Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come localizzare un cellulare altrui

di

Tra le richieste che ricevo più spesso vi sono anche quelle relative alla realizzazione di una guida su come localizzare un cellulare altrui. Chiaramente non è mia intenzione invitare i miei lettori all’invasione della privacy dei propri amici o familiari, in quanto queste attività possono facilmente sfociare in violazioni della legge; per questo motivo, voglio parlare dei casi in cui può essere considerato lecito localizzare un cellulare di un’altra persona. Mi riferisco per esempio all’utilizzo di applicazioni di tipo parental control, o all’utilizzo degli strumenti predefiniti per la localizzazione in remoto di smartphone Android, iOS o Windows Phone.

La tecnologia GPS integrata nei dispositivi mobili permette infatti di determinare la posizione geografica di una persona in base al suo smartphone. Se volessi scoprire come localizzare un cellulare di un’altra persona perché desideri tenere sotto controllo l’attività di un minore, puoi utilizzare un’applicazione per il parental control che ti permette di visualizzare la posizione di quest’ultima, tramite il suo dispositivo mobile. Se desideri localizzare un cellulare puoi anche avvalerti degli strumenti predefiniti dei dispositivi mobili, di cui ti parlerò nel dettaglio nel corso di questa mia guida. Tieni però presente che quest’ultime applicazioni sono pensate per un uso personale, dal momento che ti permettono di ritrovare il tuo cellulare in casi come il furto o la perdita accidentale. Fare un utilizzo di questi strumenti per localizzare un cellulare altrui sarebbe da considerare scorretto.

Ricorda inoltre che questo tutorial è stato scritto soltanto a puro scopo illustrativo; io non mi assumo alcuna responsabilità circa l’uso, potenzialmente improprio, che potresti fare delle indicazioni presenti in esso. Fatte queste dovute premesse non mi resta che augurarti una buona lettura.

Mobile Fence (Android)

Se le tue intenzioni sono quelle di localizzazione un cellulare di un figlio minore, ad esempio, puoi utilizzare l’applicazione per il parental control Mobile Fence. Si tratta di un’applicazione che svolge numerose funzionalità utili per controllare e comandare un dispositivo mobile da remoto. Le sue caratteristiche sono davvero numerose e la sua interfaccia utente è abbastanza chiara e intuitiva: di contro necessità però del tempo per essere configurata al meglio e richiede inoltre che il dispositivo da controllare (e anche quello del controllore) siano dotati dei permessi di root.

Per poter utilizzare Mobile Fence come applicazione per localizzare un cellulare altrui, devi per prima cosa eseguire la configurazione iniziale dell’applicazione, la quale si compone di due passaggi fondamentali. Andrà infatti eseguita una procedura sul dispositivo dal controllare ma anche una seconda procedura sul dispositivo del controllore. Nello specifico:

  • Nel dispositivo del controllore è necessaria l’installazione e la registrazione di Mobile Fence scaricandolo dal Google Play Store e premendo sul pulsante Registra per effettuare la creazione dell’account genitore. Una volta registrato un account, devi effettuare il login con i dati appena creati e, una volta selezionato il proprio nome tra l’elenco degli utenti dell’app, premi sul pulsante Attiva, in corrispondenza dell’avviso che richiederà l’acquisizione per i diritti da amministratore.
  • Nel dispositivo del controllato è ovviamente altrettanto necessaria l’installazione dell’app. Dopodiché, una volta avviata, in quanto controllore dovrai effettuare l’accesso con i dati di login creati sull’altro dispositivo e premere sul pulsante Aggiungi un figlio per collegare Mobile Fence al dispositivo da controllare. Una volta specificato nome, data di nascita e il sesso del figlio da controllare, basterà premere sul bottone Aggiungi per aggiungerlo alla lista dei dispositivi monitorati. Come ultimo passaggio bisogna selezionare l’utente del figlio dalla lista di quelli disponibili e premere su Attiva per autorizzare la app ad acquisire diritti da amministratore. Per terminare la configurazione iniziale, bisognerà premere poi su OK dando così la conferma che il dispositivo è quello della persona da controllare.

Inoltre, tieni presente che l’applicazione necessita l’accesso ai permessi di root, quindi autorizza tale impostazione quando richiesto da Mobile Fence.

Una volta l’installata e configurata, l’applicazione Mobile Fence ti permetterà di monitorare ed eventualmente limitare l’uso del dispositivo. Per eseguire qualsiasi tipo di monitoraggio e di limitazione, occorre effettuare il login al sito Internet di Mobile Fence, oppure è possibile tracciare l’uso del dispositivo controllato tramite l’applicazione installata sul proprio dispositivo.

L’applicazione è disponibile gratuitamente ma soltanto per un periodo di prova di 30 giorni. Scaduto questo periodo bisognerà procedere nel pagamento di un abbonamento mensile, con prezzi che variano a seconda del numero dei dispositivi che si vuole tenere sotto controllo. Nel dettaglio:

  • Piano Famiglia 3: permette di monitorare fino a 3 dispositivi e il prezzo è di 28,80$ all’anno
  • Piano Famiglia 5: permette di monitorare fino a 5 dispositivi con un prezzo di 48,80$ all’anno
  • Piano Famiglia 10: permette di collegare e quindi di monitorare fino a 5 dispositivi al prezzo di 96$ all’anno

Se necessiti di maggiori informazioni sul funzionamento di Mobile Fence, leggi la mia guida su come spiare un cellulare Android, in cui puoi trovare maggiori dettagli sul funzionamento dell’applicazione relativamente al monitoraggio.

Find My Device (Android)

Per i dispositivi con sistema operativo Android, l’applicazione predefinita che ti permette di localizzazione un cellulare è chiamata Find my Device. Si tratta di uno strumento pensato per aiutarti a ritrovare il tuo dispositivo in caso di furto o in caso di perdita.

Utilizzarla come applicazione per localizzare un cellulare altrui non è così semplice come si possa pensare in quanto per utilizzarla, bisogna che sul dispositivo da controllare sia stata attivata la localizzazione remota e anche che il GPS sia attivo. Ti spiego qui di seguito come procedere per entrambi i casi per attivare queste opzioni nel dispositivo dell’utente da controllare.

Per attivare la localizzazione remota, per prima cosa, attiva la localizzazione sul tuo smartphone. Dalla schermata principale, quella in cui si trovano tutte le applicazioni del tuo dispositivo, individua e fai tap sull’app Impostazioni (l’icona ha la forma di un ingranaggio). Nella schermata che si apre, prosegui facendo poi tap sulla voce Google nel menu che ti viene mostrato. Adesso individua la voce Sicurezza e fai tap su di essa. Fai inoltre tap sulla voce Trova il mio dispositivo e attiva le voci Localizza questo dispositivo da remoto e Consenti blocco da remoto e resetta. In questo modo avrai la possibilità di localizzare il dispositivo da remoto. Per abilitare il GPS vai nelle Impostazioni di Android, premi sulla voce Geolocalizzazione e attiva la levetta spostando da OFF a ON.

Per localizzare il cellulare della persona da controllare dovrai ora recarti sul sito Web Gestione dispositivi Android ed effettuare il login inserendo username e password del tuo account Google associati al dispositivo da controllare e premendo poi sul pulsante Accedi.

Una volta effettuato l’accesso potrai localizzare il cellulare della persona che desideri monitorare tramite una mappa geografica, vedendo in tempo reale i suoi spostamenti.

Trova il mio iPhone (iOS)

Se desideri localizzare un cellulare altrui con finalità di parental control e la persona da controllare dispone di uno smartphone iOS, puoi utilizzare l’app Trova il mio iPhone.

Anche in questo caso si tratta di un’applicazione il cui scopo principale è quello di rintracciare un dispositivo in caso di furto ma, avendo a disposizione i dati dell’account iCloud collegato allo smartphone da tenere sotto controllo, l’applicazione può essere utilizzata per localizzare un cellulare altrui.

Per localizzare un cellulare tramite l’applicazione Trova il mio iPhone è anche in questo caso necessario che sul dispositivo da controllare vi sia attiva la localizzazione remota e il GPS.

Per eseguire queste procedura, fai tap sull’app Impostazioni di iOS e premi sul nome relativo al tuo account iCloud. Nella schermata che si apre, premi poi sulla voce iCloud e assicurati che sia impostato su SI in corrispondenza della voce Trova il mio iPhone. Per attivare la localizzazione sul dispositivo iOS da controllare vai nell’app Impostazioni del dispositivo, fai tap sulla voce Privacy per poi attivare la voce Localizzazione spostando la levetta da NO a SI.

Una volta effettuate queste procedure preliminari, puoi localizzazione il cellulare per cui hai attivato la localizzazione recandoti sul sito Web di iCloud. Dovrai poi effettuare l’accesso digitando l’indirizzo email e password dell’ID Apple collegato al dispositivo da monitorare. In questo modo potrai visualizzare una mappa e vedere in tempo reale la posizione di una persona, tramite il suo cellulare.

Trova il mio telefono (Windows Phone)

In maniera analoga a quanto visto per Android e iOS, anche i dispositivi Windows Phone integrano uno strumento nativo che permette di localizzare un cellulare. Tale strumento è chiamato Trova il mio telefono e non necessita di alcun tipo di installazione, in quanto è presente in maniera predefinita.

Anche in questo caso però devi tenere presente che, localizzare un cellulare altrui, dovrai poter attivare in precedenza avervi attivato la geolocalizzazione e anche la localizzazione del cellulare da remoto.

Se hai accesso al cellulare della persona da controllare e da localizzare tramite cellulare, recati nelle Impostazioni del dispositivo e dopo individua la voce Trova il mio telefono. Adesso controlla che sia attiva la voce Salva periodicamente la mia posizione e prima che la batteria finisca per trovare facilmente il telefono.

Fatto questo, puoi localizzare il cellulare della persona da monitorare tramite Web, collegandoti alla pagina dedicata alla gestione dei dispositivi di Microsoft.

Per visualizzare il dispositivo della persona da localizzare dovrai ora effettuare l’accesso con l’account Microsoft collegato al dispositivo e fare clic sul nome del dispositivo poi sulla voce Trova il mio telefono.