Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
eBay Black Week
Migliaia di prodotti in promozione su eBay. Scopri le offerte migliori

Come montare più video insieme

di

Vorresti unire in un unico video alcuni clip che hai registrato durante la tua ultima gita fuori porta ma, non avendo alcuna esperienza nel video editing, non hai la più pallida idea di quali soluzioni usare a tale scopo? Se hai risposto affermativamente a questa domanda, sappi che sei capitato nel posto giusto al momento giusto!

Nei prossimi paragrafi, infatti, avrò modo di spiegarti nel dettaglio come montare più video insieme sfruttando programmi, servizi online e persino app per smartphone e tablet utili a questo scopo. Buona parte delle soluzioni che ti proporrò sono gratuite al 100% e, soprattutto, sono semplici da usare: dettaglio tutt’altro che trascurabile per un neofita del videomaking come te.

Allora, sei pronto per iniziare? Sì? Bene: mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, segui passo-passo le “dritte” che ti darò. Se lo farai, non avrai il benché minimo problema nel portare a termine la tua “impresa” tecnologica di oggi. Ti auguro buona lettura e buon lavoro!

Indice

Come montare più video insieme gratis

Come ti dicevo nelle battute introduttive dell’articolo, è possibile montare più video insieme gratis. Vediamo insieme alcuni software che permettono di fare ciò su PC Windows e Mac.

Avidemux (Windows/macOS/Linux)

Avidemux

La prima soluzione che voglio proporti è Avidemux: famosissimo software open source per il montaggio video che offre la possibilità di ritoccare e unire più clip in modo piuttosto semplice e intuitivo (purché non abbiano risoluzioni e formati diversi). Anche se la sua interfaccia possa sembrare “grezza” e poco curata, almeno per chi non l’ha mai utilizzato, ti garantisco che adoperarlo sarà tutt’altro che complicato. Si tratta di una soluzione gratuita e multipiattaforma, in quanto disponibile per Windows, macOS e anche Linux.

Per avvalertene, devi innanzitutto provvedere a scaricare il programma sul tuo computer. Per riuscirci, recati su questa pagina, clicca sul link FossHub che è posto sotto il nome del sistema operativo in uso e attendi che venga avviato il download del pacchetto d’installazione di Avidemux.

A download completato, se stai usando Windows apri il file .exe scaricato e clicca sul pulsante . Dopodiché clicca sui pulsanti NextI Agree, ancora Next per altre tre volte consecutive e infine su InstallFinish.

Su Mac, invece, apri il pacchetto .dmg ottenuto, trascina l’icona di Avidemux nella cartella Applicazioni di macOS; apri poi quest’ultima, fai clic destro sull’icona del programma e seleziona la voce Apri per due volte consecutive, in modo tale da avviare il programma e “bypassare” le restrizioni di Apple verso i programmi provenienti da sviluppatori non certificati (operazione necessaria solo al primo avvio).

Dopo aver installato Avidemux, fai clic sul pulsante Open Video (l’icona della cartella che è posizionata in alto a sinistra) e seleziona il primo video da importare nel programma. Per aggiungere il secondo filmato, fai poi clic sul menu File situato in alto a sinistra, clicca sulla voce Aggiungi e seleziona l’altro clip che intendi importare. Ripeti, poi, l’operazione anche per gli altri clip che vuoi eventualmente inserire nel progetto.

A questo punto, devi semplicemente editare i video che hai importato in Avidemux. Se non vuoi cambiare il codec video e audio del filmato (ottenendo così un salvataggio pressoché istantaneo dello stesso), seleziona la voce Copy dai menu a tendina Video Output e Audio Output, posti sulla sinistra. Se, invece, hai intenzione di farlo, avvaliti nuovamente dei menu a tendina posti sulla sinistra, nelle sezioni Video Output e Audio Output, selezionando questa volta l’opzione che più preferisci.

Per apportare altre modifiche ai clip aggiunti nel progetto, come ad esempio effettuare la color correction, applicare filtri e così via, apri il menu Video, seleziona la voce Filters e, nella finestra che compare a schermo, serviti dei pulsanti posti sulla sinistra per modificare i parametri del video (Colors), intervenire sul rumore digitale (Noise), agire sulla nitidezza (Sharpness), aggiungere dei sottotitoli (Subtitles) e così via. Queste modifiche non sono applicabili in modalità “Copy”.

Quando avrai apportato tutte le modifiche del caso ai clip importati, scegli il formato di output in cui esportare il video, mediante il menu a tendina situato sotto la voce Output Format collocata sulla sinistra e, dopo aver selezionato il formato che più preferisci, fai clic sull’icona del floppy disk situata in alto a sinistra e poi pigia sul pulsante Save.

Se vuoi approfondire il funzionamento di Avidemux, ti rimando alla lettura della guida che ho interamente dedicato a questo versatile software di video editing.

iMovie (macOS)

iMovie

Se hai un Mac e, per questo motivo, vuoi sapere come montare più video insieme con iMovie, questa è la sezione del tutorial che probabilmente ti interessa maggiormente. Il celeberrimo programma di montaggio video di casa Apple, integrato “di serie” su tutti i computer della “mela morsicata”, offre varie funzioni per il montaggio video, tra cui alcune utili per montare più clip insieme.

Nel caso tu avessi provveduto a disinstallare iMovie, puoi scaricarlo nuovamente dal Mac App Store. Basta che ti rechi su questa pagina Web, fai clic sul pulsante Visualizza nel Mac App Store e poi clicchi sul simbolo della nuvoletta situata in alto a destra nella finestra apertasi. Completata l’installazione del programma, clicca sul bottone Apri, per avviarlo (se non hai avuto bisogno di reinstallarlo, avvialo direttamente dal Launchpad o dalla cartella Applicazioni del tuo Mac).

Dopo aver aperto iMovie, clicca sulla voce Crea progetto e seleziona la dicitura Filmato nel menu apertosi. Dopodiché clicca sull’icona della freccia rivolta verso il basso situata in alto, seleziona i video che intendi unire e poi clicca sul pulsante Importa selezionati, così da importarli all’interno del programma.

Successivamente, individua la sezione I miei file multimediali, fai clic su uno dei clip importati, clicca sul pulsante (+), così da aggiungerlo alla timeline di iMovie posta nella parte inferiore della finestra, e ripeti la procedura anche per gli altri filmati da aggiungere nel progetto.

Ora, seleziona la scheda Transizione posta in alto e seleziona l’effetto di tuo interesse tra quelli disponibili (es. Dissolvenza incrociata, ScambioMosaico, Tendina a destra, etc.). Per applicare la transizione che più ti piace, trascina quest’ultima nella timeline di iMovie, posizionandola tra un clip e l’altro. Ripeti poi l’operazione per gli altri clip aggiunti nel progetto, fai clic sull’icona dei due triangoli, imposta la durata dell’effetto nel campo testuale apposito e poi clicca sul pulsante Applica.

Per vedere l’anteprima del risultato finale ottenuto, clicca sul pulsante ▶︎ posto in alto a destra, così da avviare la riproduzione del filmato composto dai vari video che hai “cucito” insieme. Per esportare il filmato di output, clicca poi sul pulsante Condividi (il simbolo della freccia rivolta verso l’alto che si trova dentro il quadrato), collocato in alto a destra, e in seguito sui pulsanti File, Avanti e Salva.

Per maggiori informazioni su come editare un video con iMovie, ti rimando alla lettura della guida che ho dedicato esclusivamente all’applicazione di video editing del colosso di Cupertino.

Altri programmi per montare più video insieme

Final Cut Pro X

Se sei alla ricerca di qualche soluzione più professionale, rispetto ai software di cui ti ho parlato nelle righe precedenti, faresti bene a prendere in seria considerazione questi altri programmi per montare più video insieme.

  • Adobe Premiere Pro (Windows/macOS) — celeberrimo software di video editing di Adobe. Integra funzioni avanzate per il montaggio video. Può essere testato gratis per 7 giorni, ma per continuare a utilizzarlo bisogna sottoscrivere un abbonamento che parte da 24,39 euro/mese.
  • Sony VEGAS Pro (Windows) — altro programma di video editing a carattere professionale, che è possibile adoperare per montare più video insieme, utilizzabile gratis per 30 giorni, poi costa 16,67 euro/mese oppure 299,00 euro una tantum (a seconda della versione scelta).
  • Final Cut Pro X (macOS) — è l’applicazione di video editing professionale di Apple, disponibile soltanto per Mac, che offre tutta una serie di tool avanzati per il montaggio video, che lo rendono uno dei migliori software della categoria. È utilizzabile gratis per 90 giorni, poi bisogna acquistare una licenza da 329,99 euro per continuare a usarlo.
  • Filmora (Windows/macOS) — è un software disponibile sia per Windows che per macOS, di base gratuito e utilizzabile anche a scopo professionale, ma nella versione free applica un watermark ai propri lavori. Per rimuoverlo e per sbloccare tutte le sue funzionalità, occorre sottoscrivere un abbonamento che parte da 44,99 euro/anno. Maggiori info qui.

Come montare più video insieme online

Come ti dicevo nell’introduzione dell’articolo, è possibile anche montare più video insieme online. Ci sono varie applicazioni Web, utilizzabili direttamente nel browser, che sono perfette per questo scopo. Vediamone qualcuna più da vicino.

Kapwing

Montare più video online

Uno dei migliori servizi online di video editing è Kapwing, che funziona praticamente su tutti i principali browser ed è caratterizzato da un’interfaccia semplice e minimale, che rende il suo utilizzo semplice anche a chi non è esperto di montaggio video.

Nell’adoperare il servizio, tieni presente che permette di caricare clip che hanno un peso non superiore a 250 MB e, inoltre, viene applicato un watermark ai propri lavori, rimovibile effettuando l’accesso con il proprio account Google o Facebook oppure pagando 20 dollari/mese.

Un aspetto che ci tengo a farti notare, inoltre, riguarda il fatto che nelle pagina di Kapwing non viene specificato per quanto tempo i file caricati rimangono sui suoi server: per cui evita di usare il servizio se i clip contengono informazioni e contenuti che sarebbe meglio tenere privati. Ciò detto, direi di vedere come funziona.

Per prima cosa, recati sulla home page di Kapwing, clicca sulla voce Upload e carica il primo clip che desideri inserire nel progetto: clicca, dunque, sul pulsante Click to upload presente nel riquadro comparso nella pagina e seleziona il filmato di tuo interesse, oppure trascina il video direttamente all’interno del riquadro stesso.

Successivamente, fai clic sul pulsante (+) Add Scene posto in alto a sinistra, assicurati che sia evidenziato il rettangolo comparso in alto a sinistra, fai nuovamente clic sul pulsante Upload e procedi con il caricamento del secondo filmato da inserire nel progetto, seguendo le indicazioni che ti ho dato poc’anzi. Per aggiungere altri clip al video, poi, non devi fare altro che ripetere i passaggi e il gioco è fatto.

Se hai la necessità di farlo, avvaliti degli strumenti presenti nell’editor di Kapwing per apportare correzioni e modifiche ai clip importati: basta selezionarle dal menu posto sulla sinistra e poi utilizzare i vari pulsanti e menu posti in alto e sulla destra, in modo da apportare le modifiche desiderate.

Quando sei pronto per farlo, scarica il video di output: per riuscirci, fai clic sull’icona dell’ingranaggio (in alto a destra), per selezionare la qualità del file di output, clicca poi sul pulsante Publish collocato in alto a destra e, una volta conclusa la fase di elaborazione del filmato (che potrebbe richiedere qualche minuto), premi sul bottone Download. Semplice, vero?

Altri servizi online per montare più video insieme

Come creare video con musica

Ci sono altri servizi online per montare più video insieme che potrebbero tornarti utili: qui sotto te ne elenco alcuni che potrebbero tornarti utili.

  • Magisto — nota applicazione Web per il video editing, funzionante previa registrazione, che può essere usata anche gratuitamente, seppur con dei limiti importanti, in primis la possibilità di esportare solo 2 minuti e mezzo di filmato. Per abbattere i limiti della versione free occorre sottoscrivere l’abbonamento, che parte da 4,99 dollari/mese.
  • WeVideo — servizio online utilizzabile gratuitamente su tutti i principali browser. La versione free, però, permette di esportare filmati non più lunghi di 5 minuti e con una risoluzione massima di 480p. Per abbattere questi limiti, occorre sottoscrivere uno dei piani d’abbonamento disponibili, a partire da 5,49 dollari/mese.
  • Clipchamp — altra piattaforma appartenente alla categoria in oggetto, mediante la quale è possibile montare video in modo semplice e veloce. La versione free presenta alcuni limiti, in primis l’impossibilità di esportare i filmati editati in alta definizione. Per abbattere questi limiti è richiesta la sottoscrizione dell’abbonamento, che parte da 9 dollari/mese.

Se vuoi avere maggiori delucidazioni su come editare video online con questi e altri servizi utili allo scopo, dai un’occhiata alla guida che ho dedicato all’argomento.

App per montare più video insieme

iMovie iPad

Se vuoi sapere come montare più video insieme su iPhone, iPad e Android, dai un’occhiata alle seguenti app di video editing: sono sicuro che troverai qualche soluzione adatta alle tue esigenze.

  • KineMaster (Android/iOS/iPadOS) — uno dei migliori editor video in ambito mobile, che offre varie funzioni avanzate e che, tra le altre cose, permette di unire più clip in un unico filmato in modo estremamente semplice e intuitivo. Di base è gratis, ma effettuando acquisti in-app a partire da 2,29 euro è possibile rimuovere il watermark che viene applicato ai propri lavori e sbloccare tutte le sue feature.
  • Magisto (Android/iOS/iPadOS) — si tratta della trasposizione mobile del servizio citato nelle righe precedenti, con cui condivide il nome e anche gli stessi limiti che caratterizzano la sua versione free. Per accedere a tutte le sue funzioni ed esportare video più lunghi di 5 minuti in HD, bisogna sottoscrivere l’abbonamento da 5,49 dollari/mese.
  • iMovie (iOS/iPadOS) — come facilmente intuibile, si tratta della versione mobile del programma di video editing di Apple di cui ti ho parlato in uno dei capitoli precedenti. Funziona in modo simile alla sua controparte desktop e, ovviamente, è anch’essa gratuita.

Per maggiori informazioni su queste e altre app per editare video, ti rimando alla lettura dell’approfondimento che ho dedicato all’argomento.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.