Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per registrare le telefonate

di

Devi sostenere un’importane conversazione al telefono e sei alla ricerca di qualche applicazione che ti consenta di registrare il tutto, in modo da poter riascoltare i punti salienti della chiamata al momento più opportuno? Nulla di impossibile, anzi. Se mi concedi qualche minuto del tuo tempo libero, posso infatti indicarti alcune ottime app per registrare le telefonate disponibili sia per Android che per iPhone.

Nelle righe successive, dunque, andrò a segnalarti quali strumenti è possibile usare per raggiungere lo scopo e quali operazioni, di preciso, bisogna compiere per far sì che tutto fili liscio. Scaricando e installando le giuste soluzioni potrai quindi trasformare il tuo cellulare in un vero e proprio registratore e “captare” quello che viene detto nel corso della chiamata, sia da te che dal tuo interlocutore.

Ti avviso, però: nella maggior parte dei casi non si tratta di soluzioni totalmente gratuite. Dovrai quasi sempre acquistare dei crediti per poter usare le app per più di qualche minuto (che generalmente viene concesso come prova gratuita). Detto questo, non mi resta che augurarti una buona lettura.

Indice

Informazioni preliminari

Foto di una ragazza che fa una telefonata

Prima di entrare nel vivo della guida, andandoti a segnalare alcune delle migliori app per registrare le telefonate su Android e iPhone, è mio dovere fornirti alcune informazioni preliminari al riguardo.

Partiamo da un punto fermo: registrare le telefonate, anche all’insaputa dell’interlocutore, non è un reato o una violazione della privacy. Tuttavia, a meno che non venga fornito espresso consenso da parte dell’altra persona che partecipa alla telefonata, non bisogna diffondere o fare ascoltare ad altri le chiamate, in quanto è proprio il non rispetto di tali direttive che fa scattare la violazione delle norme in materia.

Un’altra cosa che devi tenere presente è che per registrare le telefonate senza andare incontro a eventuali problemi, occorre attivare il servizio di conferenza del proprio operatore di telefonia, quello che consente di parlare con più di un interlocutore in simultanea. Se non hai già provveduto a farlo, dunque, contatta il tuo gestore di telefonia e richiedi l’attivazione del suddetto servizio. Se non sai come parlare con il servizio clienti di TIM, Vodafone, WINDTRE, Iliad ecc. puoi leggere le mie guide sull’argomento.

Infine, una piccola nota “tecnica”: nel caso in cui, utilizzando gli strumenti che trovi segnalati in questo tutorial, la voce nelle chiamate registrate dovesse risultare eccessivamente bassa, puoi cercare di rimediare al problema andando a esportare le registrazioni sul computer e amplificando il volume con dei programmi per l’editing audio, come Audacity o gli altri che trovi segnalati nella mia guida sull’argomento.

App per registrare le telefonate Android

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, direi che possiamo finalmente entrare nel vivo del tutorial e andare a scoprire quali sono le migliori app per registrare le telefonate Android. Le trovi indicate qui di seguito.

ATTENZIONE: Google ha applicato delle forti restrizioni ad Android 10 e versioni successive che impediscono alla maggior parte delle app per la registrazione delle chiamate di funzionare. Se, dunque, utilizzi una versione molto recente di Android, metti in conto che potresti avere non poche difficoltà a trovare delle app funzionanti per il tuo device.

Cube Call Recorder ACR

Cube Call Recorder ACR

Cube Call Recorder ACR è un’app per registrare le chiamate su Android molto “quotate”, anche perché una delle poche compatibili con Android 10 e successivi (anche se l’effettiva compatibilità potrebbe variare di device in device). Permette di registrare le “comuni” telefonate e quelle effettuate con le applicazioni di messaggistica/VoIP. È gratis di base, ma prevede acquisti in-app per sbloccare funzioni avanzate come il backup cloud delle conversazioni.

Puoi scaricare l’app dal Play Store o da store alternativi (se hai un device senza servizi Google). Al primo avvio, salta la presentazione iniziale, accetta le condizioni d’uso e concedi i permessi necessari, pigiando sull’apposito tasto e spostando le levette che ti vengono proposte su ON. Su alcuni device viene anche proposto di disattivare le funzioni di risparmio energetico, che potrebbero impedire il lancio automatico dell’app.

Finite le fasi preliminari, devi selezionare la fonte da cui vuoi captare l’audio, ad esempio telefono, WhatsApp, Zoom. Fatto questo, premi sul pulsante ☰, accedi al menu dedicato alle registrazioni (Recordings) e attiva la funzione di registrazione automatica delle chiamate, attivando la relativa levetta (Autostart recording).

Ora, alla prossima chiamata effettuata o ricevuta, la registrazione partirà automaticamente e vedrai comparire, a testimonianza di ciò, il widget di Cube Call Recorder ACR. Al termine, potrai ascoltare la chiamata andando nella sezione Timeline dell’app.

Qualora il volume dell’interlocutore risultasse troppo basso, prova a configurare un metodo di registrazione alternativo dal menu ☰ > Recording/Registrazione > Phone recording audio source/Sorgente audio di registrazione.

RMC: Android Call Recorder

RMC: Android Call Recorder

Un’altra app per registrare le telefonate che ti consiglio di prendere in considerazione è RMC: Android Call Recorder. Si tratta di una soluzione a costo zero che funziona su tantissimi modelli di smartphone Android con Android 9.x o precedenti. Su alcuni dispositivi potrebbe non essere in grado di offrire una qualità eccelsa di registrazione, specie per quanto riguarda quello che dice il proprio interlocutore.

Se desideri scaricare e installare l’app sul tuo dispositivo, accedi alla relativa sezione del Play Store e fai tap sul bottone Installa. Se stai usando un device su cui non è disponibile il Play Store, puoi scaricarla tramite uno store alternativo. Successivamente, avvia l’applicazione selezionando la relativa icona che è stata aggiunta alla home screen e/o al drawer.

Ora che visualizzi la schermata principale di RMC: Android Call Recorder, concedi all’app i permessi necessari per funzionare correttamente, facendo tap sulle voci apposite che vedi comparire sul display, dopodiché premi sul pulsante con le tre linee in orizzontale che si trova in alto a sinistra, seleziona la voce Impostazioni dal menu che si apre a sinistra e premi sulla dicitura Recording.

Assicurati quindi che risulti seleziona la casella Attiva Servizio (altrimenti provvedi tu). D’ora in avanti RMC: Android Call Recorder registrerà tutte le chiamate che il tuo cellulare effettuerà o riceverà senza che tu debba fare altro, motivo per cui rientra a pieno titolo anche tra le app per registrare le telefonate in automatico.

Quando poi lo vorrai, potrai ascoltare le registrazioni delle chiamate recandoti nella sezione Non organizzate di RMC: Android Call Recorder dell’app, selezionando il nome della registrazione di tuo interesse e premendo sul bottone Play nel menu che si apre. Tramite lo stesso menu puoi anche archiviare le registrazioni nell’elenco di quelle più importanti, rinominarle, condividerle e cancellarle.

Altre app per registrare le telefonate Android

Call Recorder

Nessuna delle app per registrare le telefonate sul cellulare con Android che ti ho già segnalato ti ha convinto in modo particolare e ti piacerebbe che ti suggerissi delle alternative? Allora da’ un’occhiata alle ulteriori applicazioni utili allo scopo che ho provveduto a includere nell’elenco qui sotto. Spero vivamente siano in grado di soddisfarti.

  • Call Recorder — ottima app per registrare le telefonate su Huawei e su qualsiasi altra marca di smartphone Android, funzionante in automatico, sia per le chiamate in entrata che in uscita. Integra inoltre una comoda funzione che consente di attivare la registrazione solo per i contatti in rubrica o solo per i numeri sconosciuti. È gratuita, ma propone acquisti in-app (al costo di 4,89 euro) per sbloccare funzioni aggiuntive.
  • Registratore chiamate ACR — è una delle app più apprezzate del Play Store per registrare le chiamate in entrata e in uscita sui telefoni Android. Si può registrare una telefonata manualmente oppure automaticamente. Inoltre, le registrazioni possono essere protette con password e si possono eliminare automaticamente dopo un certo periodo di tempo. È gratis, ma propone acquisti in-app (al costo base di 69 cent.) per sbloccare funzioni aggiuntive.
  • Registratore di chiamate — è un’altra valida soluzione per registrare le telefonate sui dispositivi Android e che permette anche di aggiungere note e condividere facilmente le chiamate. Da notare che si integra alla perfezione con i principali servizi di cloud storage e che sovrascrive automaticamente le vecchie conversazioni non contrassegnate come importanti. È completamente a costo zero, quindi rientra a pieno titolo nella categoria delle app per registrare le telefonate gratis.

App per registrare le telefonate iPhone

Passiamo ora al versante iOS e andiamo a scoprire, dunque, quali sono le migliori app per registrare le telefonate iPhone attualmente disponibili. Le trovi segnalate qui di seguito. Individua quella che ritieni possa fare di più al caso tuo e scaricala subito.

TapeACall

TapeACall

Utilizzi un iPhone e vorresti capire a quali app per registrare le telefonate puoi rivolgerti? Allora, tanto per cominciare, ti consiglio di mettere alla prova TapeACall. Si tratta di un’applicazione che si avvale del servizio di conferenza degli operatori per registrare le chiamate, sia in entrata che in uscita. L’unica cosa che occorre tener presente è che, stando a quanto sostenuto dallo stesso sviluppatore dell’app, TapeACall non è supportata da Vodafone, per cui potrebbe non funzionare correttamente con le linee di questo provider. Tieni altresì presente che il download dell’app è gratuito e si può usare a costo zero per soli 7 giorni, trascorsi i quali per poterne continuare a fruire occorre sottoscrivere l’apposito abbonamento (al costo base di 4,99 euro/mese).

Per scaricare e installare l’applicazione sul tuo dispositivo, accedi alla relativa sezione dell’App Store, premi sul pulsante Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza la procedura tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple. Successivamente, avvia l’app selezionando la relativa icona che è stata aggiunta alla home screen e/o alla Libreria app.

Ora che visualizzi la schermata principale dell’applicazione, premi sul pulsante Acconsento e verifica la tua linea, immettendo il tuo numero di cellulare nel campo apposito, premendo sul bottone Avanti, attendendo la ricezione di un SMS con il codice di verifica necessario per usare TapeACall, digitando quest’ultimo nel campo di testo apposito e facendo tap sul pulsante Continua.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, premi sul pulsante Inizia la registrazione, in modo da avviare la trial dell’app. In seguito, seleziona il Paese di tuo interesse dall’elenco visualizzato e autorizza l’app a inviarti notifiche e ad accedere ai tuoi contatti, spostando su ON gli interruttori accanto alle voci Consenti notifiche e Accedi ai contatti. Avvia quindi il tutorial che spiega il funzionamento dell’app, facendo tap sul pulsante Play collocato in basso.

A questo punto, puoi passare alla registrazione delle chiamate in uscita. Per riuscirci, premi sul pulsante circolare rosso che si trova al centro della schermata principale di TapeACall, seleziona il numero accanto alla dicitura Chiama annesso al menu che si è aperto, sfiora il pulsante altra chiamata che vedi nella schermata della telefonata e digita il numero di telefono della persona che vuoi contattare, recandoti nella sezione Tastierino della schermata attualmente visualizzata o selezionandolo dall’elenco presente nella sezione Contatti. A chiamata avviata, aspetta che l’utente risponda e poi premi sul pulsante unisci.

Se invece è tua intenzione registrare una chiamata in entrata, non devi far altro che rispondere ad essa, recarti nella schermata di TapeACall e premere sul pulsante circolare rosso situato al centro del display. Attendi che la chiamata venga inviata al servizio di registrazione di TapeACall e poi premi sul pulsante unisci.

Quando poi lo riterrai necessario, potrai ascoltare le chiamate registrate premendo sul bottone Play che trovi nella schermata principale di TapeACall e selezionando la telefonata di tuo interesse dall’elenco proposto.

REKK

REKK Registratore Chiamate

Un’altra ottima applicazione che puoi valutare di impiegare su iPhone per effettuare la registrazione delle tue telefonate è REKK. Anche questa soluzione permette di effettuare la registrazione delle chiamate in entrata e in uscita, salvandole in automatico. È facilissima da usare, dispone di una gradevole interfaccia utente e, per di più, effettua la trascrizione delle registrazioni. Per funzionare, richiede però che l’operatore telefonico in uso supporti la chiamata a tre vie. Si scarica gratis, ma per funzionare necessita della sottoscrizione di un abbonamento (con costi a partire da 4,99 euro/settimana).

Per servirtene, dopo averne effettuato il download e l’installazione dalla relativa sezione dell’App Store, avviala, fai tap sul bottone Start using REKK che trovi nella schermata principale di REKK.

A questo punto, digita il tuo numero di telefono nel campo preposto (verifica preventivamente che nel menu a tendina adiacente risulti selezionato il prefisso internazionale corretto, altrimenti provvedi tu) e scegli se ricevere il codice per verificare il tuo numero a mezzo SMS o telefonicamente, facendo tap sul pulsante apposito. In seguito, digita il codice appena ottenuto nel campo preposto e premi sul pulsante Continua.

Concedi quindi all’app i permessi necessari per accedere alla rubrica telefonica e per poterti inviare le notifiche, dopodiché premi sul pulsante “x” in alto a sinistra per chiudere la schermata con il manuale d’uso dell’app.

A questo punto, se vuoi registrare una chiamata in uscita, devi procedere nel seguente modo: fai tap sul pulsante Tastiera che si trova nella schermata principale di REKK e digita il numero di telefono di tuo interesse oppure premi sul bottone Contatti e seleziona un contatto dalla rubrica. In seguito, fai tap sul tasto OK, sfiora il numero situato accanto alla voce Chiama nel menu che si apre, seleziona la notifica che compare nella parte in alto del display, seleziona l’altro numero visualizzato accanto alla dicitura Chiama nell’ulteriore menu che compare e, una volta ricevuta risposta da parte della persona alla quale stai telefonando, premi sul tasto unisci visibile nella schermata della telefonata.

Invece, se è tua intenzione registrare una chiamata in arrivo, devi procedere in quest’altro modo: rispondi alla telefonata così come fai di solito, apri REKK, premi sul pulsante circolare viola con il microfono che si trova nella parte in alto e sfiora il pulsante unisci che trovi nella schermata dell’app.

Quando necessario, potrai poi ascoltare le registrazioni delle chiamate fatte, accedendo alla sezione Registri dell’app e selezionando la conversazione di tuo interesse dall’elenco. Se poi vuoi condividere il file audio ottenuto, effettuarne la trascrizione oppure aggiungere desideri aggiungervi delle annotazioni, premi sull’icona della condivisione che trovi nella schermata successiva e seleziona l’opzione che preferisci.

Altre app per registrare le telefonate iPhone

Call Recorder – Int Call

Nel caso in cui nessuna delle app per registrare le telefonate iOS che ti ho già proposto ti avesse convinto in modo particolare, puoi valutare di ricorrere all’uso di una delle soluzioni alternative che ho provveduto a includere nell’elenco qui di seguito.

  • Registrazione di chiamate — come lascia intendere lo stesso nome, si tratta di un’applicazione per iPhone che permette di registrare le telefonate, sia quelle fatte che quelle ricevute. Purtroppo, però, non è in grado di agire in automatico. Rientra tuttavia tra le app per registrare le telefonate iPhone gratis, in quanto il download può essere eseguito gratuitamente, ma bisogna fare acquisti in-app (al costo base di 1,09 euro) per compare del credito prepagato necessario per effettuare le registrazioni o per sottoscrivere l’abbonamento.
  • Call Recorder Chiamate — è un’altra applicazione per iPhone che permette di registrare sia le chiamate in entrata che quelle in uscita. È dotata di una una bella interfaccia utente, è facilissima da usare e non applica limitazioni riguardo la durata delle registrazioni. Si può scaricare gratis, ma per usare le funzioni offerte bisogna sottoscrivere l’apposito abbonamento tramite acquisti in-app (con prezzi a partire da 2,99 euro).
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.