anche per accedere a pratiche funzionalità, ad esempio per attivare o disattivare una specifica funzione. Alcuni widget, poi, possono essere sfruttati anche a mero scopo decorativo, come quelli che permettono di tenere in bella vista determinate foto presenti in Galleria.

Insomma, di widget ne esistono tantissimi tipi: ci sono quelli per tenere d’occhio il meteo, le note, i promemoria, la riproduzione dei file multimediali ecc. Alcuni sono “di serie”, quindi sono preinstallati sul sistema operativo impiegato, ma ce ne sono molti altri che si possono scaricare esternamente, ad esempio dal Play Store di Android o dall’App Store di iOS/iPadOS.

Tutto chiaro fin qui? Allora direi di mettere al bando le ciance e passare al sodo. Ecco come aggiungere dei widget su tutti i tuoi device.

Come aggiungere widget Android

Widget home screen Android

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, direi che possiamo finalmente entrare nel vivo del tutorial. Tanto per cominciare, dunque, andiamo a scoprire come aggiungere widget Android.

Tieni presente che, purtroppo, non potrò essere estremamente preciso nel fornirti le indicazioni, in quanto le voci e le opzioni disponibili possono differire a seconda della versione di Android in uso e della marca e del modello di smartphone. Ad ogni modo, non dovresti avere particolare difficoltà nel seguire le mie indicazioni anche sul tuo device.

Premesso ciò, la prima cosa che devi fare per aggiungere widget sul tuo dispositivo Android è quella di prendere quest’ultimo, di sbloccarlo e di accedere alla schermata home. A questo punto, premi con il dito in qualsiasi punto “vuoto” dello schermo e continua a tenere premuto sino a quando non viene abilitata la modalità per la modifica della home screen (se non succede nulla, prova a fare un pizzico sullo schermo, chiudendo due dita dall’esterno all’interno).

Successivamente, fai tap sul pulsante Widget comparso in basso, scorri quindi la lista di widget che ti viene proposta e quando trovi quello di tuo interesse (se non riesci a individuarlo, puoi aiutarti con la barra di ricerca situata in alto) selezionalo, facendoci tap sopra.

In seguito, individua il formato che preferisci tra quelli disponibili, premici sopra e continua a tenere premuto per trascinare il widget in home screen e posizionarlo nel punto desiderato, dopodiché rilascia pure la “presa”.

Se necessario, poi, avvaliti degli appositi cursori presenti sul widget stesso per ridimensionarlo e fai nuovamente tap in un punto “vuoto” della home screen per salvare le modifiche. Ripeti l’operazione appena descritta per inserire tutti i widget che desideri aggiungere alla schermata home ed è fatta.

Per apportare eventuali personalizzazioni ai widget aggiunti alla home screen, non devi far altro che aprire l’applicazione di tuo interesse e accedere alla sezione della stessa relativa alla modifica delle impostazioni del widget. Sappi però che non tutti i widget sono personalizzabili.

Qualora dovessi avere dei ripensamenti e volessi eliminare un widget dalla home screen, potrai riuscirci semplicemente effettuando un tap prolungato sul elemento sul quale andare ad agire e trascinandolo in prossimità della “x” o del simbolo della pattumiera nella parte in alto dello schermo oppure selezionando la voce Rimuovi da Home presente nel menu che compare.

Se ti servono consigli sui migliori widget per Android, dai pure un’occhiata al tutorial che ho dedicato all’argomento.

Come aggiungere widget iPhone

Widget home screen iOS

Vediamo, adesso, come aggiungere widget iPhone. Più nello specifico, mi soffermerò sulla procedura per aggiungere widget iOS 14 (e versioni successive), versione del sistema operativo Apple che ha introdotto la possibilità di aggiungere i widget in Home screen, laddove prima erano relegati a una schermata apposita.

Per procedere, premi dunque con il dito in un qualsiasi punto “vuoto” dello schermo e rilascia la presa quando le icone cominciano a “saltellare”, dopodiché fai tap sul pulsante (+) collocato in alto a sinistra e accederai così all’elenco dei widget disponibili.

Individua, poi, il widget di tuo interesse tra quelli disponibili (se non riesci a trovarlo, puoi aiutarti tramite il campo di ricerca presente in alto), facci tap sopra, scegli il formato che preferisci e premi sul pulsante Aggiungi widget situato in basso. Ripeti questi passaggi per ciascun widget che vuoi aggiungere.

In seguito, posiziona il widget appena aggiunto in home screen nel punto che preferisci, facendoci tap sopra e, continuando a tenere premuto, trascinandolo, dopodiché fai tap sulla voce Fine in alto a destra e il gioco è fatto.

Se lo ritieni necessario e se il widget da te scelto supporta le modifiche, dopo averlo inserito in home screen puoi anche personalizzarlo. Per riuscirci, premi in maniera decisa sul widget per qualche secondo, seleziona la voce Modifica widget dal menu che compare e intervieni sulle opzioni disponibili nella schermata proposta successivamente.

Se vuoi, puoi anche creare delle raccolte di widget, a patto che siano tutti dello stesso formato. Per farlo, aggiungi alla home screen i widget di tuo interesse, procedendo così come ti ho appena spiegato, e trascinali l’uno sull’altro. A modifiche completate, fai tap sulla voce Fine in alto a destra.

Se poi vuoi modificare l’ordine dei widget inclusi nella raccolta oppure vuoi attivare o disattivare la rotazione smart, puoi riuscirci premendoci sopra in maniera prolungata, selezionando la voce Modifica raccolta dal menu e intervenendo tramite la schermata successiva.

In caso di ripensamenti, potrai rimuovere in qualsiasi momento un widget o una raccolta di widget, semplicemente attivando nuovamente la modalità per modificare la home screen, come ti ho spiegato a inizio passo, facendo tap sul pulsante (-) nell’angolo in alto a sinistra del widget e confermando le tue intenzioni, selezionando la voce Rimuovi nel riquadro che vedi comparire sul display.

Su iPadOS, i widget non si possono inserire liberamente in home screen ma hanno una sezione dedicata in quest’ultima, nella parte sinistra della prima pagina. Per attivarli, recati in quest’ultima, fai un tap lungo in un punto vuoto dello schermo, attiva la levetta Tieni sulla schermata Home e poi procedi come spiegato poc’anzi su iPhone.

Se stai usando una versione precedente di iOS/iPadOS o comunque se non vuoi aggiungere i widget nella schermata home ma alla vista Oggi, fa’ così: accedi a quest’ultima effettuando uno swipe da sinistra verso destra sulla pagina iniziale della home screen, scorri verso il basso la schermata visualizzata e premi sul pulsante Modifica, quindi su quello (+) che si trova in alto a sinistra e procedi analogamente a come ti ho indicato poc’anzi per i widget della home screen, anche per quando riguarda la personalizzazione e l’eliminazione.

Esistono anche dei widget progettati specificamente per la vista Oggi. Per aggiungerli, premi sul pulsante Personalizza che trovi in fondo alla schermata in questione dopo aver attivato la modalità per procedere con le modifiche, premi poi sul pulsante (+) accanto ai widget che vuoi aggiungere, spostali nell’ordine che preferisci premendo sul pulsante con le linee in orizzontale situato alla destra di ognuno e salva i cambiamenti sfiorando il pulsante Fine in alto.

Se ci ripensi, puoi rimuovere i widget pensati per la vista Oggi accedendo nuovamente alla sezione per la modifica della stessa, premendo sul pulsante circolare rosso presente accanto al widget che vuoi eliminare e sul bottone Rimuovi che compare alla destra dello stesso.

Come aggiungere widget su PC

macOS

Come accennato in apertura del post, è possibile aggiungere dei widget anche su PC. Windows includeva questi elementi “di serie” ai tempi di Vista, poi la funzione è stata rimossa. Se vuoi ripristinarla, devi affidarti a dei programmi di terze parti, ad esempio quelli di cui ti ho parlato nei mie tutorial su come mettere l’orologio o i post-it sul desktop.

Su macOS 11 Big Sur, invece, è possibile trovare i widget nel centro notifiche, accessibile con uno swipe del trackpad dal margine destro verso l’interno, oppure con un clic sull’orario (nella barra dei menu, in alto). Per personalizzare i widget di macOS basta premere sul pulsante Scegli widget, in fondo al centro notifiche.

Come aggiungere widget personalizzati

Widgetsmith

Nessuno dei widget predefiniti o di quelli che hai installato di tua spontanea volontà ti ha convinto in maniera particolare? Allora perché non prendi in considerazione l’idea di aggiungere widget personalizzati? Puoi riuscirci usando delle applicazioni adibite allo scopo, come quelle che trovi segnalate nell’elenco qui sotto.

  • KWGT Kustom Widget Maker (Android) — app gratuita per Android che permette di aggiungere widget personalizzati di vario genere nella home screen, andando a modificarne praticamente ogni aspetto, dalla dimensione ai contenuti.
  • Widgetsmith (iOS/iPadOS) — app per iPhone (e iPad) che permette di creare widget altamente personalizzabili con meteo, calendario, foto e molto altro. È gratis, ma propone acquisti in-app (al costo base di 1,99 euro/mese) per sbloccare tutte le funzioni disponibili.
  • Widgeridoo (iOS/iPadOS) — altra app per creare e personalizzare i widget da inserire in iOS (e iPadOS). È gratis, ma per sbloccare tutti i temi disponibili e altre funzioni extra occorre effettuare acquisti in-app (al costo di 4,49 euro).

Per approfondimenti in merito alle app summenzionate e per maggiori dettagli riguardo la pratica descritta in questo passo, ti invito a fare riferimento al mio tutorial su come creare widget.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.