Questo sito contribuisce alla audience di Il Messaggero

Come arredare casa virtualmente

di

Dopo averci pensato tanto, hai deciso di fare il grande passo e di comprare la tua prima casa. Sei così eccitato che non vedi l’ora di acquistare i mobili per tutte le stanze e dar forma all’abitazione, ma prima di spendere soldi e rimanere insoddisfatto del risultato finale, vorresti simulare l’arredamento della tua dimora e vedere come si adatta alle singole stanze. È così? Bene, allora non preoccuparti e segui le indicazioni che sto per darti.

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, posso infatti spiegarti come arredare casa virtualmente e dare sfogo alle tue idee. Hai a disposizione numerosi strumenti per riuscire nel tuo intento: puoi fare affidamento su dei programmi di progettazione professionali e non da installare sul computer oppure puoi valutare di adoperare dei servizi online che permettono di simulare l’arredamento delle stanze e curarlo fin nei minimi dettagli. Ci sono pure delle app fruibili direttamente da mobile. Interessante, vero?

Allora dai, non perdiamoci ulteriormente in chiacchiere e mettiamoci subito all’opera. Posizionati bello comodo, prenditi cinque minuti liberi e dedicali alla lettura dei prossimi paragrafi. Segui con attenzione le istruzioni che sto per darti, scegli la soluzione che ritieni più adatta alle tue esigenze e inizia a mettere nero su bianco tutte le tue idee di arredamento. Sono sicuro che, in men che si dica, troverai la migliore soluzione possibile per le stanze delle tua nuova dimora. Scommettiamo?

Indice

Programma per arredare casa virtualmente

Vorresti capire quale programma per arredare casa virtualmente poter adoperare? Allora rivolgiti alle soluzioni di questo tipo che ho provveduto a indicarti qui sotto e che, a mio modesto avviso, rappresentano le migliori attualmente disponibili su piazza per Windows, macOS e Linux.

Sweet Home 3D (Windows/macOS/Linux)

Sweet Home 3D

Se cerchi un programma per arredare casa virtualmente gratis, ti suggerisco vivamente di prendere in considerazione Sweet Home 3D. Si tratta di un software per il disegno di interni che permette di creare ambienti 2D di case arredate e di esplorare poi il tutto in 3D. È disponibile per Windows, macOS e Linux, è abbastanza semplice da usare ed è totalmente a costo zero, ma per Mac c’è pure una variante scaricabile direttamente dal Mac App Store che è a pagamento (costa 14,99 euro) e include un numero maggiore di elementi d’arredo.

Per scaricare il software sul tuo computer, recati sul relativo sito Web, clicca sul link Scarica Sweet Home 3D e premi sul pulsante Download presente nella nuova pagina che si apre.

A download ultimato, se stai usando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che ti viene mostrata sul desktop, clicca sui pulsanti , OK e Avanti (per quattro volte di fila). In seguito, seleziona l’opzione Accetto i termini del contratto di licenza e clicca sui bottoni Avanti (per altre quattro volte di seguito), Installa e Fine.

Se stai usando macOS, invece, apri il pacchetto .dmg scaricato, sposta l’icona del programma nella cartella Applicazioni del Mac, facci clic destro sopra, seleziona la voce Apri dal menu che compare e clicca sul bottone Apri nella finestra visibile sullo schermo, così da andare ad aggirare le restrizioni applicate da Apple verso gli sviluppatori non certificati (operazione che va effettuata solo al primo avvio).

Una volta completata la procedura d’installazione, ti verrà mostrata la finestra principale di Sweet Home 3D e potrai cominciare a usare il programma interagendo con la sua interfaccia, che è strutturata in questo modo: a destra trovi l’area dedicata alla visualizzazione del progetto; in alto ci sono gli strumenti relativi alla planimetria; a sinistra c’è la sezione con gli strumenti di arredo; in basso è posta la sezione dedicata alla visualizzazione 3D del progetto; in alto sono presenti i pulsanti e i menu per aggiungere stanze, pareti ecc.

A modifiche ultimate, per effettuare il salvataggio del progetto clicca sul pulsante con la freccia celeste che si trova in alto a sinistra. Se, invece, desideri esportare il progetto in 2D fai clic destro nell’area 2D del progetto e seleziona la voce Esporta in formato SVG, mentre per esportarlo in 3D fai clic con il tasto destro nell’area 3D e scegli la voce Esporta in formato OBJ nel menu che si apre.

SketchUp (Windows/macOS)

Casa

Un altro tra i programmi per arredare casa virtualmente che merita indubbiamente di essere preso in considerazione è SketchUp. Qualora non lo avessi mai sentito nominare, ti comunico che si tratta di un celeberrimo software per il disegno tecnico e la modellazione 3D, grazie al quale si possono realizzare planimetrie e lavori di vario genere legati al settore ingegneristico e urbanistico. Funziona sia su Windows che su macOS e, pur trattandosi di una soluzione destinata principalmente ai professionisti, è abbastanza semplice da usare. È a pagamento (presenta costi a partire da 119 dollari/anno), ma si può provare gratis per 30 giorni.

Per scaricare il programma sul tuo computer, visita il sito Internet di SketchUp e premi sul bottone Prova SketchUp. In seguito, seleziona la scheda relativa all’uso che desideri fare del software, premi sul bottone Inizia la prova gratuita di SketchUp e decidi se registrarti usando il tuo indirizzo email oppure se effettuare l’accesso con l’account Google o con l’account Apple.

A questo punto, rispondi alle domande che ti vengono poste selezionando le risposte già pronte più adatte, premi sul pulsante Continua e, per finire, seleziona la voce Confermo per accettare le condizioni d’uso dell’applicazione. Successivamente, clicca sul pulsante Inizia la prova e aspetta che venga avviata e completa la procedura di download del file d’installazione del software.

Dopo aver compiuto i passaggi di cui sopra, se stai adoperando Windows, apri il file .exe ottenuto e, nella finestra che vedi comparire sullo schermo, fai clic sui pulsanti , Avanti (per due volte di seguito) e Installa. Porta quindi a termine il setup premendo sul pulsante Fine.

Se stai usando macOS, apri il pacchetto .dmg ottenuto, trascina l’icona del programma nella cartella Applicazioni di macOS, facci clic destro sopra, scegli la voce Apri dal menu contestuale e poi clicca sul bottone Apri nella finestra che compare sullo schermo, al fine di avviare il software andando però ad aggirare le restrizioni volute da Apple nei confronti degli sviluppatori non certificati (operazione che va eseguita solo al primo avvio).

Una volta visualizzata la finestra di SketchUp, a prescindere dal sistema operativo che stai impiegando, accetta le condizioni d’uso del programma, fai clic sui pulsanti Continua e Accedi, esegui il login con i tuoi dati e scegli uno dei template disponibili.

Adesso che visualizzi la finestra principale del programma, puoi finalmente cimentarti nell’arredare casa virtualmente, intervenendo sulla relativa interfaccia, suddivisa nel seguente modo: al centro c’è la sezione dedicata al progetto in lavorazione; in alto trovi la barra con i menu a tendina mediante cui salvare, importare i progetti, esportarli ecc.; in basso c’è un menu con le icone con le scorciatoie; a sinistra trovi la barra con gli strumenti di lavoro più usati durante la fase di progettazione.

Quando avrai terminato, salva il progetto realizzato cliccando sul menu File in alto a sinistra e selezionando la voce Salva da quest’ultimo. Per approfondimenti, puoi consultare le mie guide dedicate specificamente a su come scaricare SketchUp e come usare SketchUp.

Altri programmi per arredare casa virtualmente

Room Aranger

Oltre a quelli che ti ho già segnalato, ci sono pure altri programmi mediante cui è possibile arredare casa virtualmente e che puoi quindi valutare di adoperare in alternativa alle soluzioni proposte nelle righe precedenti. Li trovi segnalati qui sotto. Spero possano essere di tuo gradimento.

  • Room Aranger (Windows/macOS/Linux) — è un software disponibile per tutti i principali sistemi operativi. Permette di creare progetti con estrema facilità, con la possibilità di visualizzare le stanze da arredare in 2D e 3D. È a pagamento (presenta costi a partire da 19,95 dollari), ma è disponibile una versione trial che permette di provare il programma gratuitamente per 30 giorni.
  • DreamPlan (Windows/macOS) — si tratta di un programma gratuito per Windows e macOS destinato a utilizzo personale, il quale permette di creare planimetrie di case e appartamenti e di impostare set di colori, trame, complementi d’arredo, decorazioni ecc. secondo esigenza. Consente altresì di creare paesaggi esterni e giardini.
  • AutoCAD (Windows/macOS) — soluzione dedicata a chi ha grande capacità di progettazione grafica e, proprio per questo, pensata principalmente per esperti di home design, ingegneri e altri professionisti, ma fruibile, con un minimo di pratica, anche dai meno esperti. È per Windows e macOS ed è a pagamento (presenta un costo a partire da ben 2.361 euro/anno), ma viene messa a disposizione anche una versione di prova. Per approfondimenti, puoi leggere la mia guida su come scaricare AutoCAD gratis.

Come arredare casa virtualmente online

Non vuoi o non puoi scaricare e installare nuovi programmi sul tuo computer e, di conseguenza, ti piacerebbe che ti consigliassi delle soluzioni per arredare casa virtualmente online? Allora prosegui pure nella lettura. Le trovi segnalate proprio qui sotto.

IKEA Home Planner

IKEA Home Planner

IKEA Home Planner è tra le prime soluzioni per arredare casa virtualmente online da prendere in considerazione. È il servizio che IKEA, celebre azienda di arredamento domestico, mette a disposizione gratuitamente sul proprio sito Internet per realizzare progetti di ambienti domestici tridimensionali. È accessibile da chiunque e senza obbligo di registrazione, ma creando un account si possono salvare i progetti in Rete ed eventualmente è pure possibile accedervi direttamente in negozio.

Per iniziare a utilizzare IKEA Home Planner, collegati al sito di IKEA Home Planner e seleziona il configuratore che desideri utilizzare, dopodiché se ti viene proposta l’installazione del plugin del Planner di IKEA acconsenti. Scegli poi se usare uno dei modelli preimpostati disponibili (attieniti alla relativa procedura guidata che potresti dover affrontare, in modo da poter apportare le modifiche desiderate) oppure se creare il progetto da zero.

Serviti poi dell’editor del servizio, il quale risulta essere così strutturato: in alto ci sono le sezioni Planimetria (per accedere alla planimetria) e quella Progetto (per visualizzare il progetto in 3D); al centro trovi l’area dedicata al progetto; a destra c’è la barra con cui si possono aggiungere ulteriori elementi e modificare quelli esistenti.

A lavoro ultimato, se vuoi salvare localmente il tuo progetto fai clic sul pulsante con le tre linee in orizzontale situato in alto a sinistra e scegli dal menu che si apre se effettuare il download locale oppure se condividere il tutto.

Altre soluzioni per arredare casa virtualmente

Smartdraw

Se cerchi altre soluzioni mediante cui poter arredare casa virtualmente andando ad agire direttamente dalla finestra del browser, ti suggerisco di dare un’occhiata a quelle che ho inserito nell’elenco sottostante.

  • Smartdraw — è un altro tra i siti per arredare casa virtualmente che ti suggerisco di prendere in considerazione e mediante il quale è possibile realizzare planimetrie di abitazioni e uffici, ma anche altre tipologie di progetti, come disegni CAD, diagrammi, mappe mentali, grafici ecc. Di base è a costo zero, ma per sbloccare le funzioni aggiuntive va sottoscritto l’abbonamento a pagamento (al costo di 9,95 dollari/mese).
  • Floorplanner — servizio online che consente di realizzare progetti di case in 2D e in 3D e che può contare su una libreria molto ricca di arredamenti da inserire nelle piantine delle abitazioni. Di base è gratis, ma eventualmente sono anche disponibili dei piani a pagamento (con prezzi a partire da 4 euro/mese) che permettono di sbloccare funzionalità aggiuntive.
  • PlanningWiz — portale che permette di generare planimetrie complete e di visualizzare il tutto sia in 2D che in 3D. Da notare che per potersene servire è obbligatorio registrarsi. È gratuito, ma si possono generare un numero limitato di planimetrie. Per aggirare questa limitazione e sbloccare altre funzioni bisogna sottoscrivere uno dei piani a pagamento proposti (con prezzi a partire da 12,90 euro/mese).

App per arredare casa virtualmente

Non hai il computer a portata di mano o comunque preferisci adoperare smartphone e/o tablet e stai cercando delle app per arredare casa virtualmente? In tal caso, ti consiglio di dare un’occhiata alle soluzioni di questo tipo che ho provveduto a segnalarti qui sotto. Sono fruibili sia su Android che su iOS/iPadOS.

Planner 5D (Android/iOS/iPadOS)

Planner 5D

Una delle migliori app per arredare casa virtualmente è senz’altro Planner 5D. Funziona sia su Android che su iOS/iPadOS e permette di generare progetti 3D di abitazioni in modo semplice e veloce, usando il drag-and-drop. Dispone di un catalogo con oltre 5.000 articoli e offre l’opportunità di generare immagini fotorealistiche delle abitazioni. Di base è a costo zero, ma per sbloccare tutte le funzioni bisogna effettuare acquisti in-app (al costo base di 7,99).

Per scaricare e installare Planner 5D sul tuo dispositivo, procedi nel seguente modo: se stai usando Android accedi alla relativa sezione del Play Store e premi sul bottone Installa (se stai usando un device su cui non ci sono i servizi di Google, puoi rivolgerti a store alternativi); se stai usando iOS/iPadOS visita la relativa sezione dell’App Store, premi sul bottone Ottieni, quindi su quello Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

Successivamente, avvia l’app selezionando la relativa icona aggiunta alla schermata home e, una volta visualizzata la schermata principale di Planner 5D, avvia la creazione di un nuovo progetto, sfiorando il bottone (+) Nuovo progetto.

Serviti ora dell’editor di Planner 5D, il quale risulta essere così strutturato: in basso trovi il pulsante per aggiungere stanze, costruzioni, elementi d’arredo ecc. e quello per cambiare la modalità di visualizzazione quando la vista tridimensionale è abilitata; in alto c’è la barra degli strumenti con tutti gli altri comandi per la fruizione dell’app, ovvero per attivare l’effetto tridimensionale, per aggiungere livelli, per aprire il righello ecc.

A progetto concluso, il tuo lavoro verrà salvato automaticamente all’interno di Planner 5D. Eventualmente, però, puoi decidere di condividere uno screenshot dell’abitazione, premendo sul pulsante con i tre puntini in verticale e scegliendo l’opzione Condividi che trovi nel menu che compare.

Altre app per arredare casa virtualmente

Casa

Se cerchi altre app per arredare casa virtualmente, ti suggerisco vivamente di dare un’occhiata a quelle che ho scelto di includere nell’elenco sottostante.

  • Homestyler (Android/iOS/iPadOS) — rinomata app per Android, iPhone e iPad tramite la quale è possibile arredare casa virtualmente, la quale basa il suo funzionamento sulla realtà aumentata. Permette, infatti, di vedere in anteprima gli accessori che si adattano meglio alla propria casa, eliminando digitalmente i mobili presenti in foto e sostituendoli con quelli nuovi, acquistabili direttamente dall’applicazione. È gratis.
  • Floor Plan Creator (Android) — si tratta di un’app per soli dispositivi Android che permette di creare, modificare e condividere planimetrie con arredi. È gratuita, ma per accedere ad alcune funzioni aggiuntive è necessario effettuare degli acquisti in-app (al costo base di 99 cent.).
  • Roomle 3D (iOS/iPadOS) — ottima app per iPhone e iPad che consente di acquistare bellissimi accessori d’arredo e di usare la realtà aumentata per visualizzare in tempo reale i mobili da compare. È gratis, ma propone acquisti in-app (al costo base di 1,99 euro) per sbloccare contenuti aggiuntivi.
Salvatore Aranzulla

Autore

Salvatore Aranzulla

Salvatore Aranzulla è il blogger e divulgatore informatico più letto in Italia. Noto per aver scoperto delle vulnerabilità nei siti di Google e Microsoft. Collabora con riviste di informatica e cura la rubrica tecnologica del quotidiano Il Messaggero. È il fondatore di Aranzulla.it, uno dei trenta siti più visitati d'Italia, nel quale risponde con semplicità a migliaia di dubbi di tipo informatico. Ha pubblicato per Mondadori e Mondadori Informatica.