Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come accedere alla posta Gmail

di

Ti hanno creato un account Gmail per gestire la posta elettronica e, non essendo particolarmente avvezzo alla tecnologia, ora non sai come avvalertene per consultare i messaggi che ti sono stati inviati o spedirne a tua volta a qualcuno? Sei solito utilizzare Gmail dal tuo PC ma, adesso, avendo la necessità di configurare la casella di posta su smartphone o tablet, non sai come procedere? Non ti preoccupare: se vuoi, ci sono qui io a darti una mano.

Nella guida di oggi, infatti, ti illustrerò come accedere alla posta Gmail sia dal tuo PC che da smartphone e tablet. Nel dettaglio, ti spiegherò come eseguire quest’operazione tramite la Webmail di Google, l’app ufficiale per dispositivi Android, iPhone e iPad e tramite client di posta elettronica di terze parti disponibili su tutti i dispositivi e i sistemi operativi.

A questo punto, direi di non perdere altro tempo prezioso: mettiti seduto bello comodo e presta attenzione ai suggerimenti che ti fornirò nei prossimi capitoli. Vedrai, ti serviranno soltanto alcuni minuti per consultare le procedure che troverai nei prossimi capitoli e riuscire nel tuo intento. Buona lettura e in bocca al lupo per tutto!

Indice

Come accedere alla posta Gmail da PC

Se vuoi sapere come accedere alla posta Gmail da PC, nei prossimi capitoli ti spiegherò come eseguire quest’operazione sia tramite l’apposita Webmail di Google (quindi via browser Web) che tramite alcuni dei più famosi client di posta elettronica. In entrambi i casi, sarà un gioco da ragazzi.

Webmail

Gmail da Webmail

Per accedere a Gmail tramite Webmail, quello che devi fare è aprire il browser che utilizzi di solito per navigare su Internet e raggiungere il sito ufficiale di Gmail. Dopo aver eseguito quest’operazione, ti verrà chiesto di accedere con il tuo account Google.

Nel caso in cui non dovessi possedere ancora un account Google, non devi fare altro che premere sulla dicitura Crea un account, nella schermata d’accesso che ti viene mostrata, e seguire le istruzioni a schermo. Se dovessi riscontrare qualche problema o avessi qualche dubbio su come proseguire, ti consiglio di consultare la mia guida su come creare un account Google.

Dopo aver eseguito l’accesso con il tuo account Gmail, indicando l’indirizzo email e la password associata al tuo account Google, verrai indirizzato nella schermata principale della Webmail di Gmail. Sulla sinistra ti verranno mostrate le etichette principali tramite le quali vengono raggruppati i messaggi di posta elettronica che ricevi.

Nella schermata centrale, invece, puoi visualizzare l’elenco di tutti i messaggi ricevuti e inviati (le risposte che invii sono concatenate ai messaggi ricevuti in un’unica conversazione). Se hai abilitato le schede, nell’area superiore, puoi accedere alle principali etichette che hai già visto nella sezione laterale di sinistra. In alto a sinistra, invece, trovi il pulsante Scrivi per inviare un nuovo messaggio di posta elettronica.

Nel caso in cui non riuscissi a trovare un messaggio che avevi ricevuto, prova a cercare nel Cestino, selezionando l’apposita voce dalla barra laterale di sinistra. In caso di mancato successo, prova anche ad accedere alla posta archiviata di Gmail, premendo sulla voce Tutti i messaggi nella barra laterale di sinistra (che contiene i messaggi della posta in arrivo e quelli archiviati).

Se vuoi saperne di più su come utilizzare la tua posta elettronica Gmail da Webmail o da qualsiasi altra piattaforma, ti suggerisco di leggere con attenzione quanto ti ho già suggerito nella mia guida su come funziona Gmail.

Se dovessi riscontrare dei problemi d’accesso a Gmail, probabilmente il problema risiede in un errore di digitazione delle credenziali per il login o nel fatto che, semplicemente, hai dimenticato la password. In questo caso, puoi provare a recuperare i dati d’accesso, seguendo le indicazioni che ti ho fornito in questa mia guida dedicata all’argomento.

Client di posta elettronica

Configurare Gmail per client di posta

Se vuoi accedere a Gmail tramite un client di posta elettronica installato sul tuo computer Windows o sul tuo Mac, sappi che per procedere con quest’operazione ti serviranno ulteriori dati rispetto alle credenziali d’accesso al servizio già in tuo possesso.

Mentre per alcuni software di posta elettronica, come le applicazioni predefinite Posta di Windows 10 e Mail di macOS, tutto ciò che ti serve è soltanto l’indirizzo email del tuo account Gmail e la password ad esso associata, per altri software è importante avere i parametri d’accesso al server di posta.

Quest’ultimi sono facilmente reperibili direttamente dal portale di supporto di Google a questo link ma, per comodità, ti riepilogo qui di seguito quelli per il protocollo IMAP (che ti consiglio di utilizzare in luogo di quello POP3, ormai obsoleto e che non consente di sincronizzare la posta su più dispositivi).

  • Server posta in arrivo (IMAP): imap.gmail.com, Richiede SSL: Sì, Porta: 993.
  • Server posta in uscita (SMTP): smtp.gmail.com, Richiede SSL: Sì, Richiede TLS: Sì (se disponibile), Porta per SSL: 465, Porta per TLS/STARTTLS: 587, Richiede autenticazione: Sì.
  • Nome completo o Nome visualizzato: il tuo nome.
  • Nome account, Nome utente o Indirizzo email: il tuo indirizzo email di Gmail completo.
  • Password: la tua password Gmail.

Per usare il protocollo IMAP, devi assicurarti che sia abilitato sul tuo account. Per farlo, accedi alla Webmail di Gmail, fai clic sull’icona dell’ingranaggio collocata in alto e premi sulla voce Visualizza tutte le impostazioni, nel menu che ti viene proposto. Seleziona poi la scheda Inoltro e POP/IMAP e attiva le caselle Attiva IMAP.

Se, invece, vuoi saperne di più sui passaggi che devi compiere per accedere alla posta di Gmail nei più famosi software di posta elettronica, come ad esempio Thunderbird, il mio consiglio è quello di consultare attentamente i suggerimenti che ti ho riportato nella mia guida sui programmi per Gmail.

Come accedere alla posta Gmail da smartphone e tablet

Su smartphone e tablet Android e su iPhone e iPad, puoi accedere alla posta Gmail facilmente sia tramite l’apposita app ufficiale sviluppata da Google che tramite client di posta prodotti da terze parti. In realtà è possibile accedervi anche da browser, tramite la Webmail, ma questa soluzione risulta abbastanza scomoda da mobile. A te comunque la scelta.

App Gmail

Accedere all'app Gmail

L’app ufficiale di Gmail è disponibile sia sul Play Store di Android che sull’App Store di iOS/PadOS e sugli smartphone e tablet Android dotati dei servizi Google è spesso preinstallata insieme alle altre app del colosso di Mountain View.

Per procedere con l’installazione dell’app su Android, cerca la nel Play Store, fai tap sulla sua icona nei risultati della ricerca e premi sul tasto Installa; su iOS/iPadOS, invece, cercala nella scheda Cerca, selezionala dai risultati della ricerca, premi sul tasto Ottieni/Installa e sblocca il download e l’installazione dell’app tramite il Face ID, il Touch ID o la password dell’ID Apple.

Dopo aver avviato l’applicazione tramite l’apposita icona presente in home screen o nel drawer, verrà automaticamente eseguito l’accesso all’account Google già presente sullo smartphone/tablet.

Nel caso in cui non avessi mai associato un account Google al tuo dispositivo, esegui l’accesso al tuo account Google inserendone indirizzo email e password negli appositi campi. Per maggiori dettagli, puoi seguire nel dettaglio le indicazioni che ti ho fornito in questa mia guida, nella quale ti ho indicato tutti i passaggi per associare un account Google ad Android e iOS/iPadOS.

Se volessi, invece, accedere a un account diverso da quello impostato sul tuo dispositivo, nella schermata principale dell’app Gmail, premi sulla tua foto profilo, in alto a destra, e fai tap sulla voce Aggiungi un altro account presente nel riquadro che visualizzi. Ti verrà presentato un modulo di login nel quale dovrai inserire le credenziali del tuo account Google, in modo da effettuarne l’accesso.

Altre app di posta

Accedere a Gmail da Outlook

Oltre all’app ufficiale Gmail, puoi anche installare altre app che fungono da client di posta elettronica. Ne esistono diverse ma, così come hai già potuto apprendere sul capitolo riguardante i software desktop per la gestione della posta elettronica, per alcune l’accesso richiede necessariamente i dati del server, oltre a quelli dell’account.

Ad esempio, con l’app Outlook di Microsoft (tra i migliori client gratuiti disponibili per Android e iOS/iPadOS), facendo tap sulla propria foto profilo, in alto a sinistra, e poi sull’icona dell’ingranaggio (nella schermata che si apre), puoi eseguire l’accesso diretto a Gmail tramite le voci Aggiungi account > Aggiungi account di posta elettronica > Aggiungi account di Google. In alternativa, se hai appena installato l’app, ti basta seguire la procedura di configurazione iniziale per impostare l’account Gmail.

Su altre app, invece, ti verrà richiesto di configurare l’account d’accesso, inserendo anche i dati del server, cioè quelli IMAP/SMTP (consigliato) o POP3/SMTP. In questo caso, il mio consiglio è quello di fare riferimento a tutte le informazioni che ti ho fornito nel capitolo precedente della guida, nel quale troverai tutte le informazioni che ti servono per la configurazione dell’account Google su queste app.

Se poi volessi avere qualche consiglio sulle migliori app per la gestione della posta elettronica da utilizzare sul tuo smartphone o tablet, puoi provare Spark (Android/iOS/iPadOS) o Blue Mail (Android/iOS/iPadOS), delle quali ti ho parlato nel dettaglio nella mia guida su come ricevere le mail sul cellulare.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.