Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come trasmettere schermo

di

Hai scattato alcune foto con il tuo smartphone e ora vorresti collegarlo alla TV per trasmettere lo schermo, potendo così mostrarle a tutti gli amici e parenti che hai invitato a casa? Vorresti trascorrere una serata con amici e guardare assieme un film su Netflix o Prime Video, ma lo schermo del tuo smartphone è troppo piccolo per godere appieno della visione? Non preoccuparti, puoi risolvere il problema in men che non si dica.

Se continuerai a leggere questa mia guida, infatti, scoprirai come trasmettere lo schermo di smartphone, tablet e PC su TV e altri dispositivi, attraverso alcuni semplici strumenti ala portata di tutti. Questa operazione viene chiamata, in gergo tecnico, mirroring e viene utilizzata per la trasmissione di contenuti, anche in modalità wireless, avvalendosi del supporto di alcuni standard di trasmissione.

Non è nemmeno necessario che il proprio TV sia di nuova generazione, in quanto, oltre al collegamento via cavo, esistono molti dispositivi “Smart” che, se connessi a una porta HDMI del televisore, consentono di farlo diventare compatibile con vari standard di trasmissione wireless. Per capire meglio ciò di cui sto parlando, continua a leggere: trovi spiegato tutto qui sotto.

Indice

Come trasmettere lo schermo di Android

Iniziamo questa guida analizzando i vari metodi per trasmettere schermo Android su TV e PC.

Come trasmettere schermo Android su TV

Come trasmettere schermo Android su TV

Al contrario di quanto potresti pensare, è possibile proiettare lo schermo di Android sui televisori di ogni tipo, anche quelli non dotati di funzioni Smart, con l’ausilio di alcuni dispositivi esterni, da collegare via HDMI.

Uno di questi è Chromecast di Google, un dispositivo che permette la connessione tra lo smartphone (o il tablet) Android e la TV, tramite rete Wi-Fi, con possibilità di trasmettere sia contenuti provenienti dalle app supportate, sia l’intero schermo.

Chromecast è disponibile in due versioni: una di base, che costa 39€ e supporta risoluzioni fino ai 1080p, e una avanzata, che costa 69,99€ ed è denominata Chromecast con Google TV, la quale supporta risoluzione 4K Ultra HD, dispone di telecomando e consente l’installazione delle applicazioni direttamente sul dispositivo. Entrambi i dongle possono essere acquistati dallo store di Google.

Ad ogni modo, dopo aver acquistato Chromecast e averlo connesso al televisore, scarica l’app Google Home sul dispositivo Android ed esegui la procedura guidata di configurazione che ti verrà indicata su schermo, della quale ti ho parlato nel dettaglio in questa mia guida.

A configurazione ultimata, assicurati che lo smartphone/tablet e Chromecast siano connessi alla stessa rete Wi-Fi, prendi il dispositivo Android, apri l’app Google Home e tocca sull’icona di Chromcast, che compare nella schermata iniziale della stessa; per finire, tocca la voce Trasmetti schermo e il gioco è fatto (maggiori info qui).

Anche i Fire TV Stick e Fire TV Cube di Amazon permettono di effettuare un’operazione piuttosto simile, sfruttando, però, Wi-Fi Direct e il protocollo Miracast.

Per tua informazione, Fire TV Stick è una chiavetta che si connette alla porta HDMI del televisore, dotata di un sistema operativo basato su Android e in grado di ospitare app e gestire contenuti multimediali. È disponibile in due versioni: Basic, con e senza comandi per la TV, che supporta la risoluzione Full HD, e Ultra HD, la quale consente di riprodurre contenuti in 4K HDR. Entrambe le versioni vengono fornite con telecomando vocale e supporto ai comandi di Alexa.

Fire TV Stick Lite con telecomando vocale Alexa | Lite (senza comandi ...
Vedi offerta su Amazon
Fire TV Stick con telecomando vocale Alexa (con comandi per la TV) | S...
Vedi offerta su Amazon
Fire TV Stick 4K Ultra HD con telecomando vocale Alexa di ultima gener...
Vedi offerta su Amazon

Fire TV Cube è la versione attualmente più avanzata dei dispositivi Fire TV, che unisce le funzionalità del Fire TV Stick a quelle caratteristiche degli smart speaker appartenenti alla linea Amazon Echo.

Presentiamo Fire TV Cube | Lettore multimediale per lo streaming con c...
Vedi offerta su Amazon

Detto ciò, per trasmettere lo schermo di Android su Fire TV Stick/Cube, avvia quest’ultimo dispositivo sul televisore, apri la scheda Impostazioni e raggiungi le sezioni Suoni e schermo > Abilita duplicazione schermo. In alternativa, premi e tieni premuto il tasto Home sul telecomando, attendi che ti venga mostrata una schermata con l’orologio e seleziona l’icona denominata Duplicazione.

Se tutto è andato per il meglio, dovresti visualizzare una schermata indicante il nome del dispositivo Fire TV (da selezionare sul dispositivo Android) e una breve descrizione della funzionalità.

Per finire, passa allo smartphone oppure al tablet, richiama l’area di notifica di Android, tocca l’icona Trasmetti, Multi-schermo, Smart-View o Proiezione e, per finire, fai tap sul nome della Fire TV, che dovrebbe comparire nella lista dei dispositivi in ascolto nelle vicinanze. Per saperne di più su Fire TV, ti rimando alla lettura del mio approfondimento dedicato.

Come opzione alternativa, puoi valutare l’acquisto di un adattatore Miracast: anche in questo caso, si tratta di una chiavetta HDMI da collegare a una delle porte libere sul televisore, la quale consente però di effettuare unicamente il mirroring dei dispositivi compatibili e null’altro. Maggiori info qui.

Microsoft 4K Wireless Display Adapter - Adattatore wireless Microsoft ...
Vedi offerta su Amazon

Infine, qualora preferissi usare il classico collegamento via cavo, sappi che il cavo da utilizzare cambia a seconda della porta di cui dispone il telefono o il tablet da connettere al televisore, per cui potrebbe essere necessario anche acquistare degli adattatori. Nella maggior parte dei casi si tratta di porte micro-USB o USB-C. Per tutti i dettagli, consulta questo tutorial.

Come trasmettere schermo Android su Smart TV

ome trasmettere schermo Android su Smart TV

Se possiedi uno Smart TV, è molto probabile che in esso sia integrata la tecnologia Miracast, della quale ti ho già parlato nel capitolo precedente di questa guida; per verificare se il tuo televisore è dotato di questa funzionalità, puoi dare uno sguardo alla sua scheda tecnica oppure visitare questa pagina Web.

Una volta effettuate le opportune verifiche, accedi all’area Home del televisore e apri l’applicazione dedicata alla funzionalità Miracast, tenendo conto che i produttori possono identificarla con nomi differenti: Screen Share/Intel WiDi sui televisori LG; Screen Mirroring/AllShare sui televisori Samsung; Screen Mirroring sui televisori Sony; e Wireless Screencast sui TV Philips. Se riscontri difficoltà nell’individuare la funzione dedicata a Miracast, consulta il manuale d’uso dell’apparecchio in tuo possesso.

Adesso, per stabilire la connessione, passa allo smartphone oppure al tablet dal quale riprodurre i contenuti, richiama l’area di notifica di Android e fai tap sull’icona Trasmetti, Multi-schermo, Smart-View o Proiezione (a seconda dell’edizione di Android in tuo possesso) per richiamare l’apposita funzione di Mirroring. Infine, fai tap sul nome del televisore, in modo da stabilire la connessione tra i dispositivi.

Alcuni televisori, inoltre, integrano il protocollo Google Cast, lo stesso utilizzato dal dispositivo Chromecast: se è questo il tuo caso, puoi effettuare il mirroring dello schermo di Android sia mediante l’app Google Home, così come ti ho spiegato nella sezione precedente di questo capitolo, sia servendoti della funzione Trasmetti/Proietta del sistema operativo.

Per maggiori informazioni in merito all’argomento, ti rimando alla lettura del mio tutorial su come trasmettere lo schermo di Android su Smart TV, nel quale ti ho fornito tutti i dettagli sul da farsi.

Come trasmettere schermo Android su PC

Come trasmettere schermo Android su Smart TV

Esistono numerosi metodi per trasmettere lo schermo di smartphone e tablet Android sul monitor del computer. Per esempio, se impieghi un PC animato da Windows 10 e dotato di scheda wireless, puoi sfruttare le funzioni “di serie” messe a disposizione dai sistemi operativi a bordo dei dispositivi coinvolti.

Nel dettaglio, la condivisione dello schermo avviene mediante il protocollo Miracast, il quale è in grado di stabilire la comunicazione tra due device — anche di natura differente — sfruttando lo standard Wi-Fi Direct, cioè in modalità wireless ma senza la necessità di usare un router o un hotspot come appoggio.

Per predisporre Windows 10 alla ricezione di contenuti Miracast, apri il menu Start del computer (l’icona della bandierina visibile nell’angolo in basso a sinistra dello schermo), clicca sul simbolo dell’ingranaggio situato nel menu che ti viene proposto e, usando la finestra che si apre su schermo, raggiungi le sezioni Sistema > Proiezione in questo PC.

Fatto ciò, imposta l’opzione Disponibile ovunque nelle reti sicure sul primo menu a tendina e Solo la prima volta sul secondo, chiudi la schermata delle Impostazioni di Windows 10, riapri il menu Start e avvia l’applicazione Connetti, collocata al suo interno. Se tutto è filato liscio, vedrai comparire su schermo la suddetta app, nella quale verrà specificato anche il nome del computer.

Ci siamo quasi: prendi ora il tuo dispositivo Android, apri l’area di notifica con uno swipe dall’alto verso il basso, espandi la zona dedicata ai pulsanti, con un secondo swipe, e tocca l’icona Trasmetti, Multi-schermo, Smart View o Proiezione (il nome varia a seconda dell’edizione di Android presente sul dispositivo).

Adesso, non ti resta che fare tap sul nome del PC Windows 10 e attendere qualche secondo, affinché il collegamento venga stabilito. Ti faccio presente che, allo stato attuale delle cose, non è possibile usare lo smartphone/tablet come hotspot mentre è connesso a uno schermo esterno tramite Miracast.

Se, invece, disponi di un’edizione precedente di Windows oppure di un Mac, puoi affidarti a software di terze parti, come TeamViewer: il celebre programma per Windows e macOS consente, in abbinata all’app TeamViewer QuickSupport (disponibile gratuitamente sul Play Store e sugli store alternativi), di visualizzare sul computer il contenuto dello schermo di Android e, se necessario, anche di controllarlo.

Se non sai come installare e configurare TeamViewer su PC, smartphone e tablet, dai un’occhiata alla mia guida al funzionamento di TeamViewer e al mio tutorial su come scaricare le app su Android.

Dopo aver installato tutto il necessario, prendi il dispositivo Android, avvia QuickSupport e, se richiesto, tocca i pulsanti Download e Installa, per ottenere il componente aggiuntivo per la compatibilità. Superato anche questo step, annota il numero che vedi nella sezione Il tuo ID, spostati sul computer e, dopo aver aperto TeamViewer, copia lo stesso numero nella casella ID Interlocutore del programma.

Per finire, clicca sul bottone Collegati e fai tap sui pulsanti Consenti e Avvia Adesso che compaiono sul display di Android, per stabilire la connessione e veder proiettato lo schermo dello smartphone/tablet sul PC.

Come dici? Preferiresti trasmettere schermo Android su PC con cavo USB? In questo caso, puoi prendere in considerazione l’uso di Vysor, un’applicazione per Android (funzionante anche sui device non dotati di permessi di root), la quale consente di trasmettere e controllare lo schermo dei dispositivi mediante un’estensione per il browser Google Chrome, oppure un apposito programma desktop.

Affinché il tutto vada per il meglio, è indispensabile installare Google Chrome, se non ce l’hai già (qui ti ho spiegato come fare), disporre dei driver ADB (solo su Windows), aver attivato la modalità debug USB di Android e, ovviamente, avere a portata di mano il cavo USB con il quale connettere i due dispositivi.

Per saperne di più sull’utilizzo di Vysor o per avere informazioni aggiuntive su tutte le altre procedure che ti ho indicato in questo capitolo, ti rimando alla lettura della mia guida specifica su come trasmettere lo schermo di Android su PC.

Come trasmettere lo schermo di iPhone

Vediamo ora come effettuare il mirroring dello schermo di iPhone su TV, Smart TV e computer.

Come trasmettere schermo iPhone su TV e Smart TV

Come trasmettere schermo iPhone su TV e Smart TV

Il metodo più semplice per trasmettere lo schermo di iPhone su TV e Smart TV prevede l’impiego della tecnologia proprietaria AirPlay 2: se non ne avessi mai sentito parlare, questo sistema di trasmissione, progettato da Apple, consente sia di trasmettere contenuti che di effettuare il mirroring dello schermo di iPhone, ma anche di iPad e Mac, su schermi di TV e Smart TV.

Se possiedi un televisore Smart sulla cui scheda tecnica è specificata la compatibilità con AirPlay (in dettaglio, dovresti trovare un’etichetta sulla confezione di vendita, recante la dicitura Works with AirPlay), allora hai già tutto il necessario; se il tuo Smart TV non è compatibile con AirPlay oppure se disponi di un apparecchio “classico”, puoi ottenere lo stesso risultato procurandoti un dispositivo Apple TV.

Nel dettaglio, si tratta di un vero e proprio box multimediale, dotato di telecomando e App Store, che consente di riprodurre contenuti in streaming da Internet, dalla rete locale e di “ricevere” lo schermo di iPhone, iPad e Mac. È disponibile in due modelli: quello con supporto alla risoluzione HD e memoria da 32 GB, e quello con supporto alla risoluzione 4K con HDR e Dolby Vision, in tagli di memoria da 32 e 64 GB.

Apple TV HD (32GB)
Vedi offerta su Amazon
Apple TV 4K (32GB)
Vedi offerta su Amazon
Apple TV 4K (64GB)
Vedi offerta su Amazon

Ad ogni modo, per effettuare il mirroring dello schermo su Smart TV AirPlay o Apple TV (in quest’ultimo caso, dovrai innanzitutto configurare il box multimediale), assicurati che entrambi i device coinvolti siano connessi alla stessa rete Wi-Fi, richiama il Centro di Controllo di iOS (con uno swipe dall’angolo in alto a destra verso il basso, sugli iPhone con Face ID, oppure dal basso verso l’alto, su quelli dotati di tasto Home), tocca il pulsante Duplica Schermo e fai tap sul nome della Apple TV oppure dello Smart TV compatibile, dal menu che compare. Tutto qui!

In alternativa ad Apple TV, puoi replicare lo schermo del “melafonino” sul televisore anche con Chromecast, il dongle di Google del quale ti ho già parlato in precedenza, in abbinata all’app Replica — Doppio Schermo Cast Smart TV, disponibile gratuitamente (con annunci pubblicitari e possibilità di eliminarli a pagamento) su App Store: dopo averla avviata, autorizza l’individuazione dei Dispositivi sulla rete locale e l’uso del Bluetooth, seleziona il Chromecast da usare e tocca i pulsanti Iniziare e Avvia trasmissione, per dare inizio al mirroring dello schermo.

Infine, se ti interessa collegare iPhone alla TV con cavo, devi acquistare un adattatore da Lightning ad AV digitale, un piccolo adattatore che si collega alla porta Lightning del telefono e consente di collegare quest’ultimo al televisore tramite cavo HDMI (da acquistare separatamente).

Apple Lightning Digital AV Adapter
Vedi offerta su Amazon
Amazon Basics - Cavo Ultra HD HDMI 2.0 ad alta velocità, formati 3D su...
Vedi offerta su Amazon

Ti consiglio di ripiegare la tua scelta su adattatori di buona qualità, meglio ancora se originali: in Rete sono disponibili anche alternative più economiche, ma spesso, a causa della qualità costruttiva ben inferiore rispetto al marchio originale, esse finiscono per funzionare male o, nel peggiore dei casi, non funzionare affatto. Maggiori info qui.

Come trasmettere schermo iPhone su PC

Come trasmettere schermo iPhone su PC

Se è tua intenzione trasmettere lo schermo di iPhone su computer, puoi seguire diverse strade: ad esempio, è possibile usare il software TeamViewer, unitamente alla già menzionata app TeamViewer QuickSupport, disponibile, oltre che per Android, anche per iOS e iPadOS. Dopo averla installata, è sufficiente avviarla e inserire l’ID dello smartphone nell’apposita casella del programma per computer. Infine, bisogna autorizzare l’acquisizione dei contenuti dello schermo di iPhone, premendo sull’apposito pulsante mostrato in fase d’avvio della connessione, e il gioco è fatto.

In alternativa, puoi effettuare il mirroring dello schermo di iPhone sfruttando la tecnologia AirPlay, con l’ausilio del software Reflector: quest’ultimo è in grado di trasformare il computer in un ricevitore AirPlay, in grado quindi di visualizzare contenuti provenienti da iPhone e iPad. Reflector è compatibile con Windows e macOS, è a pagamento (costa 18,84€), ma può essere provato gratuitamente per 7 giorni (durante i quali viene apposto un watermark ai contenuti trasmessi).

Per scaricare Reflector, collegati a questo sito Web e clicca sul pulsante Download corrispondente al sistema operativo da te in uso; ora, avvia il file eseguibile scaricato e, se impieghi Windows, apponi il segno di spunta accanto alla voce I accept the terms in the license agreement e ultima il setup premendo sui pulsanti Install, e Finish. Infine, avvia il programma cliccando sull’icona che, nel frattempo, è stata creata sul desktop. Se il tuo è un Mac, dopo aver aperto il file .dmg scaricato, trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac e, a copia avvenuta, avvia il software facendo doppio clic sull’icona appena copiata.

A partire da questo momento, le procedure per Windows e macOS si equivalgono: giunto alla schermata iniziale del software, clicca sul pulsante Try Reflector X, in modo da avviare la versione di prova del programma: nella finestra che compare su schermo, è specificato il nome del computer al quale collegarsi (che puoi modificare cliccando sul simbolo della matita).

Per finire, prendi l’iPhone e accertati che sia collegato alla stessa rete Wi-Fi del computer, apri il Centro di Controllo di iOS e tocca l’icona Duplica schermo; infine, fai tap sul nome del computer, inserisci il codice AirPlay che compare sullo schermo del computer e tocca il pulsante OK, per stabilire la connessione. Maggiori info qui.

Come trasmettere schermo PC su TV

Come trasmettere schermo PC su TV

Se hai intenzione di trasmettere i contenuti dello schermo del computer sul televisore, devi innanzitutto prendere in considerazione la tipologia di contenuti da proiettare: se, per esempio, si tratta di giochi, film d’azione o, in generale, di altri contenuti che necessitano di una connessione stabile e completamente priva di lag, ti consiglio di stabilire la connessione tra i dispositivi avvalendoti di buon cavo HDMI, che garantisce riproduzione dei contenuti fino a risoluzione 4K e zero ritardi.

Amazon Basics - Cavo Ultra HD HDMI 2.0 ad alta velocità, formati 3D su...
Vedi offerta su Amazon

Qualora il computer non fosse dotato di porta HDMI standard, ma di connettore Micro HDMI, Mini HDMI o USB-C, devi inoltre procurarti un apposito adattatore.

USB C HDMI(4K@60Hz), uni Cavo USB 3.1 C a HDMI(Thunderbolt 3 compatibi...
Vedi offerta su Amazon
StarTech.com Adattatore Convertitore HDMI a Mini HDMI, HDMI Femmina a ...
Vedi offerta su Amazon
EasyPlace - Adattore HDMI a Micro HDMI tipo D F/M
Vedi offerta su Amazon

A connessione stabilita, puoi configurare la gestione dello schermo (risoluzione, duplicazione/estensione desktop e così via) dall’apposito menu del sistema operativo: su Windows, si trova in Start > Impostazioni > Sistema > Schermo; su Mac, invece, risiede in Preferenze di sistema > Monitor.

Se, invece, prediligi la modalità wireless (che potrebbe comportare qualche piccolo ritardo in fase di trasmissione), puoi sfruttare le medesime tecnologie di cui ti ho parlato nei capitoli precedenti di questa guida: Miracast, se impieghi Windows 10; Chromecast/Google Cast, con l’ausilio del browser Google Chrome; oppure Apple TV/AirPlay, se il tuo è un Mac. Dopo aver predisposto il televisore alla ricezione dei contenuti, puoi avviare la trasmissione dello schermo nel seguente modo.

  • Miracast (Windows 10): apri l’area di notifica di Windows, clicca sul pulsante Proietta (se non lo vedi, pigia prima sulla voce Espandi), scegli la modalità di proiezione per te più congeniale (duplica schermo, estendi e così via) e clicca infine sul nome del TV da utilizzare per la trasmissione.
  • Chromecast/Google Cast: apri il browser Google Chrome, clicca sul pulsante () situato in alto a destra, scegli al voce Trasmetti… dal menu che compare e clicca sul pulsante a forma di triangolo, per visualizzare la schermata di selezione della fonte. A questo punto, seleziona la voce Trasmetti desktop e clicca poi sul nome di Chromecast, per avviare la trasmissione.
  • AirPlay/Apple TV: individua l’icona di AirPlay (a forma di monitor con triangolo) nella barra dei menu del Mac, clicca sulla stessa e premi sul nome dell’Apple TV sulla quale trasmettere i contenuti.

Per saperne di più sull’argomento, ti rimando alla lettura della mia guida dedicata alla trasmissione dei contenuti da PC a TV, nella quale ti ho spiegato tutto con dovizia di particolari.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.