Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come rinnovare PEC Poste Italiane

di

Di recente hai ricevuto un avviso tramite email nel quale ti è stato notificato l’approssimarsi della scadenza della tua casella di posta elettronica certificata Postecert. La tua intenzione è senz’altro quella di confermare l’adesione al servizio, ma purtroppo, pur avendo cercato in lungo e in largo le modalità per eseguire tale operazione, al momento non sei riuscito ancora a realizzare come rinnovare PEC Poste Italiane.

Non temere, però: sai che per questo genere di procedure puoi sempre fare affidamento su di me! Di seguito, infatti, troverai sia una minuziosa descrizione di tutti i passaggi necessari per completare il rinnovo della tua casella Postecert, sia alcune utili informazioni sulle tempistiche e sui costi previsti dal servizio.

Insomma, ti basterà dedicare solo qualche minuto del tuo prezioso tempo alla lettura dei prossimi capitoli, e potrai presto depennare questo impegno dalla tua lista di cose da fare. Allora, affare fatto? Perfetto, in tal caso non mi resta che augurarti buon proseguimento!

Indice

Informazioni preliminari

dito che preme il simbolo di una email

Prima di mostrarti come si rinnova la PEC di Poste Italiane, credo sia opportuno fare una breve premessa per chiarire alcuni aspetti del servizio in questione, con particolare riferimento alle tempistiche entro le quali è possibile procedere e ai costi dell’operazione.

Innanzitutto, devi sapere che il rinnovo della casella Postecert può essere eseguito a partire da 60 giorni prima della scadenza. Superato questo termine, il sistema conserva i dati della posta certificata per altri 30 giorni, entro i quali è comunque possibile procedere al rinnovo. Oltre tale finestra temporale il servizio procede alla sua cancellazione definitiva: mi raccomando, quindi, di eseguire periodicamente un backup delle email per scongiurare la perdita di dati sensibili.

I prezzi, come forse già saprai, variano in rapporto alla durata del rinnovo che si intende impostare (diventano più convenienti se si sceglie un periodo più lungo): nel momento in cui scrivo, l’opzione di 1 anno costa 5,50 euro + IVA (ai quali occorre sommare 1 euro + IVA ogni 100 MB di spazio aggiuntivo); la soluzione biennale costa 9,00 euro + IVA (lo spazio aggiuntivo, in tal caso, passa a 2,00 euro + IVA ogni 100 MB), mentre 3 anni costano 10,50 euro + IVA (con 3,00 euro + IVA ogni 100 MB di spazio aggiuntivo).

A tal proposito, considera che se al momento del rinnovo hai già acquistato dello spazio aggiuntivo, questo verrà confermato congiuntamente alla casella e non potrà essere annullato o diminuito. Se, invece, ti sei reso conto che quello attualmente a disposizione non è sufficiente rispetto alle tue esigenze, puoi aggiungerne altro (ma ti consiglio di non farlo nell’arco dei 60 giorni prima della scadenza, ma di procedere contemporaneamente al rinnovo in modo da usufruirne sùbito e per tutta la durata della sottoscrizione).

Come rinnovare PEC Poste Italiane

schermata per la selezione della casella Postecert da rinnovare

Se le premesse fatte nel capitolo introduttivo sono chiare e, pertanto, desideri procedere senza indugio la procedura per rinnovare PEC Poste Italiane, ecco come puoi riuscirci.

Per cominciare, collegati a questa pagina del sito di Poste Italiane ed esegui l’accesso con le credenziali del tuo account Poste.it (dunque, non quelle Postecert con le quali sei solito accedere alla casella di posta elettronica in questione).

Inserisci, quindi, nome utente e password negli appositi campi presenti nel riquadro di sinistra e pigia il pulsante Accedi sottostante, oppure inquadra il codice QR mostrato sulla destra della medesima schermata con l’app Bancoposta o l’app Postepay.

Se opti per quest’ultima soluzione ti basterà, una volta avviata una delle suddette applicazioni, pigiare sull’opzione Inquadra codice QR presente sulla sinistra della schermata di avvio (fornendo, se richiesta, l’autorizzazione per l’accesso alla fotocamera) centrare il codice in questione all’interno dell’apposito spazio delimitato sul display e, non appena l’immagine viene riconosciuta, premere sul pulsante Autorizza. A seguire, dovrai solamente effettuare il riconoscimento inserendo il tuo codice PosteID per poi sfiorare il bottone Conferma.

Una volta eseguito l’accesso, visualizzerai un riepilogo della tua attuale sottoscrizione a Postecert nel quale sono presenti le indicazioni relative alla casella di posta elettronica certificata associata al tuo account, lo spazio incluso nel piano, la scadenza, e lo stato attuale. Se ti trovi nella finestra dei 60 giorni precedenti alla scadenza o dei 30 giorni successivi, quest’ultimo campo dovrebbe riportare la dicitura Da Rinnovare: per proseguire con l’operazione, dunque, dovrai pigiare sull’apposito pulsante collocato sulla destra.

Se non visualizzi la suddetta funzione per il rinnovo nonostante la casella risulti in stato Da Rinnovare, è possibile che un precedente tentativo non sia andato a buon fine, e che il relativo risultato non sia ancora stato acquisito dal sistema: in tal caso, prima di riprovare occorre semplicemente attendere qualche minuto che avvenga lo sblocco automatico. Qualora il problema dovesse persistere, fai pure riferimento al capitolo dedicato di questa guida nel quale riporto le modalità per contattare il supporto utente di Postecert.

schermata con il riepilogo della casella Postecert da rinnovare

Dopo aver premuto il bottone Rinnova, ti verrà mostrato il dettaglio del tuo profilo con i dati personali, i dati della casella PEC selezionata e quelli per la fatturazione: prima di proseguire con il pagamento verifica con attenzione che quanto riportato corrisponda alla tua situazione attuale, con particolare riferimento ai dati anagrafici.

Qualora dovessi riscontrare incongruenze, sarà necessario modificare le informazioni registrate sul tuo profilo di Poste.it accedendo all’area MyPoste. In tal caso, dovrai per prima cosa collegarti a questa pagina del sito di Poste Italiane ed eseguire l’accesso.

A seguire, clicca dapprima sull’immagine del profilo posta in alto a destra, quindi seleziona l’opzione Profilo dal menu contestuale. Nella schermata successiva, infine, premi il simbolo della freccia situata all’interno della voce Dati personali e di contatto: in tal modo potrai facilmente intervenire sulle varie informazioni ivi presenti tramite i relativi pulsanti Modifica.

Una volta appurata la correttezza dei dati anagrafici e di contatto (o averli all’occorrenza rettificati) nella schermata di riepilogo della casella Postecert, imposta la durata del rinnovo all’interno della sezione Dati utenza Postemail Certificata agendo sul menu a tendina posto in corrispondenza del campo Validità.

Se vuoi acquistare dello spazio aggiuntivo, questo è il momento buono per farlo e fruirne, così, per tutto il periodo selezionato: ti basterà impostare la dimensione che vuoi integrare dal menu a tendina a fianco della dicitura Spazio Aggiuntivo, posto appena al di sopra di quello per la validità illustrato poc’anzi.

Una volta fatto ciò, pigia il pulsante Continua sottostante, quindi verifica un’ultima volta che l’ordine corrisponda a quanto desiderato e clicca nuovamente sul bottone Continua. Considera che, se desideri apportare dei cambiamenti, in questa fase puoi ancora tornare sui tuoi passi mediante il pulsante Modifica posto a fianco.

selezione pagamento con carta di credito

A partire da questo momento hai 15 minuti per perfezionare l’acquisto: seleziona, dunque, uno dei metodi di pagamento proposti nel menu a tendina presente nella nuova schermata. Impostando l’opzione carta di credito o PostePay dovrai, al passaggio successivo, inserire i relativi dati nell’apposito modulo e pigiare sul pulsante Continua per eseguire la convalida.

Se, invece, sei in possesso di un conto Bancoposta, puoi scegliere l’opzione conto BPOL: verrai così rimandato a una nuova pagina nella quale ti verrà dato modo di indirizzare il pagamento su quest’ultimo. Una volta selezionato il conto a te intestato non dovrai fare altro che cliccare sul bottone Conferma prima e Firma poi, e procedere all’autorizzazione del pagamento su app Bancoposta o tramite codice SMS per portare a termine l’operazione.

Come rinnovare PEC Poste Italiane scaduta

persona che consulta il sito di Poste

Se stai cercando di capire come rinnovare PEC Poste Italiane scaduta, devi sapere che, come ti ho anticipato nel capitolo preliminare di questa guida, il rinnovo della casella Postecert può essere eseguito esclusivamente in una finestra temporale che va da 60 giorni prima della scadenza ai 30 giorni successivi.

La scadenza viene notificata da 3 email, le quali vengono inviate automaticamente dal sistema 30 giorni prima della data prevista, il giorno dopo la scadenza e, infine, 25 giorni dopo. Al termine dei 30 giorni successivi alla scadenza, la casella e il suo contenuto vengono cancellati e, dunque, occorrerà per forza di cose procedere alla creazione di una nuova PEC.

In caso di problemi

call center

Hai riscontrato problemi durante la fase di rinnovo della tua casella Postecert e, nonostante tu abbia seguito passo dopo passo la procedura che ti ho illustrato, non sei riuscito a completare l’operazione? In tal caso non posso fare altro che rimandarti al call center dedicato ai servizi Postecert, che risponde al numero 803.160. Si tratta di un servizio gratuito, attivo dal lunedì al sabato (esclusi i festivi) dalle ore 08:00 alle ore 20:00.

Se, invece, preferisci fare riferimento a un canale alternativo, ad esempio tramite una segnalazione scritta, dai pure un’occhiata ai suggerimenti che fornisco in questa guida dedicata a come parlare con un operatore di Poste Italiane.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.