Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come aumentare il volume del telefono

di

Hai acquistato un nuovo smartphone, sei rimasto soddisfatto da tutte le sue funzionalità ma hai notato, purtroppo, che il volume d’uscita è un po’ troppo basso e non soddisfacente come desideravi, soprattutto quando ascolti la musica. Non preoccuparti, non devi tornare in negozio a restituirlo: con qualche piccolo accorgimento e la complicità di qualche app, puoi far sì che l’audio del tuo telefono arrivi a un volume più che apprezzabile.

Come dici? Muori dalla voglia di sapere come fare? Questa è la guida giusta che fa per te: nelle righe di seguito, infatti, ti spiegherò come aumentare il volume del telefono usando le impostazioni del sistema operativo, qualche comoda app o addirittura dei piccoli dispositivi esterni che, con una spesa piuttosto esigua, ti permetteranno di ottenere risultati estremamente positivi.

Non preoccuparti, non c’è bisogno di essere geni o super esperti della tecnologia per riuscire a ottenere un volume accettabile: prenditi qualche minuto per te, siediti comodo, segui attentamente e scrupolosamente i miei consigli e vedrai che, senza neanche accorgertene, sentirai l’audio del tuo telefono suonare a voce più alta che mai! Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Impostazioni del volume

Immagino che possa sembrarti piuttosto strano, ma i produttori non impostano quasi mai al massimo il volume dei telefoni prodotti, né si occupano di agire sulle impostazioni relative all’equalizzazione per ottenere un suono più alto (e spesso più pulito). Ciò non significa che tu non possa farlo. Anzi, puoi modificare le impostazioni del volume su Android e iOS in maniera semplicissima, e ora ti spiegherò come fare.

Nota: su Android potresti trovare menu o voci leggermente differenti, tutto dipende dalla versione del sistema operativo e dal device in tuo possesso, ma in linea di massima, le operazioni da compiere sono quasi sempre uguali. Userò come riferimenti sia un Motorola Moto G3 con interfaccia Android stock (non personalizzata dal produttore), che uno Xiaomi RedMi 3 con sistema operativo MIUI 9, sempre basato su Android.

Android

Come aumentare il volume del telefono

È giunto il momento di metterti al lavoro e verificare le impostazioni del volume sul tuo telefono Android. Fai quindi tap sull’icona Impostazioni (l’ingranaggio che si trova in home screen o nella schermata con la lista di tutte le app installate sul dispositivo), poi sulla voce Audio e Notifiche e agisci spostando gli indicatori in corrispondenza delle voci Volume Contenuti MultimedialiVolume SvegliaVolume Suoneria, aiutandoti con l’audio che il telefono riprodurrà ogni volta (finché non otterrai il volume che desideri).

Per quanto riguarda i dispositivi Xiaomi, pigia sull’icona Impostazioni, poi fai tap sulla voce Suoni & Vibrazione e, ancora una volta, agisci sugli indicatori Volume SuoneriaVolume SvegliaVolume contenuti multimediali fino a ottenere il risultato che ti è più congeniale.

Per aumentare il volume del telefono mentre usi le cuffie o gli auricolari, invece, devi accedere all’equalizzatore integrato della ROM MIUI: sfiora l’icona Impostazioni, fai tap sulla voce …Impostazioni Aggiuntive, poi sulla voce Cuffie & Effetti Audio, e sposta su Attivo l’interruttore in corrispondenza di Ottimizzazione Mi Sound. Seleziona il tipo di auricolari o cuffie in uso, usando con le icone in basso, poi pigia sulla voce Equalizzatore e, usando il menu a tendina in alto, scegli l’equalizzazione più adatta al tipo di musica o di suoni che stai ascoltando.

In alternativa, puoi avvalerti degli indicatori a scorrimento relativi ai vari canali, in basso, e spostarli su e giù fino a ottenere il livello di volume che desideri: per aumentare il volume usando questi indicatori, spostali tutti verso l’alto impostandoli allo stesso livello e, se l’audio dovesse risultare troppo distorto, abbassali piano piano finché la distorsione non sparisce.

iPhone

Come dici? Disponi di un iPhone? Perfetto, il controllo dei volumi di iOS è davvero super dettagliato, e ti permette in pochissimi tap di aumentare il volume del tuo dispositivo- Per agire sul volume della suoneria, sfiora l’icona Impostazioni (l’ingranaggio collocato in home screen), poi fai tap sulla voce Suoni, sposta la barra Suoneria e avvisi verso destra o sinistra, finché non ottieni il volume desiderato, e sposta su Attivato l’interruttore Modifica con tasti se vuoi modificare al volo la suoneria usando i tasti laterali del tuo iPhone.

Per agire invece sul volume della musica o dei contenuti multimediali che riproduci tramite l’app Musica, fai tap sull’icona Impostazioni, poi sulla voce Musica, sfiora la voce EQ e scegli l’equalizzazione più consona al tipo di musica o di contenuti che andrai a riprodurre. Per attivare la normalizzazione, cioè la possibilità di riprodurre tutti i brani o i contenuti allo stesso volume (a prescindere da qualità del contenuto e sorgente di riproduzione), puoi spostare su ON l’interruttore Verifica Volumi.

Hai visto? Non è stato affatto difficile! Se il risultato però non ti soddisfa ancora, e desideri qualcosa di ancor più incisivo ed efficace, ti consiglio di continuare la lettura della guida e studiare attentamente le soluzioni che ti proporrò tra breve.

App per aumentare il volume del telefono

Le impostazioni già incluse nel tuo telefono non ti soddisfano, quindi sei alla ricerca di qualcosa che ti permetta di aumentare ulteriormente il volume del telefono? Leggi attentamente i consigli che sto per darti: di seguito, ti illustrerò una serie di app per l’equalizzazione da sfruttare su Android, oltre a un’esauriente lista di riproduttori multimediali, sia per i telefoni Android che per gli iPhone, che dispongono di controlli aggiuntivi per la riproduzione della musica.

Per chiarirti subito le idee, le impostazioni di equalizzazione agiscono sulla frequenza delle bande dei canali audio, che partono da un minimo di cinque (variano a seconda del tipo di dispositivo), e che per impostazione predefinita sono impostate sul valore intermedio (o dB). Spostando i valori delle bande verso l’alto (+dB) tramite i cursori preposti, è possibile aumentare il volume del dispositivo ben oltre quanto permesso dalle “classiche” impostazioni del sistema.

Devi però fare attenzione, perché in questo modo si potrebbe ottenere audio distorto, dato che la frequenza delle bande potrebbe diventare superiore a quanto lo speaker può supportare, ma, se dovesse succedere, basterà spostare verso il basso (-dB) la frequenza delle bande, finché la distorsione non sparirà.

Android

La tua versione di Android non dispone di equalizzatore integrato (ad es. la MIUI di cui ti ho parlato prima)? Non disperare, perché esistono diverse app per l’equalizzazione che puoi sfruttare per alzare il volume del tuo dispositivo o, perché no, migliorare la qualità del suono.

Equalizer

La prima di cui voglio parlarti è Equalizer, un’app che puoi scaricare gratuitamente da Google Play e che ti permette, in pochissimi tap, di modificare i volumi del tuo telefono e migliorare la qualità dell’audio. Una volta scaricata e installata Equalizer, richiamala dalla lista delle app installate sul dispositivo, poi pigia sull’icona relativa al tipo di musica che vuoi riprodurre (Classica, Dance, Folk e così via) per impostare l’equalizzazione più appropriata, oppure pigia sul tasto con la freccia rivolta verso l’alto per richiamare l’equalizzatore manuale e usare i cursori a scorrimento per personalizzare le frequenze. Puoi modificare al volo l’equalizzatore, o disattivarlo riportandolo su Normale, facendo tap direttamente sul banner che compare nell’area di notifica di Android.

Per migliorare ancora di più la qualità del suono, puoi attivare anche le opzioni Bass Booster (per rinforzare i bassi), Virtualizer (per virtualizzare l’effetto 3D) o Amplificazione del suono (per amplificare l’audio degli speaker), pigiando sul pulsante Power che trovi in alto a destra e apponendo il segno di spunta sulla casella relativa all’opzione che desideri attivare. Infine, puoi attivare la rilevazione automatica dei preset spostando su ON l’interruttore preposto e pigiando sul tasto OK: in questo modo sarà Equalizer a decidere automaticamente l’equalizzazione da applicare, in base al brano che stai ascoltando (tieni presente che questa impostazione funzionerà soltanto se il riproduttore è supportato, e se è impostato il tag ID3 Genere sul brano in riproduzione).

Bass Booster

Un’altra app molto simile e altrettanto interessante è Bass Booster: disponibile gratuitamente su Google Play, quest’app permette di aumentare il volume su Android sfruttando l’equalizzazione dei bassi, oltre che la corretta ripartizione dell’audio sui vari canali. Scarica e installa l’app dallo store del tuo telefono, poi fai tap sull’icona di Bass Booster che trovi nella lista delle app, apponi la spunta sulla casella Equalizer, fai tap sul menu a tendina che trovi a fianco, e seleziona il preset che desideri in base al tipo di contenuto che vuoi ascoltare, oppure sposta in alto o in basso gli indicatori a scorrimento relativi alle bande finché non ottieni la qualità e il volume desiderati. Bass Booster ti permette di salvare un preset personalizzato per volta, per farlo devi semplicemente pigiare sul pulsante Save 💾 che trovi in alto.

Se desideri aumentare il volume dei bassi, puoi apporre il segno di spunta sulla casella Bass Booster e agire sul relativo indicatore, tenendo però presente che questa impostazione funziona soltanto se un dispositivo di riproduzione esterno (cuffie, speaker esterno, eccetera) è collegato al telefono, poiché un’errata frequenza dei bassi potrebbe rompere fisicamente lo speaker interno.

Infine, se disponi di un telefono molto vecchio, puoi avvalerti della modalità compatibilità, che agisce direttamente sui singoli riproduttori audio: fai tap sull’icona Settings a forma di ingranaggio che trovi in alto, poi pigia sul pulsante COMPATIBILITY MODE e apponi il segno di spunta sulla casella Compatibility mode. Anche con Bass Booster puoi intervenire al volo sull’equalizzazione pigiando sul banner che compare nell’area di notifica di Android.

Player multimediali

Infine, esistono diversi riproduttori musicali che permettono di agire direttamente sul volume del telefono Android e sull’equalizzazione della musica, pur limitando le impostazioni dell’equalizzatore esclusivamente ai brani riprodotti tramite le app stesse. Di seguito ti segnalo i più conosciuti.

  • Google Play Musica – è il riproduttore multimediale associato all’omonimo servizio offerto da Google, predefinito nelle versioni di Android non personalizzate dai produttori. Per accedere all’equalizzatore pigia sul tasto Menu  che trovi in alto a sinistra, fai tap sulla voce Impostazioni, poi sulla voce Equalizzatore, sposta su Attivo l’indicatore Effetti Audio, fai tap sulla voce Stereo con cavo per impostare l’equalizzatore da cuffie o dispositivo esterno, o sulla voce Vivavoce per impostare l’equalizzatore dello speaker interno del telefono. Agisci sulle frequenze usando gli appositi indicatori, oppure scegli un preset selezionandolo dal menu a tendina Equalizzatore.
  • Spotify – questa app non ha sicuramente bisogno di presentazioni, per quanto è diffusa e usata! Per accedere all’equalizzatore integrato, apri Spotify, poi pigia sull’icona La tua libreria che trovi in basso a destra, poi sul pulsante Impostazioni  in alto, scorri fino a trovare la voce Equalizzatore, apponi il segno di spunta sulla casella Non mostrare più, pigia sul pulsante OK (devi farlo solo la prima volta che accedi all’equalizzatore), sfiora il pulsante in alto a destra per attivare l’equalizzatore, poi scegli il preset che più preferisci usando la barra centrale, oppure agisci singolarmente sui vari indicatori posizionandoti prima sulla voce Custom. Puoi attivare i bassi e il surround usando gli appositi pulsanti, e definire le impostazioni di equalizzazione relative all’ambiente sfruttando il menu a tendina in basso.
  •  VLC per Android – la celebre applicazione open source di VideoLAN è disponibile anche in salsa Android e, come ci si può aspettare, dispone di impostazioni dedicate all’equalizzazione. Per accedervi avvia l’app, pigia sull’icona menu ⋮ che trovi in alto a destra, seleziona la voce Equalizzatore e, sfruttando i cursori per le frequenze e i menu a tendina, scegli le impostazioni più adatte alle tue preferenze.
  • Zenith Media Player – questo celebre riproduttore musicale per Android dispone di un equalizzatore interno molto efficace e, per altro, fatto molto bene. Per accedervi pigia sul pulsante menu ⋮ che trovi in alto a destra, fai tap sulla voce Equalizzatore, fai swipe (scorri il dito) dal centro dello schermo verso sinistra per espanderlo, dopodiché pigia sul pulsantino Off per attivare l’equalizzatore, imposta il preset sfruttando il menu a tendina o agisci manualmente usando gli indicatori a scorrimento.

Hai visto? Le app per aumentare il volume del telefono su Android sono davvero tante e, se hai seguito attentamente i miei consigli, ora sei in grado di scegliere quella più adatta a te.

iPhone

Come ti ho già accennato in precedenza, l’iPhone è già dotato di un equalizzatore interno per l’app Musica che fa egregiamente il suo dovere, e per politica aziendale Apple non tollera app che vadano ad agire su impostazioni così delicate del sistema operativo: per questo, ti dico fin da subito che non troverai sull’App Store app che permettano di aumentare il volume globale dell’iPhone, ma esistono comunque dei riproduttori multimediali che danno all’utente la libertà di agire sull’equalizzazione dei brani riprodotti, così da aumentare il volume e migliorare la qualità dell’audio.

Spotify

Il primo di cui voglio parlarti è Spotify: il riproduttore multimediale dedicato all’omonimo servizio di streaming dispone di un equalizzatore integrato facilmente accessibile. Una volta aperta l’app Spotify, pigia sull’icona La tua libreria che trovi in basso a destra, fai tap sul pulsante Impostazioni, poi sulla voce Riproduzione e poi su Equalizzatore. Imposta su ON l’interruttore Equalizzatore e, per agire sul volume e sulla qualità audio, sposta i cursori a scorrimento oppure usa uno dei preset disponibili.

Equalizzatore+ bass booster

Altro riproduttore musicale molto interessante per iPhone, e che permette di impostare manualmente l’equalizzazione dei brani, è Equalizzatore+ bass booster: la versione gratuita disponibile su App Store non permette di aumentare i bassi, ma può egregiamente aumentare il livello del volume e agire sulle altre impostazioni di equalizzazione, senza complicarsi troppo la vita.

Una volta scaricata e installata, pigia sul pulsante OK per concederle i permessi d’accesso ai contenuti della libreria musicale, fai tap sul pulsante Non ora per evitare le notifiche relative alle offerte, e se non lo hai già fatto importa i brani da Google Drive o Dropbox pigiando sull’icona a forma di nuvola in alto a sinistra, oppure attendi che avvenga la sincronizzazione con la libreria di iTunes.

Fai tap su un brano della libreria per riprodurlo, poi pigia sull’icona Equalizer e, avvalendoti dei vari cursori a scorrimento, imposta l’equalizzatore fino a ottenere il volume desiderato, oppure pigia sul menu a tendina in alto per selezionare un preset impostato. Ti ricordo che, se vuoi sfruttare tutte le funzionalità (incluso il potenziamento dei bassi) di Equalizer+ bass booster, devi acquistare la versione Premium al prezzo di 3,49 euro. Hai visto? Aumentare il volume del tuo iPhone non è stato affatto difficile!

Dispositivi per aumentare il volume del telefono

I metodi che ti ho illustrato fino ad ora non ti hanno soddisfatto, e sei ancora alla ricerca di qualcosa che possa aumentare il volume del telefono in modo efficace? A questo punto non mi resta che suggerirti di affidarti a un altoparlante esterno, che può sopperire all’audio basso dello speaker interno e darti un’esperienza di riproduzione davvero ottima.

In commercio esistono diversi tipi di dispositivi adatti allo scopo, dalle casse agli auricolari Bluetooth, acquistabili anche a prezzi molto contenuti, che puoi usare tranquillamente a patto che il tuo telefono sia dotato di connettività Bluetooth (stai tranquillo, praticamente tutti i telefoni da una decina d’anni a questa parte dispongono di Bluetooth), e che ti permettono di ottenere una qualità e un volume audio migliore, senza dover rinunciare al tuo adorato smartphone.

Come dici? Vuoi assolutamente comprarne uno ma non sai proprio come fare una scelta oculata? Non preoccuparti, scegli il tipo di dispositivo che preferisci e segui i miei consigli per l’acquisto delle migliori casse Bluetooth, delle migliori cuffie Bluetooth e dei migliori auricolari Bluetooth: sono sicuro che troverai ciò che cerchi!