Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come usare WhatsApp senza SIM

di

Nei giorni scorsi ho ricevuto diversi messaggi da parte di amici che mi chiedevano come installare WhatsApp su un dispositivo senza SIM, come ad esempio un tablet sprovvisto di supporto alla rete 3G/LTE o un vecchio smartphone che si utilizza come lettore MP3. Beh, in realtà non si tratta di una missione così “impossibile” come potrebbe sembrare.

Usare WhatsApp senza SIM è possibilissimo. La SIM, infatti, è richiesta solo durante la fase di configurazione iniziale della app per verificare il numero di telefono dell’utente. Successivamente, basta collegare il proprio smartphone o tablet a una rete wireless e WhatsApp funziona senza alcun problema: permette di inviare e ricevere messaggi, effettuare chiamate ecc. Non ci sono limitazioni di sorta.

Questo cosa vuol dire? Che puoi bypassare la richiesta iniziale della SIM da parte di WhatsApp utilizzando un vecchio telefonino, o meglio, una vecchia SIM (che non usi più e che non è mai stata associata a un account di WhatsApp) oppure ricorrendo a un numero di telefono temporaneo. Di cosa si tratta? Te lo spiego tra un po’. Ora cerchiamo di andare con ordine e vediamo come attivare WhatsApp su un tablet o uno smartphone sprovvisto di SIM utilizzando il vecchio cellulare che hai chiuso nel cassetto da tempo immemore.

Indice

Come usare WhatsApp senza scheda SIM

Come ti dicevo in apertura, esistono diversi sistemi per poter usare WhatsApp senza scheda SIM: tutti quelli che trovi indicati nei passi qui di seguito. Cerca, dunque, di individuare la soluzione che ritieni possa fare maggiormente al caso tuo e comincia subito a sfruttarla.

Come usare WhatsApp senza SIM con vecchio numero

Come usare WhatsApp senza SIM

Hai un vecchio cellulare chiuso nel cassetto da anni? Bene, se in quel cellulare c’è una SIM ancora attiva, anche senza credito ma in grado di ricevere gli SMS, puoi servirtene per passare la fase di attivazione iniziale di WhatsApp e utilizzare l’applicazione sul tuo dispositivo privo di scheda. Naturalmente il numero a cui fa capo la SIM non deve essere già associato a un account di WhatsApp, altrimenti la procedura non andrà a buon fine.

Ciò detto, per poter usare WhatsApp senza SIM con vecchio numero sul tuo telefono privo di scheda, collega il dispositivo a una rete wireless e scarica il client ufficiale di WhatsApp per Android e iOS, come spiegato nel mio tutorial dedicato all’argomento: basta aprire lo store dello smartphone, cercare WhatsApp Messenger e procedere al download della app premendo sul pulsante Installa/Ottieni.

Dopodiché avvia WhatsApp, fai tap sul pulsante Accetta e continua e digita il numero del tuo vecchio cellulare nella schermata che si apre (completo di prefisso internazionale, che per l’Italia è +39). Ad operazione completata, premi sul pulsante OK per due volte consecutive e attendi che sul tuo vecchio telefonino venga recapitato l’SMS con il codice di attivazione del servizio, dovrebbero volerci pochi secondi.

Digita quindi il codice di verifica sullo smartphone su cui stai installando WhatsApp e completa la procedura di creazione del tuo account scegliendo un nome e una foto da associare al tuo profilo personale. Missione compiuta! Sei entrato ufficialmente in WhatsApp e ora puoi utilizzare l’applicazione anche se il tuo telefonino è senza SIM.

Se sullo schermo dello smartphone compare un messaggio di errore che ti dice che la verifica via SMS è fallita, non ti preoccupare. Premi sul pulsante Chiamami, rispondi alla chiamata che riceverai sull’altro cellulare e digita il codice di verifica che ti verrà dettato a voce da un servizio automatico.

La procedura appena vista insieme vale non solo per gli smartphone, ma anche per i tablet Android sprovvisti di SIM. L’unica differenza è che potresti dover scaricare WhatsApp sotto forma di pacchetto .apk anziché dal Play Store, come spiegato nella mia guida specifica sul da farsi.

La situazione si rivela un tantino più complessa qualora volessi usare WhatsApp senza SIM su iPad. In tal caso, infatti, poiché la famosa app di messaggistica non è disponibile per iPadOS, occorre sfruttare WhatsApp da Web, il quale, però, funziona come una sorta di “satellite” dell’applicazione “vera e propria”. Trovi tutto spiego in maniera molto più precisa nel passo dedicato a come usare WhatsApp senza SIM su PC presente più avanti.

Come usare WhatsApp senza SIM con numero temporaneo

Come usare WhatsApp senza SIM

Vuoi usare WhatsApp senza SIM ma non hai un cellulare sul quale far pervenire il codice di attivazione dell’applicazione? Allora potresti collegarti a Google e cercare un numero di telefono usa-e-getta.

Forse non ne hai ancora sentito parlare, ma esistono dei siti Internet che offrono numeri di telefono temporanei da utilizzare per ricevere SMS di attivazione da parte di servizi come WhatsApp (un po’ come le email temporanee per le registrazioni ai social network o ai servizi online). Purtroppo non è facile trovarne uno funzionante con WhatsApp, in quanto è molto probabile che i numeri offerti siano già stati usati per attivare altri account, ma tentar non nuoce.

Per cui, per provare ad usare WhatsApp senza SIM con numero temporaneo, basta cercare su Internet termini come “fake phone number for verification” o “fake number SMS”, in modo tale da riuscire a scovare servizi di questo tipo, come nel caso di quelli che ti ho segnalato nella mia guida sull’argomento. Di solito non sono richieste né registrazioni via email né numeri di telefono da usare come conferma della propria identità. Se trovi siti che chiedono informazioni per la registrazione o addirittura si fanno pagare, stanne alla larga, probabilmente si tratta di truffe.

Una volta trovato uno dei siti con i numeri di telefono temporanei, individua il numero che ha meno messaggi al suo attivo e clicca su di esso per visualizzare tutti gli SMS ricevuti nelle ultime ore. Se fra i messaggi c’è già qualche codice di attivazione di WhatsApp, scegli un altro numero, quello probabilmente non è più utilizzabile.

Una volta individuato un numero di telefono “libero”, sfruttalo per usare WhatsApp sul tuo dispositivo, scaricando e installando la nota app di messaggistica sul cellulare e procedendo all’attivazione dell’account, come ti ho spiegato nel passo precedente.

Come usare WhatsApp su tablet senza SIM

Come usare WhatsApp senza SIM

WhatsApp Web è una funzione che permette di utilizzare WhatsApp dal computer mediante Chrome, Firefox o altri browser Web molto popolari (eccetto Internet Explorer). Quello che non tutti sanno è che, in realtà, il servizio è accessibile anche da dispositivi mobili attivando la modalità di visualizzazione desktop del browser.

Ciò significa che se non sei riuscito a usare WhatsApp senza SIM seguendo una delle procedure illustrare in precedenza, puoi attivare WhatsApp Web sul tuo tablet (ma volendo anche dallo smartphone, non fa differenza) e accedere al servizio con questo stratagemma, senza contare il fatto che puoi servirtene direttamente da computer.

Attenzione però, in questo modo non otterrai un nuovo account WhatsApp ma solo una “ripetizione” di quello che già hai sul tuo telefonino (il quale dovrà essere acceso e connesso a Internet per far funzionare WhatsApp Web). Ti va bene lo stesso? Allora ecco come devi procedere per riuscire ad usare WhatsApp su tablet senza SIM.

  • Apri il browser sul dispositivo sul quale desideri utilizzare WhatsApp;
  • Collegati all’indirizzo web.whatsapp.com e, se stai agendo da mobile, attiva la visualizzazione desktop del browser. Ad esempio, su Chrome basta premere sul pulsante (…) collocato a destra e selezionare la voce Richiedi sito desktop dal menu che compare, mentre su Safari bisogna fare tap sull’icona aA che si trova sulla barra degli indirizzi e selezionare la voce Richiedi sito desktop dal menu che si apre;
  • Seleziona la voce relativa a WhatsApp Web/Desktop dal menu delle impostazioni di WhatsApp sul tuo smartphone principale e inquadra il QR code comparso sullo schermo del dispositivo senza SIM.

Che altro aggiungere? Complimenti! Adesso puoi usare una versione “clonata” del tuo WhatsApp sul dispositivo da te impiegato al momento ma senza scheda SIM.

Se lo ritieni più comodo, ti segnalo anche l’esistenza di applicazioni di terze parti come Tablet Messenger per Android e PadChat per iPad che permettono di usare WhatsApp Web sui tablet Android e sugli iPad senza dover “smanettare” nelle impostazioni del browser. Per maggiori informazioni, leggi i miei tutorial su come installare WhatsApp su tablet e come scaricare WhatsApp su iPad.

Inoltre, se ti può interessare, ti comunico che esiste un client ufficiale di WhatsApp per Windows e macOS che permette di usare WhatsApp da computer senza aprire il browser. Trovi spiegato come funziona nel mio tutorial su come usare WhatsApp su PC.

Altre soluzioni per usare WhatsApp senza SIM

Come usare WhatsApp senza SIM

Sul mercato sono disponibili delle SIM realizzate appositamente per WhatsApp. Una di queste è ChatSIM che ha un proprio numero di telefono (da impiegare al posto di quello del proprio smartphone principale) e permette di usare WhatsApp, Facebook Messenger, QQ International, WeChat, LINE, Telegram, BBM, Hike e Kakao in vari paesi del mondo senza preoccuparsi troppo dei costi di roaming. Si tratta di una soluzione abbastanza utile per chi viaggia molto, ma il suo funzionamento non è esente da problemi e i suoi costi non sono poi così contenuti.

Una ChatSIM costa 5$, ai quali bisogna aggiungere 20$/mese di ricarica (oppure 25$/anno) per attivare il piano per chattare e inviare emoji in maniera illimitata. A tali cifre potrebbe poi essere necessario sommare l’acquisto dei crediti necessari all’invio di foto e video e all’effettuazione di chiamate VoIP.

Ogni ricarica di 20$ nella Zona 1 (la Zona che comprende l’Italia) permette di inviare 100 foto, 40 video e di effettuare 80 minuti di chiamate VoIP. Ulteriori ricariche sono opzionali. Se non si ricarica la SIM per oltre 1 anno il numero viene disattivato. Inoltre è bene sapere che ci sono delle soglie per il traffico che è possibile sfruttare nelle varie aree e quindi è bene informarsi anche su questo aspetto prima di effettuare l’acquisto.

Fatte queste doverose precisazioni, ti suggerisco di dare un’occhiata al sito Internet di ChatSIM e di valutare con attenzione l’opportunità di adoperare questa SIM per attivare il tuo WhatsApp di “scorta”. La scheda la puoi ordinare direttamente dal sito di ChatSIM o da Amazon (dove arriva già con il credito). In seguito alla ricezione della SIM, devi eseguire il processo di attivazione tramite il sito ufficiale del servizio, dopodiché devi configurare gli APN sul tuo smartphone seguendo le istruzioni fornite da ChatSIM e il gioco è fatto.

ChatSim Unlimited - Scheda SIM Internazionale per chattare con Whatsap...
Vedi offerta su Amazon

In alternativa, puoi prendere in considerazione l’ipotesi di attivare una nuova scheda con un operatore virtuale, come per esempio ho.mobile e Kena (o anche Iliad, sebbene non si tratti di un operatore virtuale), i quali consentono di compiere l’operazione in questione in maniera abbastanza economica, con piani tariffari con minuti e SMS illimitati e un cospicuo numero di GB per la connessione dati, e di dedicare l’uso della numerazione ottenuta solo ed esclusivamente a WhatsApp. Per approfondimenti, ti consiglio la lettura della mia guida dedicata alla miglior tariffa ricaricabile.

Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.