Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come avere Internet gratis

di

Le offerte per navigare su Internet in mobilità sono sempre più convenienti; tuttavia, prendendo i giusti accorgimenti in termini di sicurezza, fa sempre comodo avere delle reti libere alle quali potersi appoggiare senza consumare i propri Giga. A tal proposito, va detto che in Italia si stanno diffondendo sempre di più degli hotspot pubblici che consentono di collegarsi a Internet da locali, piazze e attività commerciali in maniera totalmente gratuita (spesso in cambio di una semplice registrazione o autenticazione social).

Anche alcuni provider Internet stanno incentivando il “Wi-Fi sharing” nelle loro offerte, includendo la possibilità di connettersi ai punti d’accesso wireless sparsi su tutto il territorio nazionale, ovvero degli hotspot condivisi dagli stessi clienti in base a un concetto di community in cui ognuno può usufruire di un “pezzettino” di connessione dell’altro senza dover spendere soldi (e senza incidere negativamente sulla velocità di connessione altrui).

Vorresti saperne di più su questo genere di iniziative? Perfetto, allora continua a leggere. Qui sotto, infatti, trovi una lista di applicazioni per smartphone e tablet e siti Web che consentono di trovare hotspot Wi-Fi pubblici in Italia e nel resto del mondo. In più, c’è anche un elenco delle offerte dei provider italiani che consentono di avere Internet gratis fuori casa. Spero ci sia anche qualcosa di tuo interesse o comunque una soluzione che ti consenta di risparmiare qualche MB sull’abbonamento Internet del tuo device mobile. Buona lettura!

Indice

Come avere Internet gratis

PC Laptop

Uno dei metodi infallibili per avere Internet gratis è quello di utilizzare gli hotspot pubblici che si trovano sul territorio nazionale. Come probabilmente già saprai, si tratta di punti d’accesso che consentono di collegarsi a Internet in modalità wireless, solitamente in modo completamente gratuito.

Quello che devi fare per usufruirne è semplicemente individuare il nome della rete che si trova vicino alla tua posizione, usando il tuo smartphone, il tuo tablet o qualsiasi altro dispositivo con connettività wireless, ed effettuare l’accesso usando i dati che, spesso, sono già pubblicamente esposti tramite un cartello. Potresti dover effettuare procedure aggiuntive, seguendo le istruzioni che ti vengono mostrate sullo schermo del tuo device dopo esserti connesso alla rete (che di solito consistono nella registrazione al servizio).

Altri hotspot, invece, sono accessibili soltanto se si è muniti di apposite credenziali, che vengono rese note se si possiede un contratto con l’azienda fornitrice. Alcuni esempi sono gli hotspot dei gestori telefonici, che sono accessibili se si sottoscrive un contratto in fibra ottica, ADSL o di telefonia mobile, ma ti parlerò di questo più avanti, nel corso di questa guida.

L’unica raccomandazione che ti faccio è quella di fare attenzione quando ti connetti alle reti pubbliche, specialmente se non sono protette da password: devi sapere, infatti, che collegandoti a questi punti d’accesso potresti esporre i tuoi dati a minacce di malintenzionati. Tutto ciò può essere risolto se decidi di usare una VPN, che consente di criptare il tuo traffico dati su Internet.

NordVPN

Tra i migliori servizi di VPN disponibili attualmente sul mercato, ti segnalo NordVPN, che cifra i dati della connessione con un algoritmo estremamente avanzato, rendendo le informazioni inaccessibili non solo a eventuali malintenzionati e agli ISP, ma anche agli stessi gestori del servizio (che non tracciano in alcun modo le attività degli utenti). NordVPN permette inoltre di superare le restrizioni geografiche (conta infatti una vasta gamma di server disseminati in ogni angolo del globo), di accedere ai cataloghi esteri dei servizi di streaming, di scambiare file sulle reti P2P (es. BitTorrent) e di navigare sulla rete Tor.

Il servizio è accessibile da computer Windows (a partire da Windows 7 con applicazione dedicata, su Windows Vista e precedenti tramite client OpenVPN), Mac, computer con Linux, dispositivi Android, iPhone/iPad, Smart TV Android TV, NAS, Raspberry Pi, router e altri dispositivi.

Puoi avvalertene collegandoti al suo sito ufficiale e sottoscrivendo uno dei piani disponibili: quello più conveniente è quello di 2 o 3 anni in base alle promo in corso, che costa 3,30 euro/mese (fatturati annualmente). In alternativa, ci sono il piano da 1 anno (4,39 euro/mese, fatturati annualmente) e quello da 1 mese (10,64 euro), tutti con supporto all’utilizzo del servizio su max 6 dispositivi in contemporanea, la garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni e, nei periodi di promo, anche dei contenuti extra (es. il password manager NordPass).

Una volta attivato il piano di tuo interesse (per il pagamento sono accettati carta, PayPal, Apple Pay, Google Pay, Criptovalute, Alipay ecc.), puoi scaricare il client di NordVPN e iniziare a usare il servizio. Ad esempio, se utilizzi un PC Windows, apri il file .exe scaricato dal sito del servizio e concludi il setup premendo in sequenza su , poi su Next, Install e Finish. Se hai un Mac, invece, scarica l’applicazione direttamente dal Mac App Store

Se utilizzi un dispositivo mobile, invece, apri lo store del tuo smartphone o tablet (es. Play Store su Android o App Store su iOS/iPadOS), cerca NordVPN in quest’ultimo e fai tap prima sull’icona dell’applicazione e poi sul pulsante Installa/Ottieni. Su iOS/iPadOS potrebbe esserti richiesto di verificare la tua identità tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

A questo punto, avvia il client di NordVPN, esegui il Log In con i dati del tuo account e seleziona la nazionalità del server al quale vuoi connetterti. In alternativa, vai nella sezione Speciality servers e scegli uno dei server dedicati a P2P, navigazione tramite protocollo Onion o server con IP dedicato.

A connessione stabilita, puoi navigare online e usare le tue applicazioni preferite essendo sicuro della privacy dei tuoi dati e risultando connesso dalla nazionalità che hai scelto. Al termine della sessione, per disconnetterti dalla VPN, non devi far altro che aprire NordVPN e cliccare sul pulsante Disconnect. Più facile di così?

Se qualche passaggio non ti è chiaro e/o vuoi maggiori informazioni su NordVPN, ti invito a leggere la mia recensione dedicata al servizio.

Come avere Internet gratis sul cellulare

Se vuoi trovare gli hotspot Wi-Fi disponibili nella tua città direttamente dallo smartphone o dal tablet, prosegui pure nella lettura. Qui di seguito, infatti, ho provveduto a segnalarti alcune app per avere Internet gratis sul cellulare che possono senz’altro tornarti utili.

WiFi Map (Android/iOS/iPadOS)

WiFi Map

La prima app che ti consiglio di utilizzare per avere Internet gratis su Android e per avere Internet gratis su iOS (oltre che su iPadOS) è Wi-Fi Map, che puoi scaricare gratuitamente sia per Android che per iOS/iPadOS. Si tratta di un’app che permette di accedere a una mappa sulla quale sono segnalati tutti gli hotspot italiani (e anche quelli disponibili all’estero).

Le gestione degli hotspot dipende dai feedback della comunità che, eventualmente, ne segnala modifiche o addirittura cancellazioni, se il punto d’accesso non è più disponibile. È altresì possibile scaricare le mappe in modalità offline, ma è richiesta la sottoscrizione di un abbonamento a pagamento (al costo di 41,99 euro/ anno su Android e di 31,99 euro/anno su iOS/iPadOS), che rimuove anche i banner pubblicitari.

Dopo aver scaricato Wi-Fi Map sul tuo dispositivo, attiva il GPS, avvia l’’app, e attendi che venga individuata la tua posizione. In seguito, se utilizzi Android individua l’hotspot di tuo interesse sulla mappa, mentre se stai usando iOS/iPadOS devi prima premere sul pulsante con l’icona dell’app e aspettare che compaia l’elenco di tutte le reti wireless nelle vicinanze alle quali puoi accedere oppure, per visualizzare le reti direttamente sulla mappa, devi fare tap sull’icona della cartina collocata in cima allo schermo.

Successivamente, seleziona l’hotspot di tuo interesse e annota il relativo indirizzo, così da poterti recare sul posto. Se hai selezionato una connessione Wi-Fi protetta, per conoscere la relativa password procedi in questo modo: se stai usando Android fai tap sul pulsante Sblocca password che compare nel riquadro in basso, mentre se stai usando iOS/iPadOS sfiora l’icona della chiave presente nella relativa scheda

Facebook (Android/iOS/iPadOS)

Facebook Wi-Fi

Forse non ne sei a conoscenza, ma l’app di Facebook, il noto social network fondato da Zuckerberg, è munita di una funzionalità che consente di conoscere gli hotspot pubblici presenti in zona.

L’app di Facebook è disponibile gratuitamente sul Play Store di Android e sull’App Store di iPhone e iPad. Per poterla usare, devi aver creato un account gratuito sul social network: una procedura di cui ti ho parlato nel dettaglio in questa mia guida.

Dopo aver, dunque, avviato l’app di Facebook e aver effettuato l’accesso alla piattaforma, fai tap sull’icona con le linee in orizzontale che si trova a destra, seleziona la voce Altro dalla nuova schermata visualizzata e poi quella Trova Wi-Fi.

A questo punto, premi sul pulsante Abilita trova Wi-Fi e, se ti viene richiesto, abilita il GPS sul dispositivo. Non sai come fare? Puoi seguire le indicazioni che ti ho dato in quest’altro mio tutorial dedicato all’argomento.

Dopo aver effettuato l’operazione di cui sopra, avrai accesso a una lista di luoghi nelle tue vicinanze, dove sono disponibili gli hotspot pubblici. Per raggiungere uno di questi, facci tap sopra e scegli la voce Indicazioni stradali/Indicazioni, così da avviare l’app di navigazione satellitare installata sul tuo smartphone o tablet e seguire il percorso desiderato.

Altre app per avere Internet gratis sul cellulare

Osmino

Qualora le app che ti ho indicato in precedenza non dovessero essere sufficienti, puoi prendere in considerazione le alternative elencate qui di seguito.

  • Osmino (Android/iOS/iPadOS) – app disponibile gratuitamente, per trovare gli hotspot pubblici e con la possibilità di ottenere anche le mappe offline. Dato che sono presenti banner pubblicitari, è eventualmente possibile rimuoverli tramite acquisti in-app (al costo base di 0,99 euro/mese su Android e di 1,09 euro su iOS/iPadOS).
  • Wefi Find Wi-Fi (Android) – altra applicazione, per soli dispositivi Android, che consente la visualizzazione, tramite mappa, degli hotspot disponibili sia in Italia che all’estero. È gratuita.
  • WiFi Finder (iOS/iPadOS) – app per iPhone e iPad che permette di individuare gli hotspot nella propria zona. Sebbene sia gratuita, propone acquisti in-app (al costo base di 2,29 euro) per rimuovere la pubblicità e sbloccare altre caratteristiche aggiuntive.

Come avere Internet gratis fuori casa

Come anticipato a inizio guida, in Italia e nel resto del mondo sono presenti numerose reti di hotspot pubblici che consentono di avere Internet gratis fuori casa. Riuscire a capire dove si trovano questi hotspot, però, non è sempre facile. E allora? Come fare? Basta usare alcuni siti Internet adibiti proprio a questo scopo oppure servirsi della rete di hotspot di alcuni provider, che riservano tali punti d’accesso ai propri clienti, e il gioco è fatto.

Hotspot pubblici

Wiman

Se vuoi avere Internet gratis fuori casa, puoi utilizzare alcuni servizi Web che permettono di scoprire a un vasto elenco di hotspot pubblici accessibili gratuitamente, proprio come ti ho già spiegato nel capitolo precedente dedicato alle app per individuare i punti d’accesso tramite il cellulare.

Tra questi servizi online, fruibili anche da computer e quindi altresì utili per avere Internet gratis su PC, quello che ti consiglio di utilizzare è Wiman, che consente in modo completamente gratuito di visualizzare gli hotspot disponibili in una specifica città.

Per usare il servizio, devi semplicemente aprire il browser, raggiungere il suo sito Web ufficiale e digitare, nell’apposita casella di testo, il nome della città di tuo interesse.

Effettuata quest’operazione, premi sul tasto Apri mappa, in modo da visualizzare una cartina geografica della città da te indicata con diversi segnalini, i quali indicano la posizione di tutti i punti d’accesso disponibili e a cui è possibile accedere gratuitamente.

Offerte dei provider

Vodafone Wi-Fi Community

Alcuni provider italiani consentono di avere Internet gratis, assicurando ai propri clienti l’accesso a una rete di hotspot esclusivi, distribuiti su tutto il territorio nazionale. Tieni però presente che le aziende che consentono di fruire di questo servizio non sono molte.

Ad esempio, i clienti fibra e ADSL di Vodafone muniti di Vodafone Station (il modem proprietario dell’operatore) possono accedere gratuitamente agli hotspot della rete FON e ai punti d’accesso della Vodafone Wi-Fi Community. Tra le offerte attualmente presenti nel listino del gestore che tornano utili per lo scopo in questione c’è quello denominato Internet Unlimited.

Questa tariffa consente di avere una connessione a Internet illimitata, in fibra ottica o ADSL (a seconda della copertura), con velocità in download fino a 1 Gigabit nel primo caso e fino a 20 Mega nel secondo. Sono incluse anche le chiamate, illimitate e senza scatto alla risposta, verso i numeri di rete fissa e mobile nazionale, oltre che il servizio Vodafone Ready (per ricevere attivazione immediata, assistenza e configurazione da remoto e per chiamare e navigare in ogni circostanza), il modem e vari altri servizi accessori. Per approfondimenti, consulta il mio articolo sulle tariffe Vodafone.

Anche Fastweb ha allestito una rete di hotspot Wi-Fi, denominata WOW FI, dedicata ai suoi clienti (che possono condividere la propria connessione casalinga con tutti i membri della community), sia sul fisso che sul mobile. Il servizio è disponibile in molte città italiane, ma non tutte.

Tra le varie offerte Fastweb, sia per la fibra ottica che per l’ADSL, che consentono di fruire della rete hotspot Wi-Fi del gestore, Fastweb Casa è sicuramente molto interessante. Consente di ottenere una connessione a Internet illimitata, fino a 1 Gigabit oppure fino a 20 Mega in download (a seconda se viene attivata una linea in fibra ottica oppure in ADSL), le chiamate illimitate e senza scatto alla risposta verso i numeri fissi e mobili nazionali, il modem, il servizio di assistenza MyFastweb e altri extra. Per maggiori dettagli, puoi leggere il mio post sulle offerte Fastweb.

Anche gli abbonati ai piani Tiscali in ADSL e fibra possono collegarsi gratuitamente a degli hotspot Wi-Fi generati dagli altri clienti del provider. L’attivazione del servizio, chiamato Tiscali Social WiFi, è automatica per chiunque abbia un modem Wi-Fi Tiscali. Per il momento, però, l’iniziativa è limitata alle città di Roma e Milano e alla regione Sardegna.

Tra le offerte di casa Tiscali che consentono di usufruire della rete hotspot gratuita messa in piedi dal gestore vi è Ultrainternet Fibra, che comprende la connessione in fibra ottica con velocità in download fino a 1 Gigabit in download, con chiamate illimitate verso tutti i numeri nazionali, sia fissi che mobili, e 60 minuti al mese verso i numeri fissi internazionali. Per approfondimenti, leggi il mio post sulle offerte Tiscali.

Come avere Internet gratis a casa

Simbolo del WiFi

Se stai cercando una soluzione per avere Internet gratis a casa, quello che ti consiglio di fare è affidarti a un hotspot disponibile nella tua zona, impiegando una delle soluzioni che ti ho indicato già nel corso di questa mia guida. Ti avviso, però, che questo genere di reti pubbliche non sono fatte per l’uso domestico continuato, pertanto potresti avere problemi di connettività o banda insufficiente per lo streaming su YouTube o su altre piattaforme.

Tieni altresì presente che le reti pubbliche non sono da considerare, generalmente, affidabili, pertanto ti sconsiglio di effettuare pagamenti o di inserire dati sensibili durante la navigazione. Ti ho già parlato di questo argomento nello specifico nel capitolo introduttivo di questo tutorial.

Articolo realizzato in collaborazione con NordVPN.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.