Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

App per video

di

Il tuo amico ti ha mandato il video che ha realizzato in occasione di un concerto in cui è andato. Sei impaziente di vedere il filmato che ha realizzato in quanto tu, purtroppo, avevi altri impegni e non hai potuto essere lì con lui per goderti quell’atteso momento. Già stai pregustando l’attimo in cui avvierai il video: vedrai il pubblico in delirio che, come al solito, canta a squarciagola le canzoni del tuo idolo, luci e effetti speciali che avvolgono tutto il palco, il cantante con la sua band che entra in scena con la tua canzone preferita.

Interrompo per un attimo i tuoi sogni ad occhi aperti per dirti che non staresti qui di certo a leggere queste righe se avessi già riprodotto il video. Se hai fatto clic su questa guida significa che c’è di certo qualche intoppo: non riesci a vedere il video sul tuo smartphone? Ok, ma sei sicuro di avere installato un’app per video che supporti quel formato particolare sul tuo dispositivo Android o iOS? Non sai che app installare? Non ti preoccupare, posso darti una mano io; vedrai che, se seguirai i miei consigli, sarà facilissimo.

Nella guida di quest’oggi, infatti, affronteremo l’argomento sulle app per video per filo e per segno, parlando nel dettaglio delle app che ti permettono di riprodurre video sul tuo smartphone. Specialmente sui dispositivi Android, vi sono diverse app per video che, diverse da quella predefinita installata sul tuo smartphone, ti permettono di ottenere un’esperienza di visione diversa e sicuramente anche più completa. Sei pronto a scoprire quali app per video utilizzare? Allora tieni sotto mano il tuo smartphone e provale per vedere quella che più si adatta alle tue esigenze. Vedrai che, alla fine della lettura, sarai soddisfatto di quanto hai appreso e sarai pronto per elargire consigli a tutti i tuoi amici. Scommettiamo?

VLC (Android/iOS)

Una tra le app più popolari per vedere video sul tuo smartphone è senza ombra di dubbio VLC. Si tratta infatti della versione per dispositivi mobili del famoso software gratuito e open source per PC, Mac e Linux dedicato alla riproduzione di contenuti multimediali. L’applicazione presenta però funzionalità differenti su Android e iOS. Vediamo quali sono gli strumenti principali che puoi utilizzare per ciascun dispositivo.

Partiamo subito con il parlare delle funzionalità di VLC per Android, quindi scarica prima di tutto l’app e aprila per vederne assieme a me le caratteristiche. Il funzionamento principale di VLC per Android ti permette di riprodurre i file video e audio che sono presenti nella memoria del tuo dispositivo e anche di cercare un file da riprodurre tra le cartelle della memoria interna del tuo smartphone.

Tramite il menu principale, inoltre, puoi scegliere se riprodurre un video dalla rete locale (Rete locale) o se aprire un flusso di rete (Apri MRL) per la riproduzione di un contenuto multimediale. Prova a riprodurre un video dalla libreria multimediale del tuo dispositivo per vedere tutti gli strumenti aggiuntivi messi a disposizione da VLC. Da destra a sinistra, vi sono una serie di pulsanti: il lucchetto serve per bloccare l’accesso agli strumenti, evitando così la pressione inavvertita di pulsanti sullo schermo; il fumetto riguarda gli eventuali file di sottotitoli e la possibilità di cambiare traccia audio, se disponibile. Di fianco trovi il tasto Play, che ovviamente serve per avviare la riproduzione, il simbolo dei tre puntini che ti permette di accedere a un menu secondario con impostazioni aggiuntive dedicate alla riproduzione (gestione del ritardo di traccia audio/sottotitoli, possibilità di riproduzione in una finestra a comparsa e tanto altro) e, infine, il simbolo di un riquadro che permette di regolare il formato del video (16:9, 4:3 per esempio).

Scaricando invece l’app su dispositivi iOS, troverai funzionalità differenti. L’applicazione, infatti, non potrà essere utilizzata per la riproduzione di contenuti multimediali precedentemente presenti nella memoria del tuo dispositivo, ma potrai soltanto riprodurre contenuti da server sulla rete locale o su cloud. Per riprodurre un contenuto multimediale sul tuo dispositivo, utilizzando VLC, potrai inoltre scegliere se sincronizzare i file dal tuo PC allo smartphone, attraverso l’app iTunes.

Inizia in ogni caso aprendo l’app e, dal menu principale, esplora le voci disponibili premendo sull’icona del cono, simbolo stesso di VLC. La sezione Raccolta Multimediale comprende i file che hai sincronizzato sul tuo dispositivo con gli strumenti precedentemente elencati, la sezione Rete, invece, riguarda la possibilità di effettuare la riproduzione di contenuti multimediali da una Rete locale, da un Flusso di Rete o da servizi Cloud. Puoi anche scaricare manualmente un contenuto, premendo sul pulsante Scarica e attivando o disattivando la condivisione tramite WiFi.

Prova ad avviare la riproduzione di un file multimediale per vedere i pulsanti dedicati alla visione, messi a disposizione da VLC. In questo caso, oltre ai classici tasti per controllare la riproduzione multimediale, trovi il simbolo dell’orologio, per regolare il ritardo dell’audio, il simbolo del fumetto per cambiare traccia audio e traccia dei sottotitoli e il simbolo di un quadro per regolare filtri quali luminosità e contrasto. Infine, premendo il simbolo dei tre puntini, avrai a disposizione ulteriori impostazioni per gestire la riproduzione multimediale.

Player Xtreme (Android/iOS)

Player Xtreme è una tra le migliori applicazioni per video disponibili su Android e iOS, in quanto estremamente ricca di funzionalità aggiuntive per gestire la riproduzione. L’applicazione è scaricabile gratuitamente su Android e iOS e presenta funzionalità diverse a seconda del suo utilizzo su dispositivi iOS o Android.

Utilizzando Player Xtreme come app per riprodurre video, avrai infatti soltanto su Android la possibilità di riprodurre i contenuti situati all’interno della tua libreria multimediale. Su iOS, come già accaduto con VLC, dovrai invece sincronizzarli manualmente da PC o Mac, tramite iTunes, oppure tramite un dispositivo collegato nella stessa rete WiFi.

A livello generale, rispetto a VLC, però, l’applicazione per video Player Xtreme risulta più completa di funzionalità, principalmente per quanto riguarda la gestione della riproduzione di contenuti multimediali. Su iOS, inoltre, l’applicazione presenta infatti un’interfaccia utente ricchissima di pulsanti aggiuntivi, risultando addirittura superiore alla sua controparte per Android. Se provi a riprodurre un file multimediale, utilizzando l’applicazione su iOS, troverai una serie di simboli facenti riferimento a strumenti aggiuntivi, non disponibili su Android: il simbolo della fotocamera per scattare uno screenshot del video in riproduzione, il simbolo della trasmissione per permettere il collegamento con Chromecast o Air Play e il simbolo di un quadrato che permette di effettuare una selezione di video da riprodurre per effettuarne eventualmente un ritaglio.

L’applicazione è gratuita su Android e iOS ma su dispositivi iOS è presente anche una versione a pagamento dell’app chiamata PlayerXtreme Pro (dal costo di 4,99€). Quest’ultima include tutti gli strumenti aggiuntivi precedentemente citati assenti nella versione Android ma, scrivendo una recensione dell’App su App Store di iOS, è possibile sbloccarla sul proprio dispositivo Apple in via del tutto gratuita.

MX Player (Android)

L’applicazione per video MX Player è conosciuta e frequentemente utilizzata dai possessori di un dispositivo Android: anche io te ne consiglio l’utilizzo per via del suo supporto a numerosissimi codec e a svariati formati di sottotitoli.

L’anzianità dell’applicazione sul Play Store di Android e le sue funzionalità principali, fanno sì che MX Player sia un’app molto utilizzata dagli utenti in possesso di un dispositivo mobile con il sistema operativo di Google. Oltre ai moltissimi codec e ai numerosi formati di sottitoli, MX Video Player è un’app utilizzata per la presenza di alcune gesture per la gestione della riproduzione multimediale.

A livello di caratteristiche tecniche, MX Video Player è anche un’app per vedere video che supporta funzionalità aggiuntive come il supporto all’accelerazione hardware e la decodifica multi-core, funzionalità che permettono di aumentare le performance dell’applicazione, nel corso della riproduzione multimediale. I codec per la lettura di diversi formati sono inoltre scaricabili singolarmente, affinché l’applicazione principale non risulti pesante in termini di kilobyte.

L’applicazione per vedere video MX Player è disponibile gratuitamente ma presenta banner pubblicitari abbastanza invasivi. Per rimuoverli e, per supportare gli sviluppatori, è necessario l’acquisto della versione MX Player Pro al prezzo di 6,20€.

Su dispositivi iOS è possibile trovare applicazioni simili chiamate MX Player, ma si tratta di applicazioni non ufficiali che sfruttano la popolarità dell’applicazione Android. MX Player, sviluppata da J2 Interactive, non è disponibile sugli smartphone Apple.

Movie Player (iOS)

Disponibile soltanto su iOS, Movie Player è un’applicazione per vedere video dall’interfaccia utente minimale ma funzionale in quanto punta tutto sull’immediatezza di utilizzo.

L’applicazione non permette la riproduzione di video salvati nella libreria multimediale del proprio dispositivo, per quello c’è l’app di default di iOS, ma si occupa di semplificarti la vita, se per esempio devi effettuare la riproduzione di file multimediali aggiuntivi tramite la Condivisione file di iTunes (pulsante iTunes), scaricarlo da un servizio di Cloud come Dropbox (pulsante Dropbox) o aggiungerlo dal tuo PC allo smartphone, utilizzando la connessione WiFi (pulsante WiFi). In alternativa, possedendo il link diretto di un file multimediale, è possibile scaricarlo direttamente sul proprio dispositivo (pulsante Download Diretto).

Per quanto riguarda gli strumenti offerti per la riproduzione video, Movie Player offre soltanto i tradizionali pulsanti per mandare avanti e indietro, mettere in pausa e riprendere la riproduzione, senza rendere disponibili funzionalità aggiuntive. Come è facile intuire, la mancanza di strumenti aggiuntivi è da imputarsi alla presenza di acquisti in app: 1,99€ per abilitare la riproduzione di diversi formati aggiuntivi di tracce audio, 0,99€ per abilitare il supporto alla lettura dei sottotitoli e 2,99€ per l’acquisto di Movie Player Pro, versione con altre funzionalità aggiuntive tra cui la possibilità di effettuare lo streaming di un filmato dal tuo mediaserver locale o da qualsiasi altro server FTP.