Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Migliore app per scaricare musica

di

Stai cercando un modo per scaricare la musica sul tuo smartphone senza passare per il PC? Forse ho qualcosa che fa per te. Conosco delle app, sia gratuite che a pagamento, grazie alle quali è possibile scaricare musica su Android e iOS senza ricorrere al computer. Sono estremamente facili da usare e non richiedono alcuna configurazione particolare: si installano, si cercano i brani di proprio interesse e si pigia sul pulsante per avviarne il download sulla memoria del dispositivo.

Le applicazioni in questione si suddividono in varie categorie: ci sono i motori di ricerca che permettono di scaricare musica gratis da vari servizi di hosting e social network, i servizi di streaming musicale che consentono di scaricare musica offline in cambio di un piccolo canone mensile (solitamente pari a 9,99€) e applicazioni per scaricare suonerie. Insomma: c'è solo da avere l'imbarazzo della scelta. Direi dunque di non perderci ulteriormente in chiacchiere e di scoprire qual è la migliore app per scaricare musica per le tue esigenze.

ATTENZIONE: scaricare abusivamente della musica protetta da copyright può essere un reato. Questo tutorial è stato scritto a puro scopo illustrativo, non è assolutamente mia intenzione incentivare la pirateria e, pertanto, non mi assumo alcuna responsabilità circa l'uso che verrà fatto delle informazioni incluse in esso.

TinyTunes (Android)

TinyTunes è con molta probabilità la migliore app per scaricare musica nell’ambito dei motori di ricerca MP3, ossia delle applicazioni che attingono ai database di vari servizi di hosting e social network per consentire agli utenti di scaricare musica gratis. È completamente gratuita ed è disponibile esclusivamente per Android. Purtroppo non è distribuita sul Google Play Store, quindi per installarla bisogna attivare il supporto alle origini sconosciute sul proprio device (cioè il supporto alle app provenienti da fonti esterne rispetto al Google Play Store) e bisogna scaricare “manualmente” il pacchetto apk necessario alla sua installazione.

Se non sai come attivare il supporto alle origini sconosciute sul tuo smartphone o sul tuo tablet, recati nelle impostazioni di Android (l’icona dell’ingranaggio), seleziona la voce Sicurezza dalla schermata che si apre, sposta su ON la levetta relativa all’opzione Origini sconosciute e rispondi in maniera affermativa all’avviso che compare sullo schermo.

Migliore app per scaricare musica

Una volta attivato il supporto alle origini sconosciute, puoi scaricare TinyTunes e o installarlo sul tuo dispositivo. Apri quindi il browser che usi solitamente per navigare in Internet (es. Chrome), visita il sito exigocs.com e fai “tap” sul pulsante Install che si trova sotto l'icona della lente d’ingrandimento. Se ti viene chiesto con quale app intendi effettuare il download, scegli Chrome (o comunque il browser che stai utilizzando), mentre quando ti viene chiesto di confermare il download del pacchetto apk di TinyTunes, rispondi OK.

A scaricamento completato, recati nella cartella dei download di Android (puoi aprire l’applicazione Download di Android o utilizzare un file manager come ES Gestore File per aprire “manualmente” la cartella Download del tuo dispositivo), apri il file TinyTunes_xx.apk e conferma l’installazione di TinyTunes sul tuo device pigiando prima su Avanti e poi su Installa e Fine.

Migliore app per scaricare musica

Adesso sei pronto all’azione! Avvia TinyTunes, pigia sull'icona della lente d’ingrandimento che si trova in alto a destra e cerca un brano o un artista di tuo interesse. A ricerca effettuata, seleziona i file che vuoi scaricare, fai “tap” sull’icona della freccia situata in alto a destra e attendi il termine del download.

Migliore app per scaricare musica

I brani scaricati da TinyTunes vengono archiviati nella cartella /home/tinytunes/song/ del dispositivo e si possono ascoltare direttamente nella scheda Libreria della app. Dalla medesima scheda si possono anche esportare in altre app installate sul device. Inoltre, ti segnalo che nella scheda Classifiche di TinyTunes puoi trovare delle classifiche aggiornate con i link per scaricare i brani più in voga del momento.

Nota: dopo aver installato TinyTunes, sei libero di tornare nelle impostazioni di Android e di riattivare il blocco per le app provenienti da origini sconosciute. Anzi, ti consiglio vivamente di riattivare questa protezione in quanto riduce di molto il rischio di installare app infettate da malware.

Free Sound (iOS)

Free Sound è un’applicazione per iPhone e iPad molto simile a TinyTunes. Purtroppo non supporta tutti i servizi di hosting e i social network che supporta la app analizzata in precedenza (al momento supporta solo SoundCloud e VK, quest’ultimo solo previa login), ma risulta ugualmente semplice da usare.

Per scaricare Free Sound sul tuo iDevice, non devi far altro che avviare l’App Store (l’icona azzurra con la lettera “A” stampata al centro), cercare Free Music Download Mp3 Player Offline Listening e pigiare sul pulsante Ottieni/Installa collocato accanto all’icona dell’applicazione nei risultati della ricerca. Per completare l’operazione potrebbe esserti chiesto di autenticarti digitando la password del tuo ID Apple o usando il Touch ID.

A download completato, avvia Free Sound, pigia sul pulsante Search che si trova in basso a sinistra e scegli il servizio sul quale cercare la musica (es. SoundCloud) facendo “tap” su una delle schede collocate in cima alla schermata che si apre.

Migliore app per scaricare musica

A questo punto, cerca il brano o l’artista di tuo interesse, individua il file che vuoi scaricare nei risultati della ricerca e pigia sull’icona della freccia collocata accanto al suo titolo per avviare il download. Al termine dell’operazione potrai ascoltare il brano recandoti nella scheda Downloads di Free Sound. Purtroppo però non potrai esportarlo in altre app o sul computer.

Spotify (Android/iOS/Windows Phone)

Dubito che Spotify abbia bisogno di presentazioni: si tratta del servizio di streaming legale più famoso al mondo grazie al quale, in cambio di un piccolo canone mensile pari a 9,99€, è possibile ascoltare tutta la musica che si vuole avendo anche la possibilità di ascoltare album, playlist e raccolte di brani offline. In realtà è possibile usufruire del servizio anche in modo gratuito, ma in questo caso l’ascolto su smartphone è limitato alla modalità shuffle (cioè i brani vengono scelti casualmente dalla app in base al primo brano selezionato dall’utente), non c’è la possibilità di scaricare i contenuti offline e l’ascolto è intervallato da spot pubblicitari.

Spotify è disponibile su tutte le principali piattaforme del mondo mobile: Android, iOS e Windows Phone; su Windows, macOS, PlayStation, Chromecast e anche sul Web con un’interfaccia accessibile da qualsiasi browser. Il suo catalogo è vastissimo, offre la possibilità di cercare e seguire le playlist create dagli altri utenti e si basa su algoritmi molto avanzati che riescono a suggerire efficacemente della nuova musica “compatibile” con i nostri ascolti precedenti.

Migliore app per scaricare musica

A seconda delle promo in corso, i nuovi utenti possono provare Spotify Premium gratis per 1 mese oppure possono usufruire del servizio per 3 mesi pagando 99 cent. Non c’è alcun obbligo di rinnovo e l’abbonamento può essere disdetto gratuitamente in qualsiasi momento. Volendo, grazie al piano famiglia per 6 utenti che costa 14,99€/mese è anche possibile risparmiare sull'abbonamento di Spotify dividendo la spesa con parenti e amici.

Ciò detto, non c’è molto altro da spiegare. Per scaricare una playlist o un album in Spotify, non devi far altro che selezionare quest’ultimo e spostare su ON la levetta relativa alla funzione Download (in alto a destra). Per scaricare i brani che hai aggiunto alla tua raccolta, invece, devi recarti nella sezione La tua libreria della app (pigiando sull’apposita scheda in basso a destra o sull’apposita voce che si trova nel menu che compare pigiando sul pulsante in alto a sinistra), selezionare la voce Brani e attivare la levetta Download nella finestra che si apre.

È inoltre possibile copiare dei file offline dal computer allo smartphone (quindi parliamo di brani che non sono disponibili su Spotify) creando una playlist che contiene questi ultimi in Spotify e scaricandola sul telefono mentre questo è connesso alla stessa rete Wi-Fi del PC. Per saperne di più leggi i miei tutorial su come funziona Spotify e come scaricare canzoni da Spotify.

Apple Music (Android/iOS)

Apple Music è la risposta di Apple a Spotify. Prevede un piano base che costa 9,99€/mese o 99€/anno, un piano familiare per 6 utenti che costa 14,99€/mese e una trial gratuita di 3 mesi che non prevede obbligo di rinnovo.

Per usufruire di Apple Music si può utilizzare la app Musica di iOS, la app ufficiale di Apple Music per Android oppure iTunes su Windows e macOS. Il servizio ha un catalogo leggermente più vasto rispetto a quello di Spotify grazie ad alcune esclusive – talvolta solo temporali – che il colosso di Cupertino riesce ad aggiudicarsi, offre un ottimo servizio di sincronizzazione dei brani offline (include il servizio Libreria musicale di iCloud che permette di sincronizzare i propri brani su tutti i dispositivi connessi allo stesso ID Apple) ma presenta ancora numerose lacune rispetto alla concorrenza. L’avvio dello streaming, ad esempio, risulta meno rapido rispetto a quello di Spotify, non c’è la possibilità di cercare le playlist degli utenti (sebbene si possano importare tramite link diretto) e l’algoritmo che suggerisce nuova musica sembra meno avanzato rispetto a quello di Spotify.

Migliore app per scaricare musica

Ciò detto, per scaricare la musica offline da Apple Music basta aggiungerla alla propria libreria personale (pigiando sul pulsante Aggiungi o (+) ) e poi sull’icona della nuvola che compare accanto al titolo del brano, della playlist o dell’album selezionato.

Per maggiori info sul servizio e sul suo funzionamento in modalità offline, consulta il mio tutorial su come ascoltare musica offline in cui ti ho parlato di Apple Music e molti altri servizi di streaming musicale.

Google Play Music (Android/iOS)

Google Play Music è un servizio di musica in streaming legale che si pone come alternativa a Spotify e Apple Music. È accessibile via browser e da apposite app per dispositivi Android, iPhone e iPad. I prezzi del servizio sono in linea con quelli della concorrenza: 9,99€/mese per il piano singolo e 14,99€/mese per il piano famiglia per 6 persone. La trial iniziale, a seconda delle promo in corso, può essere di 30 giorni o più.

Per scaricare una playlist o un album da Google Play Music, devi selezionare quest’ultima all’interno dell’applicazione e devi pigiare sull’icona della freccia che si trova accanto al suo titolo.

Migliore app per scaricare musica

Se invece vuoi scaricare offline la raccolta dei brani che hai aggiunto alla tua libreria personale (pigiando sul pulsante (…) che si trova accanto al titolo di ciascun brano), devi andare nella sezione Raccolta di musica di Google Play Music, selezionare le ultime aggiunte e pigiare sull’icona della freccia presente nella schermata che si apre.

Qualora qualche passaggio non ti fosse particolarmente chiaro, consulta il mio tutorial su come ascoltare musica offline in cui ti ho parlato in dettaglio anche di Google Play Music.

Zedge (Android/iOS/Windows Phone)

Zedge è una delle migliori app per scaricare suonerie gratis su Android, iOS e Windows Phone. È molto semplice da usare, non richiede noiose procedure di registrazione e include una vasta gamma di suonerie e suoni di notifica pronti all’uso. Su Android permette di applicare le suonerie sullo smartphone in una manciata di “tap”. Su iOS, invece, a causa delle restrizioni imposte da Apple al suo sistema operativo, forza l’utente a trasferire le suonerie scaricate sul PC e sincronizzarle nuovamente con il “melafonino” tramite iTunes (l’intera procedura viene illustrata direttamente nella app, in ogni caso te ne ho parlato anche io nel mio tutorial su come mettere suoneria su iPhone).

Per scaricare una suoneria da Zedge, avvia l’applicazione sul tuo smartphone, pigia sul pulsante collocato in alto a sinistra e seleziona la voce Ringtones dalla barra che compare di lato (passaggio non necessario su iOS). Dopodiché individua la suoneria di tuo interesse nelle classifiche proposte dalla app – oppure cercane una usando l’apposita funzione di ricerca – e procedi al download facendo “tap” sull’icona della freccia.

Migliore app per scaricare musica

Al termine del download, se utilizzi un terminale Android, puoi impostare la suoneria come predefinita pigiando sul pulsante Ringtone che compare in basso. In alternativa puoi associare la suoneria a un contatto della rubrica facendo “tap” sul pulsante Contact oppure puoi usarla come suono di notifica o sveglia selezionando le opzioni Notification e Alarm.

Audiko (Android/iOS)

Audiko è un’altra app che permette il download gratuito delle suonerie su Android e iOS. È semplice da usare come Zedge, ma a differenza di quest’ultima richiede una breve registrazione gratuita via Facebook. Quanto all’utilizzo delle suonerie sullo smartphone, vale il discorso fatto in precedenza per Zedge: su Android si fa tutto in pochi “tap” mentre su iOS, a causa delle restrizioni imposte dal sistema operativo, bisogna prima trasferire i brani sul PC e poi sincronizzarli nuovamente con il telefono tramite iTunes (come spiegato nel tutorial su come mettere suoneria su iPhone).

Migliore app per scaricare musica

Per il resto, è davvero tutto molto intuitivo. Per scaricare una suoneria da Audiko devi scegliere se cercarla direttamente pigiando sull’icona della lente d’ingrandimento oppure se sfogliare le raccolte e le classifiche incluse nella app. Dopodiché devi selezionare il brano di tuoi interesse e devi aggiungerlo ai preferiti pigiando sull’apposito pulsante.

Da sottolineare che in Audiko è presente anche una comoda funzionalità che permette di tagliare le canzoni già salvate sullo smartphone in modo da trasformarle in perfette suonerie.

Jamendo Music (Android/iOS)

In conclusione, voglio parlarti di Jamendo Music: l’applicazione ufficiale dell’omonimo portale dedicato alla musica “free”, grazie al quale è possibile ascoltare e scaricare musica realizzata da artisti emergenti a costo zero. La app è disponibile sia per Android che per iOS, però sul sistema operativo di casa Apple la funzione di download non è ancora attiva.

Per trovare i brani da scaricare da Jamendo Music, avvia la app, pigia sull’icona della lente d'ingrandimento che si trova in alto a destra e scegli se cercare un brano direttamente o se “sfogliare” le pagine con le community dedicate ai vari generi musicali propositi dall’applicazione.

Migliore app per scaricare musica

A questo punto, quando trovi un brano che vuoi scaricare, pigia prima sulla freccia collocata accanto al suo titolo e poi sul pulsante Download gratuito per usi personali qualità MP3.

Come facilmente intuibile, anche se molti contenuti disponibili su Jamendo sono distribuiti secondo la licenza Creative Commons, i brani possono essere riutilizzati solo per progetti personali. Per usare i brani di Jamendo nei progetti commerciali bisogna sottoscrivere un abbonamento a pagamento a un apposito servizio, Jameno Licensing, che è comunque molto economico.