Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come configurare modem

di

Hai sottoscritto una nuova offerta Internet e hai recentemente ricevuto in dotazione il router di ultima generazione fornito dal tuo operatore di telefonia; tuttavia, i tentativi di configurarlo secondo le tue esigenze sono risultati vani e, stai leggendo questa guida, mi pare evidente il fatto che tu non abbia la più pallia idea di dove mettere le mani. Mi sbaglio? No, appunto. Ad ogni modo non preoccuparti, posso spiegarti io, passaggio dopo passaggio, come configurare modem.

Lo so, apparentemente, potrà sembrarti complicato oltre che totalmente fuori dalla tua portata: posso però assicurarti che attenendoti scrupolosamente alle mie indicazioni e procedendo con la dovuta calma e con il giusto livello di attenzione riuscirai a configurare modem in men che non si dica. Vedrai, dopo aver finito di leggere questo tutorial starai già scorrazzando a destra e a manca in rete così come se nulla fosse mai accaduto.

Allora, cos'altro aspetti a iniziare? Prenditi qualche minuto di tempo libero, mettiti ben comodo e concentrati sulla lettura delle righe successive: sono sicuro che alla fine potrai dirti più che soddisfatto e che qualora necessario sarai anche pronto e ben disponibile a fornire tutte le spiegazioni del caso ai tuoi amici bisognosi di riceve una dritta analoga. Scommettiamo?

Indice

Operazioni preliminari

Come configurare modem

Per poter configurare le funzioni del router in tuo possesso, devi innanzitutto accedere al suo pannello gestionale. Dunque, per iniziare, prendi un qualsiasi dispositivo dotato di browser (meglio se si tratta di un computer, per comodità) e collegalo alla rete gestita dal router che desideri configurare, sia essa Wi-Fi, oppure cablata.

Successivamente, apri il programma o l'app di navigazione che preferisci e collegati all'indirizzo IP del modem, digitando quest'ultimo nella barra degli indirizzi e premendo poi il pulsante Invio sulla tastiera.

Solitamente l'indirizzo IP del modem è 192.168.1.1 oppure 192.168.1.254. Per scoprire l'indirizzo IP esatto del modem, prova a dare uno sguardo sulla parte posteriore del dispositivo, dovrebbe esserci attaccata un'etichetta apposita. In caso contrario, l'indirizzo IP potrebbe essere scritto sul manuale utente del router presente nella confezione di vendita.

Qualora l'indirizzo in questione non dovesse essere indicato né su un eventuale etichetta appiccicata sul dispositivo né sul manuale utente, puoi visualizzarlo direttamente dal dispositivo in tua dotazione, con le modalità che trovi spiegate di seguito.

  • Windows: apri il menu Start, digita la parola cmd al suo interno e fai clic sull'icona del Prompt dei comandi. Ora, impartisci l'istruzione ipconfig, dai Invio e prendi nota dell'indirizzo che vedi in corrispondenza della voce Gateway predefinito.
  • macOS: apri il Terminale mediante l'apposita icona presente nel menu Vai > Utility del computer, digita il comando netstat -nr | grep default e premi il tasto Invio della tastiera, per visualizzare l'IP del router.
  • Android: recati nel menu Impostazioni > Rete e Internet > Wi-Fi (o simili) del dispositivo e tocca sul simbolo dell'ingranaggio posto accanto al nome della rete wireless alla quale sei collegato. Successivamente, premi sulla dicitura Avanzate e annota l'indirizzo riportato accanto alla voce Gateway.
  • iOS/iPadOS: recati nel menu Impostazioni > Wi-Fi dell'apparecchio e tocca il pulsante (i) situato accanto al nome della rete senza fili da te in uso.

Se riscontri difficoltà nel portare a termine le summenzionate operazioni, prova a dare un'occhiata alla mia guida su come trovare l'indirizzo IP del router, nella quale ti ho fornito tutti i dettagli in merito alla questione.

Per accedere al pannello di controllo del modem ti verrà chiesto di digitare un nome utente e una password: generalmente, le credenziali sono scritte sulla solita etichetta adesiva apposta sul retro o sulla parte inferiore dell'apparecchio di rete; se visualizzi un messaggio d'errore, prova a usare la combinazione da utilizzare è admin/admin o admin/password. Qualora dovessi avere difficoltà nell'individuare nome utente e password del tuo modem, puoi consultare il mio tutorial su come trovare la password di modem e router.

Come configurare il modem

Dopo aver completato l'accesso al pannello di gestione del router, non devi fare altro che individuare la sezione più adatta all'operazione che intendi portare a termine (ad es. Wi-Fi), premere sulla funzione di tuo interesse e utilizzare le caselle e i menu a tendina che vedi sullo schermo, per applicare le modifiche desiderate. Ricorda, a lavoro ultimato, di premere sul pulsante Salva/Applica presente in fondo al riquadro o alla pagina che vedi, onde evitare di rendere vano il lavoro svolto.

Chiaramente, i nomi delle varie sezioni (e le modalità per accedervi) variano in base al modello di router in tuo possesso: qui di seguito trovi una panoramica relativa alle funzioni disponibili sugli apparecchi più comunemente diffusi.

Come configurare modem TIM

Come configurare modem TIM

Il pannello gestionale del modem TIM Hub consente di accedere rapidamente a tutte le funzioni del dispositivo, semplicemente premendo sul simbolo degli ingranaggi situato in corrispondenza di ciascun riquadro. Ecco una rapida panoramica delle opzioni disponibili.

  • Gateway: da qui è possibile visualizzare lo stato del router.
  • Banda larga: questa sezione consente di visualizzare lo stato della connessione di rete.
  • Accesso a Internet: accedendo a questa sezione, è possibile visualizzare i parametri del collegamento a Internet (ad es. le interfacce e gli indirizzi in uso).
  • Wireless: da qui è possibile gestire tutti gli aspetti delle reti senza fili configurate nel router (principali e ospiti).
  • Rete locale: da qui è possibile attivare/disattivare IPv6 e assegnare indirizzi IP statici ai dispositivi collegati.
  • Dispositivi connessi: accedendo a questa sezione, è possibile visualizzare la lista degli apparecchi collegati al router e applicare restrizioni o priorità a ciascuno di essi.
  • Servizi WAN: da qui è possibile aprire le porte del router, configurare la zona priva di protezioni (DMZ), il DNS dinamico e le regole UPnP.
  • Firewall: questa sezione consente di attivare o disattivare il firewall.
  • Telefonia: da qui è possibile accedere agli elenchi chiamate relativi al telefono connesso al router e di configurare eventuali linee aggiuntive.
  • Diagnostica: questa sezione consente di effettuare rapidamente dei test di connessione e di funzionamento del router.
  • Rete Mobile: da qui è possibile configurare l'accesso a Internet tramite scheda SIM, se previsto dal proprio abbonamento.
  • Gestione modem: da qui è possibile cambiare i parametri d'accesso al router, visualizzare i log di utilizzo, effettuare il backup delle impostazioni correnti o resettare completamente l'apparecchio.

Per approfondimenti, dà uno sguardo alla mia guida su come configurare il modem TIM, nella quale ho avuto modo di fornirti tutti i dettagli della questione.

Come configurare modem Fastweb

Come configurare modem Fastweb

Passiamo ora al router fornito da Fastweb. Se hai in dotazione il dispositivo FASTGate, le varie impostazioni sono raggruppate in pratiche voci di menu, visibili nella parte superiore del pannello gestionale del dispositivo, che è organizzato nel seguente modo.

  • Home: da questa sezione è possibile visualizzare lo stato generale del router, la lista degli apparecchi connessi e lo stato delle luci LED. Si può inoltre accedere rapidamente alle funzionalità di regolazione per il Parental Control, per i dispositivi “in famiglia” e per l'avvio dei test di connessione.
  • Wi-Fi: questa sezione consente di regolare il funzionamento delle reti wireless principali e di quella ospiti, in tutti i suoi aspetti (nome della rete, password, banda di frequenza, attivazione/disattivazione automatica e così via).
  • Connessione: si tratta dell'area che consente di visionare le statistiche d'accesso relative alla linea, di modificare i canali in uso dalle reti senza fili e di effettuare alcuni speed test.
  • Dispositivi: questa sezione consente di gestire rapidamente i dispositivi collegati al router, aggiungendoli all'elenco famiglia o applicandovi delle restrizioni.
  • Avanzate: da qui è possibile accedere alle impostazioni avanzate del router. Tra le varie sezioni disponibili, figurano quelle per il Parental Control, per l'impostazione di indirizzi IP statici, per l'apertura delle porte e per la gestione dei dispositivi USB.
  • Telefono: questa sezione consente di gestire le impostazioni relative ai telefoni connessi al router, oltre che di accedere agli elenchi chiamate.
  • Modem: da qui si può gestire lo stato dei LED del router e visualizzare rapidamente la lista degli apparecchi collegati tramite Ethernet.

Passiamo ora al router Fastweb NeXXt: la modalità preferenziale d'accesso consiste nell'usare l'app MyFastweb, disponibile sia per Android (anche su market alternativi al Play Store) che per iOS e iPadOS. Una volta installata l'app (che puoi ottenere recandoti nella sezione dedicata del market del tuo dispositivo, premendo sul pulsante Installa/Ottieni e, se necessario, autorizzando il download previa autenticazione con riconoscimento facciale, impronta digitale o password dell'account configurato).

Dopo aver scaricato l'applicazione ed esserti collegato alla rete gestita dal router, avviala e inserisci le credenziali MyFastweb associate al tuo abbonamento di linea fissa (se non le ricordi più, puoi recuperarle recandoti in questa pagina); successivamente, concedi le autorizzazioni necessarie al funzionamento dell'app, premi sul pulsante ☰ collocato in alto a sinistra e tocca le voce NeXXt, residente nel nuovo pannello che va ad aprirsi.

Se tutto è filato liscio, dovresti visualizzare una serie di caselle, che consentono di avviare rapidamente la configurazione della rete Wi-Fi, la visualizzazione dello storico chiamate e la connessione di uno o più Booster. Le restanti impostazioni sono disponibili facendo tap sul riquadro Il mio NeXXt e sono organizzate così come segue.

Menu “Impostazioni di rete”

  • Generale: si tratta della sezione che consente di visualizzare gli aspetti generici del router, tra cui lo stato dei LED, l'elenco degli apparecchi collegati al router e lo stato della linea.
  • Rete Wi-Fi: si tratta dell'area dedicata interamente alla gestione delle reti senza fili.
  • Rete ospiti: da qui è possibile gestire tutti gli aspetti della rete ospiti, incluse le restrizioni da applicare ai dispositivi.
  • Programmazione Wi-Fi: da qui è possibile impostare lo spegnimento o l'accensione della rete senza fili a intervalli di tempo definiti.
  • Alexa: da qui è possibile configurare i servizi dell'assistente vocale Amazon.
  • USB: questa sezione consente di gestire i dispositivi collegati alla porta omonima del router (dischi, stampanti e così via).
  • Topologia della tua rete: questa sezione consente di visualizzare rapidamente la composizione fisica della rete NeXXt e di controllare il collegamento tra il router e gli eventuali Booster.

Menu “Impostazioni avanzate”

  • Wi-Fi: è la versione più avanzata del pannello visto in precedenza, all'interno della quale sono disponibili opzioni per l'aggiunta di ulteriori dispositivi Booster e per l'attivazione/disattivazione del Wi-Fi 6.
  • Internet: si tratta del pannello che consente di assegnare IP statici ai vari dispositivi collegati, di aprire le porte del router e di attivare o disattivare la DMZ.
  • Dispositivi locali: da qui è possibile gestire le impostazioni avanzate dei dispositivi USB condivisi e configurare l'uso del sistema UPnP.

In caso di dubbi, dà uno sguardo alla mia guida su come configurare il modem Fastweb, nella quale trovi tutto spiegato nei minimi dettagli.

Come configurare modem WINDTRE

Come configurare modem WINDTRE

Vediamo ora come procedere con la configurazione del modem WINDTRE Hub. Il menu principale del dispositivo è accessibile premendo sul pulsante ☰ situato in alto a destra e contiene le sezioni che ti elenco di seguito.

  • Network: da qui è possibile gestire le impostazioni delle reti Wi-Fi principali e di quelle ospiti, aprire le porte del router (sotto-menu NAT), impostare IP statici per i vari dispositivi e regolare numerosi altri aspetti della rete in generale.
  • Sicurezza: questo pannello contiene opzioni utili a a impostare restrizioni sui dispositivi basate sul MAC address degli stessi, a regolare il Parental Control, a impostare eventuali VPN e a gestire, in generale, gli aspetti di firewall e impostazioni di integrità del router.
  • Telefonia: da qui è possibile visualizzare i registri chiamate relativi al telefono collegato e configurare eventuali linee aggiuntive.
  • System Monitor: tramite quest'area è possibile visualizzare le statistiche di funzionamento del router, dare uno sguardo allo stato della rete ed effettuare alcuni test di connessione.
  • Manutenzione: da qui è possibile impostare alcuni parametri avanzati del router, come la password d'accesso al pannello di amministrazione, la gestione remota, le regolazioni di data e ora, il salvataggio e il ripristino delle impostazioni, il reset del router e altre opzioni di questo tipo.
  • Pulsanti Riavvia, Lingua ed Esci: servono, rispettivamente, per riavviare il router, modificare la lingua dell'interfaccia utente ed effettuare il logout dall'area di amministrazione.

Se possiedi un router WINDTRE Hub e ti interessa saperne di più in merito alle varie impostazioni disponibili, ti rimando alla lettura del mio approfondimento specifico sul tema.

Come configurare modem Vodafone

Come configurare modem Vodafone

Possiedi una Vodafone Station Revolution oppure una Vodafone Power Station e non sai dove mettere le mani per effettuare le operazioni che desideri? Nessun problema: tutto ciò che devi fare è accedere alla voce di menu più adatta alle tue esigenze, usando la barra di navigazione principale situata in alto, per poi recarti nella sotto-sezione che contiene i menu e i pulsanti di cui hai bisogno. Detto ciò, lascia che ti dia qualche informazione in più circa i menu disponibili.

  • Stato e collegamenti: quest'area contiene le informazioni sullo stato della linea e sui dispositivi connessi al router.
  • Telefono: da qui è possibile accedere ai registri chiamate relativi ai telefoni collegati alla Station.
  • Internet: da qui è possibile controllare le impostazioni relative al firewall, aprire le porte per dispositivi e applicazioni ed effettuare una serie di operazioni di diagnostica di rete.
  • Wi-Fi: quest'area è totalmente adibita alla gestione delle reti Wi-Fi in tutti i loro aspetti, inclusi lo spegnimento automatico e l'attivazione/disattivazione del WPS.
  • Condivisione: questo pannello consente di attivare/disattivare la condivisione di stampanti e dischi connessi alla porta USB dell'apparecchio di rete.
  • Impostazioni: da qui è possibile modificare la password di protezione del modem, attivare/disattivare il servizio Vodafone Rete Sicura, regolare le impostazioni di risparmio energetico e gestire i restanti parametri dell'apparecchio di rete (ripristino, backup e così via).
  • Stato e supporto: da qui è possibile visualizzare le informazioni dettagliate circa lo stato di funzionamento del modem, oltre che un pulsante per riavviarlo.

Se ti interessa approfondire l'argomento, ti rimando alla lettura del mio tutorial dedicato interamente al funzionamento della Vodafone Station Revolution.

Come configurare modem TP-Link

Come configurare modem TP LINK

Passiamo ora all'interfaccia di gestione dei modem a marchio TP-Link. Solitamente, essa è suddivisa in due sezioni principali: quella delle impostazioni di base, la quale consente di personalizzare i parametri più comunemente modificati dagli utenti (porte, reti Wi-Fi, reti ospiti e cos' via); e quella delle impostazioni avanzate, dedicata invece alle regolazioni più complesse. Per passare da una modalità all'altra, è sufficiente premere sulla scheda omonima posta in alto: diamo ora uno sguardo alle impostazioni disponibili nelle due modalità operative.

Modalità di base

  • Mappa rete: da qui è possibile controllare lo stato della connessione a Internet, il numero di dispositivi connessi e i parametri di collegamento alla rete (IP pubblico, DNS in uso e così via).
  • Internet: questa sezione consente di configurare i parametri di accesso a Internet per l'operatore telefonico in uso.
  • Wireless e Rete ospiti: da qui è possibile intervenire sui parametri di base delle reti senza fili (nome, password e banda di frequenza).
  • Parental control: da qui è possibile imporre restrizioni di base per uno o più dispositivi.
  • IPTV: se presente, questa sezione consente di regolare le impostazioni per eventuali box multimediali e set-top box connessi al dispositivo.

Modalità Avanzate

  • Stato: da qui è possibile visualizzare, a colpo d'occhio, lo stato della connessione a Internet, delle reti senza fili e della rete LAN.
  • Modalità operativa: questa sezione consente di personalizzare il funzionamento dell'apparecchio di rete (modalità modem router, modalità range extender/access point o modalità solo router).
  • Rete: da qui è possibile regolare le impostazioni avanzate per l'accesso a Internet, per le interfacce di rete, per le connessioni LAN e per funzioni avanzate come VPN e IPv6.
  • IPTV, Wireless, Rete Ospiti e Parental control: queste schede hanno il medesimo scopo di quelle viste in modalità di base, ma con più opzioni di configurazione.
  • NAT Forwarding: si tratta dell'area adibita all'apertura avanzata delle porte.
  • Controllo banda: consente di applicare dei limiti per l'uso della banda da parte di dispositivi e/o applicazioni.
  • Sicurezza: da qui è possibile impedire o consentire la connessione Wi-Fi per uno o più dispositivi.
  • Strumenti sistema: questa sezione contiene tutte le altre impostazioni del router (regolazione data/ora, diagnostica, aggiornamento, backup e così via).

Per saperne di più, ti rimando alla lettura della mia guida specifica su come configurare il router TP-Link.

Come configurare modem Sky

Come configurare modem Sky

Passiamo ora al modem Sky Wi-Fi Hub: la modalità di gestione preferenziale prevista da Sky prevede l'impiego dell'applicazione Sky WiFi, disponibile per Android (anche sui market alternativi al Play Store), iOS e iPadOS: per poterla usare, bisogna aver effettuato la registrazione alla piattaforma online di Sky ed essere in possesso di Sky ID: se non hai ancora provveduto a farlo, collegati a questa pagina Web, premi sul pulsante Crea Sky ID e, quando richiesto, inserisci il codice cliente Sky in tuo possesso, il tuo codice fiscale, un indirizzo e-mail valido e una password da usare per gli accessi futuri (per due volte).

Ora, supera il controllo CAPTCHA collocato in fondo alla pagina, premi sul pulsante Continua e completa la creazione dell'account cliccando sul link che, nel frattempo, ti è stato recapitato da Sky presso la casella email specificata in precedenza.

Completata questa operazione (se necessario), scarica l'applicazione Sky WiFi dallo store di riferimento del tuo dispositivo, aprila e accedi a Sky, seguendo le indicazioni che compaiono sullo schermo. Ad accesso effettuato, dovresti visualizzare una serie di opzioni dedicate alla configurazione del modem: tramite la scheda Home, puoi visualizzare i dati d'uso del router (i profili attivi, lo stato degli eventuali WiFi pod presenti, le statistiche di utilizzo della rete e così via).

La scheda Connetti, invece, consente di regolare le impostazioni delle reti Wi-Fi (nome, password, canali e bande di frequenza), di aprire le porte e di impostare eccezioni e/o filtri per i dispositivi connessi; la scheda Profilo, invece, consente di definire profili utente personalizzati e applicare restrizioni per il parental control; tramite la scheda Altro, si può accedere ai dati relativi al telefono collegato e ai restanti parametri di configurazione avanzata.

Le stesse opzioni possono essere visualizzate anche accedendo al pannello Web del modem, così come ti ho indicato nel capitolo iniziale di questa guida: il nome utente da usare, in questo caso, è admin, mentre la password corrisponde alla chiave della rete Wi-Fi principale configurata. Per saperne di più, dà uno sguardo alla guida disponibile sul sito Web di Sky.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.