Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come coltivare su Minecraft

di

Passando parte del tuo tempo libero su Minecraft, il celebre gioco “a cubetti” prodotto da Mojang (e ora di proprietà di Microsoft), hai potuto sperimentare la vita dell’avventuriero. Hai esplorato mondi, sconfitto mostri e costruito la tua abitazione.

Dopo tante avventure, però, hai pensato che sarebbe bello fermarsi un attimo e provare a fare qualcosa di più rilassante, e hai perciò scelto di imparare a coltivare del cibo: ti sei dunque chiesto come coltivare su Minecraft ma finora non hai trovato alcuna guida in grado di illustrarti in maniera semplice l’argomento, mostrandoti come eseguire vari tipi di coltivazione nel mondo di gioco. Le cose stanno così, vero Allora lasciati dire che sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto.

Di seguito, sarà infatti mia premura spiegarti, con chiarezza e semplicità, i principali metodi di coltivazione di alcune delle più diffuse piante presenti nel mondo di Minecraft. Dai, rimboccati subito le maniche, dedicami qualche minuto del tuo tempo e comincia la tua vita da “contadino digitale”. Ti auguro una buona lettura e, soprattutto, un buon divertimento!

Indice

Informazioni Preliminari

Un orto in Minecraft

Prima di spiegarti in dettaglio come coltivare su Minecraft, lascia che ti parli brevemente dell’utilità di questa attività all’interno del gioco.

Anche se può sembrare un puro divertimento, in realtà coltivare il cibo in Minecraft è un’operazione molto utile. Se, per esempio, hai in mente di partire per un lungo viaggio o di esplorare una caverna molto vasta, ti tornerà comodo avere a portata di mano una buona scorta di cibo. E quale metodo migliore se non quello di coltivare il tuo stesso cibo?

Inoltre, devi sapere che mangiare varietà di cibi diversi fornisce, in Minecraft, un bonus aggiuntivo. Sfamandoti con cibi di diverso tipo, infatti, la barra della fame calerà molto più lentamente: è estremamente utile, dunque, avere sempre a disposizione differenti tipologie di nutrimento da combinare tra loro.

Come coltivare su Minecraft

Ora che ti ho spiegato l’utilità e l’importanza di creare il tuo orto, sono pronto a illustrarti tutti i passaggi necessari per far crescere i principali tipi di coltivazioni presenti nel gioco. Tieni presente che ogni coltivazione necessita di cure particolari: assicurati, perciò, ti leggere tutti i passaggi che sto per mostrarti in modo da imparare rapidamente e con semplicità quali sono e come applicarle.

Come coltivare grano su Minecraft

Coltivare il grano in Minecraft

Il grano è senza dubbio la pianta coltivabile più diffusa in Minecraft. Puoi trovarne esemplari in quasi tutti i villaggi, ed è molto utile in quanto ne bastano 3 unità disposte orizzontalmente in un Banco da lavoro per creare del Pane.

Per coltivare il grano devi innanzitutto procurarti dei Semi di grano, che pianterai successivamente. Fortunatamente, trovare i semi è un’operazione veramente semplice. Ti basterà infatti interagire premendo il tasto sinistro del mouse con l’erba presente quasi ovunque per avere una probabilità di ottenere dei Semi di grano.

Costruisci ora una Zappa, che ti servirà per preparare il terreno alla coltivazione dei semi. Per fare questo disponi, nel Banco da lavoro, 2 unità di Pietrisco o Assi di legno in alto e 3 unità di Assi di legno in verticale.

Costruisci una Zappa

Ora che possiedi una Zappa, scava un rettangolo profondo un’unità e largo tre unità nel terreno, lungo a piacere. Lascia una striscia di terreno nel mezzo, in modo da potervi piantare i semi successivamente.

Prepara il terreno per il grano

Procurati quindi dell’Acqua, che puoi raccogliere interagendo con l’acqua del mare, di un fiume o di un laghetto, attraverso un Secchio. Riempi il rettangolo con l’acqua fino a ottenere acqua ferma in ogni blocco. Fatto questo, utilizza la Zappa sulla striscia di terra centrale premendo il tasto destro del mouse. Come vedi, la terra risulterà arata e, in poco tempo, cambierà colore divenendo più scura.

Bene, è arrivato il momento di piantare i semi ottenuti in precedenza. Interagisci con il terreno coltivabile tenendo i Semi di grano in mano e premendo il tasto destro del mouse per piantarli. Ricordati che il grano necessita di luce per crescere, circonda dunque il tuo piccolo orto con delle Torce per fornire luce alla coltivazione anche durante la notte.

Pianta il grano in Minecraft

Entro uno o due giorni, il grano risulterà maturo e pronto per la raccolta. Se vuoi velocizzare la crescita delle tue piante, puoi utilizzare della Farina di ossa ottenuta lavorando una singola unità di Ossa.

Fertilizza con la farina d'ossa

Ecco fatto! Il grano è maturo e puoi raccoglierlo, premendo su di esso con il tasto sinistro del mouse. Quando raccogli il grano, ottieni, oltre al grano stesso, una buona quantità di Semi di grano, che puoi usare per piantare nuovamente altro grano e per espandere la tua coltivazione.

Come coltivare zucche su Minecraft

Coltiva le zucche in Minecraft

Se sei incappato in una zucca durante le tue avventure, ti sarai sicuramente chiesto come coltivare le zucche su Minecraft. Ebbene, il procedimento che devi seguire è molto semplice, a patto di avere con te dei Semi di zucca ottenuti proprio raccogliendo le zucche che hai trovato nel mondo di Minecraft.

Per far crescere le tue zucche, segui il medesimo procedimento che ti ho illustrato per quanto riguarda il grano ma, in questo caso, non scavare un intero rettangolo bensì una striscia di terra larga un’unità e lunga a piacimento.

Una volta piantati i Semi di zucca, infatti, essi cresceranno fino a produrre una zucca matura nel blocco adiacente ad essi, che dovrà quindi essere vuoto e disponibile per accogliere il frutto maturo.

Come coltivare funghi su Minecraft

Coltiva i funghi in Minecraft

Esplorando una caverna o magari nella dimensione del Nether, hai trovato dei Funghi marroni e dei Funghi rossi e hai deciso di provare a coltivarli. Ottima idea, dato che dai funghi puoi ricavare una zuppa di funghi in grado di saziarti!

Il procedimento per coltivare i funghi su Minecraft, però, richiede alcuni accorgimenti molto importanti, atti a creare un ambiente adatto alla diffusione di questo tipo di coltivazione. Ecco quali.

Devi sapere, innanzitutto, che i funghi necessitano di un ambiente poco luminoso per poter crescere. Devono inoltre essere riparati dalla luce del sole e non possono essere piantati all’aria aperta. Scava dunque una stanza sotterranea alta 2 unità e larga a piacimento.

La stanza per i funghi

Essendo una stanza sotterranea e non potendo essere illuminata dal sole, ecco come puoi fare per evitare la comparsa di mostri e per rendere l’area più luminosa.

Ogni 6 quadrati, scava 1 unità verso l’alto e inserisci nella cavità appena creata 1 Torcia. In questo modo, riuscirai ad evitare la proliferazione dei mostri senza però generare una luce troppo forte.

La giusta illuminazione per i funghi in Minecraft

Procedi ora a piantare i funghi che hai a disposizione nel terreno, mantenendoli distanti almeno 3 unità l’uno dall’altro. Con il passare del tempo, potrai notare la comparsa di nuovi funghi nella stanza sotterranea.

Come coltivare carote su Minecraft

Coltiva le carote in Minecraft

Un altro cibo molto interessante da coltivare in Minecraft è la carota. Nutriente e facile da ottenere, la carota si presta molto bene allo scopo di creare un piccolo orto.

Il primo passo che devi compiere per coltivare le carote su Minecraft consiste nel procurarti almeno una carota in un villaggio o durante le tue esplorazioni del mondo di gioco. Una volta ottenuta, puoi seguire lo stesso procedimento per la coltivazione del grano per poter piantare e far crescere altre carote.

Come coltivare cacao su Minecraft

Coltiva il cacao in Minecraft

Il cacao è uno degli elementi coltivabili più affascinanti di Minecraft. Se durante le tue esplorazioni hai incontrato una giungla, avrai sicuramente notato e raccolto il cacao presente sugli alberi e ti sarai chiesto come coltivare il cacao su Minecraft.

Il procedimento per ottenere questo risultato è molto semplice e non richiede particolari accorgimenti. Procurati innanzitutto alcune unità di Tronco della giungla dagli alberi presenti in questo bioma. Puoi raccoglierne quante ne vuoi, a seconda di quanto cacao vorrai ottenere.

Ottieni anche delle Fave di cacao, raccogliendo il cacao già presente sugli alberi all’interno della giungla. Più ne raccoglierai, più grande sarà il primo raccolto.

Disponi ora i tronchi appena ottenuti, in modo da formare una sorta di scacchiera alta almeno due unità: ogni tronco deve avere i quattro lati liberi e ogni riga di tronchi deve essere sfalsata di un’unità rispetto alla riga precedente.

La disposizione dei tronchi per il cacao

Posiziona ora le Fave di cacao sui tronchi appena disposti. Con il passare del tempo, le fave cresceranno fino a divenire mature. Una volta maturate, raccogli i frutti per ottenere nuove fave che potrai utilizzare come ingrediente o per ampliare la tua coltivazione di cacao.

Facile, vero? Se dopo aver seguito le mie indicazioni e aver imparato come coltivare in Minecraft vuoi abbellire il tuo orto, rendendolo esteticamente migliore, puoi leggere anche la mia guida su come costruire una fattoria in Minecraft e scoprire tutti i trucchi finalizzati a ottenere la tua fattoria personale.

Come coltivare su Minecraft con le mod

La Pam's Harvest mod

Ora che hai creato il tuo orto, potresti stare pensando di espandere la varietà di alimenti disponibili per essere piantati e consumati. Se è questa la tua intenzione, sappi che esiste una mod fatta apposta per questo motivo, chiamata Pam’s HarversCraft 2 – Crops.

Le mod di Minecraft, come credo tu già sappia, sono dei componenti aggiuntivi creati dalla community per aggiungere nuove possibilità e contenuti al gioco originale.

Tramite la mod Pam’s HarversCraft 2 – Crops, ti sarà dunque possibile ottenere nuovi semi e nuove piante da coltivare nel tuo orto all’interno di Minecraft. Per procedere, però, devi innanzitutto installare il programma di gestione delle mod, chiamato Forge.

Collegati, dunque, al sito Web ufficiale e premi sul pulsante Installer. Non dimenticarti di selezionare, nel caso fosse necessario, la versione corretta di Minecraft dal pannello presente sulla sinistra.

A download completato, apri il file forge-x.x.x-installer.jar ottenuto, spunta la casella Install client e fai clic su OK. In questo modo, hai installato il profilo Forge avviabile tramite il launcher di Minecraft, in grado di gestire le mod che andrai ad aggiungere al gioco.

Collegati ora alla pagina di Curseforge contenente la mod e premi sul collegamento pamhc2crops-x.x.x-x.x.x.jar presente sulla destra, relativo alla tua versione di Minecraft. Premi poi il pulsante Download e sposta il file pamhc2crops-x.x.x-x.x.x.jar appena scaricato all’interno della cartella delle mod di Minecraft.

Su Windows, il percorso da seguire è C:\Users\[nome utente]\AppData\Roaming.minecraft\mods, mentre su macOS è ~/Library/Application Support/minecraft/mods. Per Windows, potrebbe esserti utile la mia guida su come visualizzare le cartelle nascoste.

Successivamente, avvia il Minecraft Launcher, fai clic sull’icona della freccia verso il basso, che si trova sulla sinistra, seleziona il profilo Forge e premi sul tasto Gioca. Ora, creando un nuovo mondo di gioco, potrai notare alcune interessanti aggiunte.

Esplorando il mondo di gioco, potrai infatti trovare dei nuovi blocchi, chiamati Gardens. Questi blocchi producono alcune unità di frutti e verdure dai nomi inglesi, quali Blackberry, Blueberry, Cactus Fruit, Candleberry e Cantaloupe. Ti sarà possibile raccogliere i frutti o i semi di queste coltivazioni per poi piantarli e ottenere nuovi elementi per il tuo orto.

I nuovi Gardens della Pam's Harvest Mod

Puoi trovare tutte le informazioni riguardanti questa mod e gli elementi aggiunti, nonché alcuni consigli su come trovare i nuovi elementi e come coltivarli sulla pagina ufficiale della mod, disponibile però solamente in lingua inglese.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.