Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Salvatore Aranzulla Day
Evento di formazione SEO con Salvatore Aranzulla. Scopri il programma

Come ottimizzare il PC

di

Posa quel martello, non c’è bisogno che apri in due il tuo PC per farlo andare più veloce. Il fatto che il tuo nuovo PC, acquistato non più di qualche mese fa, sia più lento di una tartaruga e impieghi un mucchio di tempo per accendersi e spegnersi, non giustifica l’utilizzo delle maniere forti. Se consulti con frequenza il mio sito Internet e se leggi i miei tutorial, ormai dovresti averlo capito: se vuoi ottimizzare il tuo PC hai bisogno di programmi appositi, non di strumenti da fabbro!

Come dici? Lo sai ma non hai intenzione di soldi per procurarteli? Beh, ma chi ti ha detto che devi pagare qualcosa? Forse non lo sai, ma su Internet si trovano moltissimi programmi gratuiti in grado di ottimizzare il sistema operativo del proprio computer, molti dei quali si presentano con un’interfaccia utente in lingua italiana ed è possibile usarli in maniera davvero facile. Perché non fai un tentativo? Sono sicuro che se proverai con gli accorgimenti che ti fornirò, farai tornare il tuo PC scattante come appena uscito dalla scatola, garantito.

Vorresti davvero darmi retta ma quando si tratta dell’utilizzo del PC la tua inesperienza ti mette a disagio? Non preoccuparti, ci sono qui io e sono ben disposto a darti una mano, puoi stare del tutto tranquillo. Tutto quello che devi fare è prenderti qualche minuto di tempo libero per leggere con calma le istruzioni che ti fornirò in questa mia guida. Vedrai che non potrai sbagliare. Ti auguro una buona lettura.

Indice

Come ottimizzare il PC tramite gli strumenti di Windows

Windows include al suo interno numerosi strumenti che permettono di migliorare le prestazioni del computer: lascia che te li illustri in dettaglio.

Pulizia dello spazio su disco

Spesso i programmi che utilizzi generano dei file temporanei nella loro cache che li aiuta ad eseguire più velocemente la loro esecuzione o il recupero di progetti da te salvati. Se da un lato questa procedura può essere utile, da un altro potrebbe essere per te un problema, se non hai molto spazio nel tuo hard disk.

A questo proposito, dovresti quindi provvedere alla pulizia dello spazio occupato sul tuo PC, eliminando questi file temporanei, oltre che a disinstallare eventuali software da te non utilizzati.

Prendi anche in considerazione che esistono tantissimi programmi che svolgono funzioni simili. Se possiedi un software che impiega tanto tempo per la sua esecuzione oppure occupa molto spazio sul tuo PC, puoi pensare di sostituirlo con uno che svolge funzioni simili, ma che allo stesso tempo è più leggero.

In generale, la pulizia dello spazio sull’hard disk del tuo PC è un procedimento che richiede poco tempo: tutto dipende ovviamente dalla quantità di dati da ripulire. Per questa pratica ti possono venire in auto dei software, come quelli che ti indicherò nel paragrafo relativo ai programmi per ottimizzare il PC; ma potresti anche utilizzare le funzionalità interne di Windows.

Per ripulire l’hard disk dai file temporanei, potresti infatti utilizzare lo strumento di Pulizia disco di Windows. Tale funzionalità è raggiungibile facendo clic sul pulsante Cerca (icona con il simbolo di una lente d’ingrandimento), situata in basso a sinistra sulla barra delle applicazioni di Windows.

Dovrai poi digitare il termine pulizia disco e fare clic sul corrispondente risultato. Dalla finestra che ti si aprirà, dovrai selezionare la partizione del disco da pulire, nel caso in cui ce ne sia più di una sul tuo PC. Fai clic su di essa e poi conferma con il pulsante OK.

Seleziona quindi tutti gli elementi da pulire e, nel caso in cui tu voglia effettuare una pulizia più profonda, fai clic sul pulsante Pulizia file di sistema. Seleziona nuovamente la partizione da pulire e fai clic su OK. Seleziona nuovamente tutte le voci da ripulire e fai clic su OK. Conferma poi il tutto tramite il pulsante Eliminazione file.

Provvedi anche all’eliminazione dei software da te non utilizzati o da sostituire con altri più leggeri, raggiungendo il pannello Installazione applicazioni. Per farlo, fai clic sul pulsante Cerca (icona con il simbolo di una lente d’ingrandimento), situata in basso a sinistra sulla Barra delle applicazioni di Windows, e digita installazione applicazioni. Fai quindi clic sul corrispondente termine di ricerca e provvedi alla rimozione dei programmi che non soddisfano più le tue esigenze.

Deframmentazione dell’hard disk

Un altro metodo che ti consentirà di guadagnare qualche risorsa in più sul tuo PC è la deframmentazione dell’hard disk. Questa ti permette di spostare i dati all’interno della partizione al fine di rendere più veloce il processo di accesso ai dati.

Questo metodo, però, è da utilizzare solo e soltanto se possiedi un classico hard disk con disco magnetico. Se invece possiedi un SSD, non ti consiglio di effettuare quanto spiegato, in quanto la sua tecnologia non la richiede.

Effettuare una deframmentazione è molto semplice. Anche in questo caso ti possono venire incontro dei software, come quelli di cui ti parlerò nella parte dedicata ai programmi per ottimizzare il PC. In aternativa, ti parlerò del metodo nativo che puoi utilizzare per effettuare la deframmentazione di una partizione del tuo hard disk.

Sul tuo computer, fai clic sull’icona con il simbolo di una lente d’ingrandimento (Cerca) e digita il termine deframmenta e ottimizza unità. Dovrai poi selezionare il corrispondente termine di ricerca, tramite un clic su di esso.

Non appena ti verrà aperta una finestra, fai clic sul pulsante Modifica impostazioni. Metti quindi un segno di spunta nella casella Esegui in base a una pianificazione, in modo da impostare una pianificazione pianificata e periodica della deframmentazione sul tuo hard disk. Seleziona quindi la frequenza della procedura tramite il menu a tendina sottostante. Dopo che avrai selezionato questi parametri, fai clic su OK, per confermare.

L’iter manuale invece prevede che tu faccia clic sul pulsante Ottimizza, dopo aver seleziona la partizione da deframmentare. Se vuoi prima analizzarla, fai clic sul pulsante Analizza.

Questa procedura può risultare lunga, ma nei software che ti consiglierò nei paragrafi successivi, potrai trovare strumenti che accorciano notevolmente il tempo di deframmentazione.

Come ottimizzare il computer Mac

Sui computer con macOS l’iter di ottimizzazione è un po’ più semplice, perché molte operazioni di ottimizzazione sono già operate direttamente dal sistema operativo, come la deframmentazione automatica dell’hard disk. Insomma, a livello di ottimizzazione, i computer macOS richiedono pochi interventi.

Questo però non significa che può essere effettuato qualche accorgimento; puoi infatti provvedere alla rimozione dello spazio inutile generato dal tuo sistema, all’eliminazione dei file temporanei, e di tutti quei file che hai scaricato tramite browser o tramite email, di cui magari hai dimenticato l’esistenza.

Un programma che ti consiglio di utilizzare per eseguire quest’operazione è CCleaner, però, prima di addentrarci nell’uso di software, voglio parlarti di come effettuare qualche passaggio di ottimizzazione tramite strumenti integrati nel tuo computer macOS.

Fai clic sul pulsante in alto a destra con il simbolo di una lente d’ingrandimento (Spotlight); digita il termine gestione spazio e seleziona il risultato corrispondente alla tua ricerca.

Ti verrà aperta quindi una finestra e dovrai attendere il completo caricamento di tutti gli elementi che trovi nella barra laterale di sinistra.

La tab che si aprirà di default è quella denominata Consigli. Tra le opzioni presenti al suo interno, puoi decidere, ad esempio, di attivare lo svuotamento automatico del cestino per i file più vecchi di 30 giorni (Svuota automaticamente il Cestino). Puoi anche sfogliare i file presenti sul tuo macOS attraverso la funzione Fai ordine, così da decidere quali eliminare.

Se vuoi invece ottimizzare il tuo sistema, fai clic sul pulsante Ottimizza, che trovi in corrispondenza della voce Ottimizza archiviazione. Potrai quindi rimuovere i film e programmi TV che hai già visto su iTunes oppure decidere di scaricare solo gli allegati recenti dalle email visualizzate tramite l’app Mail.

Facendo clic invece sulle tab di sinistra, potrai sfogliare le diverse categorie e visualizzare in ognuna di esse come ottimizzare al meglio il tuo computer con sistema operativo macOS.

Programmi per ottimizzare il PC

Le ottimizzazioni di cui ti ho parlato nei precedenti paragrafi possono essere eseguite anche tramite l’uso di uno o più software di terze parti adibiti allo scopo. Nelle prossime righe ti segnalerò quindi alcuni programmi che puoi utilizzare per ottimizzare il tuo PC, che sia esso un computer con sistema operativo Windows o uno con macOS.

  • CCleaner (Windows/macOS) – Questo software gratuito è molto famoso e ha lo scopo di provvedere alla rimozione di tutti i file inutili e gestire, tramite alcuni suoi strumenti, l’ottimizzazione generale del computer. Puoi utilizzarlo tramite la funzionalità Pulizia per provvedere alla rimozione sia dei file temporanei generati dal sistema, sia di tutti quei file presenti nella cache dei software che utilizzi (se supportati). Inoltre, tramite la sezione Registro, potrai effettuare la pulizia del registro di Windows, rimuovendo tutte quelle informazioni inutili che vengono lasciate dai programmi una volta disinstallati. Nella sezione Strumenti, invece, potrai trovare dei tool per la disinstallazione dei programmi (Disinstallazione), l’eliminazione delle voci in esecuzione automatica all’avvio di Windows (Avvio), la formattazione delle partizioni (Bonifica drive) e la verifica dei file che occupano maggiore spazio sul tuo PC (Analisi disco) o che risultano duplicati (Ricerca duplicati). Questo software è correlato anche di una modalità di sovrascrittura dei dati cancellati, in modo che non possano essere recuperati.
  • Glary Utilities (Windows)è un software gratuito con funzionalità simile a CCleaner ma dotato di un’interfaccia molto intuitiva. Presenta anche alcune funzionalità aggiuntive che possono aiutarti a migliorare le procedure di ottimizzazione per il tuo PC. È disponibile solo su computer Windows.
  • Defraggler (Windows) – Se vuoi ridurre i tempi di deframmentazione delle partizioni del tuo hard disk, puoi allora utilizzare il software gratuito Il vantaggio di questo software è quello di essere in grado di analizzare la partizione e deframmentare soltanto dei dati che hanno la necessità di essere analizzati: l’operazione risulta quindi molto più veloce. All’apertura del programma, dovrai seleziona la partizione da analizzare e fare clic sul pulsante Analizza. Al termine, potrai decidere se effettuare una deframmentazione normale o una rapida; puoi anche visualizzare la lista dei file che richiedono di essere deframmentati e avviare la procedura solo su questi.
  • Smart Defrag (Windows) – Questo software gratuito viene correlato da funzionalità simili a quelle di Defraggler, ma alcune sono raccolte in strumenti che ti aiuteranno non soltanto alla deframmentazione delle partizioni, ma anche all’ottimizzazione di videogiochi.