Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come pagare F24 online

di

Dopo aver passato quasi un’ora in fila presso l’ufficio postale della tua città, hai scoperto che puoi compilare e pagare il modello F24 anche in autonomia tramite Internet. Nonostante le indicazioni dettagliate fornite dall’operatore postale, però, non sei riuscito a inviare il tuo F24 online e adesso, temendo di dover rifare la fila alle poste, non sai più dove sbattere la testa. Ho indovinato? Allora non rassegnarti e lascia che ti dia io una mano per riuscire nel tuo intento.

Se mi dedichi pochi minuti del tuo tempo libero, posso spiegarti come pagare F24 online affidandoti a uno dei servizi a disposizione sul Web. Sì, hai letto bene: per compilare, inviare e pagare il tuo F24 esistono diverse soluzioni per tutte le esigenze. Utilizzando il servizio di home banking della tua banca, puoi compilare il modello F24 e pagarlo con addebito su conto corrente; in alternativa, puoi scegliere i servizi Pago online e F24 Web disponibili, rispettivamente, sui siti Web di Poste Italiane e dell’Agenzia delle Entrante. Comodo, vero?

Se sei d’accordo, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e mettiamoci subito all’opera. Prenditi cinque minuti di tempo libero e leggi con attenzione i prossimi paragrafi. Individua la soluzione di pagamento che preferisci, prova a mettere in pratica le indicazioni che sto per darti e ti assicuro che la fila all’ufficio postale per pagare il tuo F24 sarà solo un lontano ricordo. A me non rimane altro che augurarti buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come pagare F24 online: Agenzia delle Entrate

Come pagare F24 online: Agenzia delle Entrate

Se possiedi un conto corrente oppure una carta dotata di codice IBAN, puoi effettuare il pagamento dei modelli F24 usando il servizio F24 Web, disponibile presso la piattaforma dell’Agenzia delle Entrate. Per usufruirne, collegati a questo sito Web, premi sul pulsante Area riservata (se non lo vedi, pigia prima sul pulsante ☰ collocato a destra) e premi poi sul bottone Accedi alla nuova area riservata, se necessario.

A questo punto, se intendi agire come persona fisica, dovrai necessariamente effettuare l’accesso usando SPID, la Carta d’Identità Elettronica oppure la Carta Nazionale dei Servizi; se, invece, operi per conto di un’ente oppure di una società, puoi usare le credenziali Fisconline.

  • Accesso con SPID: seleziona la scheda SPID, premi sul pulsante Entra con SPID e scegli il tuo ente certificatore dalla lista proposta. Fatto ciò, inserisci le credenziali della tua identità digitale nell’apposito campo, premi sul pulsante Accedi ed effettua l’autenticazione di secondo livello mediante app oppure password monouso. Infine, consenti l’invio dei dati premendo sull’apposito pulsante. Se non hai ancora attivato SPID, puoi farlo con facilità seguendo le indicazioni che ti ho fornito in questa guida.
  • Accesso con Carta d’Identità Elettronica: seleziona la scheda CIE, premi sul pulsante Entra con CIE e scegli se proseguire con lo smartphone oppure con il computer, se richiesto. In quest’ultimo caso, dovrai aver preventivamente collegato il lettore di smart card al dispositivo e poggiato la CIE sul relativo chip. A questo punto, inserisci il PIN della carta d’identità nell’apposito campo dell’applicazione CIE ID e, se stai usando lo smartphone, accosta la tessera al lettore NFC del dispositivo e attendine il riconoscimento. Infine, acconsenti all’invio dei dati premendo sul bottone dedicato. Se sei in possesso di CIE ma non hai ancora provveduto ad attivarla, consulta il mio tutorial dedicato per scoprire come fare.
  • Accesso con Carta nazionale dei servizi (solo computer): premi sulla scheda CNS e, dopo aver collegato il lettore di smart card al computer, clicca sul pulsante Accedi con CNS. A questo punto, seleziona il certificato della carta mediante la finestra che compare sullo schermo, clicca sul pulsante OK, immetti infine il PIN della tessera e dai nuovamente OK. Qualora non avessi ancora provveduto a farlo, puoi attivare la tua CNS seguendo le indicazioni presenti nella mia guida dedicata.
  • Accesso con Credenziali: seleziona la scheda Credenziali, scegli se accedere tramite Fisconline oppure credenziali SISTER e inserisci le informazioni richieste (ad es. codice fiscale, password e PIN) all’interno dei campi preposti. Se rappresenti una società e non sei ancora registrato a Fisconline, premi sul link Non sei ancora registrato?, poi sul pulsante Registrati a Fisconline e segui la procedura proposta, per fare richiesta del PIN.

Come pagare F24 online: Agenzia delle Entrate

Ad accesso effettuato, seleziona la voce Servizi dal menu che compare in alto (se non lo vedi, premi sul pulsante ☰ residente in alto), premi sul riquadro Pagamenti e, in seguito, sulla voce Pagamenti F24. Adesso, accertati di avere a disposizione tutte le informazioni relative al modello da pagare, premi sul pulsante Inizia la compilazione del modello F24 e seleziona la categoria di documento di tuo interesse: standard, accise, ELIDE oppure standard per pagamento con crediti commerciali.

Fatta la tua selezione, premi sul pulsante OK, inserisci il tuo codice fiscale o quello del contribuente/coobbligato del quale fai le veci e, se non agisci per tuo conto, seleziona la tua relazione con il contribuente dal menu a tendina dedicato. Per esempio, se stai compilando un modello F24 per te stesso, devi digitare il tuo codice fiscale (se non c’è già) e lasciare vuoto il menu a tendina sottostante.

Superato anche questo step, specifica i tuoi dati anagrafici e di residenza (o quelli del contribuente per il quale stai eseguendo il pagamento) nel modulo che ti viene proposto, indica la data di pagamento del modello e premi nuovamente su OK.

Come pagare F24 online

Adesso, non ti resta che selezionare la tipologia di tributo di tuo interesse tra quelli proposti (ad es. erario, INPS, Regioni, IMU/Altri tributi locali, ecc.), premere sulla voce Modifica sezione [nome] e compilare il relativo modulo con le informazioni necessarie (codice sede/tributo, causale, periodo e così via). Quando hai finito, premi sul pulsante OK, poi sulla voce Per compilare le altre sezioni torna al riepilogo e, se necessario, inserisci i restanti tributi da corrispondere seguendo una procedura del tutto analoga.

Quando hai finito, verifica gli importi presenti nella tabella Totali importi per sezione e premi sul bottone Valida F24, per effettuare la convalida dei dati inseriti; infine, inserisci l’IBAN del conto corrente sul quale addebitare l’importo all’interno dell’apposito campo, dai nuovamente OK e, se richiesto, effettua il controllo di sicurezza finale e dai nuovamente OK, per inviare il modello F24 compilato.

Come pagare F24 online: home banking

Come pagare F24 online: home banking

Sono sempre più gli istituti di credito che consentono di effettuare il pagamento dei modelli F24 tramite i sistemi di home banking, prelevando i fondi da conti e/o carte: affinché il tutto proceda senza intoppi, è indispensabile aver abilitato l’accesso al sistema di Internet Banking per i propri prodotti, effettuando la registrazione al portale dell’istituto di credito di riferimento e attivando contestualmente applicazioni, token o altri sistemi di autenticazione sicura. Per saperne di più, ti rimando alla lettura della mia guida su come accedere al conto corrente online, all’interno della quale trovi tutti i dettagli del caso.

Una volta effettuato l’accesso al sito Web della propria banca, bisogna accedere alla sezione relativa ai pagamenti, indicare di voler effettuare un accredito tramite modello F24 e, dopo aver specificato la tipologia di modulo da usare, compilarlo in tutte le sue parti e autorizzare la transazione.

Purtroppo non mi è possibile fornirti indicazioni più precise, in quanto la procedura da seguire differisce in base all’istituto di credito di riferimento.

Come pagare F24 online: Poste

Come pagare F24 online: Poste

A titolo di esempio della procedura da seguire, lascia ora che ti spieghi come effettuare il pagamento di un modello F24 tramite l’Internet Banking di Poste Italiane.

Per pagare un F24 online tramite Poste Italiane, devi essere titolare di una carta Postepay, di un conto BancoPosta oppure di qualsiasi altra carta abilitata ai pagamenti online, appartenente ai circuiti Mastercard, Maestro, VISA, VISA Electron oppure V-Pay.

Affinché il tutto proceda per il meglio, devi risultare già iscritto al portale delle Poste Italiane oppure disporre di un’Identità Digitale PosteID abilitato a SPID; se intendi procedere con il pagamento attraverso un prodotto postale, devi aver inoltre certificato il tuo numero di cellulare con Poste Italiane, in modo da abilitare le transazioni online. Inoltre, se intendi autorizzare la transazione tramite l’app BancoPosta (e non tramite SMS ricevuto su numero certificato), devi aver abilitato quest’ultima per le operazioni in-app: qualora non avessi ancora effettuato i passaggi preliminari necessari, segui i tutorial che ti ho indicato poc’anzi, per farlo.

Ti faccio presente, infine, che la compilazione dell’F24 online tramite Poste Italiane deve essere effettuata da uno schermo sufficientemente ampio, altrimenti il portale mostrerà un messaggio d’errore; pertanto, ti consiglio di avvalerti di un tablet con diagonale da almeno 7″ (da orientare in orizzontale) o, meglio ancora, di un computer.

Come pagare F24 online: Poste

Detto ciò, vediamo insieme come procedere: per iniziare, collegati a questo sito Web, clicca sulla voce Area Personale (oppure premi sul simbolo dell’omino visibile in alto a destra), immetti i dati d’accesso del tuo account Poste all’interno degli appositi campi e premi sul bottone Accedi, per entrare nella tua bacheca personale. Se preferisci effettuare il login tramite SPID, premi invece sul bottone Accedi con PosteID, immetti le credenziali SPID all’interno del modulo successivo e, quando richiesto, autorizza l’accesso SPID di livello 2 rispondendo affermativamente alla notifica ricevuta nell’app PosteID.

A login completato, clicca sulla voce Servizi online (se non la vedi, premi sul bottone = posto in alto a sinistra), scegli l’opzione Paga F24 residente nel riquadro Finanziari e, giunto alla schermata successiva, premi sul pulsante Paga corrispondente all’opzione Modelli F24. A questo punto, scegli il tipo di modello F24 di tuo interesse (ordinario, semplificato, per le accise oppure con elementi identificativi) usando il menu a tendina dedicato e clicca sul pulsante Continua, per passare allo step successivo.

Come pagare F24 online: Poste

A questo punto, indica se inviare il modello come persona fisica o persona giuridica, avvalendoti del menu a tendina situato in alto, quindi specifica i dati del contribuente e del tributo all’interno del modulo che compare poco più in basso e premi sul pulsante Continua, per visualizzare il riepilogo delle informazioni inserite. Dopo aver controllato attentamente l’esattezza dei dati, premi sui pulsanti Paga ora e Prosegui, apponi il segno di spunta accanto al metodo di pagamento che preferisci usare (conto corrente oppure carte di pagamento) e, se necessario, apponi il segno di spunta in corrispondenza della casella relativa alla presa visione del foglio informativo.

Per finire, premi sul pulsante Autorizza [importo] e concludi la transazione seguendo le indicazioni che ricevi sullo schermo: per esempio, se hai scelto di pagare tramite un prodotto postale, ti verrà chiesto di autorizzare l’operazione inserendo il codice monouso ricevuto tramite SMS sul numero di cellulare verificato, oppure rispondendo affermativamente alla notifica ricevuta all’interno dell’app BancoPosta. La ricevuta di pagamento del modello F24 sarà disponibile, dopo alcuni minuto, all’interno dell’area Pagamenti del tuo cassetto personale sul sito di Poste Italiane, all’interno della sezione Le tue operazioni.

In caso di dubbi o problemi, ti rimando alla lettura della mia guida su come pagare l’F24 con BancoPosta tramite Web, nella quale ti ho spiegato, in maniera ancor più dettagliata, tutti i passaggi relativi alla procedura appena vista.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.