Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come evitare email spam

di

Decine, centinaia, forse migliaia. Chissà quante sono le email spazzatura che ogni giorno ingolfano la tua casella di posta elettronica e non ti permettono di lavorare in pace. Forse non lo sai, ma molto probabilmente sei stato proprio tu a “consegnare” il tuo indirizzo agli autori delle email spam che ti stanno tanto assillando, consentendogli di rintracciarlo tramite programmi automatici, chiamati in gergo “spambot”. Come può essere avvenuto ciò? Probabilmente hai fornito il tuo indirizzo email nel momento in cui ti sei iscritto a qualche portale online dalla dubbia affidabilità.

A questo punto ti starai chiedendo se sia impossibile comunicare agli altri il proprio indirizzo di posta elettronica senza essere poi sommersi da lettere spazzatura. La risposta, fortunatamente, è no. Leggendo questa guida, infatti, potrai apprendere come evitare email spam conoscendo innanzitutto quali sono le tecniche utilizzate dagli spammer (ovvero coloro che per “mestiere” inviano spam agli utenti) e stando attento a non finire tra le loro vittime.

Sia chiaro: le “dritte” che ti fornirò in questo tutorial non elimineranno totalmente lo spam dalla tua inbox, sarebbe utopico pensare una cosa del genere. Comunque sia, mettendole in pratica potrai senz’altro migliorare la situazione attuale ed evitare di acutizzare questo problema che, purtroppo, affligge un po’ tutti coloro che utilizzano la posta elettronica. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Tecniche utilizzate dagli spammer

Per combattere il fenomeno dello spam, devi innanzitutto conoscere le tecniche utilizzate dagli spammer: così facendo potrai riconoscere le trappole disseminate da questi ultimi nel Web ed evitare di diventare la loro prossima vittima.

Spambot

Per captare gli indirizzi email delle loro vittime, gli spammer si servono dei cosiddetti spambot, dei programmi automatici in grado di riconoscere gli indirizzi di posta elettronica che gli utenti hanno rilasciato su siti Web, forum, newsgroup, social network e quant’altro (se ricordi, ho accennato agli spambot proprio in apertura del post).

Come puoi evitare di cadere vittima di questa trappola informatica? Semplice, rendendo il tuo indirizzo di posta elettronica non individuabile. Puoi fare ciò in almeno due modi: non scrivendo testualmente il tuo indirizzo email (sostituendo ad esempio il simbolo “@” con la parola “chiocciola“) oppure scrivendolo all’interno di un’immagine (gli spambot, infatti, spesso non riescono a “leggere” le immagini).

In quest’ultimo caso, per scrivere la tua email all’interno di un’immagine puoi ricorrere a qualche servizio online ad hoc come, ad esempio, il famosissimo E-mail Icon Generator. Per creare un’immagine contenente il tuo indirizzo di posta elettronica con E-mail Icon Generator, collegati innanzitutto alla sua pagina principale e digita nel campo di testo situato immediatamente sotto la voce Enter your e-mail address la parte dell’indirizzo email che si trova prima della chiocciolina.

Seleziona quindi il provider della tua casella email (es. Gmail, Hotmail, MSN Yahoo!) dal menu a tendina situato dopo il simbolo @, seleziona il suffisso del tuo indirizzo dal secondo menu a tendina (es. .com, .it, etc.) e clicca sul pulsante Generate per ottenere la tua immagine.

A questo punto, non ti rimane altro che cliccare sulla voce click here per scaricare l’immagine sul tuo computer o utilizzare l’indirizzo che trovi al di sotto della voce To display this image elsewhere, use the URL per condividerla con amici e visitatori del tuo sito Internet.

Qualora il provider della tua casella email non fosse presente nel menu a tendina di E-mail Icon Generator, per creare un’immagine contenente il tuo indirizzo di posta elettronica non devi far altro che cliccare sulla voce Provider not available? Click here!.

Nella pagina che si apre, digita quindi il tuo indirizzo e-mail nel campo che si trova immediatamente sotto la voce Enter your e-mail address e utilizza la tavolozza che compare facendo clic sulle voci Show picker per scegliere i colori del testo (Foreground), i colori di sfondo (Background) e quelli dei bordi (Border). Seleziona quindi il font da utilizzare, attraverso il menu a tendina situato accanto alla voce Font, e clicca sul pulsante Generate per ottenere l’immagine contenente il tuo indirizzo di posta elettronica.

Proprio come visto in precedenza, adesso puoi cliccare sulla voce click here per scaricare l’immagine sul tuo computer o utilizzare l’indirizzo che trovi al di sotto della voce To display this image elsewhere, use the URL per condividerla su Internet. Più facile di così?!

Generatori di email

I generatori di indirizzi email sono un’altra “arma” utilizzata con successo dagli spammer. Come facilmente intuibile dal loro nome, questi programmi generano tutte le possibili combinazioni di indirizzi email riguardanti uno specifico dominio (es. Gmail, Libero, Outlook, Yahoo!, iCloud, etc.), fornendo così allo spammer una “miniera” di potenziali indirizzi di posta elettronica da attaccare.

Come puoi ridurre le probabilità di cadere vittima di un generatore di email? Utilizzando un nome utente abbastanza lungo, composto quindi da almeno 9-10 caratteri.

Siti Web che intercettano le email degli utenti

Per intercettare gli indirizzi email di utenti a cui inviare messaggi indesiderati, gli spammer creano dei siti Web ad hoc. In alcuni casi, richiedono in modo esplicito di fornire la propria email per iscriversi al sito e usufruire dei servizi contenuti al suo interno (spesso si tratta di servizi per adulti o che riguardano il download di file pirata), mentre in altri casi questi siti Web sfruttano alcune vulnerabilità insite nei browser per captare questo genere di informazioni.

Come puoi evitare di cadere in questa trappola? Beh, innanzitutto non fornendo il tuo indirizzo email quando ti trovi al cospetto di un portale Web sospetto (o al massimo utilizzando una email temporanea, di cui ti parlo in modo un po’ più approfondito un po’ più avanti, sempre in questo post). Come ti dicevo in apertura del post, spesso sono gli utenti stessi che “collaborano” con i loro spammer, seppur inconsapevolmente.

Un altro modo per evitare di cadere vittima dei siti Web realizzati ad arte dagli spammer è quello di non salvare nei database dei browser le proprie informazioni di contatto, dal momento che potrebbero essere facilmente intercettate da questi malintenzionati.

Evitare email spam

Conoscere le tecniche utilizzate dagli spammer non è sufficiente per evitare email spam, in quanto bisogna anche equipaggiarsi adeguatamente in modo tale da contrastare la loro attività di spamming. Di seguito ti svelo qualche “trucchetto” che puoi mettere in atto proprio per proteggerti.

Creare filtri anti-spam

Creare dei filtri anti-spam può aiutarti a ridurre sensibilmente il numero di messaggi indesiderati che sono diretti verso la tua casella di posta elettronica. Le soluzioni offerte da molti client, infatti, consentono di bloccare sul nascere la ricezione dei messaggi intercettati dai filtri impostati dall’utente.

Alcuni filtri sono talmente “intelligenti” che bloccano tutti i messaggi provenienti da un mittente specifico, da un provider specifico e addirittura tutti quelli che contengono al loro interno determinate parole (ad esempio termini allusivi o riconducibili a siti Internet per adulti).

Se ti ho incuriosito e ora vorresti sapere qualche informazione in più su come attivare questi filtri, leggi gli approfondimenti in cui mostro come fare ciò su GmailOutlookYahoo, iCloud, Virgilio e Alice Mail (o TIM Mail). Sia chiaro: questi filtri non sempre funzionano al 100%, ma senz’altro contribuiranno ad attenuare un po’ il problema dello spam.

Segnalare le email indesiderate

Anche segnalare le email indesiderate è importante per evitare di riceverne di nuove. Pertanto, prima di eliminare un messaggio spam, contrassegnalo come indesiderato. La procedura da seguire per fare ciò varia in base al servizio di posta che viene utilizzato, ma di solito è sufficiente trovare l’apposita opzione presente nel menu del client o del servizio di Web Mail in uso (es. Segnala come spam, Sposta nelle spam, Contrassegna come spam, etc.).

Se vuoi maggiori informazioni a tal riguardo, leggi pure i tutorial in cui mostro come bloccare e-mail da un indirizzo e come bloccare e-mail indesiderate. Sono certo che troverai molto utili questi approfondimenti. Ovviamente, qualora dovessi continuare a ricevere un numero anomalo di spam da un mittente specifico, contatta il tuo provider al fine di sollecitare l’intervento di quest’ultimo.

Cancellarsi dalle newsletter

Cancellarsi dalle newsletter è un altro accorgimento che puoi adottare per evitare di ricevere nuove email spam, soprattutto se queste provengono da un sito Web in particolare e a cui magari ti sei iscritto acconsentendo (involontariamente) all’iscrizione alla newsletter.

Per cancellarti da una newsletter devi innanzitutto aprire il messaggio che ti è stato inviato sul tuo indirizzo email, scorrere la pagina che ti viene mostrata, individuare il link collocato in basso (es. Unsubscribe, Cancellami, Annulla iscrizione, etc.) necessario per procedere con la cancellazione e cliccarci sopra. Tutto qui.

Utilizzare email temporanee

Se vuoi evitare lo spam, ti consiglio anche di utilizzare email temporanee, soprattutto quando ti registri a servizi online che non ti sembrano molto raccomandabili. Le email temporanee, come suggerisce il loro stesso nome, sono degli indirizzi di posta elettronica “usa e getta” che consentono di preservare la propria privacy e la propria casella email principale.

Uno dei più famosi servizi che puoi utilizzare a tale scopo è YOPmail, il quale non richiede alcuna registrazione per essere utilizzato, è in lingua italiana ed è gratuito al 100%. Oltre al dominio @yopmail.com ne supporta molti altri (es. @yopmail.fr, @yopmail.net, @cool.fr.nf, @jetable.fr.nf, @nospam.ze.tc e altri ancora).

Per utilizzare un indirizzo email temporaneo con YOPmail, collegati innanzitutto alla sua pagina principale, digita la prima parte del tuo indirizzo email temporaneo nel campo di testo Scegli un’Indirizzo Email Temporaneo e fai clic sul bottone Controllare la posta per controllare i messaggi presenti nella inbox.

Per impostazione predefinita, le email vengono eliminate in modo automatico dopo 8 giorni, ma se lo desideri puoi anche fare ciò manualmente cliccando sulla (X) rossa situata in alto (accanto all’icona della stampante).

Ci sono tantissimi altri servizi che permettono di creare email temporanee — fra i più famosi ti cito TempinboxAirMail o Mailinator — e di cui ti ho già parlato ampiamente nell’articolo dedicato ai servizi di email temporanee. Se vuoi approfondire la conoscenza di questi altri servizi, leggi pure il tutorial che ti ho linkato poc’anzi.