Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come vedere il proprio numero di telefono

di

Facendo un po’ d’ordine nella tua stanza, hai trovato una vecchia SIM di cui non ricordavi nemmeno l’esistenza. Con tua somma sorpresa, hai scoperto che la scheda funziona ancora ed è perfettamente compatibile con il tuo smartphone; purtroppo però non riesci a ricordarti quale sia il numero di telefono a essa associata. Beh, lascia che te lo dica: ti stai perdendo in un bicchiere d’acqua!

Per quanto tu possa essere negato con i dispositivi tecnologici, risalire al proprio numero di telefono è un’operazione semplicissima e ci sono varie procedure che permettono di farlo: è possibile, a esempio, controllare le impostazioni dello smartphone, effettuare una telefonata verso un numero che si ha a propria disposizione o, nella peggiore delle ipotesi, basta rivolgersi al proprio operatore.

Insomma, è inutile starsene lì impalati e chiedersi come vedere il proprio numero di telefono: molto meglio rimboccarsi le maniche, scegliere una delle tante soluzioni disponibili e metterla in pratica. Qui sotto c’è spiegato tutto, quindi direi di non perdere altro tempo e di passare subito all’azione. Buona lettura e in bocca al lupo per la tua “ricerca”!

Indice

Come vedere il proprio numero di telefono sul cellulare

Il modo più semplice per vedere il proprio numero di telefono sul cellulare è accedere alle impostazioni del dispositivo e richiamare la voce che permette di avere informazioni dettagliate sullo smartphone e sulla SIM in uso. Qui sotto trovi le istruzioni su come procedere su tutte le piattaforme software più diffuse: indicazioni che, è doveroso precisarlo, risultano valide anche per scoprire come vedere il proprio numero di telefono sul tablet.

Come vedere il proprio numero di telefono su Android

Come vedere il proprio numero di telefono di Android

Se hai uno smartphone (o un tablet) basato sul sistema operativo Android, puoi visualizzare il tuo numero di telefono prendendo il dispositivo, sbloccandolo, accedendo alla home screen, selezionando l’icona delle Impostazioni (quella con la ruota d’ingranaggio) e, nella schermata che compare, selezionando prima la voce Info sul telefono e poi quella Stato.

Si aprirà una nuova schermata con tutti i dettagli sul dispositivo in uso, come lo stato della batteria, il suo livello di carica, il tipo di rete cellulare in uso e il numero associato alla SIM installata nel device, che è riportato accanto alla dicitura Il mio numero di telefono.

Se in corrispondenza del campo che dovrebbe indicare il numero di telefono visualizzi la dicitura Numero sconosciuto, molto probabilmente stai usando una SIM sostitutiva (cioè una SIM richiesta come sostituzione di una scheda smarrita, danneggiata o rubata) o una SIM senza numero registrato. Passa quindi alle indicazioni che trovi nelle righe successive e prova a mettere in pratica gli ulteriori suggerimenti che ti ho fornito per risalire alla tua numerazione.

Tieni presente che le indicazioni relative alle voci nelle impostazioni di Android che ti ho menzionato poc’anzi potrebbero differire leggermente rispetto a quanto da te visualizzato sul display del tuo smartphone. La cosa dipende essenzialmente da marca e modello del dispositivo che stai impiegando, oltre che dalla versione di Android in uso.

Come vedere il proprio numero di telefono su iPhone

Come vedere il proprio numero di telefono su iPhone

Vediamo ora come verificare il numero su iPhone (la stessa procedura la si può seguire per vedere il proprio numero di telefono su iPad). Tutto quello che devi fare è prendere il dispositivo, sbloccarlo, selezionare l’icona delle Impostazioni (quella con la ruota d’ingranaggio) che si trova in home screen e fare tap sulla voce Telefono.

Si aprirà una schermata con il numero della SIM in uso, riportato in corrispondenza della dicitura Il mio numero (n alto) e, a seguire, opzioni come l’inoltro di chiamata, l’avviso di chiamata e l’assistente di chiamata.

Se non riesci a visualizzare il numero, probabilmente stai usando una SIM sulla quale non è stato registrato alcun recapito telefonico o una SIM sostitutiva. Per capire come riuscire comunque nel tuo intento, puoi fare tuo interesse alle indicazioni che trovi nelle righe successive di questo tutorial.

Come vedere il proprio numero di telefono tramite operatore

Se con le indicazioni che ti ho fornito poc’anzi non hai ottenuto i risultati sperati, ti comunico che è altresì possibile vedere il proprio numero di telefono tramite operatore. Per riuscirci, ti basta contattare il tuo gestore telefonico (o meglio, quello a cui fa capo la SIM del numero da recuperare) e chiedere supporto a quest’ultimo. Puoi compiere l’operazione in questione telefonicamente oppure recandoti di persona in negozio, come provvederò a spiegarti nelle righe successive.

A proposito del contattare telefonicamente il tuo gestore telefonico, sappi che le combinazioni di tasti da premere per poter parlare con un consulente possono essere soggette a variazioni nel corso del tempo. Per cui, mie indicazioni a parte, ti consiglio sempre e comunque di seguire con la massima attenzione le istruzioni della voce guida, al fine di evitare di incappare in inutili perdite di tempo ed errori di forma.

Come vedere il proprio numero di telefono TIM

Logo TIM

Se sei un cliente TIM, puoi metterti in contatto con il tuo operatore chiamando il 119, ascoltando le indicazioni della voce registrata e premendo sui tasti necessari a richiedere l’intervento di un consulente in carne e ossa. Più precisamente, è sufficiente premere prima il tasto 2, per ottenere supporto per la linea mobile, e poi il tasto 3, per ottenere assistenza tecnica.

Dopo esserti messo in contatto con un operatore umano, per ottenere il tuo numero di telefono, dovrai fornire le tue informazioni personali (es. il codice fiscale) e probabilmente anche il numero di serie della SIM. Se ritieni di aver bisogno di maggiori istruzioni su come contattare il servizio clienti di TIM, segui le indicazioni che trovi nel mio tutorial su come parlare con un operatore TIM.

Se il supporto telefonico di TIM non riesce a soddisfare la tua richiesta, puoi recarti in un centro fisico dell’operatore, ricordandoti di portare con te un documento di riconoscimento valido, il codice fiscale, la SIM relativa al numero da scoprire e i dati di quest’ultima. Puoi trovare i negozi TIM più vicini a casa tua visitando questa pagina Web del sito del gestore.

Come vedere il proprio numero di telefono Vodafone

Logo Vodafone

Sei un cliente Vodafone? In tal caso, prova a contattare il 190, ascolta le indicazioni di Tobi (il bot di Vodafone) e, quando ti viene chiesto se desideri ricevere assistenza per il numero di telefono dal quale stai chiamando, rispondi in maniera affermativa; dopodiché quando la voce registrata ti chiede per cosa hai bisogno d’assistenza, pronuncia la frase “parlare con un operatore”.

Dopo esserti messo in contatto con un consulente, indica a quest’ultimo quelle che sono le tue necessità e comunicagli tutti i tuoi dati e quelli della SIM per risalire al tuo numero di telefono. Se ti serve una mano per contattare un operatore Vodafone, leggi la mia guida sull’argomento.

Nel caso in cui il servizio telefonico di Vodafone non riuscisse a soddisfare la tua richiesta, puoi recarti in un centro fisico dell’operatore e richiedere lì il tuo numero di telefono. Ricordati di portare con te un documento di riconoscimento valido, il codice fiscale e la SIM con i relativi dati. Per trovare il negozio Vodafone più vicino a casa tua, visita questa pagina Web del sito dell’operatore.

Come vedere il proprio numero di telefono Wind

Logo Wind

Il 155 è il numero che tutti i clienti Wind possono contattare per ricevere assistenza. Se sei un cliente di quest’operatore, puoi sfruttare la numerazione in questione per metterti in contatto con un consulente e chiedergli di risalire al tuo numero (previa comunicazione di dati come il codice fiscale e il seriale della SIM).

Per la precisione, quello che devi fare dopo aver composto la numerazione per parlare con il servizio clienti di Wind è premere il tasto 2, per ricevere supporto, e poi il tasto 3, per ricevere assistenza da parte di un consulente. Molto probabilmente ti verrà chiesto di fornire le tue informazioni personali e il numero di serie della SIM. Se non riesci a parlare con un operatore Wind, prova a seguire le indicazioni presenti nel mio tutorial dedicato all’argomento, per cercare di risolvere.

In alternativa, se tramite il 155 non riesci a risalire al tuo numero, puoi recarti in un centro fisico del gestore portando con te la carta d’identità, il codice fiscale, la SIM e i dati della scheda, e risolvere il problema lì. Se non sai qual è il centro Wind più vicino a te, puoi scoprirlo consultando questa pagina Web sul sito Internet del gestore.

Come vedere il proprio numero di telefono Tre

Logo Tre

Il numero che hai intenzione di recuperare fa capo a una SIM della Tre? Allora chiama il 133 e chiedi di parlare con un operatore. A chiamata avviata, premi per tre volte il tasto 2, per accedere alla sezione per controllare consumi, soglie e attivare nuovi opzioni sulla linea; dopodiché devi premere il tasto 1, per chiedere informazioni sul piano attivo, e poi il tasto 9, per poter parlare con un tecnico specializzato.

Quasi sicuramente, per poterti fornire i dati richiesti, il consulente con cui ti ritroverai a parlare ti chiederà di indicare le tue informazioni personali e il numero di serie della SIM. Se hai bisogno di una mano per contattare un operatore Tre, consulta la mia guida dedicata al tema.

In alternativa, cerca il centro fisico del gestore più vicino a casa tua e recati in quest’ultimo, munito di un documento d’identità, del codice fiscale, della SIM e di tutti i dati a essa relativa, per scoprire il tuo numero. Se non sai dove si trova il negozio Tre più vicino alla tua zona, puoi capirlo visitando questa pagina Web del sito Internet dell’operatore.

Come vedere il proprio numero di telefono Iliad

Logo Iliad

Se, invece, possiedi una SIM Iliad e vuoi scoprire il numero di telefono a essa associata, la numerazione alla quale devi rivolgerti per parlare con il servizio clienti è il 117.

Per essere più precisi, una volta avviata la chiamata, schiaccia il tasto 1, per accedere alla sezione relativa allo stato di spedizione della SIM e al recupero delle credenziali; dopodiché premi il tasto 4, per accedere alla sezione relativa al recupero delle credenziali per il login all’area personale e, successivamente, il tasto 0, per parlare con un consulente. Se necessiti di maggiori dettagli, puoi leggere il mio tutorial dedicato specificamente a come parlare con un operatore Iliad.

In alternativa, puoi recarti in un centro fisico dell’operatore e chiedere di persona l’informazione di cui hai bisogno, avendo cura di portare con te un tuo documento d’identità in corso di validità, il codice fiscale, la SIM e i dati a essa relativa. Se non sai dove si trova il centro Iliad più vicino, puoi scoprirlo consultando questa pagina Web del sito dell’operatore.

Altre soluzioni per vedere il proprio numero di telefono

Ragazzo che usa telefono

Per quanto possa apparire banale come consiglio, effettuare una chiamata può essere un’ulteriore soluzione per vedere il proprio numero di telefono.

Provvedi, dunque, a inserire la SIM di cui vuoi scoprire il numero nel tuo smartphone e usa quest’ultimo per effettuare una chiamata verso un altro numero che hai a tua disposizione (es. il tuo secondo smartphone o il telefono di un amico/parente). Al momento della ricezione della chiamata, il telefono del destinatario mostrerà il numero della linea da cui è partita la telefonata, vale a dire il tuo numero “misterioso”.

La SIM della quale desideri scoprire il numero non ha credito sufficiente? Non ti permette di effettuare chiamate? Non disperare! In tal caso, infatti, puoi sfruttare il servizio 4088, anteponendo il codice in questione al numero della persona da chiamare prima di telefonare, ed effettuare quindi una chiamata a carico del destinatario: così facendo, il destinatario della chiamata ascolterà un messaggio in cui gli verrà comunicato anche il numero dal quale proviene la telefonata, ovvero il tuo numero. Per tutti i dettagli del caso, leggi la mia guida su come chiamare senza credito.

Un altro consiglio banale, ma tremendamente efficace, che mi sento di darti è quello di controllare il cartoncino della SIM (quello in cui era incastonata la scheda al momento dell’acquisto) di cui intendi scoprire il numero. Su di esso, infatti, dovresti trovare tutte le informazioni di cui hai bisogno: PIN (il codice di sblocco della scheda) PUK (il codice necessario allo sblocco della SIM in caso di immissione del PIN sbagliato per tre volte consecutive), ICCID (il codice identificativo della SIM) e, cosa che interessa principalmente a te, il numero di telefono.

Se hai sottoscritto un piano in abbonamento o hai effettuato il cambio di operatore chiedendo la portabilità del numero, potresti trovare quest’ultimo anche nel contratto che hai stipulato e che dovresti aver ricevuto in copia nel momento in cui hai ottenuto la scheda.

Come vedere il proprio numero di telefono fisso

Telefono fisso

Infine, ti comunico che è anche possibile vedere il proprio numero di telefono fisso. Le soluzioni disponibili per riuscirci sono diverse e sono molto simili a quelle analizzate in precedenza per i numeri di cellulare. Le trovi indicate qui di seguito.

  • Effettua una chiamata – prova a chiamare il tuo cellulare dal telefono fisso e visualizzerai il numero di quest’ultimo come mittente della telefonata.
  • Controlla la bolletta o il contratto telefonico – sui documenti che ti ha inviato il tuo operatore troverai sicuramente il numero di tuo interesse della linea fissa.
  • Rivolgiti al tuo operatore – contattandolo telefonicamente e richiedendo di parlare con un operatore in carne e ossa. I numeri da chiamare sono i seguenti.
    • TIM – 187
    • Vodafone – 190
    • Infostrada – 155
    • Tre – 133
    • Fastweb – 192 193
    • Tiscali – 130
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.