Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero
Scopri le migliori offerte sul canale Telegram ufficiale. Guarda su Telegram

Come collegare iPhone alla TV

di

Vorresti vedere sul televisore le foto e i video che hai realizzato con il tuo iPhone ma non sai come riuscirci? Tranquillo, non devi perdere tempo a esportarli sul computer o a salvarli su delle chiavette USB. Puoi collegare il tuo “melafonino” direttamente al televisore e goderti i tuoi contenuti preferiti su quest’ultimo: applicazioni, giochi, foto e video.

Lo so, detta così — soprattutto per te che non sei molto esperto di tecnologia — può sembrare una cosa difficile, e invece ti assicuro è davvero un gioco da ragazzi. Devi solo utilizzare gli strumenti giusti: se vuoi scoprire quali sono e quindi come collegare iPhone alla TV, leggi le indicazioni che sto per darti. Potresti dover spendere qualche soldino, te lo dico subito, ma ne varrà assolutissimamente la pena.

Dunque, senza attendere oltre, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine della lettura di questa guida, sarai perfettamente in grado di mettere in pratica le competenze e le conoscenze acquisite, senza alcun problema, per raggiungere il risultato sperato. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come collegare iPhone alla TV senza cavi: TV non Smart

Disponi di un televisore non collegato a Internet e ti piacerebbe usarlo per riprodurre i contenuti provenienti dal telefono? La cosa è assolutamente fattibile, con l’ausilio di alcuni dispositivi esterni che vanno collegati a una delle porte HDMI libere sul TV: trovi tutto spiegato qui sotto.

Apple TV

Come collegare iPhone alla TV

Il primo dispositivo che voglio presentarti è Apple TV. Se non ne avessi mai sentito parlare, si tratta di piccolo box multimediale che va collegato a una porta HDMI libera sul televisore e che, tramite il sistema operativo e l’App Store integrato, consente di scaricare ed eseguire una vasta gamma di applicazioni e giochi: Netflix a YouTube, Amazon Prime Video, Spotify, RaiPlay, TIMvision, DAZN e tutti i servizi Apple, come Apple TV+, Apple Music, Foto di iCloud e Apple Music, tanto per citartene alcuni.

Inoltre, Apple TV include il supporto per AirPlay: si tratta di una tecnologia wireless di Apple che permette di inviare flussi video e audio al dispositivo di destinazione (in questo caso Apple TV) partendo dal proprio iPhone, iPad o Mac senza ritardi o blocchi. Funziona tramite rete Wi-Fi (il dispositivo sorgente e quello di destinazione devono essere connessi alla stessa rete Wi-Fi) e consente anche di proiettare/estendere lo schermo di iPhone/iPad/Mac.

Nel momento in cui scrivo, sul sito di Apple è in vendita il modello Apple TV 4K, il quale dispone di telecomando, store interno di applicazioni, e consente di riprodurre contenuti a risoluzione 4K con supporto HDR e Dolby Vision fino a 60 fps. Le versioni disponibili sono due: Apple TV 4K da 64 GB con supporto per la connettività Wi-Fi (costa 169 euro), e Apple TV 4K da 128 GB, che aggiunge il supporto alla connettività Ethernet e a una serie di funzioni di domotica avanzate, con supporto alla tecnologia Thread (costa 189 euro).

Presso alcuni rivenditori terzi, potresti altresì imbatterti nel modello precedente di Apple TV 4K (con processore meno recente e senza supporto a Thread) e nella vecchia Apple TV Full HD: tuttavia, vista l’esimia differenza di prezzo rispetto ai modelli più recenti, te ne sconsiglio l’acquisto, a meno che tu non ti imbatta in offerte a prezzo praticamente stracciato.

Tutti i modelli di Apple TV supportano la funzione AirPlay, quindi ai fini della trasmissione dei contenuti da iPhone non presentano differenze di rilievo. Una volta ottenuto il dispositivo, collegalo a una delle porte HDMI libere sul televisore, alimentalo tramite rete elettrica e accendilo; successivamente, segui le istruzioni che vedi sullo schermo, per eseguirne la configurazione tramite iPhone. Se vuoi saperne di più, consulta il mio tutorial su come funziona Apple TV.

Una volta completata la configurazione di Apple TV, prendi l’iPhone e accertati che sia connesso alla stessa rete alla quale hai collegato il set-top box; successivamente, richiama il Centro di Controllo di iOS, tocca il pulsante Duplica schermo (quello raffigurante due quadrati sovrapposti) e seleziona il nome di Apple TV dalla lista di dispositivi che ti viene proposta.

Se invece vuoi trasmettere un singolo video o una singola foto al televisore, avviane la riproduzione sull’iPhone tramite l’applicazione che sei solito utilizzare per gestire il contenuto in questione, fai tap sull’icona di AirPlay (raffigurante uno schermo con un piccolo triangolo, uno schermo con le onde oppure una serie di onde circolari con un piccolo triangolo) presente sull’app stessa e seleziona il nome di Apple TV dal menu che si apre. In alcune app, l’icona/voce di AirPlay potrebbe risultare visibile dopo aver premuto il pulsante Condividi (il quadrato con la freccia verso l’alto).

Chromecast

Come collegare iPhone alla TV

Se la Apple TV ti sembra troppo costosa e non sei interessato alla riproduzione dello schermo del tuo “melafonino” sul televisore, puoi optare per l’acquisto di un Chromecast, che è compatibile con tutti i modelli di iPhone. Il Chromecast di Google è un dongle, cioè una specie di chiavetta, che si collega alla porta HDMI del televisore (e a quella USB, se vuoi usare il televisore anche per l’alimentazione del device) e permette di proiettare su quest’ultimo video, foto e altri tipi di contenuti, attraverso il protocollo proprietario Google Cast.

Attualmente, Google promuove Chromecast con Google TV, ossia un dongle dotato di sistema operativo Google TV e store di app interno; esso è disponibile sia in versione HD che in versione 4K (quest’ultima in diverse colorazioni) e si può acquistare in tutti i principali store di elettronica, fisici e online, e sullo store online di Google. Entrambi i modelli di Chromecast con Google TV offrono pieno supporto per la ricezione dei contenuti tramite Google Cast e differiscono soltanto per la massima risoluzione ottenibile (1080p per il primo modello, 4K per il secondo).

Google TV Chromecast con (HD) Bianco Ghiaccio - Intrattenimento in str...
Vedi offerta su Amazon
Google TV Chromecast con - Intrattenimento in streaming sulla TV con l...
Vedi offerta su Amazon

Le applicazioni compatibili con Chromecast sono davvero tantissime: Netflix, RaiPlay, DAZN, NOW, Infinity, Twitch e YouTube sono soltanto alcune esponenti; ad ogni modo, per saperne di più in merito a quelle che sono le migliori app per Chromecast disponibili per iPhone (e Android), da’ uno sguardo alla guida specifica che ho dedicato all’argomento.

Configurare Chromecast è semplicissimo: tutto ciò che devi fare è collegare il dispositivo a una porta HDMI libera sul televisore, alimentarlo tramite rete elettrica (o porta USB) e configurarlo, usando l’app ufficiale Google Home; per approfondimenti su quest’ultima procedura, consulta il mio tutorial su come funziona Chromecast.

A configurazione completata, è sufficiente collegare iPhone alla stessa rete in uso su Chromecast, avviare la riproduzione del contenuto che desideri nell’app dedicata e premere sull’icona della trasmissione (solitamente raffigurante uno schermo con le onde oppure con un piccolo triangolo); per finire, basta selezionare il nome di Chromecast dal menu che compare e il gioco è fatto.

Come collegare iPhone alla TV

Per il mirroring dello schermo, invece, ti consiglio l’app Replica: essa consente, tramite un “trucchetto” che sfrutta la funzione di registrazione dello schermo, di mandare il contenuto dello schermo di iPhone a Chromecast, seppur con un po’ di ritardo rispetto ad AirPlay o al mirroring nativo dei terminali Android. Di base, l’applicazione è gratuita, ma sono disponibili anche acquisti in-app per rimuovere i banner pubblicitari e attivare il controllo per ritardo, qualità e modalità di trasmissione, al prezzo di 19,99 euro/anno.

Una volta scaricata e installata l’app, avviala, autorizza l’accesso ai dispositivi sulla rete locale e fai tap sul nome di Chromecast, dalla schermata principale di Replica; infine, tocca i pulsanti Screen mirroring e Avvia trasmissione, per far sì che i contenuti vengano immediatamente trasmessi; in alternativa, puoi usare Replica anche per condividere video dal Web (Web browser), per inviare in streaming le foto e i video provenienti dal rullino di iPhone (Macchina fotografica), per inviare disegni fatti a mano (Sketch) e note audio (Intercom).

Come collegare iPhone alla TV Smart

Come collegare iPhone alla TV Smart

Se possiedi uno Smart TV, ci sono buone probabilità che tu possa collegare l’iPhone al televisore senza dover acquistare altri prodotti. Bisogna però fare una doverosa distinzione: i televisori che permettono di sfruttare al 100% il collegamento con iPhone in maniera nativa, sia per la duplicazione dello schermo che per la trasmissione dei contenuti, sono quelli contrassegnati dall’etichetta Works with Apple AirPlay/Works With AirPlay 2, che segnala l’integrazione della tecnologia AirPlay 2 di Apple al loro interno (la stessa tecnologia di cui ti ho parlato nella sezione dedicata ad Apple TV). La lista completa degli Smart TV compatibili con AirPlay 2 è disponibile sul sito Internet di Apple.

Se, invece, non sei interessato alla trasmissione dello schermo, ti sarà comodo sapere che tutti i televisori dotati di Android TV/Google TV sono nativamente compatibili con il protocollo Google Cast: pertanto, puoi trasmettere contenuti verso il TV da una qualsiasi delle applicazioni compatibili con Chromecast, in maniera pressoché analoga a quanto spiegato in uno dei precedenti passi di questa guida.

Ancora, esistono alcuni televisori Smart che, pur non essendo compatibili con AirPlay, includono dei sistemi proprietari per riprodurre determinati tipi di contenuti, ad esempio i video di YouTube o Netflix, in modalità wireless dall’iPhone. In alcuni casi, è sufficiente installare l’applicazione di streaming “compagna” sullo store del televisore, quando disponibile, per attivare la compatibilità dei contenuti; in altri casi, come ad esempio per collegare iPhone alla TV Hisense con sistema operativo VIDAA, bisogna usare l’applicazione Anyview cast, basata sul protocollo Miracast.

A prescindere dal sistema usato, affinché il tutto funzioni senza intoppi, è indispensabile che il televisore sia connesso a Internet e che il telefono risulti collegato alla medesima rete Wi-Fi; una volta soddisfatto questo requisito, è sufficiente abilitare il sistema di trasmissione scelto, avviare la riproduzione del contenuti su iPhone e, dopo aver premuto sul simbolo della trasmissione, selezionare il nome del televisore dalla lista dei dispositivi collegati.

Chiaramente, i passaggi specifici da compiere variano, in base al modello di televisore in proprio possesso e al tipo di trasmissione scelta; a titolo di esempio, lascia che ti indichi come procedere su alcuni ben noti modelli di Smart TV.

Come collegare iPhone alla TV LG

Come collegare iPhone alla TV LG

Iniziamo dai televisori a marchio LG. Quasi tutti quelli dotati di sistema operativo WebOS 5 o successivi e interfaccia AI ThinQ sono nativamente compatibili con AirPlay 2. Per attivare quest’ultima tecnologia, dopo aver collegato il televisore a Internet, premi il tasto Home sul telecomando, seleziona la Home dashboard e dai OK; su alcuni telecomandi, puoi richiamare la medesima schermata premendo e tenendo il tasto Source.

Successivamente, individua il riquadro relativo ad AirPlay, selezionalo e verifica che la levetta corrispondente alla voce omonima sia impostata su ON, altrimenti attivala tu; successivamente, indica se richiedere il codice a ogni connessione, soltanto una volta per ciascun dispositivo oppure se non richiederlo mai, intervenendo sul menu dedicato. Quando hai finito, esci dalla Home dashboard e il gioco è fatto: il televisore è pronto a ricevere contenuti tramite AirPlay 2.

Laddove il tuo televisore LG non fosse compatibile con AirPlay, puoi comunque trasmettere contenuti da alcune applicazioni compatibili attraverso il protocollo proprietario, installando le controparti anche sul televisore; in alternativa, puoi avviare la trasmissione dei contenuti anche usando la già citata applicazione Replica e il protocollo Miracast: prima di stabilire il collegamento, devi avviare l’applicazione Screen Share sul televisore.

Ancora, se sei interessato a collegare iPhone al televisore a mo’ di telecomando, ti tornerà certamente utile l’applicazione LG ThinQ, della quale ho avuto modo di parlarti nella mia guida su come accendere il TV LG senza telecomando.

Come collegare iPhone alla TV Samsung

Come collegare iPhone alla TV

Se, invece, possiedi un televisore Samsung compatibile con AirPlay, procedi in questo modo: collega lo Smart TV a Internet (se non lo hai ancora fatto), premi il tasto Home del telecomando e seleziona il pulsante Impostazioni, residente nella barra che compare in sovrimpressione sullo schermo.

Fatto ciò, schiaccia il tasto OK/Enter del telecomando, apri le sezioni Generale > Impostazioni Apple AirPlay dal menu che ti viene proposto e accertati che, in corrispondenza della voce AirPlay, sia presente la dicitura Attivo; in caso contrario, posizionati sulla dicitura AirPlay, schiaccia il tasto OK/Enter e scegli l’opzione Attivo dal menu che va ad aprirsi. Allo stesso modo, intervieni sul menu a tendina Richiedi il codice per indicare se richiedere un codice di sicurezza soltanto alla prima connessione di ciascun dispositivo, oppure sempre. Quando hai finito, schiaccia il tasto Exit del telecomando e avvia la riproduzione dei contenuti (o dello schermo) tramite iPhone.

In alternativa, se possiedi uno Smart TV relativamente recente, poi usare l’applicazione SmartThings sia per controllare il televisore da iPhone, sia per la trasmissione di foto, video, musica e display; ancora, alcune applicazioni per iPhone consentono di trasmettere nativamente i propri contenuti su Smart TV Samsung, a patto che su quest’ultimo risulti abilitata la funzionalità Screen Mirroring. Per approfondimenti, prendi visione del mio tutorial su come collegare il telefono al televisore Samsung.

Come collegare iPhone alla TV Hitachi

Come collegare iPhone alla TV Hitachi

Molti Smart TV Hitachi commercializzati in Italia dispongono del sistema operativo Android TV: ciò significa che, una volta collegati a Internet, essi sono in grado di ricevere contenuti tramite il protocollo Google Cast in maniera completamente automatica, senza la necessità di alcuna configurazione aggiuntiva.

Se non hai ancora provveduto a connettere lo Smart TV Hitachi a Internet, schiaccia il tasto Home del telecomando, evidenzia l’icona relativa allo stato della connessione a Internet (generalmente indicata con la dicitura Non connesso) e dai OK, per accedere al menu delle impostazioni di Rete e Internet; in alternativa, puoi accedere alla medesima voce schiacciando il tasto Menu del telecomando. A connessione avvenuta, non ti resta che passare a iPhone, avviare una delle applicazioni compatibili con Google Cast e, dopo aver premuto sul simbolo della trasmissione, selezionare il nome del televisore, dal menu che compare.

Nota: Al di fuori del territorio italiano, è possibile imbattersi in televisori a marchio Hitachi con sistema operativo Roku TV. In questo caso, è possibile stabilire la connessione al televisore tramite AirPlay, dopo aver connesso l’apparecchio a Internet.

Come collegare iPhone alla TV Sony

Come collegare iPhone alla TV Smart

Anche se dotati di sistema operativo Android TV (e quindi nativamente compatibili con Google Cast), numerosi Smart TV Sony di recente fattura integrano anche la tecnologia AirPlay 2 di Apple. Se è questo il tuo caso, dopo aver collegato il televisore a Internet, devi procedere con la configurazione iniziale di AirPlay: premi il tasto Source/Sorgenti sul telecomando (il simbolo dello schermo con la freccia verso interno), seleziona il pulsante AirPlay dalla barra che compare sullo schermo e, successivamente, scegli la voce Impostazioni AirPlay e HomeKit, dal menu che compare.

A questo punto, assicurati che in corrispondenza della voce AirPlay sia presente la dicitura ON (altrimenti attiva tu il servizio) e serviti delle restanti voci di menu, per configurare la richiesta del codice (solo una volta per ciascun dispositivo, sempre o mai) e le opzioni di visualizzazione per titoli e sottotitoli.

Il televisore è pronto per ricevere contenuti tramite AirPlay: non ti resta che uscire dal menu delle impostazioni sul TV, passare a iPhone e avviare la trasmissione del contenuto che desideri, premendo sul simbolo dello schermo oppure delle onde con il triangolo. Maggiori info qui.

Come collegare iPhone alla TV con cavo

Lightning HDMI

Adesso vediamo, invece, come collegare iPhone alla TV in maniera tradizionale, ossia mettendo in comunicazione i due apparecchi tramite un cavo. Escludendo la possibilità che tu abbia ancora un vecchissimo iPhone con porta Dock, quello che devi acquistare è un adattatore da Lightning ad AV digitale. Si tratta di un piccolo adattatore che si collega alla porta Lightning del telefono e permette di connettere quest’ultimo al televisore tramite cavo HDMI (da acquistare separatamente).

Apple Lightning Digital AV Adapter
Vedi offerta su Amazon
KabelDirekt – Cavo HDMI 4K con schermatura A.I.S., progettato in Germa...
Vedi offerta su Amazon

Se il tuo televisore non ha ingressi HDMI, puoi collegare il tuo “melafonino” al televisore usando un cavo AV composito, il quale include anche un connettore USB da collegare a una fonte di alimentazione. I contenuti vengono riprodotti in definizione standard.

Fai attenzione, però: girovagando tra gli store, è possibile incontrare dei cavi e degli adattatori per iPhone molto più economici di quelli di Apple, ma non lasciare che il prezzo basso ti tragga in inganno! La maggior parte di essi non funziona o funziona male. Inoltre la qualità costruttiva di tali cavi (o adattatori) lascia quasi sempre a desiderare. In altre parole: meglio spendere qualche euro in più per acquistare i prodotti Apple originali (o al massimo prodotti con certificazione MFi) piuttosto che avventurarsi in acquisti che sono conveniente solo all’apparenza.

Per avviare la riproduzione dei contenuti, è sufficiente mettere fisicamente in comunicazione i due dispositivi tramite l’adattatore e il cavo apposito: non è richiesta alcuna configurazione aggiuntiva. Nulla di più semplice, insomma!

Come collegare iPhone alla TV con Bluetooth

Come collegare iPhone alla TV con Bluetooth

Mi chiedi se è possibile collegare l’iPhone alla TV tramite Bluetooth? La risposta, in questo caso, è… . Mi spiego meglio: alcuni televisori integrano la funzionalità di ricevitore audio, tramite la quale è possibile ricevere e riprodurre suoni da un dispositivo Bluetooth esterno, tuttavia non è possibile usare il Bluetooth per la trasmissione dei file, né per la riproduzione dello schermo (cose non fattibili, per altro, su PC o altre categorie di device Bluetooth).

Laddove fossi interessato a usare il televisore a mo’ di ricevitore audio, attiva il Bluetooth nelle impostazioni del TV e, se necessario, apri lo strumento di condivisione dell’audio tramite l’apposito menu, o applicazione; per esempio, sugli Smart TV LG, devi aprire la schermata Home, accedere alla Home dashboard e, in seguito, premere sull’icona della Condivisione audio.

Fatto ciò, recati nel menu Impostazioni > Bluetooth di iPhone, attiva il Bluetooth intervenendo sulla levetta posta in cima allo schermo (se richiesto) e fai tap sul nome del televisore, per stabilire la connessione con quest’ultimo e iniziare a trasmettere immediatamente i suoni provenienti dal telefono. Per informazioni più approfondite sull’argomento, prendi visione del mio tutorial su come collegare il telefono alla TV con Bluetooth.

In qualità di affiliati Amazon, riceviamo un guadagno dagli acquisti idonei effettuati tramite i link presenti sul nostro sito.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.