Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare il tablet come tavoletta grafica

di

Negli ultimi tempi ti stai sempre di più interessando al mondo della grafica digitale e vorresti fare uno step successivo acquistando una tavoletta grafica. Purtroppo, però, hai notato che ci sono tanti modelli, da quelli più economici a quelli più costosi, e sei molto indeciso, poiché in fine dei conti non sai nemmeno se effettivamente la utilizzerai mai.

Da qualche tempo possiedi un tablet e vorresti provare a trasformarlo in una tavoletta grafica, magari per provare a vedere se potrebbe davvero esserti utile l’acquisto di una tavoletta grafica professionale. In Rete hai trovato diverse guide al riguardo, ma poi nessuna ti spiegava bene come usare il tablet come tavoletta grafica, non è vero?

Nessun problema, in questo tutorial ti mostrerò come trasformare il tuo tablet in una tavoletta grafica, che sia un tablet Android o un iPad, da collegare poi al tuo computer, che sia esso un PC Windows o un Mac. Prenditi cinque minuti di tempo, mettiti comodo e inizia con la lettura dei prossimi paragrafi. Buona lettura!

Indice

Come usare il tablet come tavoletta grafica per PC

Come usare il tablet come tavoletta grafica per PC

Lavori spesso con programmi di grafica sul tuo PC e vorresti poter utilizzare il tablet come una tavoletta grafica, magari per sfruttare il touch-screen o un pennino. Permettimi, quindi, di spiegarti come usare il tablet come tavoletta grafica per PC, sia esso un tablet Android o un iPad.

Come usare tablet come tavoletta grafica Windows

Come usare tablet come tavoletta grafica per Windows

Possiedi un tablet Android e un PC Windows e vorresti provare a trasformare il tuo tablet in uno schermo secondario per il tuo PC, come una vera e propria tavoletta grafica. Purtroppo, però, non sei molto esperto, per cui non hai proprio idea su come usare tablet come tavoletta grafica Windows, ho ragione?

Per trasformare il tuo tablet in una tavoletta grafica ti consiglio di utilizzare l’app SuperDisplay, disponibile al download sul Play Store o su store alternativi per i dispositivi privi dei servizi Google. L’app in questione è scaricabile gratuitamente, ma può essere utilizzata gratis solo per 3 giorni, passati i quali sarà necessario acquistare una licenza al prezzo di 9,99 euro.

L’app in questione può essere utilizzata sia tramite cavo USB che tramite rete Wi-Fi, ma in realtà quest’ultima, come afferma l’azienda stessa, è una soluzione da utilizzare solo in caso di necessità, poiché le migliori prestazioni si ottengono tramite connessione cablata. Inoltre, è necessario avere un PC con Windows 10 o successivi (es. Windows 11).

Prima di procedere, però, è necessario installare i driver ADB sul tuo PC e abilitare il Debug USB sul tuo tablet. Puoi scaricare i driver ADB direttamente dal forum di XDA Developers, dove puoi scaricare il file eseguibile ADB Installer. Una volta scaricato il pacchetto, ti basterà estrarre il file con estensione .exe presente al suo interno e fare doppio clic su di esso per avviare il processo di installazione: rispondi Y (yes) a ogni domanda che ti viene posta e attendi che la procedura di installazione venga portata a termine.

Dal tuo tablet, invece, devi abilitare il Debug USB. Per farlo, apri l’app Impostazioni, tocca sulla voce Informazioni sul tablet posta in basso e tocca più volta sulla voce Numero Build fino a quando non appare un avviso che ti annuncia che hai abilitato le Impostazioni sviluppatore: immetti il codice di sblocco del tablet qualora venga richiesto.

Ora torna nella schermata principale delle Impostazioni, tocca sulla voce Sistema e successivamente su Opzioni sviluppatore: scorri tra le varie voci e imposta su ON la levetta relativa alla voce Debug USB.

Una volta fatto questo, dal PC recati sul sito Web di SuperDisplay, clicca sul pulsante Download Windows driver e attendi che venga completato il download. Successivamente, fai doppio clic sul file eseguibile, rispondi all’avviso del Controllo account utente, accetta i termini e condizioni, clicca sul pulsante Installa e attendi che l’installazione venga completata. Qualora venisse richiesta l’installazione di Microsoft Visual C++, consenti l’installazione cliccando sul pulsante Installa (si tratta di un componente gratuito ufficiale di Microsoft, quindi sicuro).

Bene, ora apri l’app SuperDisplay sul tuo tablet e premi sul pulsante OK e successivamente su Don’Allow dal pop-up che appare a schermo. Ora, collega il cavo USB dal tablet al tuo PC, utilizzando quello presente nella confezione di vendita del tablet (o uno compatibile). Una volta connesso, apparirà un pop-up sullo schermo del tablet che ti richiederà di consentire la connessione USB tramite debug: imposta il segno di spunta sulla voce Consenti sempre da questo computer e successivamente premi sul pulsante OK.

Dopo qualche secondo, come per magia, lo schermo del tuo PC comparirà anche sul tuo tablet e potrai sfruttare il touch-screen o un pennino capacitivo per utilizzarlo. Ora non ti resta che aprire un qualsiasi software di grafica e iniziare a divertirti con il tuo tablet trasformandolo in una vera e propria tavoletta grafica.

Come usare iPad come tavoletta grafica per PC

Come usare iPad come tavoletta grafica per PC

Possiedi un iPad e un PC Windows e vorresti scoprire come usare iPad come tavoletta grafica per PC, ma pensi che sia una cosa impossibile. Ti sbagli, perché anche iPad può essere utilizzato come una tavoletta grafica per il tuo PC e ora ti spiego come fare.

In questo caso ti consiglio di utilizzare l’applicazione Duet Display, che ti consentirà di utilizzare l’iPad come secondo schermo per il tuo PC Windows e quindi poterlo trasformare in una vera e propria tavoletta grafica. Ti segnalo che l’applicazione per iPad ha un costo di 19,99 euro a cui bisogna aggiungere l’abbonamento da 37,99 euro/anno o 4,49 euro/mese (dopo una trial di 7 giorni) per sfruttare la funzione che consente di utilizzare il tablet di Apple come tavoletta grafica. Per tua informazione, funziona anche su Mac (anche se su quest’ultimo ti consiglio di sfruttare la funzionalità nativa di cui ti parlerò più avanti).

Per prima cosa, dal PC Windows su cui intendi installare il client di Duet Display, recati sul sito Web dell’applicazione, clicca sul pulsante Iniziare e compila il modulo proposto andando a indicare nella fattispecie email e password (anche nel campo Conferma password). Dopodiché fai nuovamente clic sul bottone Iniziare. A registrazione fatta, premi sul link di verifica presente nel messaggio che hai ricevuto via email, così da completare la procedura di attivazione dell’account appena creato.

Fatto ciò, accedi al tuo account e poi clicca sul pulsante Inizia 1 Settimana di prova posta sotto il box Duet Pro e inserisci i dati di pagamento nel modulo posto sulla destra; dopodiché clicca sul pulsante Avvia prova. Qualora volessi disdire l’abbonamento prima che termini la prova (così da non pagare nulla), sappi che potrai farlo successivamente.

Successivamente, clicca sul pulsante Duet per Windows 10+, attendi che venga avviato e ultimato il download del file .exe e poi aprilo. Dopodiché clicca sui pulsanti , spunta la casella Accetto i termini e le condizioni della Licenza, fai clic sul pulsante Inizia e attendi che il processo di installazione venga completato. Potrebbe esserti chiesto di installare componenti aggiuntivi per far funzionare correttamente l’applicazione: nel caso, acconsenti cliccando sul pulsante quando necessario.

Successivamente, avvia l’applicazione di Duet sul tuo PC, clicca sulla voce Profilo (sulla sinistra) e accedi con l’account che hai creato precedentemente. Se vuoi disdire l’abbonamento prima che scada la trial, fai clic sul link Gestisci qui il tuo account per [tua email] e decidi con quale browser completare l’azione (es. Edge). Nella pagina Web apertasi, clicca sul link Annulla Abbonamento e poi premi sul bottone Confirm Cancellation per portare a termine l’operazione. Infine, clicca sul pulsante Annulla piano (per due volte di seguito) e il gioco è fatto.

Ora, recati nella finestra del client di Duet Display, fai clic sulla voce Impostazioni (sulla sinistra) e apponi la spunta sulla casella Abilita Duet Air se desideri abilitare la funzione di connessione in modalità wireless.

Duet

Su iPad, invece, scarica l’app Duet Display dall’App Store (ha un costo di 19,99 euro), aprila e premi sul pulsante Continua. Spunta poi le caselle Sì, accetto termini & condizioni e Sì, accetto l’informativa sulla privacy, pigia di nuovo sul bottone Continua e accedi al tuo account premendo sulla voce Tocca qui se hai già un account. Compila quindi il modulo di login con i tuoi dati di accesso (e-mail e password).

A login effettuato, premi sul pulsante Continua (per due volte di seguito) e poi sul bottone Iniziamo. Successivamente collega l’iPad al PC con un cavo USB Apple originale oppure in modalità Wi-Fi premendo sull’icona della funzione wireless posta sulla sinistra (l’iPad deve essere collegato alla stessa rete wireless a cui è collegato il PC) e decidi cosa vuoi vedere sullo schermo del Mac: Specchio, per duplicare lo schermo; Estendere, per estenderlo sull’iPad.

Duet

Missione compiuta! Ora il tuo iPad mostrerà lo schermo del tuo PC e potrai utilizzare sia il touch-screen, che la Apple Pencil, in modo tale da poterti divertire come se fossi su una sorta di tavoletta grafica “made in Cupertino”.

Come usare il tablet come tavoletta grafica per Mac

Come usare il tablet come tavoletta grafica per Mac

Possiedi un tablet e vorresti trasformarlo in una vera e proprio tavoletta grafica, magari sfruttando anche un pennino capacitivo per poter disegnare al meglio. Purtroppo, però, non hai la minima idea di come procedere e vorresti capire come usare il tablet come tavoletta grafica per Mac, non è vero?

Se possiedi un iPad e un Mac potresti sfruttare la funzione Sidecar che ti permette di utilizzare iPad come un secondo monitor per il tuo Mac, sai tramite cavo che tramite wireless e quindi utilizzarlo anche come una vera e propria tavoletta grafica, da utilizzare in combinazione con qualche software di grafica, come ad esempio Photoshop.

Per poter utilizzare questa funzione, però, è necessario che sia l’iPad che il Mac soddisfino alcuni requisiti di sistema, tra cui il fatto di aver eseguito l’accesso allo stesso ID Apple, oltre a essere aggiornati ad iPadOS 13 e successivi (iPad) e macOS 10.15 Catalina e successivi (Mac). Per maggiori informazioni puoi dare un’occhiata al sito ufficiale di Apple, dove trovi anche l’elenco completo dei dispositivi compatibili.

Inoltre, per sfruttare la funzione Sidecar tramite wireless, entrambi i dispositivi non devono essere a più di 10 metri di distanza e devono avere Bluetooth, Wi-Fi e Handoff abilitati. Su iPad, ti basterà aprire l’app Impostazioni e impostare su ON la levetta delle voci Wi-Fi e Bluetooth, mentre andando su Generali > AirPlay e Handoff imposta su ON la levetta delle voce Handoff.

Su Mac, invece, clicca sull’icona del Centro di controllo (quella con i due interruttori) posta in alto a destra e imposta su ON la levetta delle voci Wi-Fi e Bluetooth. Successivamente apri le Preferenze di sistema, raggiungibili dall’icona dell’ingranaggio nella barra Dock, poi fai clic su Generali e imposta il segno di spunta alla voce Consenti Handoff tra questo Mac e i tuoi dispositivi iCloud.

Per usare Sidecar tramite USB, invece, collega l’iPad al Mac tramite il cavo fornito in dotazione e fai tap sul pulsante Autorizza e successivamente immetti il codice di sblocco per autorizzare la connessione tra iPad e Mac.

Ora non ti resta che cliccare nuovamente sull’icona del Centro di controllo su Mac, selezionare la voce Schermo dal menu che compare e cliccare sulla voce iPad di [nome] che trovi sotto la dicitura Duplica o estendi su.

In pochi secondi il tuo Mac si connetterà e l’iPad e potrai decidere se usare l’iPad come monitor separato oppure per duplicare lo schermo del computer, selezionando l’opzione che preferisci dalla medesima sezione del menu del Centro di controllo.

Missione compiuta! Ora ti basterà aprire un qualsiasi software di grafica sul Mac e iniziare a divertirti con lo schermo del tuo iPad, magari sfruttando tutte le potenzialità della Apple Pencil, e trasformarlo in una vera e propria tavoletta grafica. Trovi maggiori informazioni su come collegare lo schermo di iPad al Mac nel mio tutorial dedicato.

Come usare il tablet come tavoletta grafica per Mac

Come dici? Possiedi un tablet Android e un Mac e vorresti utilizzarlo esattamente come ti ho illustrato poc’anzi con iPad? Purtroppo non è possibile utilizzare la funzione Sidecar con altri tablet che non siano iPad, ma potresti utilizzare un’app disponibile sul Play Store utile proprio a questo scopo.

L’app in questione si chiama Splashtop Personal e riesce a collegare i tablet Android al Mac, in modo tale da poter utilizzare lo schermo del tablet come un monitor secondario o estendere il display del Mac su quello del tablet. L’app è gratuita ed è davvero molto semplice da utilizzare. Ti basterà scaricarla sul tuo tablet Android dal Play Store (store alternativi) e poi installare il client per Mac dal sito ufficiale.

Dopo aver installato entrambi, ti basterà creare un account direttamente dall’applicazione, inserendo email e password, e successivamente effettuare l’accesso al medesimo account su entrambi i dispositivi.

Per collegare il tablet al Mac ti basterà cliccare sul nome del Mac che ti apparirà nell’applicazione e attendere qualche secondo che il collegamento vada a buon fine.

HUAWEI Super Device

Huawei

Hai dei dispositivi Huawei? In tal caso, sappi che puoi sfruttare l’ecosistema del colosso cinese per utilizzare il tablet come tavoletta grafica del PC, grazie alla funzione Multi-Screen Collaboration basata sul concetto di HUAWEI Super Device in cui tablet, PC e smartphone Huawei collaborano tra loro per condividere lo schermo, scambiare file in modalità wireless e altro ancora.

Se vuoi avere maggiori informazioni a questo riguardo, puoi farti un’idea leggendo le mie recensioni di HUAWEI MatePad 10.4 e HUAWEI MateBook 16s, dove te ne ho parlato.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.