Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare tavoletta grafica

di

Dopo aver letto la mia guida dedicata alle migliori tavolette grafiche, hai deciso di acquistarne ma, non avendo mai usato un oggetto simile prima d’ora, avresti bisogno di qualche “dritta” utile, almeno per iniziare: ti stai chiedendo, infatti, come usare tavoletta grafica sul computer, così da ottimizzare alcune operazioni che, con il mouse, iniziano a diventare fin troppo lunghe.

Se è questa la tua reale necessità, sappi che ti trovi proprio nel posto giusto da cui iniziare: di seguito, infatti, avrò cura di spiegarti come installare la tavoletta grafica sul computer, come configurarla avvalendoti dell’apposito software e, in seguito, come servirtene all’interno di alcuni programmi di uso comune.

Dunque, senza esitare oltre, mettiti bello comodo e leggi con attenzione tutto quanto ho da spiegarti sull’argomento: sono sicuro che, al termine della lettura di questa guida, sarai perfettamente in grado di raggiungere l’obiettivo che ti eri prefissato, senza il minimo sforzo. Detto ciò, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come installare la tavoletta grafica

Come installare la tavoletta grafica

Prima ancora di poter usare la tavoletta grafica per realizzare i tuoi lavori, devi innanzitutto installarne i driver sul computer, in modo tale da poterla sfruttare in maniera adeguata. Anche se, in alcuni casi, potrebbe essere possibile usare tavoletta grafica come mouse subito dopo aver collegato il cavo USB al computer (facendo muovere la penna a mo’ di cursore subito sopra la superficie sensibile e battendola su quest’ultima, per simulare il clic del mouse) senza installare alcunché, i controlli potrebbero assumere comportamenti inaspettati: nei miei test, per esempio, gli assi direzionali sono risultati invertiti.

Dunque, la prima cosa che devi fare è recarti sul sito Internet del produttore del dispositivo di puntamento, accedere all’area relativa al Supporto/Download, cliccare sulla sezione dedicata ai driver e, dopo aver specificato il modello di dispositivo in tuo possesso, effettuare il download del file più adatto al tuo sistema operativo.

Come installare la tavoletta grafica

Una volta ottenuto il programma d’installazione dei driver, eseguilo e segui le istruzioni che ricevi sullo schermo, per completare il processo; se ti viene richiesto, riavvia il computer, collega la tavoletta a quest’ultimo ed esegui la configurazione iniziale del dispositivo, eseguendo l’apposito software. Una volta completata questa operazione, la tavoletta grafica può essere usata all’interno di qualsiasi programma installato sul sistema operativo.

Per farti un esempio, lascia che ti spieghi come usare tavoletta grafica Wacom, o meglio, come procedere con l’installazione dei driver di periferica e con la configurazione iniziale del dispositivo. Dunque, per prima cosa, collega la tavoletta al computer tramite USB (avvalendoti di un adattatore apposito, se il tuo computer è provvisto di sole porte USB di tipo C), quindi recati nell’area dedicata ai driver presente sul sito Internet di Wacom e utilizza la barra di ricerca situata in alto, per individuare i driver più adatti al dispositivo in tuo possesso (ad es. Wacom Intuos Pro M).

Ora, clicca sul risultato più adatto al tuo caso e, quando compare il riquadro specifico per il dispositivo scelto, clicca sul link Scarica driver Windows, se utilizzi uno dei sistemi operativi di casa Microsoft, oppure Scarica driver Mac, se invece possiedi un computer di casa Apple. A download completato, apri il file ottenuto e segui le indicazioni più adatte, in base alla scelta fatta in precedenza.

  • Windows: clicca sui pulsanti e Accetto e attendi alcuni minuti, affinché il download e l’installazione dei file necessari al corretto funzionamento della periferica vengano completati. Al termine della procedura, clicca sul pulsante Riavvia ora, per riavviare sùbito il computer, oppure Riavvia in seguito, per farlo in un secondo momento. Se deciderai di non procedere nell’immediato, tieni presente che lo spegnimento del computer non equivale al riavvio: affinché il tutto vada a buon fine, dunque, premurati di effettuare quest’ultima operazione.
  • macOS: clicca sul pulsante Continua per due volte consecutive, ripeti la medesima operazione sui bottoni Accetta e Installa e, quando richiesto, inserisci la password del Mac nel campo di testo che compare sullo schermo e dai OK. Clicca infine sul pulsante Riavvia, per riavviare il computer e finalizzare l’installazione dei driver.

Come usare tavoletta grafica

All’avvio successivo, il software di gestione di Wacom dovrebbe aprirsi automaticamente: se così non fosse, puoi aprire il Wacom Desktop Center avvalendoti dell’apposita icona che, nel frattempo, è stata aggiunta al menu Start di Windows oppure al Launchpad di macOS. Ad ogni modo, scegli se partecipare o meno al programma di miglioramento esperienza utente di Wacom intervenendo sull’apposita casella e clicca sul pulsante OK, per accedere all’interfaccia del programma.

Da qui, puoi effettuare il download del software Wacom, regolare le Impostazioni della penna oppure accedere alla documentazione del dispositivo: la prima cosa che ti consiglio di fare è cliccare sulla seconda delle tre opzioni menzionate e serviti delle schede, delle caselle e dei menu che compaiono sullo schermo, per applicare le regolazioni e le personalizzazioni che desideri. Chiaramente, le opzioni visualizzate varieranno in base al modello di tavoletta grafica in tuo possesso.

Ti faccio presente che puoi applicare parametri personalizzati per ciascuna delle applicazioni che sei solito usare sul computer: per riuscirci, clicca sul pulsante [+] collocato nell’angolo in alto a destra della schermata di gestione della tavoletta grafica e seleziona il programma per il quale personalizzare il comportamento del tablet nella lista di quelli correntemente aperti. Fatta la tua scelta, clicca sul pulsante OK e utilizza le schede Penna e Corrispondenza, per impostare i parametri che desideri. Per approfondimenti, o nel caso in cui qualcosa non ti fosse chiara, puoi dare un’occhiata alla mia recensione di One by Wacom.

Come usare tavoletta grafica con Illustrator

Come usare tavoletta grafica con Illustrator

La tavoletta grafica può rappresentare un valido alleato per realizzare lavori di grafica vettoriale di tutto rispetto, ed è per questo che ti stai chiedendo come usarla con il celebre software Adobe Illustrator?

A tal proposito, sarai ben felice di sapere che, a seguito dell’installazione della tavoletta grafica sul tuo sistema operativo, essa risulterà utilizzabile tramite qualsiasi software installato sul computer. All’atto pratico, ciò significa che per usare tavoletta grafica con Illustrator non dovrai fare altro che aprire il programma, avviare la creazione di un nuovo documento e usare la superficie della tavoletta grafica a mo’ di canvas: per spostarti sul piano di lavoro, tieni la penna a breve distanza dal tablet e muovila in base alle tue esigenze; per effettuare un clic del mouse, premi sul tablet.

Allo stesso modo, puoi emulare il clic destro usando uno dei pulsanti fisici presenti sul pennino. Personalmente, per quanto concerne il disegno a mano libera, ti consiglio di associare le scorciatoie Tavola disegno (Maiusc+O), Annulla (Ctrl/cmd+Z), Matita (N), Pennelli (F5) e Pittura dinamica (Ctrl+Alt+X oppure alt+cmd+x) ai tasti disponibili sulla penna, a quelli presenti sul tablet oppure alle gesture predefinite, avvalendoti del software di controllo della tavoletta grafica. Tutte le scelte rapide da tastiera predefinite di Illustrator sono disponibili in questa pagina.

Per approfondimenti circa le modalità d’impiego di Adobe Illustrator, ti rimando alla lettura di questa mia guida, nella quale ti ho spiegato come realizzare immagini vettoriali con estrema facilità.

Come usare tavoletta grafica con Photoshop

Come usare tavoletta grafica con Photoshop

Lo stesso discorso visto poc’anzi vale anche per Photoshop: subito dopo aver aperto il programma, clicca sulla scheda Finestra, seleziona la voce Impostazioni pennello dal menu che compare e, successivamente, apponi il segno di spunta accanto alla voce Dinamica forme.

A seguito di questa operazione, dovrebbe comparire, sullo schermo, un’impostazione denominata Controllo: quando ciò avviene, scegli l’opzione Pressione penna, così da regolare il tratto disegnato dal pennello in base alla pressione applicata sulla tavoletta.

Per il resto, non c’è molto altro da fare, se non configurare gli strumenti che usi più spesso per l’uso tramite i tasti del pennino, oppure quelli della penna: puoi effettuare tali regolazioni tramite il software di gestione della tavoletta grafica. Per una lista completa delle scorciatoie predefinite utilizzabili in Photoshop, consulta questa pagina Web; per approfondimenti circa l’uso del programma, invece, può tornarti utile la guida specifica che ho dedicato all’argomento.

Come usare tavoletta grafica con Meet

Come usare tavoletta grafica con Meet

Ti stai chiedendo come usare tavoletta grafica come lavagna durante le tue conferenze su Google Meet? Beh, anche in questo caso, è poco più di un gioco da ragazzi. Dopo aver completato la configurazione della tavoletta sul computer, infatti, puoi avvalertene da qualsiasi programma tu desideri: ciò che devi fare, all’atto pratico, è creare una nuova videoconferenza su Google Meet, cliccare sul pulsante Presenta ora (lo schermo con la freccia verso l’alto) situato nella schermata della riunione, scegliere di voler condividere una finestra e selezionare, dalla lista che compare, il programma sul quale intendi appuntare le annotazioni (che deve essere stato preventivamente aperto). Per approfondimenti, dà uno sguardo al mio tutorial su come presentare su Meet.

Se non disponi di programmi specifici per lo scopo, puoi affidarti a Jamboard, la “lavagna virtuale” di Google dedicata proprio alle annotazioni a mano, che può essere avviata da qualsiasi videoconferenza di Google Meet: per farlo, clicca sul pulsante Attività (quello con le forme geometriche), seleziona la voce Collabora sulla lavagna dal pannello che compare e premi poi sul pulsante Avvia una nuova lavagna.

Dopo alcuni istanti, dovrebbe aprirsi una nuova finestra di Jamboard, sulla quale puoi disegnare utilizzando la tavoletta grafica e gli strumenti virtuali visibili sulla sinistra.

A seguito di questa operazione, tutti i partecipanti alla riunione otterranno un link al Jam, tramite il quale potranno visualizzare la lavagna (e le relative modifiche in tempo reale); per impostazione predefinita, gli ospiti potranno soltanto vedere la lavagna, senza modificarla. Se vuoi alterare questo comportamento, clicca sul pulsante Condividi, inserisci l’indirizzo Gmail dell’utente per il quale autorizzare le modifiche nell’apposito campo e, dopo averlo selezionato, imposta il menu a tendina corrispondente su Editor. Quando hai finito, clicca sul pulsante Fine e il gioco è fatto.

Per saperne di più su come usare Google Meet, ti rimando alla lettura del tutorial specifico disponibile sul mio sito.

Come usare tavoletta grafica per scrivere

Come usare tavoletta grafica per scrivere

Ti piacerebbe usare la tavoletta grafica per scrivere? Nulla di più semplice! Tutto ciò che devi fare è installare sul tuo computer uno tra i numerosi programmi per annotazioni disponibili sulla scena, quali potrebbero essere Microsoft OneNote, Microsoft Whiteboard o Evernote: ciascuno di essi integra, infatti, una modalità di scrittura a mano, che puoi usare per prendere annotazioni di qualsiasi tipo, servendoti della tavoletta grafica.

Microsoft OneNote, in particolare, consente inoltre di “tradurre” il testo inserito tramite la tavoletta grafica in testo digitale – ammesso, e non concesso, che la grafia sia leggibile – con un clic del mouse: dopo aver appuntato i contenuti necessari, seleziona la zona che desideri “tradurre” in testo usando il tasto sinistro del mouse (oppure la funzione selezione fissa del pennino), fai clic destro sulla zona selezionata e scegli la voce In testo dal menu contestuale che ti viene proposto.

Se ti interessa saperne di più in merito al funzionamento dei programmi per prendere appunti che ti ho menzionato in questa sezione, da’ uno sguardo al tutorial d’approfondimento disponibile sul mio sito.

Come usare tavoletta grafica come secondo schermo

Come usare tavoletta grafica come secondo schermo

Se possiedi una tavoletta grafica con display interattivo e hai provveduto a installarne i driver sul tuo sistema operativo, puoi usarla come secondo schermo semplicemente collegandola a un ingresso HDMI libero sulla scheda video del computer. Se poi l’unico ingresso di questo tipo è già occupato dal monitor principale, puoi “ricavare” una seconda porta HDMI da un ingresso di tipo DVI, DisplayPort oppure Thunderbolt/USB-C, con l’impiego di appositi cavi con connettori differenti o adattatori dedicati allo scopo (maggiori info qui).

KabelDirekt – Cavo Adattatore HDMI-DVI – 2 m (bidirezionale, DVI-D 24+...
Vedi offerta su Amazon
IVANKY Cavo USB C a HDMI【4K@60Hz Nylon Intrecciato】Cavo USB Type C a H...
Vedi offerta su Amazon
Snowkids Cavo DisplayPort a HDMI 1.4-1,8m 4K Ultra HD maschio Adattato...
Vedi offerta su Amazon

Una volta collegata la tavoletta grafica a uno degli ingressi video del computer, non ti resta che mettere in comunicazione i due dispositivi anche tramite USB e il gioco è fatto: nel giro di qualche istante, il contenuto della finestra attiva dovrebbe essere proiettato sul display interattivo.

Agendo dalle impostazioni del sistema operativo e/o dal software di gestione della tavoletta grafica, poi, è possibile scegliere se replicare l’intero desktop, una parte di esso oppure la finestra di una specifico programma o applicazione, anche subito dopo l’apertura. Per approfondimenti, ti consiglio di leggere il manuale d’uso o la guida digitale della tavoletta grafica in tuo possesso, nella quale troverai sicuramente preziose indicazioni al riguardo.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.