Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per ascoltare musica offline gratis

di

Sei un appassionato di musica e vorresti avere i brani dei tuoi artisti preferiti sempre con te? Ti piacerebbe ascoltare la musica anche quando non hai a disposizione una connessione Internet? Vorresti riprodurre una playlist di canzoni senza dover rischiare di terminare il traffico dati? Non temere, sei arrivato nel posto giusto al momento giusto. Con la guida di oggi, infatti, ti indicherò quelle che a mio avviso sono le migliori app per ascoltare musica offline gratis su smartphone e tablet.

Se mi dedichi un po’ del tuo tempo, posso spiegarti come ascoltare musica offline utilizzando alcuni servizi di streaming che consentono di scaricare i brani in locale per la riproduzione offline e alcune applicazioni che permettono di ascoltare la musica copiata sul telefono o ospitata sui servizi di cloud storage, come ad esempio Dropbox o Google Drive.

Se sei intenzionato a saperne di più e vuoi scoprire quali sono le migliori app per ascoltare musica senza consumare il traffico dati su smartphone e tablet, mettiti bello comodo e leggi con attenzione i prossimi paragrafi. Sono sicuro che alla fine troverai la soluzione più adatta a te grazie alla quale potrai avere sempre a disposizione la tua musica preferita. Sei pronto a cominciare? Bene, allora ti auguro buona lettura e… buon ascolto!

App di streaming musicale

Iniziamo questa guida dedicata alle app per ascoltare musica offline gratis con i servizi di streaming musicale che, tra le varie funzionalità, permettono di scaricare brani, album e playlist per essere ascoltati in modalità offline. Puoi scegliere una delle soluzioni che trovi elencate qui sotto.

Spotify (Android/iOS/iPadOS)

App musica

Spotify è il servizio di streaming musicale più famoso e diffuso al mondo. Permette di ascoltare la musica su PC, Smart TV, console per videogiochi (PlayStation), Chromecast, speaker Bluetooth e naturalmente anche su smartphone e tablet Android e iOS/iPadOS.

Nella sua versione gratuita, Spotify permette di ascoltare musica su tutti i dispositivi, ma con molte limitazioni: oltre a intermezzi pubblicitari che di tanto in tanto interrompono la riproduzione delle canzoni, su smartphone è disponibile solo l’ascolto in modalità shuffle, cioè in ordine casuale (affine alla ricerca effettuata) e senza scegliere liberamente i brani da riprodurre, fatta eccezione per alcune playlist selezionate. Su tablet invece questa limitazione non c’è.

Per quanto riguarda la riproduzione dei brani offline: Spotify contempla questa funzione solo nella versione Premium, sottoscrivibile al costo di 9,99 euro/mese per un utente singolo, 4,99 euro/mese se si è studenti, 12,99 euro/mese per il piano Duo per coppia (con possibilità di creare playlist condivise) o 15,99 euro/mese per il piano Premium for Family utilizzabile fino a sei persone. Sottoscrivendo uno dei due piani decade anche l’obbligo della modalità shuffle su smartphone e diventa possibile ascoltare i brani con una qualità audio migliore (320 kbps).

Spotify offre a tutti i nuovi utenti una prova gratuita di 30 giorni del suo piano Premium. Questo significa che, se non hai mai provato il servizio, puoi usufruirne e ascoltare musica offline gratis. Per attivare la tua trial gratuita su Spotify, devi creare un account. Dopo aver scaricato e avviato l’app di Spotify sul tuo device, pigia quindi sul pulsante Crea account e scegli se effettuare la registrazione al servizio via email o tramite profilo Facebook: premi sul pulsante Iscriviti con Facebook per collegare il tuo profilo social a quello di Spotify, altrimenti inserisci Email, Scegli password, Scegli username, Data di nascita, Genere di appartenenza e fai tap sul pulsante verde Iscriviti per completare la registrazione.

Per ottenere la prova gratuita di 30 giorni, premi sull’icona dell’ingranaggio presente in alto a destra, seleziona l’opzione Passa a Premium (il bottone bianco al centro) e premi sul pulsante PROVA GRATIS PER 1 MESE in corrispondenza dell’abbonamento che intendi provare/sottoscrivere. Puoi iniziare il periodo di prova subito dopo aver inserito le informazioni di pagamento.

Per esempio, per completare la procedura carta di credito (sono disponibili Visa, Mastercard, American Express e PostePay), procedi inserendo i dati della tua carta, dopodiché premi sul pulsante Inizia il periodo di prova e paga dopo 30 giorni per attivare la prova gratuita di un mese. In alternativa, puoi scegliere PayPal come metodo di pagamento, pigia quindi su Inizia il periodo di prova e paga dopo 30 giorni, inserisci i dati di login di PayPal e il gioco è fatto. Non scegliere Paysafecard come metodo di pagamento, in quanto prevede l’addebito immediato dell’importo dell’abbonamento.

App musica

Chiaramente, se entro la scadenza della trial non disattivi il rinnovo automatico, ti verrà effettuato l’addebito dell’abbonamento per il mese successivo. Tutto chiaro?

Adesso è il momento di passare all’azione! Per iniziare a scaricare la musica e successivamente poterla ascoltare offline, individua l’album e la playlist di tuo interesse, premi sull’immagine di copertina e premi il tasto freccia rivolta verso il basso. Se stai usando un dispositivo Android, premi il tasto Download spostando la levetta a fianco della voce da OFF a ON.

I tuoi download vengono scaricati nella sezione La tua libreria e ricorda che questa procedura è valida anche per podcast e playlist. Per scaricare un singolo brano puoi invece devi prima creare una playlist o aggiungerlo ai tuoi preferiti. Infine, per assicurarti di poter continuare l’ascolto offline dei tuoi brani è fondamentale che ti colleghi all’app in modalità online almeno una volta ogni 30 giorni.

Per aggiungere un brano a una playlist, dopo averlo individuato cercandolo con l’apposita funzione Ricerca, premi sull’icona con i tre puntini e premi sul tasto Aggiungi alla playlist, poi su quello Nuova playlist, dunque assegna un nome e premi sul bottone Crea. Successivamente puoi procedere al download con la procedura che ti ho spiegato. Per maggiori informazioni su come creare una playlist su Spotify puoi fare riferimento a questo mio articolo.

Come ti dicevo, al termine della prova gratuita di 30 giorni il rinnovo sarà automatico ma puoi disattivare l’abbonamento in qualunque momento continuando a usufruire dei rimanenti giorni di prova. Per farlo, apri il browser del tuo dispositivo e collegati al sito Web di Spotify, premi quindi sulla voce Riepilogo dell’account e seleziona l’opzione Abbonamento. Fai tap sul pulsante verde Modifica o annulla e, nella schermata successiva, premi sull’opzione Annulla l’abbonamento Premium che trovi nella sezione Cambia piani.

Se desideri ottenere maggiori informazioni riguardo il funzionamento di Spotify, ti suggerisco di leggere la mia guida su come funziona Spotify.

Apple Music (Android/iOS/iPadOS)

App musica

Tra le applicazioni per ascoltare musica più diffuse c’è Apple Music, il servizio di streaming musicale di casa Apple. È accessibile da iPhone e iPad tramite l’app Musica di iOS/iPadOS e, al contrario di quanto pensano molti, è disponibile anche per smartphone e tablet Android (versione 4.3 o successive) tramite un’apposita app.

Anche Apple Music, purtroppo, è a pagamento ma per i nuovi iscritti è disponibile una prova gratuita di ben 90 giorni. Per ottenerla, avvia l’app del servizio facendo tap sulla sua icona (la nota musicale su sfondo bianco) e premi sulla voce [Logo Apple] Music Provalo adesso presente in alto; se stai usando un dispositivo Android, al primo avvio premi sul pulsante Inizia la prova gratuita di 3 mesi.

Premi dunque sul pulsante Prova gratis, scegli se accedere con il tuo ID Apple o di crearne uno nuovo, quindi seleziona uno dei piani disponibili tra Voce (4,99 euro/mese, destinato all’uso con dispositivi come HomePod e, più in generale, con l’assistente vocale Siri), Individuale (9,99 euro/mese), Famiglia (14,99 euro/mese e fino a 6 persone in contemporanea) e Studente (4,99 euro/mese se sei studente), fai tap su Inizia il periodo di prova e potrai iniziare la tua trial gratuita del servizio senza alcun obbligo di rinnovo. Come ti ho anticipato, durante la procedura, è necessario inserire un ID Apple: se non ne hai ancora uno, scopri come fare leggendo la mia guida su come creare un ID Apple.

Per ascoltare un brano in modalità offline, avvia la app di Apple Music (o la app Musica di iOS), individua il brano da scaricare e aggiungilo alla libreria facendo una pressione prolungata su di esso e premi il tasto Aggiungi alla libreria. Chiaramente puoi fare lo stesso nel caso di un album o una playlist.

Un metodo alternativo è invece quello di premere il pulsante Aggiungi [+]. Dopo aver aggiunto un brano alla Libreria, procedi al download andando in questa sezione dell’app e tocca e tieni premuto sul brano/album/playlist per poi avviare il download pigiando il pulsante Scarica. Puoi anche scaricare i contenuti premendo sul simbolo freccia verso il basso collocata sulla sinistra. I brani scaricati saranno disponibili per l’ascolto offline facendo tap sul pulsante Libreria presente nel menu basso.

Se il servizio non è stato di tuo gradimento o non vuoi impegnarti con un abbonamento, puoi disattivare il rinnovo automatico in qualunque momento. Su iPhone/iPad apri le impostazioni di iOS/iPadOS (l’icona identifica dalla rotella di ingranaggio), fai tap sulla voce iTunes Store e App Store, premi su ID Apple e fai tap sulla voce Visualizza ID Apple. Premi quindi sulla voce Abbonamenti, vai su Abbonamento Apple Music e fai tap sull’opzione Annulla periodo di prova.

Se hai un dispositivo Android, puoi agire dalla app di Apple Music. Premi quindi sul pulsante e fai tap sul tuo nome per accedere alle impostazioni dell’account. Premi poi su Gestisci l’abbonamento (potrebbe essere richiesto l’ID Apple) e fai tap prima su Abbonamento e poi su Disattiva Rinnovo automatico. Per approfondire l’argomento, puoi leggere la mia guida su come disattivare Apple Music.

YouTube Music (Android/iOS/iPadOS)

YouTube Music

YouTube Music è un altro servizio di streaming musicale offerto da Google. Come suggerisce immediatamente il nome, si appoggia a YouTube e dà infatti accesso all’intero catalogo musicale del celebre portale dei video, compresi i mix non ufficiali e i video caricati dall’utente.

YouTube Music è disponibile sul Web e sotto forma di app per Android e iOS/iPadOS. Si può usare gratis, ma per sfruttare le sue funzioni più importanti bisogna sottoscrivere un abbonamento di 9,99 euro/mese per utente singolo, 14,99 euro/mese per la versione Famiglia utilizzabile fino a 5 persone, oppure l’abbonamento per studenti a 4,99 euro/mese. Tutti questi abbonamenti includono un mese di prova gratuita.

Tra le funzioni di maggior rilievo disponibili nella versione completa di YouTube Music, ci sono la possibilità di riprodurre i contenuti in modalità solo audio, l’ascolto della musica in background e il download offline dei brani.

Per iscriverti a YouTube Music, non devi far altro che scaricare l’app ufficiale del servizio, avviarla, effettuare l’accesso al tuo account Google e pigiare prima sulla tua foto collocata in alto a destra e poi sulla barra rossa in basso per la sottoscrizione a Music Premium: PASSA A MUSIC PREMIUM (tramite il quale, successivamente, potrai gestire la tua sottoscrizione o annullarla, in caso di necessità). Alternativamente premi il tasto Esegui upgrade in basso a destra. In entrambi i casi aggiungi il metodo di pagamento e premi il pulsante ACQUISTA.

Per effettuare il download di album e playlist, invece, pigia sul pulsante collocato accanto al titolo del contenuto di tuo interesse e seleziona la voce Scarica dal menu che si apre. Nel caso di download di brani, dalla pagina di ascolto premi la cover del brano, quindi fai tap sul tasto Download [simbolo freccia in giù], oppure fai lo stesso dal menu .

Esiste inoltre un metodo più automatico per scaricare i contenuti da YouTube Music, ovvero tramite l’attivazione della funzione smart downloads. Questo consente di scaricare tutti i brani riprodotti senza ogni volta svolgere la procedura descritta poco sopra. Dopo aver avviato l’app, fai tap sulla foto del tuo profilo in alto a destra, poi premi il tasto Downloads e su quello Impostazioni, dunque concludi il tutto attivando premendo la voce Smart downloads.

Tieni a mente che puoi sempre rimuovere brani scaricati automaticamente, agendo dal menu e selezionando la voce Rimuovi download, inoltre il download automatico richiede almeno il 40% di carica. Per continuare a usufruire dei contenuti scaricati devi collegarti online a YouTube Music almeno una volta ogni 30 giorni.

Successivamente, gli elementi scaricati diventano disponibili nella sezione Raccolta dell’app. Trovi maggiori dettagli al riguardo nel mio tutorial dedicato a YouTube Music.

Amazon Music (Android/iOS/iPadOS)

App musica

Tra i servizi di streaming musicali di successo, rientra sicuramente anche Amazon Music che nella sua versione gratuita permette di ascoltare la musica acquistata su Amazon, sia in copia fisica che in digitale.

Se sei un grande appassionato di musica e in passato hai acquistato dischi e MP3 sulla piattaforma di Jeff Bezos, Amazon Music è una delle soluzioni che puoi prendere in considerazione per ascoltare musica offline gratis. Una volta scaricata l’app di Amazon Music, disponibile per dispositivi Android e per iPhone/iPad, ti basterà accedere con il tuo account Amazon per sincronizzare la libreria musicale con i titoli acquistati sul portale di shopping online.

Inoltre, se hai sottoscritto un abbonamento Amazon Prime, hai la possibilità di accedere gratuitamente a un catalogo composto da 2 milioni di brani in definizione standard. Non ci sono interruzioni pubblicitarie ed è supportato anche il download dei brani offline.

Per accedere all’intero catalogo del servizio, che conta 50 milioni di titoli e non avere limiti di ascolto mensili, è necessario sottoscrivere un abbonamento Amazon Music Unlimited a partire da 9,90 euro/mese. In alcuni periodi promozionali è possibile attivare una prova gratuita di 3 mesi (solitamente è offerto gratuitamente almeno un mese) del servizio collegandoti alla pagina apposita, facendo tap sul pulsante Iscriviti: x Mesi Gratis e autenticandosi con il proprio account Amazon.

Successivamente, seleziona il piano di abbonamento che preferisci di più tra l’Abbonamento individuale a 9,99 euro/mese e l’Abbonamento Family a 14,99 euro/mese con possibilità di collegare fino a 6 account, quindi premi il pulsante Iscriviti: x mesi gratis.. Infine, premi sulla voce Ascolta ora per iniziare a utilizzare Amazon Music Unlimited. Ti ricordo che l’abbonamento non è vincolante (puoi annullarlo quando vuoi) e non ti saranno addebitati costi per i mesi di prova.

App musica

A questo punto sei in grado di effettuare il download di brani, album e playlist da ascoltare offline. Premi dunque sul pulsante cerca (in basso) e digita il titolo del disco di tuo interesse, fai tap sulla sua copertina e premi sul pulsante Altre opzioni e su quello Scarica per effettuare il download. Puoi Tutti i tuoi download saranno visibili nella sezione Musica premendo sul pulsante in basso.

Per attivare la modalità offline di Amazon Music (e quindi non consumare traffico dati quando non sei connesso in wireless), fai tap sui tre puntini verticali presenti in alto a destra e premi sulla voce Modalità musica offline.

Nota bene che se attivi un abbonamento Amazon Music Unlimited devi anche riscaricare i contenuti musicali per ascoltarli offline in qualità HD o UHD. Questi file sono infatti più grandi proprio perché hanno una miglior qualità.

Infine, ti ricordo che se vuoi disattivare il rinnovo automatico dell’abbonamento, puoi farlo tramite browser collegandoti al tuo account Amazon. Premi dunque sulla voce Impostazioni Amazon Music presente a sinistra e fai clic su Cancella abbonamento o Non continuare dopo il periodo d’uso gratuito (nel caso sia attiva la trial di prova). Su dispositivi Android e tablet Fire, puoi agire direttamente dalla app del servizio premendo sulla voce Impostazioni.

Se vuoi scoprire come funziona Amazon Music Unlimited più da vicino e vuoi una mano a muovere i primi passi in questa ottima app per lo streaming musicale, consulta il mio tutorial dedicato.

App per ascoltare musica offline gratis senza abbonamento

Se le soluzioni per lo streaming musicale proposte in precedenza non sono adatte alle tue esigenze o hai terminato la prova gratuita e al momento non hai intenzione di sottoscrivere un abbonamento, puoi copiare la tua musica preferita sullo smartphone e ascoltarla usando un player musicale. A tal proposito ti saranno utili i miei tutorial su come trasferire file Android e su come mettere canzoni su iPhone.

Di player musicali ce ne sono davvero tanti. Oltre a quelli predefiniti di Android e iOS, se ne possono scaricare altri validissimi da Google Play e App Store: ecco qualche esempio tra i più riusciti.

Shuttle Music Player (Android)

App musica

Shuttle Music Player è uno dei migliori player musicali per Android, grazie a un’interfaccia grafica semplice e intuitiva. Tra le funzionalità più interessanti propone un equalizzatore, che permette di personalizzare i propri ascolti fin nei minimi dettagli, lo spegnimento automatico e il download automatico delle cover dei brani.

È possibile, inoltre, visualizzare i testi dei brani riprodotti (scaricati tramite MusixMatch o incorporati) e personalizzare la home screen del proprio dispositivo, tramite widget altamente personalizzabili.

Retro Music Player (Android)

Ascoltare musica offline con Retro Music Player

Retro Music Player è un lettore musicale dalla grafica semplice e dall’interfaccia intuitiva. Il numero di menu è contenuto e la schermata home raccoglie numerose funzioni a portata di tap come la cronologia di ascolto, gli ultimi brani aggiunti, lo shuffle casuale e l’elenco dei brani più riprodotti.

L’aspetto è personalizzabile con tre temi diversi gratuiti, inoltre sono state implementati i comandi nella schermata di blocco e in modalità guida. Il lettore ha interessanti funzioni come il filtro per durata, la lettura di cartelle e la riproduzione dei testi insieme al brano in ascolto. Risulta particolarmente semplice la creazione di playlist e la gestione dei brani nella memoria di archiviazione grazie alla funzione drag & drop e alla possibilità di creare tag di ricerca personalizzati.

Cloud Music Player (iOS/iPadOS)

App musica

Cloud Music Player permette di accedere alla musica memorizzata su Google Drive, Dropbox e OneDrive, scaricarla sul proprio dispositivo e ascoltarla offline. La soluzione ideale per chi non vuole sottoscrivere abbonamenti e non vuole perdersi in procedure di trasferimento file da computer a smartphone.

Cloud Music Player supporta formati MP3, M4A e WAV, permette di creare playlist, di impostare un timer di spegnimento e riprodurre la musica in background. Avviata l’app del servizio, è necessario premere sul pulsante Download (la nuvola con la freccia verde) per scaricare il brano e poterlo ascoltare.

Altre app per ascoltare musica offline gratis

App musica

In alternativa, puoi affidarti a una delle applicazioni che permettono di ascoltare musica offline gratuitamente accedendo alla libreria del dispositivo o che, tramite Internet, permettono di accedere (e scaricare legalmente) a un vasto catalogo di musica indipendente e priva di copyright. Ecco una lista con valide soluzioni da prendere in considerazione.

  • Jamendo Music (Android/iOS) – è un servizio di streaming musicale gratuito che propone musica indipendente con artisti e band che offrono brani a costo zero. Permette di ascoltare la musica senza registrarsi ma per usufruire di tutte le funzioni è richiesta la creazione di un account. È possibile scaricare i brani in locale e legalmente, per ascoltarli in modalità offline (funzione al momento non disponibile per iOS).
  • Free Music Archive (Android) – altra valida soluzione per ascoltare musica offline gratis è Free Music Archive, una piattaforma che consente di accedere a un ricco catalogo di musica non coperta da copyright e quindi scaricabile gratuitamente e legalmente per essere ascoltata offline.
  • SoundCloud (Android / iOS/iPadOS) – con oltre 200 milioni di musica, canzoni e podcast, SoundCloud è una delle piattaforme musicali di streaming più grandi disponibili. Dall’app è possibile seguire artisti, generi, ma anche scoprire nuovi brani, interagire con utenti e artisti. Tra le funzioni anche la possibilità di creare playlist o di ascoltarne di già create, chiedere consigli musicali o andare all’esplorazione di nuove musiche. È disponibile anche SoundCloud GO e SoundCloud GO +, disponibili rispettivamente per 5,99 euro/mese e 9,99 euro/mese con 7 e 30 giorni di prova disponibili. Entrambe consentono l’ascolto offline e azzerano la pubblicità. Maggiori informazioni qui.
  • BlackPlayer Music Player (Android) – parlando di player musicali, BlackPlayer è uno dei più affidabili e apprezzati tra gli utenti Android. Il punto forte è sicuramente l’interfaccia moderna e minimalista che la rende immediata e pratica da usare. Tante le opzioni disponibili sia per l’ascolto che per la personalizzazione grafica dell’interfaccia, tra cui cinque bande selezionabili nell’equalizzatore e la possibilità di aggiungere anche i testi. Per 3,59 euro si può acquistare la versione EX e rimuovere tutta la pubblicità in-app.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.