Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come ottimizzare il PC gratis

di

Con il passar del tempo, se non viene effettuata una manutenzione costante del PC le prestazioni di Windows tendono a calare. Questo spinge molti utenti a cercare frettolosamente soluzioni per velocizzare il sistema e ad imbattersi in software poco attendibili che, non svolgendo in maniera accurata il proprio lavoro, finiscono col minare la stabilità di Windows e cancellare file che non andrebbero cancellati.

Per evitare che anche tu possa cadere vittima di una di esse, ho deciso di realizzare questa guida in cui ho raccolto alcune regole di buonsenso e alcuni accorgimenti che si possono adottare per mantenere il proprio computer sempre bello “pimpante” e stabile senza grosse noie. Dalle un’occhiata e scopri come ottimizzare il PC gratis senza utilizzare quasi nessuna applicazione di terze parti.

Se vuoi imparare come ottimizzare il PC gratis, la prima cosa che devi fare è imparare a sfruttare appieno gli strumenti di manutenzione inclusi in Windows. Mi riferisco in particolar modo all’utility di deframmentazione del disco che permette di accorciare i tempi di accesso ai file salvati sul computer, all’utility di pulizia del disco che libera l’hard disk da tutti i dati superflui (un hard disk troppo pieno rallenta il sistema) e all’utility di configurazione di sistema che consente di gestire tutti i programmi che si avviano automaticamente ad ogni accesso a Windows.

Per quanto concerne la deframmentazione del disco, Windows Vista, Windows 7 e Windows 8 includono una versione potenziata dell’utility inclusa nelle edizioni precedenti del sistema operativo (es. Windows XP) che si occupa di svolgere tutto il lavoro in maniera automatica in base ad una programmazione. Pertanto, per avere un accesso ai file sempre rapido non devi far altro che avviare l’utilità di deframmentazione dischi cercandola in Start ed accertarti che sia impostata la deframmentazione automatica dell’hard disk. Puoi anche cambiare il giorno e l’ora in cui il PC deve occuparsi di questo compito ma per i dettagli ti rimando alla mia guida su come deframmentare il computer.

Ora passiamo a Pulizia disco, l’utility di Windows che si occupa di scandagliare il contenuto del disco fisso e di eliminare tutti i file temporanei superflui che occupano inutilmente spazio sull’hard disk. Spiegare come si usa è quasi inutile: basta avviare l’applicazione dopo averla cercata in Start, mettere il segno di spunta accanto alle voci relative agli elementi da rimuovere (se non sai bene dove mettere le mani, lascia attive le impostazioni predefinite) e cliccare prima sul pulsante OK e poi su Eliminazione file.

Un altro ottimo modo per liberare spazio sul PC e migliorare le performance di Windows è disinstallare i programmi che non si usano più. Per compiere questa operazione, devi recarti nel Pannello di controllo, cliccare sulla voce Disinstalla un programma ed individuare dall’elenco dei software installati sul computer quelli di cui puoi fare a meno. Seleziona quindi questi ultimi con il mouse, fai click sul pulsante Disinstalla collocato in alto e clicca sempre su Avanti/Next per completare la procedura. Se qualche passaggio ti risulta oscuro o complesso, da’ un’occhiata alla mia guida su come disinstallare un programma.

Rimanendo in tema di applicazioni, è importante limitare quei software che si impostano per l’esecuzione automatica ad ogni accesso a Windows, perché allungano in maniera spesso significativa i tempi di avvio del computer. Per fare una cernita dei programmi di cui hai realmente bisogno per l’avvio automatico e disattivare quelli superflui, digita msconfig nella barra di ricerca del menu Start e premi il tasto Invio sulla tastiera del PC. Si avvierà l’utility di configurazione di sistema, recati quindi nella scheda Avvio, togli il segno di spunta dai nomi delle applicazioni a cui vuoi impedire di partire automaticamente con Windows e clicca prima su Applica e poi su OK per salvare i cambiamenti. Mi raccomando, non disattivare le voci relative a Windows o ai software antivirus.

Un modo sicuramente efficace per ottimizzare il PC gratis è “alleggerire” i programmi che si usano con maggior frequenza. Mi riferisco particolarmente ai browser, come Chrome e Firefox, che sono aperti quasi costantemente e spesso vengono equipaggiati con estensioni mal progettate che consumano quantità considerevoli di RAM e occupano in maniera eccessiva il processore del computer.

Questo significa che non devi installare decine di estensioni nel tuo browser (cerca anzi di installarne il minor numero possibile) e che, soprattutto, devi liberarti degli add-on succhia-risorse. Se utilizzi Google Chrome, puoi scoprire facilmente quali sono cliccando sul pulsante Menu e selezionando la voce Strumenti > Task manager dal menu che compare: si aprirà una finestra con l’elenco di tutte le schede e le estensioni attive nel programma e i loro consumi di RAM e CPU.

Se non sai come cancellare estensioni Chrome o come eliminare estensione Firefox, sappi che è facilissimo. Non devi far altro che leggere le guide che ho dedicato a questi due argomenti e seguire le indicazioni presenti in esse. Ma se vuoi rendere i tuoi browser veramente scattanti, non dimenticarti di cancellare cronologia e cache di tanto in tanto, può aiutare molto.

Anche in questo caso si tratta di operazioni alla portata di tutti ma se hai bisogno di delucidazioni ci sono delle apposite guide pronte a dipanare i tuoi dubbi: una è quella su come cancellare la cronologia di Internet Explorer, Chrome e Firefox, l’altra riguarda come svuotare la cache di tutti i browser appena citati senza ricorrere ad estensioni o applicazioni esterne.

Come abbiamo appena visto, è possibile ottimizzare il PC gratis senza ricorrere ad applicazioni di terze parti ma in alcuni casi queste ultime possono semplificarci la vita e rendere la manutenzione di Windows meno “faticosa”. A tal proposito, ti consiglio di installare sul tuo PC CCleaner che raccoglie in un unico pacchetto (affidabile e gratuito) tutto il necessario per cancellare i file inutili dall’hard disk, eliminare la cronologia e cache dei browser, disinstallare le applicazioni, disattivare i software superflui dall’esecuzione automatica all’avvio di Windows e pulire il registro di Windows.

Non dimenticare, poi, di munirti di un buon software antivirus che pur garantendo la protezione del PC non impatti in maniera negativa sulle performance di Windows e di dare, ogni tanto, una “controllatina” al PC con un programma antimalware come Malwarebytes Antimalware. Ti ho spiegato come utilizzarlo insieme a CCleaner nella mia guida su come ripulire il computer gratis.

Quanto agli antivirus, la scelta non è limitata come pensi. Ormai ci sono molte soluzioni gratuite che riescono a coniugare brillantemente sicurezza e prestazioni e le trovi tutte elencate nella mia lista dei migliori antivirus gratis. E con questo non hai davvero più scuse per avere un PC lento!