Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare il telefono come telecomando

di

In casa hai così tanti apparecchi elettronici che ogni volta ti confondi su quale tra i tanti telecomandi a tua disposizione sia quello corretto. Hai pensato alla possibilità di utilizzare un telecomando universale ma, per il momento, l’idea di affrontare una nuova spesa non ti entusiasma e così ti stai chiedendo se puoi adottare qualche soluzione alternativa. L’idea sarebbe sfruttare il tuo smartphone come telecomando, ma non sai se si tratta di un’operazione fattibile.

Ti rassicuro subito: quello che intendi fare non solo è fattibile, ma anche semplicissimo da mettere in pratica. Se il tuo smartphone è equipaggiato con il sistema operativo Android e dispone dell’IRDA, una tecnologia a infrarossi che permette di comandare vari dispositivi, puoi riuscire nel tuo intento in maniera semplicissima. Stesso discorso se hai uno Smart TV e un qualsiasi modello di smartphone, compreso iPhone, in quanto esistono delle app telecomando che funzionano tramite la classica rete Wi-Fi.

Vorresti saperne di più? Benissimo, allora continua a leggere: in questa mia guida, ti illustrerò come usare il telefono come telecomando sfruttando sia gli smartphone Android che gli iPhone, così da comandare a distanza i tuoi apparecchi elettronici, come il televisore. Inoltre, ti spiegherò come utilizzare i cellulari per interagire anche con il computer, qualora ti trovassi a qualche metro di distanza da esso e volessi comandarlo, ad esempio, dal divano del salotto. Dai, non perdere altro tempo e metti subito in pratica i miei suggerimenti: ti assicuro che non te ne pentirai!

Indice

App per controllare il televisore

Uno smartphone può essere utilizzato per controllare a distanza un apparecchio elettronico, ad esempio un televisore, utilizzandolo come se fosse un telecomando. Non è detto, però, che questa funzionalità sia supportata da tutti gli apparecchi elettronici, ma sicuramente potresti tentare, ottenendo probabilmente dei risultati positivi.

La riuscita, infatti, dipende dalla giusta configurazione dello smartphone, ma soprattutto, dalla compatibilità con il dispositivo, per il quale non dovresti avere alcun problema di sorta se di ultima generazione.

App integrata

Telecomando

Gli smartphone possono avere un’app integrata per utilizzare il dispositivo come un telecomando. Se sei in possesso di uno smartphone o un tablet Android dotato di connettività a infrarossi, puoi sfruttare questa tecnologia per avere un telecomando virtuale da usare con gli apparecchi elettronici; ciò però non è possibile su iPhone e iPad, in quanto questa tecnologia non è implementata.

Solitamente la configurazione di queste app integrate non è impegnativa e in pochi e semplici passaggi è possibile iniziare a usare il proprio cellulare come un telecomando per controllare a distanza gli apparecchi elettronici configurati.

Un esempio è l’app Telecomando presente nei dispositivi HUAWEI, come il HUAWEI Mate 10 Pro. Quest’app dovrebbe trovarsi nella home screen o in una cartella preimpostata nel sistema, sempre in home screen. Una volta individuata, fai tap su di essa e premi sul pulsante Aggiungi e seleziona la tipologia di apparecchio elettronico, a scelta tra TV, Condizionatore, Set-top box, Fotocamera, STB di rete, Lettore DVD, Proiettore o Personalizza.

Telecomando

In questa mia guida, configurerò l’app Telecomando con un classico TV Samsung LCD, ma il procedimento di configurazione è uguale con qualsiasi altra tipologia di apparecchio elettronico. Detto ciò, seleziona l’icona TV e attendi che ti venga mostrato l’elenco dei brand configurabili. Usa la casella di testo in alto per digitare il nome del brand manualmente. Fai quindi tap sul nome del brand e attendi che si avvii la schermata di configurazione.

Quello che devi fare, adesso, è seguire la procedura guidata a schermo: punta lo smartphone verso il televisore e premi il pulsante al centro dello schermo. Se dovesse accendersi, premi sul pulsante , altrimenti premi su No, affinché venga caricata un’altra lista di configurazioni per lo stesso brand.

Telecomando

Continua a seguire le istruzioni, premendo i pulsanti che ti vengono mostrati al centro dello schermo e scegliendo la voce , nel caso di esito positivo per l’operazione che stai eseguendo.

A procedura completata, ti verrà mostrato un telecomando virtuale con diversi pulsanti per interagire con il televisore. Non è fantastico?

App per controllare il televisore

LG Thinq

Se non possiedi alcuna app preinstallata per la gestione a distanza dei dispositivi, puoi effettuare il download di quelle di terze parti, come quelle sviluppate dagli stessi produttori dei televisori.

Ovviamente, nel caso in cui sia disponibile un’app ufficiale per il tuo Smart TV, prediligi quest’ultima; in alternativa sono disponibili app di sviluppatori indipendenti che consentono l’associazione dello smartphone o del tablet allo Smart TV (tramite Wi-Fi) o usando semplicemente la porta IrDA, nel caso soprattutto di televisori più vecchiotti.

Detto ciò, qui di seguito ti propongo una lista di alcune app che potrebbero fare al caso tuo per trasformare il tuo telefono o tablet in un telecomando. Quello che devi fare è leggere con attenzione alcune delle soluzioni che ho pensato per te!

  • LG ThinQ (Android/iOS) — si tratta dell’app ufficiale di LG per controllare in remoto tutti i dispositivi Smart prodotti da quest’azienda, inclusi i televisori. È simile, a tante altre app di altri produttori, come SmartThings di Samsung per Android e iOS/iPadOS. L’associazione dello Smart TV all’app è semplicissima: tutto quello che devi fare è seguire le istruzioni sulla schermata dell’app e digitare il PIN di autorizzazione che ti compare sullo schermo dello Smart TV.
  • Telecomando TV Universale (Android) — è un’app per Android che consente di associare sia gli Smart TV tramite Wi-Fi che i TV grazie alla porta a infrarossi (se presente nello smartphone/tablet). Si tratta di un’app gratuita che si supporta tramite pubblicità, ma che può essere rimossa con un pagamento una tantum di 9,99 euro.
  • Telecomando Universale SURE (Android/iOS) — l’app in questione consente di controllare in remoto Smart TV e qualsiasi dispositivo Smart. È gratuita ma si supporta con pubblicità che è possibile rimuovere con abbonamento di 0,99 dollari/mese o 4,99 dollari/anno.

App per controllare il computer

Oltre a utilizzare lo smartphone come telecomando per i piccoli o grandi elettrodomestici, è possibile sfruttarlo anche come tastiera e mouse remoti per il controllo a distanza di un computer: nelle prossime righe ti consiglierò alcune app che possono aiutarti a raggiungere lo scopo.

Remote Mouse (Android/iOS)

Telecomando

La prima soluzione che ti consiglio per la gestione di un computer a distanza è Remote Mouse, un’app gratuita disponibile gratuitamente sul Play Store di Android e sull’App Store di iPhone e iPad.

Per essere utilizzata, è necessario scaricare e installare il tool sul computer direttamente dal sito Web ufficiale, disponibile sia per Windows, che per macOS e Linux. Raggiungi quindi il link che ti ho fornito e premi sul pulsante Scaricalo subito. Nella schermata che ti viene mostrata, premi sul pulsante Windows, Mac o Linux, in base al sistema operativo in uso sul computer.

Se vuoi scaricarlo su Windows, premi il relativo pulsante, per prelevare il file .exe. Dopo averlo scaricato, fai doppio clic su di esso e premi , nella finestra di Controllo dell’account utente di Windows. Nella finestra di selezione della lingua, scegli English (l’italiano non è disponibile) e premi sul pulsante OK. Adesso, premi sui bottoni Next e poi su Finish per completare l’installazione. Su macOS, scaricarlo direttamente dal Mac App Store e premi sul pulsante Ottieni e poi su Installa. Se richiesto, verifica anche la tua identità tramite password dell’ID Apple o Touch ID.

Adesso, scarica e installa l’app sullo smartphone: su Android, raggiungi il link che ti ho fornito e fai tap sui pulsanti Installa e poi su Accetto e, infine, su Apri; su iPhone, premi sul pulsante Ottieni, sblocca il download e l’installazione tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple e premi su Apri.

Avvia quindi l’app sullo smartphone ed esegui degli swipe da destra a sinistra per scorrere il tutorial e premi poi sul pulsante Inizia. Nella schermata principale dell’applicazione, dovresti trovare già il nome del computer su cui hai installato il tool desktop, se si trovano collegati alla stessa rete Wi-Fi. Fai quindi tap su di esso per iniziare a utilizzarlo come mouse e tastiera virtuali a distanza. Facile, no?

Altre app per controllare il computer

Come formattare un PC dal BIOS

Oltre all’app che ti ho indicato nelle righe precedenti, ne esistono diverse per controllare un computer a distanza. Nelle prossime righe, ti elencherò alcune ì che potrebbero fare al caso tuo, in base all’uso di cui hai bisogno.

  • TeamViewer for Remote Control (Android/iOS) – TeamViewer, il famoso software per il controllo remoto dei computer PC Windows e dei Mac è disponibile anche come app gratuita per Android e iOS e permette di gestire il desktop del PC a distanza, sfruttando la connettività a Internet. È possibile gestire gli elementi sullo schermo del PC, utilizzando la tastiera virtuale e il touch screen dello smartphone come pad per il mouse. Maggiori info qui.
  • iTunes Remote (iOS) – è un’app gratuita che ha lo scopo di rendere il proprio iPhone o iPad un telecomando per gestire a distanza iTunes/Musica.
  • VLC Remote (Android/iOS) – è un’app freemium per Android e iOS, grazie alla quale è possibile avviare la riproduzione di brani o video, proprio come un telecomando, su VLC per Windows, macOS e Linux. Va utilizzata tramite un tool da installare sul PC. La versione gratuita di quest’app è abbastanza completa, ma non è presente la funzionalità per sfogliare i file direttamente da dispositivo mobile, in quanto è una caratteristica riservata nella versione a pagamento per Android e iOS.

Come usare il telefono come telecomando senza WiFi

Smartphone

Così come ti ho spiegato nell’introduzione di questo mio tutorial, gli smartphone possono essere utilizzati come telecomando senza dover necessariamente impiegare la rete Wi-Fi. Il tutto è possibile solo e soltanto se il dispositivo è munito di IrDA, cioè di una porta a infrarossi, la stessa che solitamente è presente nei telecomandi.

In questo modo, hai la possibilità di comandare una grande quantità di dispositivi, risultando quindi il tuo telefono un vero e proprio telecomando universale. A tal proposito, ti consiglio la lettura del primo capitolo di questo mio tutorial, nel quale ti ho parlato di alcuni smartphone muniti di questa interfaccia hardware e che dispongono già di un’app Telecomando preinstallata adibita proprio a questo scopo.

Come usare il telefono come telecomando Apple TV

Apple TV 4K

Apple TV è un dispositivo che consente di trasformare il proprio TV in un media center. Sebbene sia già munito di un proprio telecomando, potresti avere la necessità di usare il tuo telefono per riuscire a comandarlo in remoto.

In questo caso, puoi utilizzare il tuo iPhone e addirittura il tuo iPad, come telecomando per gestire il tuo Apple TV, grazie alla funzionalità Apple TV Remote, disponibile a partire da iOS 12 o iPadOS 13.

Questa funzionalità può essere richiamata dal Centro di Controllo di iPhone/iPad: su iPhone con Face ID, esegui uno swipe dall’alto verso il basso dall’angolo in alto a destra dello schermo; su iPhone con tasto Home, invece, fai uno swipe dal basso verso l’alto dal margine inferiore dello schermo.

Dopo aver richiamato il Centro di Controllo, fai tap sull’icona del telecomando, per avviare Apple TV Remote e utilizzare, quindi, il tuo iPhone/iPad come un telecomando per Apple TV. Non trovi questa icona? Avvia l’app Impostazioni e seleziona la voce Centro di Controllo. Premi poi il tasto + a fianco dell’opzione Apple TV Remote.

Ti ricordo che per utilizzare Apple TV Remote come telecomando per il tuo Apple TV, entrambi i dispositivi devono essere collegati alla stessa rete Wi-Fi. Inoltre, voglio segnalarti che la funzionalità Apple TV Remote serve anche per controllare gli Smart TV che sono muniti di AirPlay 2.

Come usare il telefono come telecomando Fire Stick

Telecomando

Se possiedi un Fire TV Stick/Cube per trasformare il tuo televisore in un media center e non trovi più il suo telecomando per poter navigare nei suoi menu, quello che puoi fare è utilizzare l’app Amazon Fire TV per usare il telefono come telecomando di questo dongle di Amazon.

Tutto quello che devi fare è scaricare sul tuo smartphone Android l’apposita app dal Play Store, usando il tasto Installa, o da store alternativi. Se possiedi un iPhone o un iPad, puoi prelevare dall’App Store la suddetta app: in questo caso, ti sarà necessario usare il Face ID, il Touch ID o la password dell’ID Apple per sbloccare il download e l’installazione.

Fatto ciò, devi assicurarti innanzitutto che sia lo smartphone/tablet che il Fire Stick siano collegati alla stessa rete Wi-Fi. Così facendo, all’apertura dell’app Fire TV, non devi fare altro che selezionare il nome del Fire Stick tra quelli in elenco e seguire le istruzioni a schermo per l’associazione dell’app come telecomando al dongle. Facile, dico bene?

Come usare il telefono come telecomando Sky

Sky

Possiedi un decoder Sky Q e vorresti usare il tuo smartphone o tablet come telecomando per gestirne i menu, dato che non hai a portata di mano il suo telecomando originale? In questo caso, devo avvisarti che puoi utilizzare alcune app di terze parti che consentono di rimpiazzare facilmente il suo telecomando con una comodissima app.

Per effettuare quest’operazione, devi ovviamente assicurarti che smartphone/tablet e decoder siano collegati alla stessa rete Wi-Fi. Successivamente, devi scaricare l’apposita app e configurarla per comunicare col decoder. Se vuoi saperne di più al riguardo, ti consiglio la lettura del mio tutorial su come accendere Sky Q senza telecomando.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.