Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come fare il vetro su Minecraft

di

Esplorando il mondo di Minecraft, hai scoperto l’esistenza di edifici preesistenti. Alcuni di questi sono costituiti da strutture di grandi dimensioni che possiedono anche delle vetrate: un elemento che ha colpito particolarmente la tua attenzione, al punto che vorresti implementare anche tu questi elementi decorativi nel tuo rifugio.

In realtà, il vetro su Minecraft non è solo un elemento decorativo: ha diversi scopi, come ad esempio quello di creare ampolle, fari o cristalli dell’End. Qualsiasi sia l’uso che si vuole farne, comunque, è occorre procurarselo, e io oggi ti spiegherò come fare. In questa mia guida, infatti, ti illustrerò come fare il vetro su Minecraft, indicandoti i materiali necessari e le procedure per fabbricare quest’utile risorsa.

Come dici? Sei impaziente di scoprire i consigli che ho preparato per te? Allora siediti bello comodo e leggi i suggerimenti e i procedimenti che troverai nelle prossime righe. Sono certo che riuscirai a realizzare dei fantastici progetti, grazie a questa risorsa. Sei pronto a iniziare? Perfetto, allora passiamo subito all’azione! Ti auguro una buona lettura e, soprattutto, un buon divertimento!

Indice

Fare il vetro su Minecraft

Se vuoi creare il vetro su Minecraft, ti devo informare che la procedura richiede alcuni passaggi obbligatori. Dovrai infatti raccogliere il materiale necessario, per poi procedere alla sua fabbricazione tramite alcuni strumenti che puoi realizzare in gioco. Presta quindi attenzione ai passaggi che ti indicherò nelle righe che seguono.

Raccogliere i materiali necessari

Per prima cosa, devi procurarti i materiali necessari per la fabbricazione del vetro. La risorsa principale dalla quale si realizza il vetro è la sabbia, che può essere ottenuta raccogliendola a mani nude o tramite una pala. La sabbia, generalmente, si trova in prossimità di fiumi, nelle spiagge oppure nel deserto e la puoi riconoscere per la sua colorazione giallo-chiaro.

Puoi anche procurarti la sabbia rossa, che si trova in particolari aree desertiche estreme, dove non cresce alcuna vegetazione e sono presenti soltanto creature ostili.

Oltre alla sabbia, ti servirà anche del combustibile, che può essere del semplice legno oppure del carbone ottenuto dalla lavorazione dei blocchi di carbone o di legno, tramite la fornace. Infine, devi procurarti delle assi o dei tronchi di legno per la realizzazione di un banco di lavoro, senza il quale non potrai procedere al passaggio successivo.

Il legno si ottiene a mani nude o con un’ascia, colpendo un qualsiasi albero. Da quest’operazione si ottengono i tronchi di legno, che puoi lavorare creando delle assi. Per fare ciò, apri l’inventario e, nella sezione di destra (Fabbricazione), posiziona un elemento di tronco di legno in ciascuno dei quattro riquadri. Ti verrà mostrato immediatamente il risultato: il banco da lavoro, che potrai trascinare all’interno dell’inventario.

Equipaggia quindi il banco da lavoro, spostandolo nella barra di scelta rapida, e posizionalo in qualsiasi punto del tuo rifugio.

Creare una fornace

Dopo aver seguito i passaggi che ti ho indicato nel paragrafo precedente, è il momento di creare una fornace. Per fare ciò, hai bisogno del banco da lavoro e, soprattutto, di otto unità di pietrisco. Questo materiale è molto comune nel mondo di Minecraft. Puoi reperirlo presso rocce o montagne oppure scavando la terra sotto i piedi dell’avatar.

Purtroppo, però, devi avere un piccone, che puoi creare tramite il banco da lavoro, utilizzando il legno come materia prima. Dopo aver ottenuto il pietrisco, accedi al banco da lavoro, che hai precedentemente posizionato nel rifugio, e posiziona gli otto blocchi di pietrisco nei riquadri che vedi a schermo, lasciando quello centrale vuoto.

In alternativa, utilizza il ricettario sulla sinistra (icona con il simbolo di un libro) per compilare automaticamente il progetto della fornace con i materiali necessari che si trovano nell’inventario.

Se hai seguito attentamente le procedure che ti ho indicato, avrai realizzato una fornace che dovrai spostare nella barra di scelta rapida, così da posizionarla nel rifugio.

Produrre il vetro

Adesso sei in possesso di tutto l’occorrente per produrre il vetro. Accedi alla fornace per visualizzare i due riquadri per la lavorazione, posiziona in quello inferiore il combustibile (di cui ti ho parlato nel paragrafo precedente), mentre in quello superiore inserisci la sabbia.

Fatto ciò, si avvierà automaticamente la produzione del vetro, che potrai trovare nel riquadro sulla destra per essere raccolto e posizionato nell’inventario, tramite trascinamento.

Eseguendo questa procedura, realizzerai dei blocchi di vetro che potrai utilizzare come qualsiasi blocco di costruzione. Questo però è a sua volta un materiale, che può essere lavorato nel banco di lavoro per realizzare altri progetti, di cui ti parlerò nel prossimo paragrafo.

Usare il vetro in altri progetti

Esistono diversi progetti che richiedono il vetro come materia prima per la realizzazione di altri oggetti. Ad esempio, se vuoi creare dei pannelli di vetro per la realizzazione di una vetrata, devi disporre orizzontalmente sei blocchi di vetro su due file nel banco da lavoro. La distribuzione è costituita dalle caselle da 1 a 6, nell’immagine.

Se, invece, vuoi creare una bottiglia, devi posizionare blocchi di vetro nella posizione 1, 3 e 5. Ciò che ti consiglio è di aprire il ricettario tramite l’apposita icona con il simbolo di un libro, per vedere tutti i progetti che puoi al momento realizzare con il vetro.

Ottenere il vetro tramite incantesimo

Su Minecraft esiste la possibilità di intingere un oggetto con un incantesimo, al fine di potenziarlo. Cosa c’entrano gli incantesimi con il vetro? Te lo spiego immediatamente nelle righe che seguono.

Se hai trovato una vetrata in uno dei tanti edifici preesistenti nel mondo di Minecraft oppure vuoi demolire una da te creata, ti sarai sicuramente accorto che alla rottura dei blocchi non ti viene restituito alcun materiale.

Il vetro su Minecraft è una tra quelle risorse che, una volta posizionato, non è possibile ottenere indietro i materiali che hai utilizzato per la sua costruzione, a differenza invece della pietra o del legno, giusto per fare qualche esempio.

Incantando un attrezzo, come un’ascia, una pala o un piccone, è possibile intingerlo con l’incantesimo Tocco di velluto, che permette di utilizzare uno strumento su un blocco di vetro per recuperarne il materiale di cui è costituito.

Su Minecraft gli incantesimi si applicano tramite un tavolo per incantesimi o un’incudine. Entrambi questi strumenti si creano attraverso il banco da lavoro. Il tavolo per incantesimi si realizza con quattro unità di ossidiana, due diamanti e un libro, mentre l’incudine si realizza con tre blocchi di ferro e quattro lingotti di ferro.

I due strumenti funzionano in modo diverso l’uno dall’altro. Il tavolo per incantesimi dipende dalle librerie che sono costruite attorno ad esso e consumano delle risorse, come i lapislazzuli, per aggiungere un incantesimo casuale su un oggetto.

L’incudine, invece, permette di forgiare un oggetto intingendolo con un incantesimo presente all’interno di un libro magico. Questi ultimi possono essere trovati all’interno dei bauli presenti nelle rovine sotterranee, nelle miniere o nelle magioni di legno, giusto per farti qualche esempio.

Possono anche essere acquisiti tramite il commercio con i mercanti nei villaggi, con un costo variabile che va dai 5 ai 64 smeraldi. In alternativa, puoi utilizzare i libri nel tavolo per incantesimi per intingerli di un incantesimo casuale, fino a trovare quello da te desiderato.

Dopo aver acquisito il libro Tocco di velluto, raggiungi l’incudine che hai creato nel rifugio e accedi ad essa. Aggiungi quindi un’ascia, un piccone o una pala nel relativo riquadro e posiziona poi il libro magico nell’alloggiamento adiacente, per vedere immediatamente il risultato dell’incantamento.

Adesso, ti basta semplicemente trascinare l’oggetto incantato dall’inventario alla barra di scelta rapida, così da equipaggiarlo. Colpisci poi dei blocchi o dei pannelli di vetro per mandarli in frantumi e recuperare il materiale di cui sono costituiti. Non è stato difficile, vero?