Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come cancellare oggetti dalle foto

di

Guardando le foto che hai scattato durante lo scorso weekend, hai notato le teste di alcuni (sgraditi) turisti che rovinano alcuni dei tuoi scatti. Per tua fortuna esiste il fotoritocco, grazie al quale è possibile tentare di salvare anche gli scatti più “infelici”. In che modo? Se mi dedichi un po’ del tuo tempo libero, te lo spiego sùbito.

Nel tutorial che stai per leggere, infatti, ti illustrerò come cancellare oggetti dalle foto utilizzando alcuni noti programmi di photo editing e alcuni servizi online utilizzabili direttamente dal browser che, se utilizzati nel modo giusto, possono fare dei veri e propri “miracoli”. E se non hai a portata di mano il tuo PC, puoi affidarti a delle app per ritoccare le foto direttamente da smartphone o tablet.

Allora, sei già ai “posti di comando”, pronto per iniziare? Perfetto! Mettiamo immediatamente da parte le chiacchiere e passiamo all’azione. Prova le varie soluzioni elencate di seguito, scegli quelle più adatte alle tue esigenze e vedrai che, grazie al mio aiuto, riuscirai a salvare i tuoi scatti (a meno che non siano proprio “irrecuperabili”). Buona lettura e buon divertimento!

Indice

Come cancellare oggetti dalle foto con Photoshop

Photoshop

La prima soluzione che ti invito a prendere in considerazione è Photoshop. Anche se non sei un esperto di fotoritocco, sicuramente avrai già sentito parlare di questo software professionale, dal momento che viene utilizzato e apprezzato da professionisti di tutto il mondo.

Come avrai già intuito, trattandosi di una soluzione pensata per i professionisti, Photoshop è a pagamento: per utilizzarlo è necessario sottoscrivere l’abbonamento mensile al servizio ad Adobe Creative Cloud, il cui piano base parte da 12,19 euro/mese. Comunque sia puoi provare la trial di Photoshop per un periodo di prova di 7 giorni e poi decidere con calma se sottoscrivere l’abbonamento per continuare a utilizzarlo oppure no.

Dopo aver eventualmente installato Photoshop sul tuo computer, apri la foto di tuo interesse tramite il menu File > Apri o, più semplicemente, trascinandola nella finestra del programma. Dopodiché richiama il pennello correttivo al volo dalla toolbar posta sulla sinistra (per intenderci, è il simbolo del cerotto, se non lo vedi, fai clic destro sul simbolo della toppa o delle due frecce incrociate e selezionalo nel menu apertosi.). Questo strumento è in grado di catturare in maniera “intelligente” le aree circostanti all’area su cui viene applicato, usandole per coprire gli elementi non desiderati presenti in foto.

Dopo aver richiamato il pennello strumento correttivo al volo, usa il menu a tendina collocato in alto a sinistra (quello con il cerchio nero all’interno) per definire dimensioni e durezza del pennello da adoperare e coprire l’area da rimuovere usando una sola “pennellata” oppure prova a “picchiettare” con il mouse sull’area di tuo interesse.

In alternativa, puoi avvalerti del pennello correttivo, che sostanzialmente funziona in modo identico al pennello correttivo al volo, con la differenza che è possibile selezionare “manualmente” le aree di immagine da usare per coprire gli oggetti indesiderati.

Photoshop

Seleziona, quindi, lo strumento pennello correttivo dalla toolbar del programma, facendo clic destro sull’icona del cerotto presente nella barra laterale di sinistra e selezionalo dal menu apposito.

Successivamente, regola dimensioni e durezza del pennello usando il menu a tendina in alto a sinistra e provvedi a “campionare” l’area dell’immagine da utilizzare per coprire gli elementi indesiderati. Come si fa? Semplice: tieni premuto il tasto Alt della tastiera, fai clic sul punto della foto da campionare e poi copri l’area in cui è presente l’oggetto da eliminare con una sola “pennellata” oppure “picchiettando” su di esso.

A lavoro ultimato, recati nel menu File > Salva con nome e scegli il formato e la posizione in cui desideri salvare la foto di output.

Per maggiori informazioni in merito all’utilizzo di Photoshop, ti raccomando la lettura delle mie guide su come usare Photoshop e come rimuovere scritte con Photoshop.

Come eliminare oggetti dalle foto con GIMP

GIMP

Se vuoi avvalerti di una soluzione gratuita, ti raccomando l’uso di GIMP: si tratta di un software open source, disponibile per Windows, macOS e Linux, che negli anni è diventato un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti del fotoritocco “free”.

Dopo aver installato e avviato GIMP sul tuo computer, seleziona la foto che vuoi ritoccare selezionando la voce Apri… dal menu File, spostati poi nel pannello degli strumenti di GIMP collocato sulla sinistra, seleziona lo strumento cerotto ed eventualmente modifica le impostazioni presenti sotto il pannello Opzioni strumento (collocato in basso a sinistra) per regolare le dimensioni e lo stile del pennello da utilizzare.

GIMP

Dopodiché seleziona un campione d’immagine da usare per coprire l’oggetto che vuoi rimuovere dalla foto premendo sulla tastiera il tasto Ctrl (su Windows) o cmd (su macOS) e facendo clic su di esso. Adesso, “picchietta” ripetutamente sull’oggetto che vuoi far “sparire” dalla foto e, non appena sarai soddisfatto del tuo lavoro, salva la foto ritoccata selezionando la voce Salva come… dal menu File.

Se vuoi avere maggiori dettagli sulle caratteristiche e le funzionalità di GIMP, non esitare a leggere gli approfondimenti in cui spiego come usare GIMP e come modificare le foto con GIMP.

Come eliminare oggetti dalle foto online

Photpea

Se cerchi un servizio online che possa permetterti di rimuovere oggetti dalle foto ottenendo risultati non troppo diversi da quelli ottenuti con i programmi sopraccitati, Photopea potrebbe fare al caso tuo. Si tratta di un’applicazione Web utilizzabile senza dover per forza creare un account e, soprattutto, senza dover installare plugin aggiuntivi, dal momento che si basa sulla tecnologia HTML5.

Comunque sia ti informo che è possibile sottoscrivere l’abbonamento alla versione Premium di Photopea (che parte da 3,33 dollari al mese), grazie al quale è possibile rimuovere i banner pubblicitari (non troppo invasivi) presente sul sito Internet del servizio e per contribuire economicamente al suo sviluppo.

Per ritoccare una foto con Photopea, collegati alla sua pagina principale, clicca sul simbolo della (x) per rimuovere il messaggio di benvenuto che ti viene mostrato e apri la foto su cui vuoi agire cliccando sulla voce Apri dal menu Archivio (in alto a sinistra). Se vedi le diciture dell’interfaccia in inglese, seleziona Italiano dal menu More > Language.

A questo punto, clicca con il tasto destro del mouse sull’icona del cerotto posto nella toolbar che si trova sulla sinistra e, dal menu a tendina che si apre, scegli uno degli strumenti disponibili, tra cui:

  • Pennello correttivo al volo — per utilizzarlo, seleziona le dimensioni del pennello dal menu a tendina e “picchietta” sull’oggetto che vuoi rimuovere.
  • Pennello correttivo — per servirtene, seleziona la porzione di immagine da usare per riempire l’oggetto che vuoi eliminare (basta premere la combinazione Alt+clic) e poi disegna col cursore sull’area che vuoi coprire.
  • Strumento Toppa — per utilizzarlo, seleziona l’area in cui è presente l’oggetto e coprirla trascinandola su un’area della foto che desideri utilizzare come campione.

Quando sarai contento del tuo lavoro, seleziona la voce Esporta come dal menu Archivia, seleziona il formato in cui desideri esportare la foto ritoccata e, per finire, fai clic sul pulsante Salva.

Come eliminare oggetti dalle foto: app

Desideri eliminare oggetto dalle foto con app adatte a questo scopo? Di seguito trovi elencate alcune soluzioni che possono fare al caso tuo. Provale e non te ne pentirai!

Come eliminare oggetti dalle foto con Snapseed

Snapseed

La prima app che ti consiglio di provare è Snapseed, sviluppata da Google e disponibile sia per Android (anche su store alternativi) che per iOS/iPadOS. Snapseed integra numerosi strumenti che permettono di ritoccare le foto ed eliminare gli elementi indesiderati presenti in esse. La sua interfaccia “pulita” la rendono una delle migliori sulla piazza.

Dopo averla installata e avviata sul tuo dispositivo, premi sul pulsante (+) posto al centro dello schermo e scegli l’immagine su cui intendi andare ad agire. Successivamente, scegli lo strumento Correzione dalla scheda Strumenti e passa il dito sull’area in cui è presente l’elemento da rimuovere.

Nel caso non dovessi ottenere il risultato ottenuto, annulla le modifiche fatte pigiando sulla freccia circolare rivolta verso sinistra e ripeti la procedura, magari effettuando dei tap ripetuti sull’area di tuo interesse.

A lavoro ultimato, salva la foto di output premendo sul bottone , fai tap sulla voce Esporta e, quindi, seleziona la modalità di esportazione che desideri utilizzare.

Per maggiori informazioni su come usare Snapseed, ti rimando alla lettura della guida che ho dedicato a questa applicazione.

Come eliminare oggetti dalle foto con Picsart

Picsart

Vuoi eliminare oggetti dalle foto con Picsart? Anche questa app, disponibile per Android (anche su store alternativi) e iOS/iPadOS, può essere utile allo scopo, visto che integra uno strumento che consente di rimuovere elementi desiderati dalle foto in modo decisamente semplice. Si tratta di una soluzione semi-gratuita, in quanto di base è gratis, ma l’accesso a tutte le sue funzioni (compresa quella per la rimozione di elementi indesiderati) richiede la sottoscrizione dell’abbonamento, che parte da 7,49 euro/mese.

Dopo aver installato e avviato Picsart sul tuo device, premi sul bottone Crea un account per registrarti con il tuo indirizzo e-mail o, se preferisci, accedi con il tuo account Google o Facebook premendo sul bottone apposito ed effettuando il login con le credenziali del tuo account. Ad accesso fatto, premi sul pulsante (x) che vedi a schermo per chiudere la schermata che pubblicizza la versione a pagamento di Pixlr e concedile i permessi necessari per funzionare.

Ora, premi sul bottone (x) situato in alto a sinistra per chiudere la schermata relativa alla creazione di disegni e collage fotografici e premi sul bottone (+) posto in basso. Successivamente, seleziona la foto su cui intendi agire e, nella schermata che si apre, seleziona le voci Ritocco > Imperf. e passa con il dito sull’area di tuo interesse, così da rimuovere l’elemento indesiderato.

Quando sei pronto Per farlo, premi sul pulsante ✓ situato in alto a destra, pigia sulla freccia rivolta verso destra collocata in alto a destra e scegli la modalità di salvataggio o condivisione che più preferisci.

Se vuoi avere qualche dettaglio in più circa l’utilizzo di PicsArt, ti rimando alla lettura della guida che ho dedicato a quest’ultima.

Altre app utili per eliminare oggetti dalle foto

Pixelmator

Concludo l’articolo elencandoti altre app utili per eliminare oggetto dalle foto. Spero che possano esserti utili.

  • Pixlr (Android/iOS/iPadOS) — si tratta di un’app gratuita che permette di apportare varie correzioni alle foto, compresa l’eliminazione degli oggetti indesiderati. Integra anche una funzione che permette di realizzare collage fotografici (un “plus” che può tornare sempre utile). L’accesso a tutte le sue funzioni richiede la sottoscrizione dell’abbonamento, che parte da 1,99 euro/mese.Per maggiori dettagli circa il suo funzionamento, leggi il mio approfondimento dedicato alle app per ritoccare foto.
  • TouchRetuch (Android/iOS/iPadOS) — è un’applicazione che permette di rimuovere facilmente oggetti, persone ed elementi di disturbo in generale dalle foto. Costa 2,29 euro su Android e 1,99 euro su iOS/iPadOS.
  • Pixelmator (iOS/iPadOS) — è una delle migliori applicazioni per ritoccare foto sui dispositivi Apple, che integra anche tool utili per la rimozione di elementi indesiderati dagli scatti. Nel momento in cui scrivo costa 4,99 euro. È disponibile anche in due versioni desktop, per macOS: una costa 29,99 euro (Pixelmator Classic) e un’altra costa 39,99 euro (Pixelmator Pro).
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.