Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come creare un sito Web gratis

di

Hai da poco aperto una nuova attività e vorresti un sito che rappresenti la tua azienda? Benissimo, è davvero un’ottima idea! Questa è sicuramente la migliore strategia di partenza se desideri avere la giusta visibilità online. È inoltre da considerare il fatto che ormai, grazie agli smartphone, Internet è diventato uno strumento accessibile a tutti quindi, chi vuole trovarti, passa di qui.

Come dici? Sei assolutamente d’accordo con me e ti metteresti subito al lavoro se non ci fosse soltanto piccolo intoppo che non ti permette di procedere? Dal momento in cui stai leggendo questo articolo è probabile che tale intoppo sia dato dal fatto che non sai come creare un sito Web gratis. Non preoccuparti, se le cose stanno in questo modo, posso aiutarti.

In questo mio articolo voglio infatti parlarti nel dettaglio di come farlo attraverso l’impiego di alcuni strumenti di facile utilizzo. Sono certo che questa mia guida ti sarà molto utile e che ti permetterà di apprendere alcune nozioni di base sul tema in pochissimo tempo!

Indice

Come creare un sito Web gratis per sempre

Come creare un sito Web gratis

Prima di vedere nel dettaglio come creare un sito Web gratis professionale, è necessaria una premessa: vi è più di uno strumento per la creazione gratuita di un sito Web. Bisogna infatti che tu possa comprendere a livello teorico che cos’è un sito Web, e quali sono i principali strumenti che potrai impiegare per dargli forma.

Dunque, che cos’è effettivamente un sito Web? Chiamato anche sito Internet, il sito Web è un insieme di pagine virtuali che sono connesse tra di loro. In pratica, un sito Internet è un costituito insieme di documenti online messi in relazione tra di loro per mezzo di parole chiave. Una tra le caratteristiche principali di un sito Web è quella di essere ospitato su un server Web.

La creazione di un sito Web passa infatti attraverso un hosting (che può essere gratuito o a pagamento) che ospiterà il sito Internet su un server, inoltrando la richiesta di accesso quando qualcuno ne digita l’indirizzo URL tramite browser. Per raggiungere un sito Web bisogna quindi conoscere l’URL del nome di dominio. Per fare un esempio, per raggiungere il mio sito Internet, dovrai digitare nella barra di ricerca aranzulla.it.

Vi sono diversi strumenti per creare un sito Web gratis: primo tra tutti è l’utilizzo di un CMS (Content Management System, in italiano sistema di gestione dei contenuti). Il CMS è un software che costituirà la base per il tuo sito Web, un po’ come se si trattasse delle sue fondamenta. Tra i diversi CMS famosi, quello che considero più popolare, semplice da utilizzare e da personalizzare è WordPress.

Il secondo strumento più utilizzato richiede l’utilizzo di uno strumento di creazione di siti Web online, ospitato da un sito Web proprietario. A differenza di un CMS come WordPress, tale strumento è pensato per essere di più facile utilizzo e non vi è richiesta alcun tipo di conoscenza informatica e/o tecnica.

In alternativa è possibile installare manualmente il CMS che si desidera utilizzare e avvalersi dei servizi offerti da società che offrono dominio e hosting gratuito. Quest’ultima opzione è chiaramente pensata per chi ha maggiore dimestichezza tecnica o per chi vuole imparare a muovere i primi passi nella creazione di un sito in maniera autonoma, effettuando una personalizzazione completa.

Quando si crea la propria pagina Web bisogna inoltre assicurarsi che questo sia in regola con tutte le norme legate a cookie e trattamento dei dati. A tal proposito, mi sento di consigliarti iubenda, che con il suo team di avvocati permette di adeguare siti Web e app alle normative di più Paesi e legislazioni senza alcuna fatica.

Come creare un sito Web gratis con WordPress

wordpress

Partiamo a parlare di WordPress, che come detto prima è il più usato content management system per creare blog e siti Internet (anche e-commerce usando un apposito plugin, come WooCommerce.

Il CMS è un “pacchetto” che va scaricato e installato su uno spazio di hosting acquistato precedentemente (es. quello offerto da Aruba), al quale va poi associato un dominio, da acquistare sempre separatamente per avere un indirizzo da associare al proprio sito. Maggiori info qui.

In alternativa, devi sapere è possibile creare un sito in WordPress gratis usando il servizio ufficiale di hosting WordPress.com, il quale mette a disposizione il CMS già installato su uno spazio gratuito e con un dominio di terzo livello sempre a costo zero, più altre limitazioni.

Giusto per fare un esempio, il tuo sito non potrà avere banner pubblicitari (grazie ai quali è possibile monetizzare) Inoltre, come detto, il dominio del sito Web che andrai a creare, sarà di terzo livello, ovvero una cosa tipo [nome che hai scelto].wordpress.com rispetto a uno di primo livello che appare invece come[nome che hai scelto].com (da poter acquistare separatamente).

Questo comporta qualche problema? Sì se hai intenzione di creare un portale professionale per i tuoi clienti, no se il tuo scopo è solo di volerti dedicare a un blog per hobby. Questo perché un dominio di terzo livello risulta essere una pagina del dominio principale, ovvero il tuo sito sarà solo un ramo di WordPress.com. Questo, oltre a essere poco professionale per le persone con cui t’interfaccerai, ha anche delle implicazioni negative a livello di ricerca, con Google che t’indicizzerà come parte di un altro sito, rendendo più difficile trovarti. Maggiori info qui.

La versione a pagamento di WordPress.com, invece, costa 15/€ al mese e offre un dominio gratuito (per il primo anno, temi premium, plugin illimitati, maggior spazio d’archiviazione (50GB contro 1 GB) e altre piccole e grandi cose che, a seconda delle tue esigenze, potrebbero valere o meno la spesa.

In ogni caso, se è questa la prima volta che crei un sito Web, vedrai che rimarrai soddisfatto dal servizio offerto. Per Iniziare la procedura, collegati alla pagina principale del servizio e fai clic sul pulsante Crea il tuo sito. Nella pagina che si apre, inserisci le credenziali o utilizza una delle altre opzioni disponibili, poi clicca sul pulsante Crea un account.

Adesso digita il dominio che vuoi utilizzare e seleziona la versione gratuita disponibile che ti appare nell’elenco. Seleziona il piano gratuito premendo sul pulsante Scegli gratuito poi decidi quale impostazione dare al tuo sito, ovvero se quella di un blog, e-commerce o se crearlo da zero. Da qui in avanti la procedura varia un po’ a seconda di quale strada decidi di percorrere ma, una volta finito, sei pronto per aggiungere pagine, pubblicare articoli, aggiungere gallerie d’immagini o prodotti e quant’altro.

Ogni strumento utile si trova infatti nella colonna di sinistra, laddove sotto la voce Articoli puoi vedere tutti quelli già scritti, aggiungerne uno nuovo, cambiare la categorie e i tag. Da Pagine puoi vedere le pagine attualmente presenti e aggiungerne di nuove mentre da Plugin puoi aggiungere i famosi Plugin che rendono famoso questo CMS. Puoi trovare come farlo nella mia guida su WordPress.

Come creare un sito Web gratis con Google

google site

Se non ami WordPress ma cerchi qualcosa di più semplice e immediato da usare, allora Google Sites potrebbe fare al caso tuo. Sì, perché il colosso di Mountain View mette a disposizione moltissimi strumenti gratuiti, anche piuttosto avanzati, con l’unica condizione per usarli di creare un profilo in Google.

Per dar vita a un sito su questa piattaforma, collegati alla pagina principale ed esegui l’accesso con il tuo account Google oppure, nel caso non ne avessi uno, crealo da zero in pochissimi istanti. Una volta terminato questo passaggio, fai clic sulla casella con il + per iniziare a creare un novo sito.

Da qui si apre uno spazio vuoto e un editor ricco di strumenti pronti per essere utilizzati, li trovi tutti nella colonna di destra. Puoi dare un titolo al sito, alla pagina, aggiungere pagine, cambiare temi e moltissimo altro ancora. Tramite la scheda Inserisci puoi aggiungere immagini, caselle di testo, linee di codice e molto altro ancora. Se scegli la scheda Pagine puoi aggiungere o rimuovere pagine mentre da Temi puoi cambiare l’aspetto generale del sito in pochi clic. Una volta ottenuto l’aspetto desiderato, fai clic sul pulsante Pubblica.

Google adesso ti chiede di scegliere un dominio per il tuo spazio Web, il quale di base è di terzo livello (con la radice di Google e la parte finale che hai scelto tu). Puoi anche decidere di acquistarne uno di secondo livello facendo clic sulla voce Gestisci, poi sul pulsante Avvia configurazione, selezionando Acquista un dominio e poi cliccando sul pulsante Avanti.

Da qui puoi cercare il tuo dominio tramite la barra di ricerca, andando ad acquistare quello che preferisci al prezzo indicato (variabile a seconda dei casi). Ti lascio alla mia guida su come creare un sito con Google Sites per maggiori dettagli.

Sempre nel panorama di Google è la piattaforma Blogger, la quale è specificatamente pensata per chi vuole aprire un blog. Collegandoti alla pagina principale fai clic sul pulsante Crea il tuo blog, accedi col tuo profilo di Google oppure creane uno da zero nel caso non ne possegga uno.

Scegli il nome per il tuo sito, premi il pulsante Avanti, scegli il tuo dominio .blogspot.com, premi ancora Avanti, scegli il nome visualizzato e concludi l’operazione schiacciando il pulsante Fine. Ora la base per il tuo sito è pronta, puoi iniziare a creare post fin da subito cliccando sul pulsante

  • Nuovo post
  • , andare a vedere le statistiche del sito, i commenti, eventuali utili generati (tutto tramite le omonime voci) o cambiare altri dettagli tramite il pannello strumenti che si trova sulla sinistra. Se vuoi saperne di più su Blogger, ti lascio alla mia guida dedicata.

    Come creare un sito Web gratis con Wix

    wix

    Wix è una piattaforma che fa della semplicità e dello stile il suo punto di forza principale, in quanto permette di creare siti bellissimi e ricchi di funzioni, anche a coloro che non sanno nulla di programmazione. Tutto quello che devi fare è collegarti alla pagina principale e seguire una veloce procedura. Anche qui il piano base è completamente gratuito ma, nel caso lo desiderassi, puoi accedere a funzioni premium come dominio personalizzato a partire da 5,50€ al mese. Maggiori info qui.

    Dalla home del sito, clicca sul pulsante Inizia ora e poi su Registrati, quindi inserisci i dati per la registrazione o, in alternativa, usa una delle altre opzioni rapide che ti mette a disposizione Wix per accedere con i tuoi account online esistenti. Dopo aver completato questo passaggio, clicca sul pulsante Inizia e scegli che tipo di sito hai intenzione di aprire.

    Usa la barra di ricerca e trova la soluzione più adatta alle tue esigenze poi clicca sul pulsante Avanti, scegli se aggiungere parti aggiuntive come una chat, uno store, la possibilità di effettuare prenotazioni o quant’altro, premi ancora Avanti e dichiara la tua esperienza nella creazione di siti.

    Da qui puoi scegliere se seguire un breve tutorial su come creare la tua pagina Web, oppure tirare dritto e cominciare fin da subito a dare forma al tuo spazio online. Arrivato a questo punto puoi servirti di uno dei tantissimi temi preimpostati, ai quali potrai poi eseguire tutte le modifiche che desideri, oppure partire da un foglio bianco per avere una maggiore libertà.

    Una volta trovato il modello desiderato, Wix ti mette a disposizione una serie infinita di strumenti per elaborare l’aspetto di ogni singolo elemento nella pagina, dove tutto funziona con la logica del trascinamento per posizionare e del movimento dei bordi per allargare o rimpicciolire.

    A operazioni concluse premi il pulsante Pubblica e scegli il dominio gratuito di Wix, oppure collega un dominio personale che puoi acquistare da uno dei tanti siti dedicati allo scopo. Una volta finito, il tuo sito è online e pronto per essere condiviso con il mondo intero.

    Nella colonna di sinistra troverai tutti gli strumenti per gestire tutto, con leggere differenze a seconda del sito da te creato. Nel caso tu abbia scelto un blog ti basterà cliccare sulla voce Blog, poi andare su Post e poi cliccare sul pulsante

  • Crea nuovo post
  • per scrivere un articolo. Più in basso sempre a sinistra puoi trovare gli strumenti per la SEO, il marketing, le statistiche e tutto ciò che ti serve per mandare avanti il tuo sito.

    Come creare un sito Web gratis per vendere

    shopify

    Hai un’attività commerciale e vuoi iniziare a vendere i tuoi prodotti online ma non sai come farlo (e non vuoi spendere soldi solo per fare un tentativo)? Allora Shopify è la soluzione perfetta per te, perché ti dà la possibilità di aprire il tuo e-commerce usufruendo di una prova gratuita di 30 giorni.

    Tutto questo anche nel caso tu non abbia conoscenze in materia in quanto, questa piattaforma, ti permette di scegliere un tema, aggiungere i prodotti e cominciare a vendere. Nel prezzo (29$/mese al termine della prova) vengono inclusi hosting, dominio gratuito, banda illimitata, certificato SSL, blog e catalogo illimitato.

    Hai poi la possibilità di accedere a canali di marketing diretti, pubblicando annunci e utilizzando altri metodi promozionali via Facebook, Google, SMS ed email. Per usare Shopify non devi fare altro che collegarti alla pagina principale, inserire il tuo indirizzo email e cliccare sul pulsante Inizia la prova gratuita.

    Adesso immetti la password, assegna il nome al tuo e-commerce e poi fai clic sul pulsante Crea il tuo negozio. Fornisci alcune informazioni utili alla piattaforma tipo se hai già iniziato a vendere, le tue entrate, se tale negozio è per il cliente e tutti i dati successivi che ti verranno richiesti.

    Una volta fornito l’indirizzo per i pagamenti hai finito, vieni trasportato alla dashboard da dove gestire ogni minimo dettaglio del tuo e-commerce. Home per la pagina principale;Ordini, Prodotti e Clienti si spiegano da soli; Analisi mostra dati di vendita; Marketing per dare vita a campagne; Sconti per scontare i prodotti; App di ampliare l’e-commerce con funzioni aggiuntive, mentre Negozio online consente di personalizzare l’aspetto delle pagine.

    Puoi gestire il tuo negozio anche tramite l’app Shopify per Android e iOS/iPadOS; nel caso volessi saperne di più, puoi sempre consultare la mia guida su come aprire un negozio con Shopify.

    Nel caso in cui volessi invece provare altre piattaforme, puoi dare un’occhiata al mio tutorial generico su come aprire un e-commerce.

    Salvatore Aranzulla

    Autore

    Salvatore Aranzulla

    Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.