Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Programmi per Linux

di

Sei finalmente riuscito a installare Linux sul computer e, felice di aver raggiunto il tuo obiettivo, non vedi l’ora di metterti all’opera e di testare tutte le caratteristiche del tuo nuovo sistema operativo. Dopo qualche minuto, però, ti sei reso conto di non aver a disposizione alcun software per te utile: giacché non hai mai avuto a che fare con il “pinguino” prima d’ora, hai quindi aperto Google alla ricerca di una lista di programmi per Linux che possano rispondere alle tue esigenze, e per questo motivo sei capitato proprio qui, sul mio sito Web.

Se le cose stanno esattamente in questo modo, allora sappi che ti trovi nel posto giusto, al momento giusto! Nel corso di questo tutorial, infatti, sarà mia cura elencarti una serie di software installabili su Linux, gratuiti e quasi sempre open source, adatti per diverse necessità: da Internet alla produttività, passando per il montaggio video, la musica e molto altro ancora.

Dunque, senza attendere oltre, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, ultimata la lettura di questa guida, sarai perfettamente in grado di rendere operativa la tua nuova installazione di Linux. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Programmi Linux per Internet

Programmi Linux per Internet

Iniziamo questa disamina dedicata ai migliori programmi per Linux da quella che, probabilmente, è ad oggi la categoria più comunemente presa in considerazione: Internet. Di seguito, mi appresto a elencarti una serie di browser, client email e client di messaggistica compatibili con il sistema operativo del “pinguino”.

  • Mozilla Firefox: a dirla tutta, non credo che il browser di casa Mozilla abbia bisogno di presentazioni! Praticamente uguale alle sue controparti per Windows e macOS, Firefox è un browser completo, le cui versioni più moderne sono basate sul motore Quantum (le versioni del browser precedenti alla 56, così come la sua variante ESR, sono invece basate sul motore Gecko). Ho dedicato un’intera sezione del mio sito a Firefox: visitala, non te ne pentirai!
  • Chromium: questa notizia potrà sorprenderti, ma Chromium è il browser Web libero e open source dal quale deriva il ben più conosciuto Google Chrome. Sebbene i browser condividano la maggior parte delle funzionalità (e del codice), essi risultano differenti per alcuni aspetti strettamente legati alla gestione dei componenti a sorgente chiuso, oltre che per la licenza. Va da sé che, all’atto pratico, Chromium e Google Chrome si rassomiglino tantissimo.
  • Google Chrome: il browser di Google, basato sul progetto Chromium, è disponibile anche per il download e l’installazione sulla maggior parte delle distribuzioni Linux. Se ti interessa approfondire le modalità d’uso di questo programma, consulta pure la sezione specifica del mio sito.
  • Opera: Opera è un browser multi-piattaforma, disponibile anche per Linux, basato sul codice di Chromium. Tra le funzioni integrate del programma figurano la possibilità di utilizzare una VPN gratuita, una pratica barra dedicata alla messaggistica istantanea e le notevoli possibilità di personalizzazione.
  • Vivaldi: si tratta di un browser open source, basato su Chromium, che presta particolare attenzione alla privacy dei dati, minimizzando le possibilità di tracciamento da parte dei siti Web visitati, grazie ad alcune funzionalità integrate. L’interfaccia di Vivaldi è essenziale e priva di particolari dettagli estetici, il che lo rende un programma di navigazione adatto anche a macchine più datate.
  • Falkon: precedentemente conosciuto come QupZilla, è un browser Web pienamente integrato con l’ambiente KDE/Plasma e basato sul codice di Chromium (mediante il motore Web Qt WebEngine). Tra le funzioni caratteristiche del browser, figurano la possibilità di realizzare screenshot di pagine intere e di utilizzare schede uniche per la gestione di segnalibri, cronologia e feed.
  • Lynx/ELinks: questi due browser sono particolarmente indicati per l’utilizzo da remoto, in quanto non dispongono di interfaccia grafica e possono essere facilmente richiamati mediante il Terminale. ELinks ha qualche funzione in più di Lynx, tuttavia, a causa della loro natura, entrambi i programmi si allontanano dal concetto moderno di navigazione su Internet.
  • Thunderbird: precedentemente gestito dalla Mozilla Foundation, Thunderbird è un client email completo e facile da usare, ad oggi totalmente guidato da un’enorme comunità di volontari, integrato in numerose distribuzioni Linux. Se vuoi saperne di più, consulta pure la mia guida all’utilizzo di Thunderbird.
  • KMail: si tratta del client di posta elettronica predefinito dell’ambiente KDE/Plasma, che si integra nativamente con un gran numero di provider di posta elettronica (come Gmail) e fornisce supporto per i più noti protocolli di comunicazione, come POP3, IMAP, EWS (Exchange) e molti altri.
  • Telegram: la celebre applicazione di messaggistica è disponibile anche sotto forma di client per Linux, utilizzabile in modo indipendente dall’app per smartphone e tablet. Per saperne di più su Telegram, ti invito a consultare l’approfondimento che ho dedicato al tema.
  • Franz: si tratta di un programma dedicato a chat e messaggistica istantanea, che integra il supporto a un gran numero di protocolli di questo tipo: Skype, Telegram e WhatsApp sono soltanto alcuni di essi. A partire dalla versione 5, il codice di Franz è distribuito liberamente, rendendolo di fatto un programma open source.
  • Wickr: altro programma dedicato alla messaggistica istantanea, consente di chattare in modalità peer-to-peer, quindi senza coinvolgere alcun server, applicando un algoritmo di cifratura avanzato. Per quanto riguarda la sicurezza delle informazioni in transito, Wickr è considerato uno dei più sicuri client di chat attualmente esistenti.

Programmi Linux per produttività

Programmi Linux per produttività

Se hai installato Linux su un PC dedicato allo svolgimento di attività di studio/lavorative, allora non puoi non prendere in considerazione l’installazione dei software che ti propongo di seguito.

  • LibreOffice: si tratta di una suite d’ufficio open source e multi piattaforma, che include programmi dedicati all’elaborazione di testi (Write), alla gestione di fogli di calcolo (Calc), alla realizzazione di presentazioni (Impress) e di materiale grafico (Draw). Non manca, inoltre, un gestore di database (Base). Ti ho parlato di LibreOffice nella mia guida dedicata ai programmi per ufficio gratis.
  • OpenOffice: altra ottima suite d’ufficio gratuita, dalla quale è in seguito nata LibreOffice. Le funzioni di OpenOffice sono molto simili a quelle di LibreOffice, tuttavia questo programma riceve solitamente un numero di aggiornamenti minore rispetto a quelli applicati a LibreOffice.
  • WPS Office: altra ottima suite d’ufficio multi piattaforma, dotata di strumenti per l’elaborazione di documenti di vario tipo.
  • Atom: è un editor di testo multi piattaforma, ampiamente personalizzabile grazie a un ampia gamma di componenti aggiuntivi, mediante il quale è possibile scrivere testi di vario tipo, inclusi file sorgenti realizzati con alcuni linguaggi comunemente usati.
  • Bluefish: anche Bluefish è un editor di testo estremamente flessibile, ampiamente utilizzato da programmatori e sviluppatori Web per realizzare pagine HTML, script e codice di qualsivoglia tipo.
  • GIMP: è uno dei migliori software open source dedicati al fotoritocco e alla manipolazione delle immagini in generale. Molto spesso, GIMP viene definito l’alternativa gratuita a Photoshop. Per maggiori informazioni in merito al suo funzionamento, dai pure un’occhiata alla sezione dedicata del mio sito.
  • Krita: Krita è un programma open source dedicato alla grafica, principalmente basato sul concetto di disegno digitale “a mano libera”.
  • Scribus: si tratta di un vero e proprio software di desktop publishing, che consente di creare grafiche di vario tipo mediante l’ampia gamma di strumenti messi a disposizione dell’utente. Si tratta di una delle più usate alternative gratuite ad Adobe InDesign.

Programmi Linux per montaggio video

Programmi Linux per montaggio video

Se hai intenzione di usare la tua nuova postazione Linux per manipolare video e filmati di vario tipo, allora troverai sicuramente utili i programmi che ti segnalo qui di seguito.

  • OpenShot: si tratta di un editor video non lineare open source, preinstallato in numerose distribuzioni Linux, che permette di creare filmati composti da immagini, musica, animazioni, transizioni e altri video. Ti ho parlato di OpenShot nella mia guida ai programmi gratuiti per montare video.
  • DaVinci Resolve: altro editor video non lineare estremamente valido, che si sta facendo strada tra gli appassionati di editing video. Dispone di supporto 8K e molte funzioni avanzate. È gratis nella sua versione gratuita; in alternativa c’è la versione Studio, a pagamento, che offre il DaVinci Neural Engine, la collaborazione multiutente, strumenti di 3D stereoscopico, decine di plug-in ResolveFX e FairlightFX, correzione colore in HDR, granulosità della pellicola, effetti del mosso e della foschia e altro.
  • KDEnlive: è un programma di montaggio video funzionalmente simile a OpenShot, ma basato sulle librerie Qt e perfettamente integrato nell’ambiente KDE Plasma.
  • Pitivi: si tratta di un editor video non lineare, con funzionalità simili a quelle di OpenShot e KDEnlive, dotato però di un’interfaccia semplice, intuitiva e dalla grafica particolarmente accattivante.
  • LiVES: altro apprezzato editor video open source, questo software dispone di un’interfaccia grafica semplice ma completa e di strumenti che consentono di operare sui video (ritaglio, modifica, missaggio e così via) nel giro di un paio di clic.
  • Blender: è un software open source dedicato alla modellazione, al montaggio, alla composizione e al rendering di immagini bidimensionali e tridimensionali. Si tratta di un programma estremamente potente e ricco di funzionalità.
  • Lightworks: si tratta di un software professionale dedicato al montaggio digitale, ampiamente utilizzato per la creazione di filmati di vario tipo. Sebbene ne sia stata annunciata una versione open source nel 2010, il suo codice sorgente non è ancora stato rilasciato.
  • Cinelerra: è un programma principalmente dedicato alle operazioni di post-produzione e compositing video, attualmente open source e distribuito con licenza GPL.

Programmi Linux per scaricare musica

Programmi Linux per scaricare musica

Sul Web e sui canali P2P sono disponibili tantissimi contenuti musicali distribuiti liberamente da artisti indipendenti o non più protetti da copyright (come le live di alcuni concerti eseguite da artisti famosi). Dunque, se è tua intenzione scaricarli con Linux, puoi far riferimento ai programmi che ti elenco di seguito.

  • Transmission: si tratta di un client per il download di materiale proveniente dalla rete Torrent, installato “di serie” in numerose distribuzioni Linux.
  • qBittorrent: altro ottimo client dedicato alla rete Torrent, è facilmente installabile dai repository delle più comuni distribuzioni Linux.
  • JDownloader: si tratta di un software multi piattaforma che consente di scaricare musica da un gran numero di siti Web. Te ne ho parlato nel dettaglio in questa guida.
  • aMule: si tratta di un client open source e multi piattaforma, che permette di accedere alle reti di file sharing di eMule, quali ed2k e Kad, tramite Linux.

Nota: fai attenzione a non scaricare materiale protetto da diritto d’autore, in quanto si tratta di una pratica illegale: non è assolutamente mia intenzione incentivare operazioni illecite e non mi riterrò responsabile riguardo l’uso scorretto dei software sopra indicati.

Programmi Linux per creare siti Web

Programmi Linux per creare siti Web

Se necessario, un computer dotato di Linux può essere agevolmente trasformato in una postazione adibita alla realizzazione di siti Web. Dunque, se hai questa esigenza, ti consiglio di installare i programmi elencati di seguito.

  • XAMPP: se non ne avessi mai sentito parlare, XAMPP è un software all-in-one che consente di configurare “al volo” un server Web locale, senza dover smanettare con complesse configurazioni. XAMPP integra al suo interno il server Apache con PHP, MySQL e il relativo gestionale PHPMyAdmin.
  • Seamonkey: si tratta di una suite all-in-one che comprende un browser Web, un client di posta elettronica, un client IRC e un editor visuale (o WYSIWYG, ciò che vedi è ciò che ottieni) HTML.
  • KompoZer: è un altro ottimo programma WYSIWYG dedicato alla creazione di pagine HTML. Kompozer integra al suo interno anche un gestore di siti e un editor per codice CSS.
  • Aptana Studio: è un software completo dedicato alla creazione di pagine e siti Web che, oltre a un editor HTML, integra strumenti dedicati alla realizzazione di codice JavaScript e CSS.
  • Eclipse: principalmente conosciuto per lo sviluppo in linguaggio Java, Eclipse è disponibile anche sotto forma di programma per lo sviluppo Web. Esso integra strumenti per la realizzazione di codice HTML, CSS, JavaScript e PHP.

Programmi Linux per bambini

Programmi Linux per bambini

Se la postazione Linux che hai appena realizzato è principalmente indirizzata a un bambino, potresti trovare utile installare sulla stessa i programmi che ti segnalo di seguito.

  • Childsplay: è una collezione di giochi dedicata ai più piccoli, mirati a rafforzare le abilità di apprendimento di base.
  • GCompris: si tratta di un programma dedicato ai bambini che integra un insieme di giochi e attività dedicati a svariati temi (storia, geografia, matematica, scienze e così via).
  • TuxMath: è un programma-gioco che aiuta i più piccoli nell’apprendimento delle nozioni matematiche di base.
  • KStars: si tratta di un gioco che, simulando un cielo notturno, insegna ai bambini a riconoscere stelle, pianeti, comete, costellazioni e altri corpi celesti.
  • Minuet: è di una suite dedicata all’apprendimento musicale, particolarmente adatta a bambini e studenti di musica alle prime armi.
  • Sugar: più che un software, Sugar è una distribuzione completa di Linux, dedicata a bambini e ragazzi, eseguibile da pen-drive. Essa quale contiene diversi mini-giochi dedicati a più aree tematiche (matematica, geografia, disegno, digitazione e così via) e prevede la possibilità di salvare i propri progressi.
  • Supertux: è un gioco a livelli palesemente ispirato a Super Mario, disponibile nei repository delle più note distribuzioni Linux.

Programmi Linux per masterizzare ISO

Programmi Linux per masterizzare ISO

In Rete è possibile trovare numerosi programmi dedicati alla masterizzazione da Linux, alcuni dei quali includono la possibilità di scrivere su disco intere immagini ISO: di seguito te ne elenco alcuni.

  • Brasero: è un software di masterizzazione incluso nella maggior parte delle distribuzioni Linux con ambiente desktop GNOME-based. È dotato di un’interfaccia grafica semplice ma completa e consente, tra le altre cose, di masterizzare rapidamente immagini ISO. Ti ho parlato di Brasero nella mia guida su come formattare un CD riscrivibile.
  • K3B: è un altro ottimo programma completo, dedicato alla masterizzazione di dischi audio, dati e di immagini ISO. È incluso nella maggior parte delle distribuzioni Linux con ambiente desktop basato su Plasma/KDE.
  • Xfburn: si tratta del software di masterizzazione caratteristico dell’ambiente desktop Xfce (ma può essere installato anche in altri ambienti desktop). Ha un’interfaccia semplice e con pochi fronzoli e include una funzione dedicata alla masterizzazione di immagini ISO.
  • wodim: è un programma utilizzabile da linea di comando che consente di masterizzare file di vario tipo, incluse le immagini ISO, su CD. È già installato nella maggior parte delle distribuzioni Linux.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.