Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare Excel su Android

di

Ti rimangono pochi giorni per terminare un lavoro su alcuni fogli di calcolo che ti hanno assegnato in ufficio e non sai come raccapezzarti per finire tutto in tempo? Che ne dici di lavorare anche in mobilità, nei ritagli di tempo, utilizzando il tuo smartphone o il tuo tablet Android? No, non sto scherzando, è possibile farlo in maniera estremamente semplice.

Esistono, infatti, alcune applicazioni che permettono di elaborare i documenti di Excel su Android in modo molto efficiente e senza eccessive limitazioni rispetto a quanto è possibile fare da computer. Ti parlerò innanzitutto dell’app ufficiale Microsoft Excel, che Microsoft ha reso disponibile gratuitamente per tutti i device fino a 10,1″, e di altre soluzioni gratuite che possono essere utili allo scopo.

Allora, ti va di scoprire come usare Excel su Android sfruttando le loro potenzialità? Sì? Perfetto, perché in questo mio tutorial voglio parlartene nel dettaglio. Coraggio: mettiti seduto bello comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero e leggi con attenzione le soluzioni che sto per proporti, in modo da individuare quella più consona alle tue esigenze. Sei pronto per iniziare? Sì? Benissimo! Ti auguro una buona lettura e, soprattutto, un buon lavoro!

Indice

Microsoft Excel

Microsoft Excel è l’app ufficiale di Microsoft per la gestione dei fogli di calcolo. È disponibile gratuitamente al download tramite il Play Store di Android, per i dispositivi con dimensioni pari o inferiori ai 10.1″ (altrimenti chiede la sottoscrizione di un abbonamento al servizio Office 365, che ha prezzi a partire da 7 euro/mese). Se sei interessato a scaricarla sul tuo dispositivo, raggiungi il link che ti ho indicato, fai tap sul pulsante Installa e poi premi su Apri.

Se sei abituato a utilizzare l’omonimo software desktop oppure la sua versione online, ti accorgerai che l’app per smartphone e tablet ha meno funzionalità. Acquistando però un piano in abbonamento Office 365 Personal, al  costo di 7,00 euro/mese, è possibile sbloccare l’accesso ad alcune caratteristiche aggiuntive, come per esempio la personalizzazione degli stili e del layout delle tabelle pivot, l’applicazione di colori personalizzati alle forme, maggiore disponibilità di colori per la formattazione, utilizzo della grafica SmartArt e la personalizzazione degli elementi di un grafico.

Se non sei sicuro che l’abbonamento faccia al caso tuo, ti interesserà sapere che con la sottoscrizione è incluso un periodo di prova gratuito di 30 giorni, che offre quindi la possibilità di testare tutte queste funzionalità aggiuntive. Ti ricordo che il piano in abbonamento permette di ottenere una licenza per l’utilizzo di Microsoft Excel su tre dispositivi: uno smartphone, un tablet e un computer Windows o macOS. Tale limite può però essere ampliato sottoscrivendo il piano Office 365 Home (10 euro/mese) che permette di lavorare su cinque smartphone, cinque tablet e cinque computer.

Fatta questa premessa, nei prossimi capitoli ti illustrerò come usare Microsoft Excel su Android nel dettaglio, spiegandoti, passo dopo passo, come sfruttare tutte le sue funzionalità.

Creare e aprire un foglio elettronico

Se vuoi effettuare delle modifiche a un foglio elettronico che si trova sul dispositivo o nel cloud (ad esempio su OneDriveDropbox), la procedura da seguire è molto semplice: dopo aver avviato l’app tramite la sua icona nella home screen o nel drawer del tuo device, fai tap sul pulsante Apri in basso a destra e seleziona una delle opzioni che ti vengono mostrate.

Fai quindi tap sulle voci Questo dispositivo, per sfogliare i file salvati localmente; One Drive – Personale, per accedere al tuo spazio cloud su OneDrive oppure Aggiungi una posizione, se vuoi connetterti a uno dei tantissimi servizi cloud supportati dall’applicazione (es. Dropbox).

Facendo, invece, tap sull’icona con un foglio in alto a destra, puoi creare un nuovo documento di lavoro. Tramite un menu a tendina ti verrà richiesto dove salvare il documento: puoi scegliere se su OneDrive, sulla cartella Documents sul dispositivo oppure su un’altra destinazione (Seleziona una posizione diversa). Fatto ciò, premi su Cartella di lavoro vuota, per iniziare a compilare il foglio elettronico oppure scorri la schermata, per selezionare un modello precompilato, scegliendolo in base alle operazioni che vuoi eseguire su Excel.

La schermata del foglio Excel è caratterizzata da una tabella suddivisa in colonne e righe ed è quindi composta da celle. Sia le colonne che le righe sono etichettate, rispettivamente, da lettere e numeri che le identificano. Su tablet è presente una barra superiore suddivisa in schede che permette di accedere alle funzionalità di Excel, mentre su smartphone queste sono situate all’interno di un menu a tendina, posizionato in basso a sinistra e accessibile tramite l’icona ▲.

Nei prossimi paragrafi, ti illustrerò come utilizzare alcune delle funzionalità più comuni dell’app Microsoft Excel. Presta quindi attenzione in modo da comprenderne il funzionamento.

Formattazione delle celle

Come già anticipato nei precedenti paragrafi del tutorial, un foglio di calcolo è composto da celle. Per aggiungere dei dati in queste ultime, fai doppio tap su di esse: ti verrà mostrata la tastiera virtuale dedicata all’inserimento dei dati.

Facendo tap sull’icona 123, puoi aprire un tastierino numerico e inserire velocemente dei valori, oltre a visualizzare gli operatori logici e i simboli utilizzabili nella compilazione delle celle e  creare così formule in modo manuale. Tramite le apposite icone di questa schermata, puoi anche eseguire l’arrotondamento per eccesso o per difetto (come ti ho spiegato nel mio tutorial dedicato).

Dopo aver inserito i dati nelle celle, puoi formattare il testo accedendo alla barra degli strumenti e selezionando la scheda Home: in questa sezione, puoi modificare il font, la dimensione e il colore del carattere, impostare il grassetto, il corsivo e il sottolineato oppure marcare i bordi delle celle. Inoltre, puoi modificare l’allineamento del testo, impostare un colore di sfondo per le celle o cambiare il formato dei valori contenuti nelle stesse, come ad esempio il formato data, valuta oppure testo.

Tramite la funzione Ordina e filtra, poi, puoi filtrare un elenco di dati oppure ordinarli secondo un ordine crescente o decrescente. Puoi anche aggiungere la funzione somma algebrica, utile per eseguire una somma di tutti i valori positivi e negativi di uno specifico intervallo di celle.

Inserimento di grafici e immagini

Tramite la scheda Inserisci di Excel, puoi aggiungere alcuni elementi al foglio di calcolo, come per esempio i grafici o le immagini. Tramite l’opzione Grafico, puoi aggiungere svariate tipologie di grafici, come per esempio gli istogrammi, quelli a lineea dispersione o a torta. Vi sono quindi diversi grafici che è possibile utilizzare, in base a come si vogliono rappresentare i dati. In base al set di informazioni a disposizione, puoi anche premere sull’opzione Grafici consigliati per generare automaticamente il grafico più adatto ai dati inseriti.

Nella scheda Inserisci sono disponibili anche altre opzioni, come quelle che servono per aggiungere immagini o forme geometriche. Tramite la voce Immagini, puoi scattare una foto in tempo reale o aggiungerne una al documento sfogliando la memoria del dispositivo. La dicutra Forme, invece, serve per creare delle forme geometriche predefinite, come quadrati, cerchi, triangoli oppure frecce o parallelepipedi di diverse forme.

Inoltre, l’app di Excel permette di disegnare a mano libera, tramite gli strumenti presenti nella scheda Disegno: in quest’ultima puoi scegliere il colore del tratto e il suo spessore per disegnare o evidenziare ciò che preferisci all’interno del foglio di calcolo. Questa funzionalità è utile nel caso in cui avessi bisogno di creare delle forme che non sono presenti nella sezione Forme della scheda Inserisci.

Inserimento di formule

Tra le caratteristiche principali di Excel, quella di maggior risalto è la possibilità di aggiungere delle formule che servono per gestire ed elaborare i dati. Tramite la scheda Formule, infatti, puoi aggiungerne diverse, in quanto queste sono suddivise in varie categorie, come per esempio Finanze, Logica, Statistica o Matematica e Trigonometria.

Seleziona, quindi, la formula di tuo interesse, per aggiungerla automaticamente nella cella precedentemente selezionata: la sua forma generica verrà visualizzata in alto. Fatto ciò, sostituisci i membri della formula con relativi valori o celle richiesti e pigia sull’icona con il segno di spunta in alto per confermarne l’inserimento nella cella.

Per degli esempi pratici su come utilizzare le formule di Excel, dai un’occhiata ai miei tutorial dedicate alle operazioni più comuni che si possono compiere con questo software: come sommare su Excel, come sottrarre con Excelcome moltiplicare in Excel, come calcolare la percentuale in Excelcome fare la media su Excel e come elevare a potenza in Excel.

Modifica della visualizzazione dei dati

La schermata di visualizzazione del foglio elettronico tramite l’app di Excel può essere modificata utilizzando le opzioni presenti nella scheda Visualizza. Puoi, infatti, spuntare le caselle Barra della formula, Griglia e Intestazioni, per rimuovere i corrispondenti elementi dall’interfaccia.

Inoltre, puoi modificare il livello di zoom tramite i pulsanti Zoom avanti e Zoom indietro oppure utilizzare le gesture sul display: posiziona due dita sullo schermo e allontanale nella direzioni opposte per eseguire uno zoom in avanti o, in alternativa, avvicina le dita per effettuare uno zoom indietro.

Puoi anche decidere di bloccare delle righe o delle colonne per fare in modo che, durante lo scorrimento della schermata, queste rimangano bloccate. Per farlo fai tap sulla voce Blocca riquadri e seleziona le opzioni Blocca riquadri, Blocca riga superiore e Blocca prima colonna. Maggiori informazioni al riguardo sono disponibili nei miei tutorial su come bloccare una riga in Excel e come proteggere le celle in Excel.

Salvataggio di un foglio di calcolo e condivisione

Hai finito di lavorare a un documento Excel e vuoi sapere come salvarlo? in tal caso, devi sapere che, uscendo dallo stesso, il salvataggio viene eseguito automaticamente. Se vuoi però esserne sicuro, fai tap sull’icona (⋮), situata in alto a destra , nella schermata principale del foglio e seleziona la voce Salva o Salva con nome, per salvare il foglio di calcolo nel formato standard XLSX.

Inoltre, se lo desideri, tramite il tuo dispositivo Android puoi eseguire la stampa dei documenti. Per procedere, premi sull’icona () che vedi in alto a destra e, nella schermata successiva visualizzata, premi sulla voce Stampa, per esportare il documento in PDF oppure stampalo tramite una stampante di rete.

Infine, se vuoi condividere il file con altri utenti, fai tap sull’icona con una freccia che trovi in alto a destra e, nella schermata visualizzata, digita l’indirizzo email dell’account Microsoft del destinatario oppure condividi il file tramite link pubblico o allegalo in un messaggio di posta elettronica (condividi come allegato).

Altre app per usare Excel su Android

Oltre all’applicazione ufficiale di Excel, esistono anche altre soluzioni che permettono di lavorare con i fogli di calcolo in mobilità, scaricabili gratuitamente dal Play Store di Google. A tal proposito, nelle prossime righe ti elenco alcune app per la produttività che possono aiutarti a gestire i tuoi file Excel.

  • Fogli Google – app di Google per la produttività che permette di lavorare sui fogli di calcolo sia in locale che online, su Google Drive. La sua funzionalità più interessante è quella della condivisione di un documento con altri utenti, sia in modo pubblico che privato.
  • WPS Office – quest’app gratuita permette di gestire i documenti di testo, i fogli di calcolo e le presentazioni, sia in locale che attraverso i cloud storage più famosi, come per esempio Dropbox, Google Drive oppure OneDrive.
  • Polaris Office – è un’app gratuita che permette di gestire i documenti realizzati con Microsoft Office o con Google Drive. Offre anche un piano in abbonamento che, al costo di 3,99 dollari/mese, serve per avere uno spazio in cloud di 3 GB, esportare i documenti in PDF, rimuovere la pubblicità e aggiungere altre funzionalità, come ad esempio le tabelle pivot.
  • Office Suite – è anch’essa un’app gratuita e contiene diversi strumenti per la gestione dei documenti di lavoro, come ad esempio quelli Excel. Sottoscrivendo facoltativamente un piano in abbonamento, al prezzo di 2,83 euro/mese, è possibile accedere a funzionalità aggiuntive, come per esempio l’esportazione dei documenti in PDF oppure la gestione dei file Numbers di Apple.
  • SmartOffice – in maniera simile alle soluzioni elencate nelle righe precedenti, anche quest’app supporta diversi formati per i documenti elettronici, come ad esempio i fogli di calcolo. Presenta un’interfaccia più spartana rispetto alle app di cui ti ho parlato finora, ma è comunque uno strumento dalle ottime potenzialità, considerando anche che è completamente gratis.