Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come collegare iPhone alla TV

di

Vorresti vedere sul televisore le foto e i video che hai realizzato con il tuo iPhone ma non sai come riuscirci? Tranquillo, non devi perdere tempo ad esportarli sul computer o a salvarli su delle chiavette USB. Puoi collegare il tuo “melafonino” direttamente al televisore e goderti i tuoi contenuti preferiti su quest’ultimo: applicazioni, giochi, foto e video.

Lo so, detta così – soprattutto per te che non sei molto esperto di tecnologia – può sembrare una cosa difficile, e invece ti assicuro è davvero un gioco da ragazzi. Devi solo utilizzare gli strumenti giusti: se vuoi scoprire quali sono e quindi come collegare iPhone alla TV, leggi le indicazioni che sto per darti. Ci sarà da spendere qualche soldino, te lo dico subito, ma ne varrà assolutissimamente la pena.

Attenzione: causa copyright, alcune applicazioni di pay TV (es. Sky Go) vietano la trasmissione dei contenuti dall’iPhone al televisore. Altre, invece, come ad esempio Infinity, non presentano limiti di questo genere ma bloccano la visione dei contenuti sui telefoni sottoposti al jailbreak. Mi raccomando, informati bene prima di acquistare un cavo o un dispositivo per la trasmissione dei contenuti al tuo televisore!

Indice

Come collegare iPhone alla TV senza cavi

Cominciamo dalla soluzione più comoda che abbiamo a nostra disposizione, ovvero da come collegare iPhone alla TV in modalità wireless, tramite alcuni protocolli e dispositivi hardware di facile utilizzo.

Come collegare iPhone alla TV Smart

Come collegare iPhone alla TV Smart

Se possiedi una Smart TV, ci sono buone probabilità che tu possa collegare l’iPhone al televisore senza dover acquistare altri prodotti. Bisogna però fare una doverosa distinzione.

I televisori che permettono di sfruttare al 100% il collegamento con iPhone in maniera nativa (cioè senza ricorrere a dispositivi esterni) sono quelli contrassegnati dall’etichetta Works with Apple AirPlay, che segnala l’integrazione della tecnologia AirPlay 2 di Apple al loro interno.

AirPlay è una tecnologia wireless di Apple che permette di inviare flussi video e audio al dispositivo di destinazione (in questo caso il televisore) partendo dal proprio iPhone, iPad o Mac senza ritardi o blocchi. Funziona tramite rete Wi-Fi (il dispositivo sorgente e quello di destinazione devono essere connessi alla stessa rete Wi-Fi) e consente anche di proiettare/estendere lo schermo di iPhone/iPad/Mac.

Per avvalertene, non devi far altro che verificare che sia l’iPhone che il televisore siano accesi e connessi alla medesima rete Wi-Fi, dopodiché procedi in questo modo: se vuoi inviare un singolo contenuto video/audio al televisore, avviane la riproduzione sul telefono, premi sull’icona di AirPlay (il triangolo e lo schermo) e seleziona il nome del tuo televisore dalla lista dei dispositivi che ti viene proposta; se, invece, vuoi duplicare lo schermo dell’iPhone sul televisore, richiama il Centro di Controllo di iOS effettuando uno swipe dall’angolo in alto a destra dello schermo verso il basso (su iPhone X e successivi) o dal fondo dello schermo verso l’alto (sui modelli più datati di iPhone), pigia sul pulsante Duplica schermo e seleziona il tuo televisore dalla lista di dispositivi che ti viene proposta. Al primo collegamento, potrebbe esserti chiesto di immettere un codice di verifica.

Nel momento in cui scrivo, sono compatibili nativamente con AirPlay solo alcuni televisori Smart di LG, Samsung, Sony e Vizio: puoi trovare la lista completa sul sito Internet di Apple. In ogni caso, sappi che puoi ottenere il supporto ad AirPlay su qualsiasi televisore, anche non Smart, acquistando Apple TV: un ottimo TV Box di cui ti parlerò tra breve.

Prima di chiudere questo capitolo, però, lasciami dire che alcuni televisori Smart, pur non essendo compatibili con AirPlay, includono dei sistemi (es. Anyview Cast sui TV Hisense) per riprodurre determinati tipi di contenuti, ad esempio i video di YouTube o Netflix, in modalità wireless dall’iPhone. Per avvalersene, basta collegare telefono e TV alla stessa rete Wi-Fi, avviare l’app di proprio interesse (es. YouTube o Netflix), premere sull’icona della trasmissione (lo schermo con le onde del Wi-Fi) e selezionare la propria Smart TV dal menu proposto. Facile, vero?

Come collegare iPhone alla TV con Apple TV

Apple TV

Se non hai una Smart TV o, comunque, il tuo televisore non supporta il collegamento nativo ad iPhone, puoi valutare l’acquisto di Apple TV: una sorta di “scatoletta” nera che si collega al televisore e permette di eseguire una vasta gamma di app e giochi: da Netflix a YouTube, passando per Amazon Prime Video, Spotify, RaiPlay, TIMvision, DAZN e tutti i servizi Apple, come Apple TV+, Apple Music, iCloud Photos, Apple Podcast, iTunes Store ecc. Include il supporto ad AirPlay 2 per trasmettere in tempo reale lo schermo dell’iPhone (ma anche dell’iPad e dell’iPod Touch) sul televisore o inviare contenuti audio/video in streaming direttamente a quest’ultimo. È compatibile con tutti i modelli di “melafonino”.

Attualmente ci sono tre modelli di Apple TV in commercio: Apple TV HD, che ha 32GB di memoria integrata e supporta la riproduzione di contenuti fino alla risoluzione Full HD (1080p), e Apple TV 4K che, invece, aggiunge il supporto 4K e la possibilità di avere 32 o 64 GB di memoria interna.

Tutti i modelli di Apple TV supportano la funzione AirPlay, quindi ai fini della trasmissione dei contenuti da iPhone non presentano differenze di rilievo. Se vuoi saperne di più, consulta il mio tutorial su come funziona Apple TV.

Apple TV HD (32GB)
Vedi offerta su Amazon
Apple TV 4K (32GB)
Vedi offerta su Amazon
Apple TV 4K (64GB)
Vedi offerta su Amazon

Per visualizzare lo schermo dell’iPhone sul televisore di casa tramite Apple TV, devi innanzitutto tenere collegati entrambi i dispositivi alla stessa rete Wi-Fi.

Richiama dunque il Centro di Controllo di iOS, effettuando uno swipe dall’angolo in alto a destra dello schermo verso il basso (su iPhone X e successivi) o dal fondo dello schermo verso l’alto (sui modelli precedenti di iPhone), premi sul pulsante Duplica schermo e seleziona il tuo televisore dalla lista di dispositivi che ti viene proposta.

AirPlay Apple TV

Se invece vuoi trasmettere un singolo video o una singola foto al televisore, avviane la riproduzione sull’iPhone, pigia sull’icona di AirPlay (uno schermo con un piccolo rettangolo sotto) che compare in basso a destra e seleziona la voce Apple TV dal menu che si apre. Più facile di così?

Come collegare iPhone alla TV con Chromecast

Come collegare iPhone alla TV

Se la Apple TV ti sembra troppo costosa e non sei interessato alla riproduzione dello schermo del tuo “melafonino” sul televisore, puoi optare per l’acquisto di un Chromecast, che è compatibile con tutti i modelli di iPhone.

Il Chromecast di Google è un dongle, cioè una specie di chiavetta, che si collega alla porta HDMI del televisore (e a quella USB, se vuoi usare il televisore anche per l’alimentazione del device) e permette di proiettare su quest’ultimo video, foto e altri tipi di contenuti. Ormai sono moltissime le applicazioni per iOS che lo supportano per la riproduzione dei contenuti in streaming, mentre per il mirroring di home screen e app bisogna ricorrere a delle applicazioni che, tramite un “trucchetto” che sfrutta la funzione di registrazione dello schermo, consentono di mandare lo schermo di iPhone a Chromecast (con un po’ di ritardo rispetto ad AirPlay o al mirroring nativo dei terminali Android). Detto questo, ti faccio qualche esempio pratico di app che permettono l’invio di contenuti multimediali da iPhone a Chromecast.

  • Netflix – è il servizio di video on-demand più famoso al mondo. Permette di guardare film, serie TV, cartoni animati e documentari in alta qualità con prezzi a partire da 7,99 euro/mese (dopo il primo mese di prova gratuito). Se vuoi saperne di più leggi il mio tutorial su come guardare Netflix.
  • Amazon Prime Video – la celebre piattaforma di streaming video targata Amazon. Per maggiori informazioni al riguardo, consulta il mio tutorial dedicato.
  • Infinity – un altro ottimo servizio di video on-demand dotato del supporto a Chromecast. Ospita centinaia di film, serie TV, cartoni animati e show televisivi. Dopo i primi 30 giorni di prova costa 7,99 euro/mese (5,99 euro/mese per 6 mesi in sede di promo). Per maggiori dettagli leggi la mia guida su come funziona Infinity.
  • YouTube – il portale dei video per antonomasia. Ospita anche tanti film da guardare gratuitamente sul televisore tramite Chromecast. Se vuoi approfondire l’argomento leggi il mio tutorial su come guardare film gratis su YouTube.
  • Spotify – uno dei servizi di streaming musicale più famosi al mondo. Permette di inviare la musica al televisore tramite Chromecast. Se vuoi saperne di più leggi il mio tutorial su come usare Spotify.

L’elenco potrebbe andare avanti a lungo. Questo significa che puoi usarlo come alternativa economica ad Apple TV e proiettare sul televisore film, video e foto in modalità wireless. Tutto quello che devi fare è collegare il telefono e la chiavetta alla stessa rete Wi-Fi e configurare il tuo Chromecast usando l’apposita applicazione disponibile per iPhone. Se vuoi saperne di più, consulta il mio tutorial su come funziona Chromecast.

Per il mirroring dello schermo, invece, ti consiglio l’app Replica, che si può usare gratis (con banner pubblicitari) semplicemente autorizzando l’uso del Bluetooth, selezionando il Chromecast da usare e premendo sui pulsanti Iniziare e Avvia trasmissione. Sono disponibili anche acquisti in-app per rimuovere i banner pubblicitari e attivare il controllo per ritardo, qualità e modalità di trasmissione, al costo di 1,99 euro/mese, 14,99 euro/anno o 19,99 euro una tantum e la possibilità di provare queste funzioni gratis per 1 settimana.

Chromecast si può acquistare in tutti i principali store di elettronica e sullo store online di Google con prezzi a partire da 39 euro per la versione HD e 79 euro per quella Ultra con supporto 4K e presa Ethernet integrata.

Mi raccomando, fai attenzione ai dongle HDMI economici! In commercio, infatti, ci sono alcuni dongle più economici del Chromecast che promettono una piena compatibilità con AirPlay, Google Cast (la tecnologia di trasmissione wireless usata dal Chromecast) e Mircast (una tecnologia wireless usata da molti portatili Windows ma non presente su iPhone). Personalmente te li sconsiglio, in quanto le loro prestazioni lasciano spesso a desiderare, soprattutto per quanto riguarda AirPlay. Se proprio ci tieni a risparmiare qualche euro, leggi attentamente le recensioni su Amazon (o su altri siti) prima di acquistare un dongle economico.

Come collegare iPhone alla TV con cavo

Lightning HDMI

Adesso vediamo, invece, come collegare iPhone alla TV in maniera tradizionale, ossia mettendo in comunicazione i due apparecchi tramite un cavo.

Escludendo la possibilità che tu abbia ancora un vecchissimo iPhone con porta Dock, quello che devi acquistare è un adattatore da Lightning ad AV digitale. Si tratta di un piccolo adattatore che si collega alla porta Lightning del telefono e permette di connettere quest’ultimo al televisore tramite cavo HDMI (da acquistare separatamente). Funziona anche con altri dispositivi Apple, come iPad Air/Retina, iPad Mini e iPod touch di quinta generazione e permette di riprodurre contenuti in Full HD.

Apple Lightning Digital AV Adapter
Vedi offerta su Amazon
AmazonBasics - Cavo Ultra HD HDMI 2.0 ad alta velocità, formati 3D sup...
Vedi offerta su Amazon

Se il tuo televisore non ha ingressi HDMI, puoi collegare il tuo “melafonino” al televisore usando un cavo AV composito, il quale include anche un connettore USB da collegare a una fonte di alimentazione. I contenuti vengono riprodotti in definizione standard.

Girovagando su Amazon e altri store online è possibile incontrare dei cavi e degli adattatori per iPhone molto più economici di quelli di Apple. Attenzione però, la maggior parte di essi non funziona o funziona male. Inoltre la qualità costruttiva di tali cavi (o adattatori) lascia quasi sempre a desiderare. In altre parole: meglio spendere qualche euro in più per acquistare i prodotti Apple originali (o al massimo prodotti a marchio Amazon) piuttosto che avventurarsi in acquisti che sono conveniente solo all’apparenza. Poi non dirmi che non ti avevo avvisato!

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.