Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Black Friday 2017
Scopri le migliori offerte della settimana dell'Amazon Black Friday 2017. Vedi le offerte Amazon

Come creare un blog privato

di

In passato abbiamo già visto come creare un blog usando alcune delle migliori piattaforme gratuite disponibili sul Web. È un’operazione estremamente facile ed alla portata di tutti, oggi però voglio toccare un aspetto della questione che forse non tutti conoscono, quello relativo ai blog privati.

Oltre ai classici blog, infatti, è possibile creare dei blog privati accessibili solo dai rispettivi autori e dalle persone espressamente autorizzate da questi ultimi. Lo sapevi? Se la risposta è no, prenditi un paio di minuti di tempo libero e scopri come creare un blog privato grazie alle indicazioni che sto per darti.

Cominciamo vedendo come creare un blog privato su WordPress. Se hai creato un blog con WordPress seguendo la guida che ti ho proposto qualche tempo fa, sappi che puoi limitare la visualizzazione delle sue pagine in maniera estremamente semplice.

Per i blog ospitati sulla piattaforma WordPress.com, non devi fare altro che accedere alla bacheca e selezionare la voce Impostazioni > Lettura dalla barra laterale di sinistra. Nella pagina che si apre, devi quindi mettere il segno di spunta accanto alla voce Vorrei che il mio sito fosse privato, visibile solo a utenti scelti da me e salvare le impostazioni cliccando sul pulsante Salva le modifiche che si trova in basso.

Successivamente, puoi invitare le persone e consentire loro la visualizzazione del sito semplicemente accedendo allo stesso pannello e cliccando sul pulsante Invite viewers to your blog. A questo punto, digita gli indirizzi email degli utenti da invitare sul blog nel campo Nomi utente o indirizzi email (è possibile inserire fino a 10 indirizzi alla volta, separati da virgola), imposta la voce Visitatore nel menu a tendina Ruolo, digita un messaggio di invito nel campo Messaggio e spedisci il tutto facendo click su Manda invito.

Puoi anche limitare la visualizzazione di singoli post senza rendere privato l’intero blog. In questo caso, basta espandere il menu Visibilità collocato nella parte destra dell’editor di WordPress e mettere il segno di spunta accanto all’opzione Privato prima di “pubblicare” l’articolo. I post privati sono visibili esclusivamente agli amministratori, gli editori e gli autori del blog.

Se hai un blog WordPress indipendente (su uno spazio Web che hai acquistato sepraratamente), puoi rendere il tuo blog privato anche utilizzando plugin come Friends Only, che permette di restringere l’accesso al sito solo alle persone invitate tramite email. Leggi la documentazione ufficiale per sapere tutti i dettagli sul suo funzionamento.

Vuoi creare un blog privato con Blogger di Google? Nessun problema, anche in questo caso si tratta di regolare un paio di impostazioni e il gioco è fatto. Per essere precisi, tutto quello che devi fare è collegarti alla pagina principale del tuo account Blogger, cliccare sul pulsante con la freccia collocato in corrispondenza del nome del blog che vuoi rendere privato e selezionare la voce Impostazioni dal menu che compare.

Nella pagina che si apre, clicca sul collegamento Modifica collocato accanto alla voce Lettori di blog (in fondo alla pagina) e metti il segno di spunta accanto alla voce Solo questi lettori. Dopodiché fai click sulla voce Aggiungi lettori, digita nel campo di testo che compare in basso gli indirizzi email delle persone a cui rendere visibile il sito e clicca sul pulsante Salva modifiche per salvare le modifiche.

Mettendo il segno di spunta accanto alla voce Solo autori di blog, puoi fare in modo che il blog risulti visibile solo alle persone che sono autenticate come autori del sito. Inoltre, facendo click sul collegamento Modifica collocato accanto alla voce Privacy, puoi fare in modo che il blog diventi invisibile anche nei motori di ricerca e nelle liste pubbliche di Blogger: un’operazione consigliata se vuoi un blog privato al 100%.