Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come localizzare geograficamente un cellulare

di

Tra qualche giorno, andrai a un concerto e, per via della folla di persone che sarà presente in quell’occasione, hai paura di perdere accidentalmente il tuo smartphone. A tal proposito, ti domandi se la tecnologia possa aiutarti e, quindi, se vi sia un qualche strumento di sicurezza che ti aiuti a rintracciare il tuo dispositivo da remoto, in caso di necessità.

Come dici? Le cose stanno proprio così e ti domandi come localizzare geograficamente un cellulare? In tal caso, sarai felice di sapere che, nel corso dei prossimi capitoli di questa mia guida, ti spiegherò come farlo tramite gli strumenti predefiniti di Android e iOS, ma anche tramite app di terze parti. Ti illustrerò, innanzitutto, come attivare tutte le funzionalità del tuo dispositivo utili a compiere quest’operazione, dopodiché ti parlerò di come individuare il tuo device da PC, tramite browser, o da smartphone e tablet, usando alcune soluzioni di terze parti.

Detto ciò, se adesso non vedi l’ora di iniziare a leggere questa mia guida, mettiti seduto bello comodo davanti al computer e prendi in mano il tuo smartphone. Dedicami giusto qualche minuto del tuo tempo libero, leggi con attenzione le indicazioni che sto per fornirti e prova a metterle in pratica. A me non resta altro che augurarti una buona lettura e, soprattutto, una buona fortuna!

Indice

Come localizzare geograficamente un cellulare Android

Per localizzare geograficamente un cellulare Android, segui attentamente le procedure che ti indicherò nelle prossime righe. Sto, infatti, per parlarti delle funzionalità che devi attivare sul tuo dispositivo affinché sia possibile utilizzare Trova il mio dispositivo, lo strumento di localizzazione nativo di Android.

Operazioni preliminari

Localizzazione Android

Per poter localizzare uno smartphone Android, è necessario effettuare alcune operazioni preliminari che riguardano l’attivazione di alcune funzionalità sul dispositivo.

Per iniziare, assicurati che il telefono sia associato a un account Google: fai tap sull’icona dell’ingranaggio situata nella home screen dello smartphone e recati nella sezione Utenti e account > Google, pigiando sulle rispettive voci.

Fatto ciò, se l’indirizzo Gmail è visibile tra quelli in elenco, significa che l’account è stato correttamente associato al terminale. In caso contrario, raggiungi il percorso Impostazioni > Utenti e account > Aggiungi account > Google e digita le credenziali d’accesso del tuo account Google nei campi preposti. Segui, quindi, le indicazioni che ti vengono mostrate a schermo, per terminare la procedura di associazione. In caso di dubbi o problemi, fai riferimento a questa mia guida dedicata all’argomento.

Adesso devi assicurarti che il tuo smartphone sia connesso a Internet, agendo sempre tramite il menu delle Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio situata nella home screen). Seleziona, quindi, le voci Wireless e reti > Rete mobile o Wireless e reti > Wi-Fi, per connetterti in Wi-Fi o tramite rete 4G/3G a Internet. Nel caso in cui avessi dei dubbi su come procedere, consulta questa mia guida dedicata all’argomento.

Inoltre, non dimenticare di attivare la geolocalizzazione, funzionalità che si può gestire sempre nelle impostazioni di sistema. Seleziona, quindi, le voci Sicurezza e privacy > Servizi di localizzazione e attiva la voce Accedi alla mia posizione.

A questo punto devi attivare il servizio Trova il mio dispositivo di Google, che è indispensabile per poter localizzare lo smartphone da remoto. Per compiere quest’operazione, apri l’app Impostazioni, e fai tap sulle voci Sicurezza e privacy > Trova il mio dispositivo, dopodiché sposta su ON la levetta relativa al servizio in questione.

Infine, collegati con il tuo account Google al sito Web del Play Store e premi sull’icona dell’ingranaggio situata in alto a destra. Adesso, nell’elenco dei dispositivi che ti verrà mostrato, individua quello che vuoi rintracciare e attiva la voce Mostra nei menu, situata nella colonna Visibilità.

Trova il mio dispositivo

Trova il mio dispositivo

Dopo aver eseguito tutte le operazioni preliminari che ti ho indicato nel capitolo precedente, puoi mettere in atto, seguendo le mie indicazioni, la procedura che serve per localizzare geograficamente il tuo cellulare Android.

Lo strumento che ti consiglio di utilizzare in questo caso specifico è chiamato Trova il mio dispositivo: si tratta della funzionalità nativa di Google che è utilizzabile allo stesso modo dall’apposito pannello Web e dall’app dedicata scaricabile dal Play Store.

Detto ciò, nel corso delle prossime righe, ti parlerò di come avvalertene tramite piattaforma Web. Per iniziare, collegati al suo sito Web ufficiale ed effettua il login con l’account Google associato allo smartphone da rintracciare.

Adesso, premi sull’icona relativa al dispositivo collegato all’account Google e attendi giusto qualche istante, finché non ti viene mostrata la sua posizione sulla mappa, se disponibile. Se non disponibile, potrai comunque vedere l’ultima posizione nota del dispositivo grazie alla sincronizzazione dei dati con Google Maps.

Utilizzando lo strumento Trova il mio dispositivo, puoi inoltre intervenire da remoto sullo smartphone localizzato: puoi premere sul pulsante Riproduci audio per farlo squillare, sulla voce Blocca il dispositivo per bloccarlo oppure sulla voce Resetta il dispositivo per cancellare da remoto tutti i dati contenuti al suo interno.

Per maggiori informazioni sul funzionamento di Trova il mio dispositivo, fa riferimento al mio tutorial in cui te ne parlo più nel dettaglio.

Come localizzare geograficamente l’iPhone

Anche per poter localizzare geograficamente l’iPhone è necessario effettuare alcune operazioni preliminari, che sono necessarie per il corretto funzionamento dello strumento nativo Trova il mio iPhone, di cui ti parlerò nel dettaglio nei prossimi capitoli.

Operazioni preliminari

Impostazioni iPhone

Tra le operazioni preliminari che devi eseguire per poter utilizzare Trova il mio iPhone vi è la corretta associazione di un ID Apple allo smartphone. Per compiere quest’operazione, avvia l’app Impostazioni situata nella home screen di iOS e fai tap sulla voce Esegui il login su iPhone, situata in alto.

Adesso, esegui l’accesso con il tuo ID Apple oppure, se ancora non ne possiedi uno, crealo sul momento seguendo le indicazioni che ti vengono mostrate a schermo. In caso di dubbi o problemi, fa riferimento al mio tutorial dedicato all’argomento.

Fatto ciò, devi attivare anche la geolocalizzazione, agendo sempre tramite l’app Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio situata nella home screen). Raggiungi, quindi il percorso Privacy > Localizzazione e sposta la levetta su ON, in corrispondenza della dicitura Localizzazione.

Adesso, assicurati di aver correttamente connesso l’iPhone a Internet, agendo sempre tramite il menu delle Impostazioni. Pigia, quindi, sulla voce Cellulare e sposta la levetta su ON in corrispondenza della voce Dati cellulari, per fare in modo che lo smartphone sia sempre connesso a Internet.

Se, invece, vuoi connetterti in Wi-Fi, raggiungi il percorso Impostazioni > Wi-Fi e sposta la levetta su ON in corrispondenza della voce Wi-Fi. Infine, pigia sul nome della rete wireless alla quale vuoi connetterti e digita la chiave d’accesso a quest’ultima.

Inoltre, attiva la funzionalità Trova il mio iPhone situata nel menu delle Impostazioni di iOS. Per compiere quest’operazione, pigia sull’icona dell’ingranaggio che contraddistingue l’app Impostazioni e premi sulle voci [tuo nome] > iCloud > Trova il mio iPhone.

Infine, sposta su ON le levette situate in corrispondenza delle voci Trova il mio iPhone e Invia ultima posizione.

Trova il mio iPhone

Trova il mio iPhone

Una volta eseguite tutte le operazioni preliminari indicate nel precedente capitolo, puoi avvalerti del servizio di Apple Trova il mio iPhone, che permette di localizzare un dispositivo iOS/macOS tramite la sua piattaforma Web o tramite la sua app scaricabile dall’App Store.

Detto ciò, dal momento in cui il suo funzionamento è identico su entrambe le piattaforme, nel corso delle prossime righe ti spiegherò come avvalertene via browser Web. Per iniziare, collegati quindi al sito di iCloud ed effettua login con l’account Apple associato allo smartphone da rintracciare.

Adesso, premi sull’icona Trova iPhone e attendi giusto qualche secondo, affinché venga visualizzata sulla mappa la posizione di tutti i tuoi dispositivi collegati all’account iCloud. Nel caso in cui ve ne siano più d’uno, premi sul nome dello smartphone da localizzare geograficamente (nel menu in alto) e attendi che ti venga mostrata la sua posizione.

Inoltre, puoi utilizzare il pulsante Fai suonare, per rintracciare il dispositivo da remoto, facendogli emettere un suono. Se, invece, vuoi bloccarlo o resettarlo alle impostazioni di fabbrica, premi sulle voci Modalità smarrito o Inizializza l’iPhone.

Per maggiori informazioni sul funzionamento di Trova il mio iPhone o, in caso di dubbi/problemi, fai riferimento al mio tutorial dedicato all’argomento.

App per localizzare geograficamente un cellulare

In alternativa all’utilizzo delle funzionalità native di Android e iOS, di cui ti ho parlato nei capitoli precedenti, puoi localizzare geograficamente un cellulare anche tramite app di terze parti, come per esempio quelle di cui ti parlo nelle righe che seguono.

Prey (Android/iOS)

Prey

Tra le app multipiattaforma che ti consiglio di utilizzare per localizzare geograficamente il tuo smartphone vi è Prey, un’app gratuita per Android e iOS che può essere utilizzata tramite l’apposito sito Web e permette di collegare fino a un massimo di tre dispositivi, offrendo funzionalità simili agli strumenti nativi di Android e iOS.

Prey dispone anche di funzionalità aggiuntive a pagamento, come per esempio la possibilità di collegare più di tre dispositivi all’account: i prezzi, in questo caso, partono da 5$/mese.

Detto ciò, per usarla, scaricala dal Play Store di Android (aprendo il link che ti ho fornito in precedenza e pigiando sul pulsante Installa) oppure dal’App Store di iOS (aprendo il link che ti ho fornito in precedenza, facendo tap sul pulsante Ottieni e sbloccando il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

Ad installazione completata, il primo passo che devi compiere è quello relativo alla creazione dell’account al quale collegare il dispositivo da rintracciare. Premi, dunque, sul pulsante Sign up di Prey e registra l’account, compilando tutti i dati che ti vengono richiesti (usernameemail e password). Conferma poi l’operazione, premendo sul pulsante Create my new account.

A questo punto, concedi all’app tutti i permessi richiesti, che servono per il suo corretto funzionamento e l’associazione del tuo dispositivo all’account creato poc’anzi. Al termine di quest’operazione, per poter localizzare geograficamente il tuo dispositivo, collegati al pannello Web di Prey, effettua il login con l’account creato in precedenza e fai clic sulla voce Devices, situata nella barra dei menu di sinistra, dopodiché premi sull’icona che raffigura il dispositivo da te collegato.

Adesso non ti resta altro da fare, se non attendere che ti venga mostrata la posizione del tuo smartphone su una mappa. Inoltre, puoi fare in modo che il dispositivo emetta un suono da remoto (Sound alarm) oppure che venga mostrato un messaggio personalizzato sullo schermo (Send message).

Altre app per localizzare il cellulare

Lookout

Oltre a Prey, esistono anche altre app di terze parti per Android e iOS che possono essere utili per localizzare geograficamente un cellulare: eccone alcune tra le migliori.

  • Android Lost (Android) – si tratta di un’altra famosa app che permette di localizzare geograficamente e gratuitamente i cellulari Android. Presenta, inoltre, alcune funzionalità aggiuntive a pagamento (3,35 €/una tantum) che servono per monitorare le attività svolte sul dispositivo. Per utilizzarla, è necessario installare configurare l’app sul proprio dispositivo, per poi rintracciare lo stesso tramite pannello Web, usando l’account Google associato allo smartphone.
  • Lookout (Android/iOS) – è un’altra app multipiattaforma che permette di localizzare gratuitamente da remoto il proprio dispositivo. Offre anche funzionalità aggiuntive a pagamento che possono essere acquistate al costo di 2,99 €/mese. La localizzazione può avvenire tramite l’apposito pannello Web.
  • McAfee Mobile Security (Android/iOS) – è l’app multipiattaforma della nota azienda di antivirus che offre la possibilità di localizzare un dispositivo da remoto, in maniera simile agli strumenti predefiniti di Android e iOS. La localizzazione può avvenire anche da apposito pannello Web.