Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Amazon Black Friday 2017
Scopri le migliori offerte della settimana dell'Amazon Black Friday 2017. Vedi le offerte Amazon

Come trovare telefono Android

di

L’altro giorno hai dimenticato lo smartphone a casa di un amico? Beh, sei stato davvero fortunato! Pensa se ti fosse capitata la stessa cosa in un locale pubblico o, peggio ancora, per strada… come avresti fatto a ritrovare il tuo amato telefono? Avresti dovuto semplicemente dirgli addio e accettare la perdita di tutti i dati presenti sulla memoria del dispositivo.

Un vero incubo, vero? Allora cerca di essere previdente e installa sul tuo smartphone un’applicazione per la localizzazione da remoto. Grazie a questo tipo di app, è possibile rintracciare il proprio telefono tramite Internet e lo si può comandare a distanza, in modo da limitare i danni per quanto concerne la riservatezza dei dati.

Dimmi un po’, tu che tipo di smartphone hai? Un Android? Bene, allora sappi che hai solo l’imbarazzo della scelta! Ci sono tantissime app a cui puoi rivolgerti per localizzare e comandare il tuo dispositivo da remoto, compresa una che dovrebbe già essere installata sul tuo smartphone. Vediamo di che si tratta e scopriamo subito come trovare telefono Android utilizzandola, è molto più facile di quello che credi.

Gestione Dispositivi Android

Come appena accennato, tutti gli smartphone Android più recenti dispongono di un’applicazione “nascosta” che permette di localizzare e di comandare il dispositivo da remoto. Si tratta di Gestione Dispositivi Android che è offerta gratuitamente di Google e permette di compiere varie operazioni interessanti: non solo visualizzare la posizione del telefono su una mappa, ma anche bloccare il terminale da remoto per impedirne l’uso da parte degli sconosciuti, inviare squilli e riportare Android allo stato di fabbrica (per quando si perdono le speranze di recuperare il cellulare e si vuole scongiurare il rischio che i propri dati finiscano nelle mani di qualche malintenzionato).

Il servizio Gestione Dispositivi Android funziona tramite la connessione Internet e il GPS, quindi affinché funzioni c’è bisogno che il telefono sia acceso e connesso a Internet. Questo fattore lo rende molto utile nei casi di smarrimento dello smartphone, ma meno nei casi di furto: basta che il ladro spenga il telefono prima di prenderne il controllo (ed eventualmente formattarlo) e non ci sono speranze di recuperarlo.

Come attivare Gestione Dispositivi Android

Come trovare telefono Android

Per usufruire del servizio Gestione Dispositivi Android devi controllare che il tuo smartphone sia associato correttamente al tuo account Google. Inoltre devi verificare che la geolocalizzazione sia attiva e che la funzione Gestione Dispositivi Android abbia il permesso di bloccare e formattare il telefono da remoto.

Lo so, detta così sembra una cosa difficile; e invece si tratta di un gioco da ragazzi! Tutto quello che devi fare è recarti nelle impostazioni di Android (pigiando sull’icona dell’ingranaggio che si trova nella schermata con tutte le app installate sul dispositivo) e verificare che sia tutto in regola. Ecco in dettaglio tutti i passaggi che devi compiere.

  • Recati nel menu Impostazioni > Account > Google di Android e assicurati che il telefono sia associato al tuo account Google. In caso contrario, torna nel menu Impostazioni > Account, pigia sul pulsante Aggiungi account e aggiungi il tuo account Google;
  • Recati nel menu Impostazioni > Geolocalizzazione di Android e attiva la geolocalizzazione spostando su ON la levetta che si trova in alto a destra;
  • Apri l’applicazione Impostazioni Google (l’icona dell’ingranaggio con la lettera “G” al centro), seleziona la voce Sicurezza e attiva le funzioni Localizza questo dispositivo da remoto e Consenti blocco e cancellazione da remoto spostando su ON le relative levette.

Se il tuo smartphone non supporta Google Play e quindi non include il servizio Gestione Dispositivi Android, prova ad abilitare il tutto seguendo la mia guida su come installare Google Play Services.

Trovare telefono Android tramite Gestione Dispositivi Android

Come trovare telefono Android

Una volta attivato il servizio di localizzazione remota in Android, puoi visualizzare (e comandare) il tuo smartphone collegandoti a questa pagina Web e autenticandoti con il tuo account Google. Ovviamente deve trattarsi dello stesso account associato allo smartphone da localizzare.

Entro qualche secondo vedrai la posizione attuale del tuo telefonino e un menu, posto nell’angolo alto a sinistra dello schermo, con alcuni comandi da impartire al dispositivo. Cliccando sul pulsante Fai squillare puoi far squillare il telefono in modo da attirare l’attenzione degli astanti (utile se ad esempio lo smartphone si trova nei paraggi e ti serve un modo per localizzarlo facilmente); cliccando sul pulsante Blocca puoi bloccare il dispositivo con un codice di sicurezza, in modo da vietare l’accesso alle tue informazioni da parte degli sconosciuti, mentre cliccando su Cancella puoi avviare una formattazione completa del cellulare. Utilizza l’ultima funzione solo in caso di estrema necessità – quindi se ti è stato rubato lo smartphone e non hai speranze di recuperarlo -, anche perché formattando il dispositivo perderai la possibilità di localizzarlo nuovamente da remoto.

Il servizio Gestione Dispositivi Android è accessibile anche da altri smartphone e tablet Android, mediante l’applicazione gratuita Gestione Dispositivi Android che si può scaricare dal Play Store. Il suo funzionamento è praticamente identico a quello del sevizio in versione Web, non incontrerai alcun problema nell’utilizzarla.

Problemi comuni

Come trovare telefono Android

Quando accedi al servizio Gestione Dispositivi Android non vedi alcun device sulla mappa? Ti viene mostrato un messaggio che ti dice Nessun dispositivo registrato? Prova a risolvere il problema mettendo in pratica le indicazioni che trovi di seguito.

  • Apri l’applicazione Impostazioni Google, seleziona la voce Sicurezza e disattiva le funzioni Localizza questo dispositivo da remoto e Consenti blocco e cancellazione da remoto.
  • Recati nel menu Impostazioni > App di Android, seleziona la scheda Tutti (in alto a destra) e procedi come segue.
    • Seleziona il processo Google Play Services e pigia prima sul pulsante Gestisci spazio e poi su Cancella tutti i dati;
    • Seleziona il processo Google Services Framework e pigia sul pulsante Cancella dati;
    • Seleziona il processo Google Play Store e pigia sul pulsante Cancella dati.
  • Apri l’applicazione Impostazioni Google, seleziona la voce Sicurezza e attiva nuovamente le funzioni Localizza questo dispositivo da remoto e Consenti blocco e cancellazione da remoto.
  • Recati nel menu Impostazioni > Geolocalizzazione di Android, disattiva la geolocalizzazione spostando su OFF la levetta che si trova in alto a destra e riattivala subito, spostando la levetta nuovamente su ON.

Adesso prova a collegarti nuovamente al servizio Gestione Dispositivi Android e il tuo smartphone dovrebbe essere rilevato correttamente.

Qualora ci fossero ancora problemi con il servizio di localizzazione remota o con altri servizi Google (es. Play Store), recati nel menu Impostazioni >Account > Google di Android, seleziona il tuo indirizzo Gmail, pigia sul pulsante (…) collocato in alto a destra e seleziona la voce Rimuovi account dal menu che si apre.

Dopo aver rimosso il tuo account Google, spegni completamente lo smartphone, riaccendilo e configura nuovamente il tuo account Google selezionando la voce Aggiungi account dal menu Impostazioni > Account di Android. Al termine dell’operazione tutto dovrebbe funzionare a dovere (verifica sempre che in Impostazioni Google siano attive le opzioni relative alla localizzazione e al blocco del device da remoto).

Lost Android

Come trovare telefono Android

Se non riesci ad attivare Gestione Dispositivi Android sul tuo smartphone, o comunque cerchi una soluzione alternativa per trovare telefono Android a distanza, da’ un’occhiata a Lost Android che rappresenta una delle migliori alternative free al servizio ufficiale di Google.

Una volta installata sullo smartphone, l’applicazione si camuffa da app per le note (in modo da non destare sospetti con la sua icona nel menu di Android) e svolgere tante funzioni tese al recupero e alla protezione dei cellulari smarriti: visualizza la posizione geografica del dispositivo su una mappa, scatta foto, registra l’audio, recupera la cronologia di chiamate e messaggi, fa squillare il cellulare, attiva e disattiva le connessioni a Wi-Fi e Bluetooth (solo su alcuni terminali) e molto altro ancora. Il tutto senza necessitare dei permessi di root.

Altra caratteristica interessante di Lost Android è che permette di comandare il telefono a distanza tramite SMS, quindi anche se un eventuale ladro disattiva il Wi-Fi o non c’è una connessione Internet attiva è possibile comandare il terminale a distanza. Trovi la lista completa dei comandi qui (sotto la voce Available SMS commands).

Dopo aver installato Lost Android, affinché l’applicazione svolga il suo lavoro, devi compiere le seguenti operazioni.

  • Avvia Lost Android sul telefonino da monitorare e pigia sul pulsante Administrator Rights per concedere all’applicazione il permesso di comandare il dispositivo;
  • Collegati a questa pagina Web dal computer, clicca sulla voce Sign In che si trova sulla destra, esegui l’accesso con lo stesso account Google usato sullo smartphone da monitorare e clicca sul pulsante Permetti.

Missione compiuta! Da questo momento in poi puoi collegarti al sito Internet di Lost Android da qualsiasi PC e comandare il tuo smartphone da remoto. Per recuperare la posizione geografica del telefonino, clicca sul pulsante Controls e pigia su Send location. Per gli altri comandi disponibili nel servizio (in lingua inglese ma facilmente comprensibili) seleziona le icone che si trovano sotto il pulsante Controls: Status per attivare/disattivare le varie connessioni; Messages per inviare o ricevere messaggi dal cellulare; Security per bloccare o formattare il dispositivo e così via.

Nota: nel caso in cui volessi disinstallare Lost Android dal tuo smartphone, vai nel menu Impostazioni > Sicurezza > Amministratori dispositivo e togli il segno di spunta dalla voce relativa a Personal Notes (il nome finto usato da Lost Android per camuffarsi). Altrimenti non avrai i permessi necessari per la rimozione della app e non riuscirai a disinstallarla.

Altre app per trovare telefono Android

Come trovare telefono Android

Per concludere, lascia che ti segnali qualche altra app per trovare telefono Android disponibili sul Google Play Store. Come già detto ce ne sono davvero per tutti i gusti, sia gratis che a pagamento.

  • Cerberus – a detta di molti, la migliore app anti-furto disponibile per Android. Permette di localizzare e di comandare il dispositivo da remoto come le app gratuite che abbiamo incontrato in questo tutorial, ma offre tante funzioni aggiuntive che la rendono quasi imbattibile. Permette ad esempio di bloccare lo spegnimento del telefono, di riattivare il GPS in caso di disattivazione, di “spiare” i ladri scattando foto e registrando l’audio circostante e molto altro ancora. Costa 4,99 euro ma è possibile provarla gratis per 7 giorni. Da sottolineare che alcune delle funzioni più avanzate della app necessitano del root.
  • Avast Anti-Theft – app antifurto prodotta dalla stessa azienda che produce l’omonimo antivirus. Permette di localizzare il telefono da remoto e di comandarlo sia tramite Internet che tramite SMS. Consente inoltre di scattare foto da remoto, mostra messaggi sullo schermo del cellulare e molto altro ancora. È gratis.
  • Prey – altra app anti-furto molto “quotata” sul Play Store. Permette di monitorare fino a tre dispositivi con uno stesso account e di localizzare/comandare il cellulare da remoto. Gratis.
  • Lookout – una soluzione per la sicurezza all-in-one che include un antimalware per Android e un servizio per localizzare e comandare lo smartphone da remoto. Permette anche di conoscere l’ultima posizione nota del telefono prima dello spegnimento del dispositivo. Gratis (nella sua versione di base).