Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come farsi pagare online

di

Ricevere e inviare denaro è diventata, in questi anni, una delle attività più frequenti su Internet, specie per via della diffusione dei siti di e-commerce e dei servizi in grado di scambiare denaro tra conoscenti e amici, in maniera semplice e veloce. Quest’ultima opzione ti interessa particolarmente: spesso, ti capita di vendere oggetti tramite la Rete, tuttavia ti ritrovi un po’ in difficoltà quando si parla di pagamenti, poiché non sai mai come muoverti in modo corretto, tutelando anche i tuoi interessi.

Ho centrato il punto? Perfetto, allora lascia che ti dia una mano in tal senso: se vuoi, posso fornirti delle dritte per farsi pagare online, sia per gli “scambi” privati (ad esempio per farsi rimborsare una spesa collettiva), sia nel caso si voglia gestire un’attività commerciale ed essere pagati per i servizi offerti. In particolare, ti mostrerò i metodi più sicuri tramite i quali ricevere denaro online.

Dunque, mettiti bello comodo e concedimi giusto un po’ del tuo tempo: posso garantirti che, al termine di questa lettura, sarai perfettamente in grado di raggiungere l’obiettivo che ti sei prefisso e di tutelare i tuoi guadagni nel modo più sicuro possibile, con una facilità paragonabile allo scambio di denaro cartaceo. Detto ciò, non mi resta che augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come farsi pagare online con Postepay

Come farsi pagare online con Postepay

La carta di credito prepagata Postepay è una delle più utilizzate in Italia per l’acquisto di prodotti online, specie tra giovani e giovanissimi. Pochi sanno, però, che essa può essere utilizzata anche per ricevere denaro da altri utenti in possesso della medesima carta, così da poter saldare immediatamente una spesa comune (per esempio un aperitivo o una cena effettuata tutti insieme, oppure i soldi per il campetto di calcio). Questo è possibile grazie al servizio P2P offerto congiuntamente all’app Postepay, cioè il software ufficiale pubblicato da Poste Italiane per la gestione di carte di questo tipo.

Per agire in questo senso, scarica (e fai scaricare agli amici, se intendi ricevere denaro da loro) l’app di Postepay, disponibile gratuitamente per Android e iOS; dopo averla installata ed eseguita, immetti le credenziali d’accesso al servizio di home banking delle Poste Italiane (le stesse che usi per collegarti anche al sito Web), tocca il bottone Abilita acquisti in-app e segui le istruzioni fornite a schermo per creare un codice da usare per autorizzare le transazioni oppure per configurare l’impronta digitale o lo sblocco facciale.

Quando hai finito, dovresti finalmente vedere la schermata principale dell’app; da qui, fai tap sulla voce P2P collocata al centro, dopodiché, nella schermata successiva, indica la somma che vorresti ottenere, tocca il bottone Richiedi e specifica il contatto (o i contatti) da cui ricevere denaro. Al termine della configurazione, tocca il bottone Avanti, controlla la correttezza dei dati inseriti usando la schermata di riepilogo che ti viene proposta, dunque fai tap sul bottone Richiedi [importo] ed effettua il controllo di sicurezza immettendo il codice (o usando impronta/sblocco facciale) configurato in precedenza e il gioco è fatto! Quando riceverai l’importo, ti verrà inviata una notifica informativa.

Nota: l’invio e la ricezione di denaro tramite funzione P2P sono gratuiti (senza commissioni) per le somme inferiori a 25€. Per cifre superiori, la commissione da pagare è di 1€ per ogni richiesta.

Se non riesci a concludere la procedura spiegata poc’anzi, poiché il contatto di tuo interesse non compare tra quelli disponibili, è molto probabile che l’utente in questione non abbia ancora provveduto ad abilitare le operazioni in-app per la sua Postepay oppure che non ne possieda una.

In questo caso, ti consiglio di fornire a questa persona i dati necessari per ricaricare la carta (il tuo codice fiscale e il numero della Postepay), invitandolo a procedere con il pagamento quanto prima utilizzando una delle procedure che ti ho fornito nelle mie guide su come trasferire soldi da Postepay a Postepay e come ricaricare una carta di questo tipo.

Come farsi pagare online con PayPal

Come farsi pagare online con PayPal

Un altro ottimo metodo per farsi pagare online è il conto PayPal: qualora non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di un servizio di “mediazione” finanziaria che permette di inviare e ricevere denaro in modo pressoché istantaneo, condividendo soltanto un indirizzo di posta elettronica o un apposito link. All’occorrenza, è possibile abbinare una carta di credito/debito (o anche un conto bancario) al summenzionato conto, così da trasferire le somme ricevute sulla stessa e, all’occorrenza, di effettuare pagamenti prelevando il denaro direttamente dalla carta associata.

Tieni però presente che il trasferimento di fondi dal conto PayPal alla quasi totalità delle carte di credito/debito può impiegare fino a 48 ore; se viene, invece, associata una carta PayPal (una carta prepagata gestita da Lottomatica Servizi), il trasferimento è, invece, immediato. Per ulteriori informazioni in merito, ti invito a leggere le mie guide sulla creazione di un conto PayPal e sulla creazione di una carta prepagata PayPal.

Ad ogni modo, per farsi pagare online con PayPal, il modo più rapido consiste nello scaricare l’app omonima, disponibile per Android e iOS. Una volta scaricata l’app, avviala, inserisci le credenziali d’accesso al tuo conto PayPal e, se hai preventivamente attivato l’autenticazione a due fattori, inserisci anche il codice di conferma ricevuto via SMS.

Una volta dentro l’app, fai tap sull’icona dell’ingranaggio collocata in alto a destra, seleziona la voce PayPal.me e apponi il segno di spunta accanto al tuo link personale per ricevere denaro (del tipo paypal.me/NomeCognome); ovviamente, puoi scegliere di cambiare il nome del link, ma dovrai farlo prima di spuntarlo, poiché, in seguito, quest’operazione non sarà più possibile.

Una volta abilitato il servizio, torna nella schermata principale dell’app, fai tap sul bottone Richiedi situato in basso e, se disponibile, scegli dalla rubrica il contatto da cui ricevere denaro; se necessario, puoi aggiungere nuovi contatti facendo tap sulla voce Aggiungi i tuoi contatti (farà fede la rubrica presente sul tuo telefono). Superato questo step, indica la somma da ricevere nell’apposito campo, tocca il pulsante Avanti, controlla l’esattezza dei dati inseriti, quindi fai tap sul bottone Richiedi denaro per inviare la richiesta al tuo contatto, che potrà soddisfarla seguendo le istruzioni che gli verranno proposte (tramite l’app di PayPal, tramite SMS o tramite email).

Se il contatto in questione non è presente nella rubrica dell’app, puoi condividere immediatamente il link di pagamento generato in precedenza tramite SMS, email, WhatsApp o altre app del genere, toccando la voce Condividi il tuo link per ricevere pagamenti: il destinatario, una volta ottenuto il link, dovrà aprirlo e seguire le istruzioni proposte nello stesso.

In alternativa, se stai cercando di recuperare denaro per una spesa condivisa, puoi utilizzare il Money Box di PayPal: per farlo, portati nuovamente nella schermata principale dell’app, fai tap sul pulsante Altro situato in basso a destra, quindi seleziona la voce Crea un Money Box.

Nella schermata successiva, fai tap sul pulsante Crea un Money Box, compila i campi richiesti (nome e importo del Money Box), apponi il segno di spunta accanto alla voce Mostra l’importo raccolto, dunque, fai tap sul pulsante Avanti. In seguito, indica la tipologia di importo da assegnare a ciascun contatto (ad es. importo esatto per richiedere una cifra ben precisa), apponi il segno di spunta accanto alle caselle presenti nella pagina e pigia nuovamente sul bottone Avanti.

A questo punto, specifica una descrizione (indicando, per esempio, il motivo della creazione del box), fai tap sul pulsante Anteprima e, se soddisfatto, pigia sui bottoni Continua e Accetta e pubblica; per concludere, tocca il bottone Condividi il tuo Money Box ed invia il link generato a tutti coloro da cui intendi ricevere denaro. Tutti i soldi raccolti verranno conservati nel Money Box e potranno essere utilizzati sull’account PayPal come se fosse saldo aggiuntivo.

Come farsi pagare online con PayPal

Se preferisci, puoi agire anche tramite computer: collegati dunque al sito di PayPal, clicca sul pulsante Accedi collocato in alto a destra e immetti, negli appositi campi, i dati d’accesso al conto online. A login effettuato, clicca sulla scheda Invia e ricevi collocata in alto, seleziona la voce Richiedi collocata subito sotto la barra blu e agisci nella modalità più opportuna per le tue esigenze.

  • Richiesta diretta – immetti il nome, l’email o il numero di telefono della persona a cui richiedere denaro e clicca sul pulsante Avanti. Se necessario, puoi effettuare più richieste contemporaneamente: dopo aver inserito l’email, il numero di telefono o il nome del primo utente “debitore”, premi il tasto Invio della tastiera e provvedi a inserire le informazioni relative a tutti gli altri; concluso questo step, premi sul pulsante Avanti. Successivamente, imposta la somma da richiedere avvalendoti dell’apposito campo annesso alla schermata seguente, specifica se richiedere denaro dividere il conto (qualora avessi inserito più destinatari), aggiungi un messaggio, se lo ritieni opportuno, inserendolo nella casella di testo preposta, quindi clicca sul pulsante Richiedi denaro per finalizzare il tutto.
  • Link di pagamento – clicca sulla voce Crea il tuo link PayPal.me collocato a destra, premi il pulsante Crea profilo PayPal.me e segui le istruzioni che ti vengono proposte: inserisci una foto personale, se lo desideri, scegli il nome del tuo link utilizzando il box successivo, Accetta le condizioni d’uso del box e clicca sul pulsante Accetta e crea per finalizzare il tutto. Conclusa la procedura, provvedi a condividere il link appena creato con gli utenti da cui desideri ricevere denaro.
  • Money Box – clicca sulla sezione Crea un Money Box situata sulla destra, clicca sul pulsante Crea un Money Box collocato in alto e compila il modulo proposto con le informazioni necessarie: nome del Money Box, importo da raggiungere (opzionale) e data di conclusione (opzionale). Clicca dunque sul pulsante Avanti, specifica le modalità di partecipazione (con qualsiasi importoimporto minimo importo esatto), clicca ancora sul bottone Avanti, imposta una foto di copertina e una descrizione, se lo desideri, quindi premi sui pulsanti Anteprima, Continua Accetta e pubblica per finalizzare la creazione del box. Per condividere il Money Box appena creato, clicca sul pulsante Condividi il Money Boxcopia il link che ti viene proposto e invialo, con le modalità che più desideri, agli utenti da cui intendi ricevere denaro.

Come farsi pagare con carta di credito online

Come farsi pagare con carta di credito online

Se i metodi che ti ho segnalato nel corso di questa guida non sono appropriati al tuo caso, poiché non possiedi una Postepay né intendi creare un conto PayPal, puoi chiedere alla persona che ti deve denaro di pagarti con carta di credito, effettuando un bonifico bancario direttamente sul tuo conto, tramite il sistema di home banking previsto dalla sua banca.

Tutto ciò che dovrai fare, in questo caso, è comunicare all’acquirente il codice IBAN associato al tuo conto, una motivazione da addurre come casuale (che può essere utile a comprendere il motivo per cui sono stati accreditati quei soldi) e, ovviamente, la somma da accreditare; inoltre, richiedi a questa persona di fornirti una prova tangibile della transazione (ad es. la foto della ricevuta o il numero della transazione stessa).

Il debitore, una volta in possesso di queste informazioni, potrà, dunque, accedere al sistema di home banking previsto dall’istituto di credito di tuo interesse e, dopo aver effettuato l’accesso, disporre un nuovo bonifico SEPA (per la zona EU) o bonifico internazionale direttamente sul tuo conto corrente: a seconda del tipo di bonifico e della banca di tuo interesse, potrebbero essere applicati costi aggiuntivi. La somma dovrebbe essere accreditata sul tuo conto entro le successive 24-48 ore lavorative; tieni ben presente che, in alcuni casi, i tempi potrebbero allungarsi.

Come farsi pagare per vendita online

Come farsi pagare per vendita online

Se disponi di un’attività di vendita online, puoi tranquillamente utilizzare uno dei metodi di pagamento segnalati nel corso di questa guida: al bisogno, puoi integrare gli estremi di pagamento tra le pagine del tuo sito Web, creare un apposito form, oppure predisporre delle procedure automatizzate che permettano all’acquirente di concludere il pagamento nel modo più rapido possibile.

Tuttavia, se hai bisogno di uno strumento che possa permettere ai tuoi acquirenti di pagare con facilità, e, a te, di ricevere pagamenti in modo semplice, veloce e tracciabile, ti consiglio di affidarti a un account PayPal di tipo business, da integrare all’interno del sito Internet tramite gli appositi box e pulsanti di pagamento. In questo modo, gli acquirenti potranno pagare utilizzando il proprio account PayPal o, se previsto, inserendo direttamente i dati della carta di credito (lasciando a PayPal il compito di “intermediare” tra i due istituti di credito, quello dell’esercente e quello dell’acquirente).

Per agire in tal senso, provvedi a seguire la procedura guidata per la creazione di un conto business (in cui ti verranno chiesti i dati dell’azienda, come la partita IVA e la nazione di fatturazione, e i dati personali del suo rappresentante legale), dunque, collegati alla pagina dei pulsanti PayPal, immetti le credenziali d’accesso al conto aziendale, se necessario, quindi seleziona il tipo di pulsante che vuoi creare (Paga con PayPal, Paga adesso o simili), compila i campi richiesti e fai clic sul bottone Crea nuovo pulsante.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovrebbe esserti fornito del codice HTML da integrare direttamente tra le pagine del sito Web (oppure nel motore e-commerce del CMS con cui l’hai creato): per effettuare quest’operazione con successo, ti consiglio di rivolgerti al tuo Webmaster, a meno che tu non abbia creato il sito in completa autonomia.

Per la vendita di oggetti su eBay (anche da privato, non necessariamente come venditore professionista), PayPal è già integrato come strumento di gestione dei pagamenti: non dovrai far altro che compilare la scheda del prodotto da vendere e, nella sezione destinata alle opzioni di pagamento, apporre il segno di spunta accanto alla voce PayPal, indicando poi l’indirizzo email associato all’account PayPal (aziendale o personale che sia).

Se, invece, intendi vedere oggetti su siti di annunci, come Subito.it, potrai fornire il tuo codice PayPal.me all’acquirente, con le modalità che ti ho indicato nella sezione dedicata di questa guida, per ricevere la somma di denaro pattuita. Non hai mai venduto prima d’ora su Subito.it? Allora ti consiglio di leggere la mia guida dedicata all’argomento, nella quale ti ho mostrato tutti i passaggi da effettuare per mettere in vendita qualsiasi oggetto, in linea con le politiche d’uso del portale.

Altri metodi per farsi pagare online

Altri metodi per farsi pagare online

Quelli che ti ho mostrato finora sono i metodi di pagamento utilizzati più comunemente per farsi pagare online da amici, parenti, colleghi e acquirenti. Esistono però anche altri metodi di pagamento che, sebbene meno noti, possono essere altrettanto efficaci.

  • Satispay: è un servizio, con annessa app di pagamento, che permette di richiedere somme di denaro agli amici e di ricevere pagamenti dai clienti in maniera semplice e immediata. Funziona tramite conto corrente e sistema di saldo dedicato. Te ne ho parlato in maniera approfondita nella mia guida su come pagare con Satispay.
  • Amazon Pay: è un servizio di pagamento destinato alle imprese e alle attività commerciali, che permette di ricevere pagamenti dalle carte di credito dei circuiti Visa, MasterCard (Euro Card) e American Express, e dalle le carte di debito dei circuiti Visa Electron, Delta e Maestro. Per ulteriori informazioni, puoi consultare l’articolo di approfondimento che ho dedicato a questo servizio.
  • Shopify: altra piattaforma specializzata nel fornire strumenti di pagamento dedicati, in particolare, al settore l’e-commerce.