Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come trasmettere da PC a TV

di

Vuoi connettere il PC a un apparecchio TV ma non sai come fare? Devi trasmettere i contenuti multimediali presenti sul computer su un televisore per mostrarli ad amici e parenti ma non sai quali cavi o dispositivi utilizzare? Se queste sono alcune delle domande che ti stai ponendo, non devi preoccuparti, perché ci sono qui io ad aiutarti. Come? Te lo spiego tra un instante.

In questa mia guida, infatti, ti illustrerò come trasmettere da PC a TV sia tramite l’utilizzo di cavi sia per mezzo di alcuni dispositivi che consentono il collegamento wireless. Ti spiegherò, quindi, quali cavi o dispositivi wireless scegliere per raggiungere il tuo obiettivo e come configurare il computer per trasmettere il contenuto del suo schermo a un televisore.

Come dici? Sei impaziente di cominciare a leggere questa mia guida? Perfetto: sei vuoi scoprire i suggerimenti che ho preparato per te, non ti resta che sederti bello comodo e dedicarmi qualche minuto del tuo tempo. Sono sicuro che troverai la soluzione giusta che fa al caso tuo. Non mi resta che augurarti una buona lettura e, soprattutto, una buona visione!

Indice

Trasmettere da PC a TV via cavo

Tra le soluzioni che puoi utilizzare per trasmettere da PC a TV, quella via cavo è sicuramente l’ideale. Infatti, il segnale audio/video (o solo quello video) può essere trasmetto allo schermo del televisore in modo affidabile, senza che possa verificarsi alcuna interferenza.

Di seguito ti indicherò i cavi da utilizzare e le procedure da seguire, sia su Windows che su macOS, per configurare correttamente il collegamento tra il computer e il televisore.

Cavi per il collegamento

I computer sono dotati di una porta d’uscita per il segnale video o audio/video che permette di trasmettere il contenuto dello schermo su un altro, come ad esempio quello di un televisore. Nelle prossime righe, ti illustrerò alcune tipologie di cavo che possono esserti utili in base alle porte video d’ingresso e d’uscita del computer e dell’apparecchio TV in tuo possesso.

HDMI

Quasi tutti i computer, ormai, possiedono almeno una porta HDMI, tranne quelli molto datati di cui ti parlerò nei prossimi paragrafi. Questo genere di connessione permette di trasmettere un segnale audio/video digitale da un apparecchio a un altro, utilizzando semplicemente un cavo, dal costo veramente ridotto.

Quello che devi fare è semplicemente collegare un’estremità del cavo alla porta d’uscita HDMI del computer e inserire l’altra nella porta d’ingresso HDMI del televisore: così facendo avrai effettuato il collegamento. Facile no?

Questo genere di cavi trasmettono il segnale video a una qualità Full HD4K o addirittura superiore, che viene accompagnato da quello audio, che supporta 32 canali.

Esistono, però, diverse tipologie di connettori per il cavo HDMI: quelli standard tipo A oppure i Micro HDMI e Mini HDMI. Questi ultimi due formati sono utilizzati per lo più nei dispositivi mobili. Su alcuni computer moderni, poi, come i MacBook di Apple, sono presenti solo delle porte in formato USB-C, che richiedono l’utilizzo di appositi adattatori per sfruttare l’uscita HDMI.

Nel caso in cui il tuo computer fosse dotato di un connettore Micro HDMI, Mini HDMI o USB-C, devi provvedere ad acquistare un adattatore per collegare il cavo HDMI tipo A.

AmazonBasics - Cavo HDMI 2.0 ad alta velocità, supporta Ethernet, 3D,...
Amazon.it: 6,50 € 6,49 €Vedi offerta su Amazon
USB C HDMI(4K@60Hz), PRIME GIORNI IN VENDITA - uni Cavo USB 3.1 C a HD...
Amazon.it: 39,99 € 16,99 €Vedi offerta su Amazon
StarTech.com Adattatore Convertitore HDMI a Mini HDMI, HDMI Femmina a ...
Amazon.it: 10,54 € 3,99 €Vedi offerta su Amazon
EasyPlace - Adattore HDMI a Micro HDMI tipo D F/M
Amazon.it: 3,49 €Vedi offerta su Amazon

VGA

Tra le connessioni più datate c’è quella VGA, che permette di trasmettere solo il segnale video dal computer al televisore. Questo genere di collegamento viene trasmesso in analogico e il suo segnale è suscettibile a degrado. Pertanto, se è presente sul computer una diversa uscita video, prediligila a quella VGA.

Inoltre, il cavo trasmette solo il segnale video, senza quello audio, per cui dovrai utilizzare un altro cavo di supporto da collegare all’uscita audio del computer fino a quelle d’ingresso del televisore.

Per collegare un PC a un televisore tramite VGA ti basta utilizzare l’appositivo cavo che dovrai bloccare tramite le viti disposte alle estremità. Queste servono appunto per tenere il connettore fermo ed evitare possibili disturbi nel segnale analogico.

AmazonBasics cavo DVI a DVI (2 m)
Amazon.it: 8,99 €Vedi offerta su Amazon
Rankie - Cavo da Connettore VGA a VGA, 1,8 m
Amazon.it: 6,49 €Vedi offerta su Amazon
HAMA Cavo 2 RCA M/Jack 3.5 mm M, 2 metri, nero, 1 stella
Amazon.it: 6,90 €Vedi offerta su Amazon

DVI

Il DVI è un formato di collegamento ancora disponibile in alcune delle più recenti schede video, ma è sulla strada per essere sostituito da tecnologie più moderne, come l’HDMI. Esistono diversi formati di questo connettore: DVI-A, che trasmette il segnale solo in analogico, DVI-D, solo in digitale, e DVI-I, che supporta entrambe le tipologie di segnale.

Data la particolarità di quest’ultima tipologia, è possibile collegare un computer con connettore DVI a un televisore con ingresso HDMI, per mezzo di un appositivo cavo o di un adattatore.

Rankie Cavo HDMI su DVI (24+1 Dual Link), CL3, Bi-Direzionale, 1080P, ...
Amazon.it: 6,99 €Vedi offerta su Amazon
Rankie Adattatore DVI su HDMI, 1080P, Pacco da 2, Nero
Amazon.it: 7,99 €Vedi offerta su Amazon

Altre tipologie di cavi

Oltre ai formati più conosciuti presenti sui computer e sui televisori, come HDMI e VGA, ci sono anche degli altri tipi di connettori meno diffusi o quelli che richiedono l’uso obbligatorio di adattatori.

Un esempio è il collegamento solo video in S-Video, formato da uno spinotto di piccole dimensioni da inserire negli appositi ingressi del PC e del televisore. Purtroppo non molti televisori supportano questo genere di formato, quindi potrebbe essere richiesto l’uso di un adattatore, come quello SCART.

ITB Solution Cavo S-Video 5 Mt
Amazon.it: 3,14 €Vedi offerta su Amazon
Top-Longer Adattatore SCART a SVHS S-Video e 3 RCA
Amazon.it: 18,00 € 6,98 €Vedi offerta su Amazon

Oltre a S-Video, ci sono anche DisplayPort e Mini DisplayPort, quest’ultima disponibile su alcuni modelli di MacBook, che richiede un apposito adattatore per collegare un normale cavo HDMI.

Mini DP su HDMI, VicTsing Cavo Mini DisplayPort Thunderbolt a HDMI Mas...
Amazon.it: 6,99 €Vedi offerta su Amazon
AmazonBasics - Cavo DisplayPort/DisplayPort - 1.8 metri [Germania]
Amazon.it: 8,99 €Vedi offerta su Amazon
Rankie Cavo Displayport (DP) su HDMI, Risoluzione 4K, 1,8 m, Nero
Amazon.it: 6,99 €Vedi offerta su Amazon
HP F3W43ET Adattatore da DisplayPort a HDMI 1.4
Amazon.it: 14,99 € 11,14 €Vedi offerta su Amazon

Collegare PC e TV via cavo

Il procedimento da seguire per collegare un computer al televisore è semplice. Come prima cosa, procurati il cavo in base ai connettori disponibili su TV e PC e, in caso, fai uso di adattatori, secondo quanto ti ho indicato nel paragrafo precedente.

Adesso, connetti il cavo e gli eventuali adattatori al PC e al televisore, tramite le apposite porte d’ingresso e d’uscita di cui essi sono dotati. A questo punto, accendi il TV e sintonizzalo sull’ingresso HDMI, utilizzando l’apposita funzione disponibile sul telecomando. Fatto ciò, il computer rileverà automaticamente il televisore collegato duplicando il segnale su quest’ultimo.

Se dovessi avere problemi non riuscendo a visualizzare lo schermo del computer sul televisore, nel caso in cui l’apparecchio TV sia in possesso di più ingressi HDMI, verifica di essere sintonizzato su quello corretto.

La gestione dello schermo può essere configurata in base alle proprie esigenze, facendo in modo che questo venga duplicato sul televisore o utilizzato semplicemente come desktop esteso. È possibile, inoltre, cambiare la risoluzione e l’orientamento dell’immagine: Nelle prossime righe, ti spiegherò come eseguire queste operazioni sia su Windows che su macOS.

Windows

Su Windows 10, apri il menu Impostazioni tramite la combinazione di tasti Win + i (oppure cliccando sul pulsante Start e facendo clic sull’icona con il simbolo di un ingranaggio che trovi nella schermata che si apre). Seleziona, quindi, la voce Sistema dalla finestra che si apre e fai clic sulla dicitura Schermo, situata nella barra laterale di sinistra.

A questo punto, scorri la scherma e individua la sezione Più schermi. Nel menu a tendina sottostante, seleziona Duplica questi schermi, per duplicare il contenuto del monitor del PC su quello del televisore (è l’opzione attivata di default) oppure scegli Estendi questi schermi, per attivare la funzionalità di desktop esteso.

Con quest’ultima funzionalità puoi continuare a lavorare sul computer, riproducendo altri contenuti sulla parte del desktop proiettata sul televisore. Puoi anche modificare la risoluzione del desktop sul TV, facendo clic sulla sua miniatura identificata dal numero 2, che diventerà di colore blu. A questo punto, scorri la schermata e individua la dicitura Risoluzione e Orientamento, modificato i valori tramite gli appositi menu a tendina sottostanti. Fai poi clic su Mantieni modifiche, per confermare la nuova configurazione dello schermo.

Se utilizzi una versione più datata di Windows, puoi accedere alle impostazioni relative all’estensione dello schermo facendo clic destro in un punto qualsiasi del desktop e selezionando la voce Risoluzione dello schermo dal menu che compare. Successivamente, seleziona la voce Estendi il desktop a questo schermo dal menu a tendina Più schermi (nella finestra che si apre) e clicca sul pulsante Applica/OK .

macOS

Su macOS, invece, dopo aver collegato il televisore all’iMac o al MacBook, fai clic sull’icona con il simbolo di una mela morsicata, che trovi nell’angolo in alto a sinistra sulla barra dei menu. Nel menu contestuale che ti viene mostrato, seleziona la voce Preferenze di sistema e clicca sulla voce Monitor, nella nuova schermata che visualizzi.

Adesso, seleziona la scheda Disposizione e metti un segno di spunta nella casella Duplica monitor, se vuoi duplicare lo schermo del PC sul televisore, altrimenti togli il segno di spunta da questa casella, per attivare il desktop esteso.

In modalità desktop esteso, raggiungendo la scheda Monitor, puoi cambiare la risoluzione degli schermi e, nel caso in cui il suono non dovesse uscire dalle casse del televisore, ti basta raggiungere la voce Suono nelle Preferenze di sistema di macOS e seleziona come uscita audio quella corrispondente al nome del televisore.

Trasmettere da PC a TV via wireless

Se non hai la possibilità di trasmettere lo schermo di un PC a un televisore via cavo perché non hai un cavo sufficientemente lungo, puoi pensare di utilizzare una soluzione wireless. Nelle prossime righe, ti indicherò alcuni apparecchi che utilizzano il segnale Wi-Fi per stabilire una connessione tra il computer e il televisore.

Chromecast

La prima soluzione che voglio consigliarti è Chromecast, dongle di Google per la riproduzione di contenuti audiovisivi. Consiste in una chiavetta HDMI che va connessa all’apposita porta d’ingresso HDMI sul televisore che riceve il segnale audio/video dal computer (Windows o macOS) tramite connessione wireless.

Questo dongle richiede un’alimentazione tramite cavo USB collegato direttamente all’apparecchio TV o a una sorgente esterna. Il suo costo è accessibile, per una cifra pari a 39 euro per la versione base che supporta una risoluzione fino al Full HD 1080p. Esiste una versione Ultra, per eseguire lo streaming dello schermo del computer in 4K con HDR, al costo di 79 euro. Entrambi i dispositivi sono acquistabili tramite lo store di Google o nei negozi fisici e digitali di elettronica.

In generale, viene utilizzata la connessione Wi-Fi domestica alla quale sono connessi Chromecast e computer, per eseguire il collegamento tra i due. Nella versione Chromecast Ultra è supportata anche la rete cablata in Ethernet, nel caso in cui si dovesse riscontrare instabilità nel segnale.

Dopo aver collegato Chromecast al televisore ed eseguito la sua configurazione, di cui ti ho parlato in questa mia guida, ti basta aprire il browser Google Chrome e fare clic sull’icona che trovi in alto a destra. Nel menu contestuale, seleziona la voce Trasmetti e, nella finestra che ti viene mostrata, fai clic sulla dicitura Trasmetti a e scegli l’opzione Trasmetti desktop. Adesso, dovresti visualizzare il nome della Chromecast, sulla quale devi fare clic, per iniziare la trasmissione.

Ci sono anche altre applicazioni e software che supportano Chromecast, come VLC, per riprodurre video e audio direttamente sul televisore. Per fare ciò, ti basta avviare un contenuto multimediale con VLC, selezionare le voci Riproduzione > Renderer e scegliere il nome della Chromecast nel menu contestuale. Facile, no?

Apple TV

Se possiedi un Mac, puoi ripiegare su una soluzione messa a disposizione da Apple per trasmettere lo schermo al televisore: Apple TV. Questo apparecchio è un media center che si connette al televisore tramite cavo HDMI. Il suo scopo è quello di riprodurre i contenuti presenti già tramite le app del suo store o ricevere il segnale audio/video da un altro dispositivo Apple, come appunto un computer, tramite la tecnologia AirPlay.

Il suo costo è di 159 euro con a disposizione lo store di Apple per scaricare app e giochi e supporta flussi video fino al Full HD 1080p. Ha uno spazio di archiviazione da 32GB e può essere comandato tramite il suo apposito telecomando.

Esiste anche Apple TV 4K, versione più potente del predecessore, in quanto supporta una risoluzione fino al 4K. È presente in due formati: quello da 32GB al costo di 199 euro e quello da 64GB a 219 euro.

Puoi consultare questi prodotti direttamente sul sito Web di Apple oppure consultando la mia guida dedicata a questo argomento.

Per trasmettere sul televisore lo schermo del Mac tramite Apple TV, assicurati che questi ultimi siano collegati alla stessa rete Wi-Fi. Su Mac, fai clic sull’icona con il simbolo di uno schermo con un triangolo affianco, situata nella barra dei menu. A questo punto, seleziona la voce Apple TV nella finestra che ti viene mostrata.

Sul televisore visualizzerai un codice che dovrai digitare sul Mac. Così facendo, avrai trasmesso lo schermo del Mac sull’apparecchio TV.

Per modificare le dimensioni della scrivania duplicata sulla tua TV, fai clic sull’icona con il simbolo di uno schermo con un triangolo affianco nella barra dei menu e seleziona Duplica monitor integrato, così da mantenere le dimensioni del desktop del Mac, oppure Duplica Apple TV, per adattare le dimensioni allo schermo del televisore. Selezionando invece Usa come monitor separato, attiverai la modalità desktop estesa.

Miracast

Se il computer è dotato del supporto a Miracast, puoi trasmettere lo schermo su un televisore che supporta questa tecnologia. Nel caso in cui l’apparecchio TV non supporti nativamente Miracast, puoi acquistare un adattatore come quello qui di seguito indicato.

Microsoft CG4-00003 Adattatore Display senza fili
Amazon.it: 122,89 €Vedi offerta su Amazon

Per iniziare la trasmissione del segnale audiovisivo, su Windows 10 raggiungi le Impostazioni, tramite la combinazione di tasti Win + i oppure facendo clic sull’icona con il simbolo di un ingranaggio che trovi nel menu Start. Nel pannello delle Impostazioni di Windows, seleziona la voce Sistema e fai clic sulla dicitura Schermo, che trovi nella barra laterale di sinistra.

Scorri quindi la schermata e individua la voce Connetti a schermo wireless. Si aprirà la barra del centro notifiche di Windows che ti mostrerà gli schermi compatibili nelle vicinanze. Fai quindi clic sul nome del televisore per avviare immediatamente il collegamento.