Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come sbloccare Chatroulette

di

Provando ad accedere al sito Chatroulette vieni respinto da un messaggio che ti avverte del fatto la tua utenza è stata bloccata? Questo accade quando si infrangono le regole del servizio, arrecando offese o rendendosi protagonisti di oscenità durante le videochat con altre persone, ma a volte si può veder bloccato il proprio PC solo per l’errata segnalazione di qualcuno o a causa di qualche errore nel sistema di filtraggio di Chatroulette.

Se anche tu sei caduto vittima di uno di questi “malintesi” e vuoi scoprire come sbloccare Chatroulette per tornare a chattare prima che scada il ban (di solito dura una decina di minuti, ma nei casi più gravi può allungarsi anche a 3 giorni, a qualche settimana o, addirittura, a vita), segui le indicazioni che sto per darti e dovresti riuscire a rientrare nel sito senza alcun tipo di problema. Bastano cinque minuti, anzi anche meno.

Sei pronto? Si? Grandioso! Suggerisco allora di non perdere altro tempo in chiacchiere e di cominciare subito a darci da fare. Posizionati quindi bello comodo dinanzi il tuo fido computer e inizia a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito. Sono certo che alla fine potrai riprendere a usare il celebre servizio tranquillamente e che potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso. In bocca al lupo!

Indice

Sbloccare Chatroulette

Di sistemi per sbloccare Chatroulette prima dello scadere del ban, come ti dicevo, ne esistono diversi. Si tratta di soluzioni alla portata di tutti, non solo dei più smanettoni. Per maggiori informazioni, prosegui anche nella lettura. Trovi spiegato tutto nei passi qui di seguito.

Una premessa comunque importante è che da qualche tempo Chatroulette richiede la creazione di un account gratuito per fruire dei suoi servizi, quindi oltre alle procedure che seguono per mascherare il tuo indirizzo IP devi anche registrare un nuovo account.

Cambiare indirizzo IP

Come configurare modem Fastweb

Il modo più semplice per aggirare il ban di Chatroulette è andare a modificare il tuo indirizzo IP. Chatroulette, infatti, identifica i singoli utenti che sfruttano il servizio in base al loro IP, di conseguenza, cambiando quest’ultimo dovresti poi riuscire a riprendere a usare il servizio senza difficoltà.

Per compiere l’operazione in questione, ammesso che tu abbia una comune connessione con IP non fisso (quindi con IP che si rinnova), non devi far altro che riavviare il modem che usi per andare su Internet. Puoi riuscirci facilmente premendo il pulsante dell’alimentazione collocato, tipicamente, sul suo retro per due volte: la prima per spegnerlo, la seconda per riaccenderlo.

In alternativa, puoi entrare nel pannello di controllo interno del modem/router e fare tutto da li. Per riuscirci, apri il browser che di solito usi per navigare in rete e digita l’IP del modem/router nella barra degli indirizzi del tuo browser, che solitamente corrisponde a 192.168.0.1 oppure 192.168.1.1. Se inesatto, puoi provare a scoprire quello corretto leggendo la mia guida su come accedere al router.

Se vedi comparire un modulo tramite cui ti viene chiesto di digitare nome utente e password, prova con la combinazione admin/admin oppure con admin/password che sono quelle predefinite. Qualora ci fossero problemi, leggi il mio tutorial su come vedere la password del modem per scoprire come far fronte alla cosa.

Una volta effettuato l’accesso al pannello di controllo del dispositivo, clicca sul pulsante per il riavvio del router che di solito si trova nelle sezioni Amministrazione o Strumenti di sistema del pannello e attendi che il modem/router venga riavviato e che, successivamente, venga nuovamente stabilita la connessione a Internet.

Purtroppo non posso essere preciso al 100% riguardo le sezioni da cercare nel pannello di configurazione del modem/router e i pulsanti da premere poiché a seconda della marca e del modello del dispositivo questi potrebbero variare. Se però la cosa può in qualche modo esserti d’aiuto, qui di seguito trovi elencate alcune mie guide specifiche per marca e per provider.

Usare un server proxy

CroxyProxy

Se utilizzi una connessione a Internet con indirizzo IP statico, per cui pur riavviando il modem/router questo continua a rimanere sempre identico, o comunque sia se cerchi un’alternativa alle pratiche già descritte per sbloccare Chatroulette, ti suggerisco vivamente di prendere in considerazione l’uso di un Web proxy. I proxy, per dirla in termini spiccioli, sono dei computer remoti che si interpongono fra il dispositivo usato per navigare in Rete e i siti da visitare, permettendo agli internauti di camuffare la loro reale posizione geografica e il relativo indirizzo IP.

Tra i vari servizi di Web proxy disponibili su piazza, personalmente ti suggerisco di utilizzare CroxyProxy. È gratis (ma eventualmente è disponibile in una variante a pagamento con più opzioni), ha una gradevole interfaccia, funziona con qualsiasi navigatore e consente di nascondere il proprio indirizzo IP semplicemente scrivendo l’indirizzo web a cui si vuole accedere nell’apposita barra di navigazione. Ci tengo anche a specificare che esistono altri servizi di Web proxy, ma nei test che ho fatto questo permette effettivamente di accedere a Chatroulette, molti altri restituiscono unicamente una schermata nera.

Per usarlo, collegati alla pagina principale di CroxyProxy e inserisci, nel campo apposito che trovi al centro dello schermo, l’indirizzo completo di Chatroulette, ovvero: https://chatroulette.com.

Nello sfortunato caso in cui CroxyProxy non dovesse funzionare, puoi affidarti a un servizio di Web proxy alternativo, come quelli che ti ho segnalato nel mio post dedicato in via specifica all’argomento.

Usare una VPN

NordVPN

In alternativa all’uso di un servizio di Web proxy, puoi valutare l’impiego di una VPN. Si tratta di un sistema che fa da tramite tra il computer dell’utente e i siti (o i servizi), nascondendone il reale indirizzo IP e dunque la reale identità dell’internauta (la connessione può infatti essere fatta risultare come proveniente da un altro Paese) e proteggendo il traffico in entrata e in uscita. È per alcuni versi simile a un proxy, ma molto più completa e sicura: per chiarire bene la questione ti invito a leggere il mio approfondimento con la differenza tra proxy e VPN

Utilizzare una VPN è in realtà una buona abitudine se si ama la propria privacy e si vuole cercare di mascherare le proprie attività online. Tra i molti servizi esistenti di VPN te ne posso consigliare due tra i migliori in termini di performance, sicurezza e numero di server disponibili, utilizzabili su tutti i device: NordVPN (qui la mia guida al riguardo) e Surfshark (questo il tutorial relativo).

In alternativa a questi servizi potresti anche scaricare il browser Opera, che è disponibile per tutti i principali sistemi operativi per PC e device portatili e include al suo interno una VPN gratuita (con prestazioni buone anche se inferiori alle soluzioni menzionate prima). Procedere all’installazione su PC è semplicissimo: ti è sufficiente andare sul sito ufficiale di Opera, premere sul pulsante Download Opera e lanciare l’eseguibile appena scaricato. L’installazione è del tutto automatica e il browser partirà automaticamente subito dopo.

Sul lato sinistro dello schermo premi sull’icona a forma di ingranaggio e all’interno della schermata delle opzioni scrivi nel campo di ricerca posto in alto a destra la parola VPN, quindi premi Invio. Attiva la VPN cliccando sull’interruttore apposito e sei pronto a navigare protetto dalla VPN di Opera su Chatroulette.

Contattare Chatroulette

Chatroulette

Pur avendo adottato le soluzioni che ti ho proposto nelle righe precedenti non sei riuscito a sbloccare l’uso del famoso servizio di videochat? Mi dispiace ma… non gettare la spugna! C’è ancora un’ultima cosa che puoi fare: contattare il team di Chatroulette ed esporre la situazione direttamente a chi di dovere.

Per fare ciò, usa questo modulo. Inserisci nel campo Subject una breve descrizione della problematica che stati avendo, mentre tramite il campo Description spiega dettagliatamente la situazione, facendo presente il fatto che pensi che il tuo indirizzo IP sia stato bloccato dal servizio per errore, che proprio per tale ragione non riesci più a usare Chatroulette e che se hai fatto qualcosa che può essere interpretato come una violazione delle condizioni di utilizzo, ti scusi per lo spiacevole inconveniente e prometti che in futuro non si ripeterà più. Se vuoi un suggerimento, scrivi il messaggio in lingua inglese, in modo da facilitare la comunicazione.

Sempre nel corpo del messaggio, ti consiglio di aggiungere informazioni extra che possono essere d’aiuto per identificare la tua utenza, come il tuo indirizzo IP e l’orario indicativo in cui ricordi che il ban è entrato in vigore, al fine di permettere al team di Chatorulette di recuperare le registrazioni delle tue sessioni di chat e di capire se il blocco nei tuoi confronti è stato applicato in maniera legittima o meno. Se non sai quale è il tuo indirizzo IP non preoccuparti! Questa guida ti spiega proprio come trovarlo!

Infine, inserisci il tuo indirizzo email nel campo Your email address, seleziona la voce Appeal Ban dal menu a tendina Contact Reason, spedisci il messaggio cliccando sul pulsante Submit e attendi una risposta da parte di Chatroulette, tenendo presente che potrebbe arrivare anche dopo diverse ore o giorni, tutto dipende dal numero delle richieste che il supporto deve evadere.

Alternative a Chatroulette

Chat video gratis senza registrazione per vedersi in cam

Sapevi già che, Chatroulette a parte, esistono anche tanti altri servizi di videochat dal funzionamento praticamente analogo e che quindi puoi valutare di usare in attesa che il ban venga rimosso o comunque come alternativa a prescindere? No? Beh, ora ne sei al corrente e se la cosa ti interessa qui di seguito trovi indicati quelli che, a mio avviso, rappresentano le migliori soluzioni della categoria.

  • ciao aMigos – si tratta di un servizio di videochat in lingua italiana con il quale è possibile chiacchierare con più persone in simultanea, previa scelta della stanza alla quale accedere. Da notare che permette di selezionare personalmente gli utenti con cui vedersi in cam.
  • Bazoocam – servizio di videochat abbastanza semplice da usare che consente di parlare tramite webcam con utenti diversi scelti in maniera del tutto casuale. Integra anche un sistema di chat testuale per facilitare la comunicazione.
  • Shaggle – è localizzato anche in lingua italiana, ogni giorno viene usato da tantissimi utenti in tutto il mondo e la sua interfaccia utente è moderna e abbastanza gradevole. Come nel caso di Chatroulette, gli utenti con cui videochattare vengono selezionati dal servizio in maniera casuale e automatica.
  • Omegle – si tratta di un servizio di chat random che permette anche, nel caso non si voglia utilizzare una webcam, di “gettarsi” a chattare con uno sconosciuto utilizzando semplicemente la tastiera. Non richiede registrazione ed è semplicissimo da usare.
  • HIYAK – un popolare servizio di videochat casuale che ha la particolarità di essere pensato proprio per smartphone. L’app è disponibile sia per dispositivi Android che per iPhone.

Per ulteriori dettagli riguardo i servizi di cui sopra e per conoscerne ancora altri, ti invito a fare riferimento al mio tutorial incentrato sulle chat video gratis senza registrazione per vedersi in cam.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.